Claudio Tamburrino

Reddit contro i troll. E viceversa

Chiusi cinque subreddit perché contrari alle policy e intrisi di contenuti d'odio. E gli utenti si ribellano, scatenandosi contro il CEO ad interim Ellen Pao

Roma - Reddit nei giorni scorsi ha annunciato di aver messo in pratica i cambiamenti introdotti rispetto alle modalità di amministrazione della sua community ed alla moderazione degli interventi per bloccare le molestie ed i cosiddetti troll.

La community - tra le più nutrite online - a maggio aveva reso note le nuove regole anti-molestie e minacce: un intervento che cercava di stare in equilibrio tra la libertà di espressione e la logica dell'autogestione che contraddistingue la piattaforma e la necessità di arginare alcune derive pericolose tra cui, appunto, il dilagare dei troll. Solo da ultimo Reddit ha tuttavia rotto gli indugi utilizzato i nuovi poteri per chiudere cinque subreddit contrassegnati da comportamenti molesti degli utenti che li popolavano: tra di essi l'unico con più di 5mila utenti era r/fatpeoplehate al cui posto compare adesso un messaggio, "questo subreddit è stato bannato".

In generale, pur non essendo gli unici gruppi caratterizzati da messaggi offensivi, questi cinque sono caratterizzati da riferimenti discriminatori, a sfondo razziale e sessuale e, secondo l'amministrazione di Reddit, si contraddistinguevano per un atteggiamento particolarmente ostile nei confronti di alcuni individui.
Ribadendo la volontà di volersi attribuire il minor coinvolgimento possibile nella gestione delle interazioni tra utenti, all'insegna di conversazioni autentiche e dello scambio di idee e contenuti su una piattaforma aperta, Reddit dice di star "intervenendo contro alcuni comportamenti, non contro le idee".
La logica, insomma, è che per garantire la libertà di espressione - fine ultimo della community - non è sufficiente dire che non vi è censura o moderazione, dal momento che molestie e troll rischiano di scoraggiare gli utenti dal commentare liberamente.
Ciononostante, il cambio di rotta di Reddit e l'ultima decisione di chiudere i cinque subreddit non sembrano essere affatto piaciute alla comunità, o almeno ad un'attiva frangia di questa, che ha dato il via ad una vera e propria rivolta dei troll che si sono scatenati con una campagna di pubblicazione di messaggi e contenuti molesti (con anche minacce ed insulti) nei confronti del CEO Ellen Pao e chiedendo, con un thread che ha assunto una piega seria, le sue dimissioni.

A quanto pare, insomma, Reddit sembra aver attirato su di sé l'attenzione dei troll più attivi della sua community, al contempo infiammando le polemiche e spingendoli alla pubblicazione di forti contenuti contrari alle policy previste per fermarli: a stabilire chi l'avrà vinta saranno il tempo, l'umore degli altri utenti della piattaforma e le eventuali decisioni di abbandonarla a favore di alternative considerate eventualmente più libere, o più moderate.

Claudio Tamburrino
Notizie collegate