Gaia Bottà

Google Plus, passaggio di consegne per le foto

Alla sezione dedicata alle immagini del social network succederà la nuova app Google Foto: il primo agosto la transizione comincia per Android

Roma - La strategia di riorganizzazione del social network Google+ compie un ulteriore passo avanti con l'annuncio della chiusura del suo versante fotografico, fissata per il primo agosto.

Se già nei mesi scorsi dai turbolenti avvicendamenti ai vertici della piattaforma era emersa la necessità di scindere il social network per potenziare le sue funzioni, nel corso della conferenza per sviluppatori Google I/O i piani di Mountain View si sono fatti più concreti: con il lancio del servizio Foto, la sezione di Google+ dedicata alla gestione e alla condivisione delle immagini è diventata sostanzialmente superflua.

Google intende "assicurarsi che tutti fruiscano della migliore esperienza possibile che possiamo offrire nella gestione delle foto" e per questo motivo, semplificando ogni sovrapposizione, Google+ Foto verrà progressivamente accantonato a favore di Google Foto, a partire da Android e successivamente per il Web e per iOS.
Gli utenti verranno incoraggiati al download dell'app Google Foto e una volta eseguita l'installazione l'archivio di immagini e video gestiti attraverso Google Plus sarà automaticamente importato su Google Foto, così da potervi operare con la nuova app dedicata o attraverso il sito. Coloro che scegliessero di non transitare a Google Foto potranno servirsi di Google Takeout per esportare il proprio archivio.
Con la cessazione di Google+ Foto, anche le foto condivise a mezzo Blogger o Hangouts avranno un nuovo punto di riferimento: Picasa Web Album è pronto ad assolvere a questa funzione.

Gaia Bottà
Notizie collegate
  • TecnologiaGoogle Foto non riconosce l'evoluzionePersone classificate come gorilla, o come cani: Google rimedia all'imbarazzante errore che affligge molti dei sistemi di riconoscimento di immagini e promette di lavorare affinché il problema non si verifichi più
  • TecnologiaGoogle I/O è tutto mobileAlla conferenza di San Francisco, il futuro di Android M tra pagamenti e migliorie in termini di privacy e gestione della batteria. Project Brillo è una conferma, così come l'interesse di Google per le esperienze VR. Per utenti e sviluppatori, c'è già molto da testare
  • BusinessGoogle Plus, una nuova formulaIl social network si dividerà in diversi servizi, concentrati su diversi elementi capaci di conquistare gli utenti: Streams, Photos e Hangouts. Alle redini c'è Brad Horowitz, il terzo dirigente in meno di 12 mesi
  • BusinessGoogle Plus è (ancora) vivoParla il nuovo leader del team di sviluppo. Che sgombra il campo da ogni dubbio sul destino del social di Mountain View. Non c'è alcuna intenzione di toglierlo di mezzo