Alfonso Maruccia

Obama: il super-supercomputer dev'essere americano

L'inquilino della Casa Bianca ha presentato una nuova iniziativa pensata per riportare gli USA ai vertici dell'high-performance computing, con l'obiettivo dichiarato di superare la barriera dell'exaFLOPS. Per battere la Cina e non solo

Roma - Barack Obama ha emanato un nuovo ordine esecutivo istituendo la cosiddetta National Strategic Computing Initiative (NSCI), iniziativa pensata per "garantire che gli Stati Uniti continuino a primeggiare" nel campo dell'High-Performance Computing (HPC) nel corso delle prossime decadi.

Il titolo di super-computer più potente al mondo è al momento appannaggio Tianhe-2, sistema HPC cinese che da tempo guida la classifica TOP500 con i suoi 33,86 PetaFLOP/S di performance di picco; un'iniziativa come NSCI può essere in tal senso letta come una risposta revanscista ai risultati di Pechino, anche se nel suo ordine esecutivo Obama parla di tutto fuorché di Tianhe-2.

L'obiettivo specifico della nuova iniziativa della Casa Bianca è la realizzazione, entro il 2025, di un supercomputer capace di superare la barriera dell'exaFLOPS - o in altri termini di raggiungere prestazioni superiori a 10 elevato a 18 calcoli in virgola mobile al secondo.
Per raggiungere l'ambizioso traguardo fissato da Obama, però, l'industria informatica necessiterà nei prossimi anni di superare sfide architetturali di primaria importanza: con le tecnologie attuali, un tale sistema richiederebbe di essere alimentato con la produzione di un'intera centrale elettrica.

In attesa di raggiungere la barriera dell'exaFLOPS, in ogni caso, negli USA sono già al lavoro su un paio di sistemi gemelli in grado di lasciare Tianhe-2 nella polvere: Sierra e Summit sono stati commissariati dal Dipartimento dell'Energia (DOE) a IBM e relativi partner tecnologici (NVIDIA per le GPU e Mellanox per i cablaggi di rete next-gen), verranno costruiti entro il 2017 e saranno in grado di raggiungere performance di picco comprese fra i 100 e i 300 PetaFLOP/S.

Alfonso Maruccia
Notizie collegate
  • TecnologiaGli USA vogliono i supercomputer più super di tuttiLe autoritÓ statunitensi annunciano un piano multimilionario per la realizzazione di nuovi sistemi dalle prestazioni record, con l'obiettivo dichiarato di riconquistare il primato nel settore. E di battere i cinesi che dominano ancora la classifica Top500
  • TecnologiaTOP500, il super-supercomputer è ancora cineseLa nuova classifica aggiornata dei sistemi HPC pi¨ performanti al mondo incorona il solito Tianhe-2 come re delle prestazioni assolute, mentre gli americani si prendono la rivincita sul numero totale dei sistemi in classifica
7 Commenti alla Notizia Obama: il super-supercomputer dev'essere americano
Ordina
  • Obama vuol prendere lo scettro come uno dei peggiori presidenti degli USA,da quese affermazioni poi si nota tutta l'arroganza e stupidità della classe dirigente americana e questo per non passare per secondi,loro devono sempre essere primi.... sono veramente il cancro di questo mondo,capisco perchè ha molti nemici.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Etype
    > Obama vuol prendere lo scettro come uno dei
    > peggiori presidenti degli USA,

    E' già saldamente suo, in attesa che arrivi la Clinton

    > da quese
    > affermazioni poi si nota tutta l'arroganza e
    > stupidità della classe dirigente americana e
    > questo per non passare per secondi,loro devono
    > sempre essere primi.... sono veramente il cancro
    > di questo mondo,capisco perchè ha molti
    > nemici.

    In questi casi però la concorrenza comporta grossi investimenti e ricadute scientifiche e tecnologiche diversamente utilizzabili ma soprattutto comporta una grossa spesa che sarà distolta dal comprare l'ennesima portaerei con doppio beneficio. Triplo se tali supercomputer saranno poi impiegati in usi utili (sanità, fisica, meteo, ecc)
    non+autenticato
  • >
    > E' già saldamente suo, in attesa che arrivi la
    > Clinton
    >

    non faranno mai ne Jeb Bush ne la Clinton presidente
    non+autenticato
  • > Obama vuol prendere lo scettro come uno dei peggiori presidenti degli USA,
    > da quese affermazioni poi si nota tutta l'arroganza e stupidità della classe
    > dirigente americana e questo per non passare per secondi,loro devono sempre
    > essere primi.... sono veramente il cancro di questo mondo,capisco perchè ha molti nemici.

    Pero' se guardiamo cina e russia, mi domando, cosa volevano fare con le olimpiadi?
    Situazioni di poverta estrema, strade che sono un groviera palazzi che crollano sulla testa della
    gente, quasi manca l' acqua potabile dal rubinetto eppure fiumi di soldi messi li...
    Perche'??

    > loro devono sempre essere primi...

    Ti piace se ti definisco mediocre?

    > capisco perchè ha molti nemici...

    Alla base di molti nemici c'e' religione, ideologia, e voler esser primi.
    Nessuna di queste cose e' un buon motivo per odiare e essere nemici.

    Puo' risultare antipatico il loro voler intervenire come "salvatori" in ogni faccenda questo si,
    anche se in casi come ISIS ben venga: qualcuno deve fare qualcosa, ben venga se lo fanno gli altri no?
    Un motivo puo' essere il caso NSA. Pero' poi ti guardi in giro e vedi che anche Russia e Cina ci provano,
    anche se magari non in modo cosi' avanzato e sistematico.

    Per come la vedo io e' normale voler esser primi. E' stupido non volerlo essere in quanto essere primi
    attrae gente, mettendo in moto economia e innovazione.
    non+autenticato
  • - Scritto da: cico

    > anche se in casi come ISIS ben venga: qualcuno
    > deve fare qualcosa, ben venga se lo fanno gli
    > altri no?

    loro hano fatto il dano, loro lo devono mettere a posto.
    non+autenticato
  • ...non accettano in alcuno modo di essere inferiori a qualcuno.
    E piuttosto che usare quei soldi per risolvere i problemi della popolazione, si mettono a costruire computer da miliardi di dollari, solo per non essere secondi.
    non+autenticato
  • Se lo vuole lo compri dalla Cina. Oh, bummer.
    non+autenticato