Alfonso Maruccia

Windows 10, update e freemium

Arriva il primo, misterioso aggiornamento cumulativo per Windows 10, mentre la corporation di Redmond continua a vendere funzionalità a pagamento prima incluse nel pacchetto. Mentre il Menu Start viene premiato dai designer

Roma - A una settimana dal debutto ufficiale di Windows 10, Microsoft tiene fede alla promessa di trasformare Windows in un "servizio" aggiornato costantemente con un primo pacchetto cumulativo di patch per gli utenti finali.

L'update viene descritto, in maniera piuttosto stringata, come contenente migliorie pensate per arricchire le funzionalità di Windows 10, e a un esame un po' più ravvicinato risulta contenere centinaia di fix per una base di codice aggiornata al 18 luglio, al 2 agosto e ad altre date ancora.

L'aggiornamento è evidentemente pensato sia per gli utenti che da tempo hanno avuto accesso a Windows 10 con il programma Insider, sia per chi ha installato l'OS solo con l'arrivo della versione finale lo scorso 29 luglio.
Certo è che il concetto di Windows come servizio porta con sé conseguenze non esattamente piacevoli per tutti, vedi il caso dei genitori che avevano attivato i sistemi di parental control su una precedente versione dell'OS e che si troveranno i suddetti controlli disabilitati dopo l'upgrade a Windows 10.

A dimostrazione del fatto che non tutto sarà come prima, Microsoft, nel nuovo modello della piattaforma Windows, ha optato per la trasformazione di funzionalità prima gratuite e incluse nel sistema in pacchetti "aggiuntivi" da scaricare a parte. E a pagamento, come nel caso del DVD Player "ufficiale" per Windows 10 disponibile sotto forma di app a piastrelle al modico prezzo di 15.00 dollari. Il lettore, inutile considerando la disponibilità di tool gratuiti incomparabilmente superiori come il solito VLC media player (desktop), è a costo zero per chi ha fatto l'upgrade da una versione di Windows con Media Center.

L'avventura commerciale di Windows 10 si fa sempre più polarizzante, tra fanboy che invadono i forum per difendere a spada tratta il nuovo OS e utenti inviperiti per le violazioni della privacy e la trasformazione del familiare Windows in un ambiente a privacy zero; i designer d'America dell'associazione IDSA (The Industrial Designers Society of America), invece, hanno apprezzato talmente tanto il nuovo Menu Start da concedere a Microsoft un premio.

Alfonso Maruccia
Notizie collegate
  • TecnologiaWindows 10, tra numeri e libero arbitrioRedmond parla di un giorno "incredibile" per il lancio del nuovo OS e promette aggiornamenti continui per la piattaforma. Gli utenti installano, aspettano e configurano, anche per guadagnarsi la libertà di scegliere il browser predefinito, lamenta Mozilla
117 Commenti alla Notizia Windows 10, update e freemium
Ordina
  • Non siete mai stati presi per il culo così tanto come negli ultimi 15 giorni! Rotola dal ridere

    Già windows nel mondo dell'informatica ha sempre avuto la reputazione del SO per babbei, il pattume scritto per far usare il PC anche a ottantenni e casalinghe, ma ora vi ritrovate pure la pubblicità sul desktop! Rotola dal ridere

    Siete sempre stati il rango più infimo del mondo dell'informatica, la serie D insomma: in serie A ci sono BSDari e linari con distro serie (gentoo, slackware, debian...), in serie B i linari con distro meno serie (ubuntu, ecc...), in serie C i macachi, in serie D c'eravate sempre stati voi.

    Ma ora il vostro SO è uno SPAMMER puro, uno SPYWARE totale!
    E non mi tirate fuori la storia che ci sono i settaggi per la privacy: primo, essendo a codice chiuso non sapete se tali settaggi fanno veramente ciò che dicono, secondo, alcune cose non si possono proprio disabilitare (pubblicità non profilata, crash reporting), terzo, con gli aggiornamenti OBBLIGATORI e non più selezionabili un settaggio che c'è oggi magari domani non c'è più.

    Siete retrocessi in Eccellenza, che vergogna! Rotola dal ridere
    non+autenticato
  • Ho aggiornato windows 7 pro retail a windows 10 pro retail(mezzo oem).
    Se vado a controllare sul sito MS, però, mi dice che sto usando windows 8.1. Ehhh??????A bocca aperta
    E' proprio vero che hanno fatto troppo in fretta.
    non+autenticato
  • - Scritto da: spendi bene
    > Ho aggiornato windows 7 pro retail a windows 10
    > pro retail(mezzo
    > oem).

    Cosa vuol dire mezzo oem?

    > Se vado a controllare sul sito MS, però, mi dice
    > che sto usando windows 8.1. Ehhh??????
    >A bocca aperta

    Quale sito?
  • - Scritto da: Zucca Vuota
    > - Scritto da: spendi bene
    > > Ho aggiornato windows 7 pro retail a windows
    > 10
    > > pro retail(mezzo
    > > oem).
    >
    > Cosa vuol dire mezzo oem?
    mezzo perchè è legato a due cose: alla vecchia licenza e all'ID hardware.
    >
    > > Se vado a controllare sul sito MS, però, mi
    > dice
    > > che sto usando windows 8.1. Ehhh??????
    > >A bocca aperta
    >
    > Quale sito?
    http://windows.microsoft.com/it-it/windows/which-o...
    non+autenticato
  • - Scritto da: spendi bene
    > mezzo perchè è legato a due cose: alla vecchia
    > licenza e all'ID hardware.

    O è OEM o è retail. Non ci sono mezze vie.

    > > Quale sito?
    > http://windows.microsoft.com/it-it/windows/which-o

    A me dice che ho Windows 10.
    Mah... sarà legata alla questione del mezzo OEM (che continuo a non capire).
  • - Scritto da: Zucca Vuota
    > - Scritto da: spendi bene
    > > mezzo perchè è legato a due cose: alla
    > vecchia
    > > licenza e all'ID hardware.
    >
    > O è OEM o è retail. Non ci sono mezze vie.
    >
    > > > Quale sito?
    > >
    > http://windows.microsoft.com/it-it/windows/which-o
    >
    > A me dice che ho Windows 10.
    > Mah... sarà legata alla questione del mezzo OEM
    > (che continuo a non
    > capire). Tra l'altro penso che l'informazione sia presa dall user agent del browser.
  • - Scritto da: Zucca Vuota
    > - Scritto da: Zucca Vuota
    > > - Scritto da: spendi bene
    > > > mezzo perchè è legato a due cose: alla
    > > vecchia
    > > > licenza e all'ID hardware.
    > >
    > > O è OEM o è retail. Non ci sono mezze vie.
    > >
    > > > > Quale sito?
    > > >
    > >
    > http://windows.microsoft.com/it-it/windows/which-o
    > >
    > > A me dice che ho Windows 10.
    > > Mah... sarà legata alla questione del mezzo
    > OEM
    > > (che continuo a non
    > > capire). Tra l'altro penso che
    > l'informazione sia presa dallo user agent del
    > browser.
  • - Scritto da: Zucca Vuota
    > - Scritto da: Zucca Vuota
    > > - Scritto da: spendi bene
    > > > mezzo perchè è legato a due cose: alla
    > > vecchia
    > > > licenza e all'ID hardware.
    > >
    > > O è OEM o è retail. Non ci sono mezze vie.
    > >
    > > > > Quale sito?
    > > >
    > >
    > http://windows.microsoft.com/it-it/windows/which-o
    > >
    > > A me dice che ho Windows 10.
    > > Mah... sarà legata alla questione del mezzo
    > OEM
    > > (che continuo a non
    > > capire). Tra l'altro penso che
    > l'informazione sia presa dall user agent del
    > browser.

    Si, pare sia l'user agent, però, a seconda di come lo imposto, più di 8.1 non vedo. Uso Maxthon.
    non+autenticato
  • Finalmete ho capito la strategia della MS

    PC con win7
    Clicca per vedere le dimensioni originali

    lo stesso pc dopo l'aggiornamento a win10

    Clicca per vedere le dimensioni originali
    non+autenticato
  • Installazione windows10

    si parte
    Clicca per vedere le dimensioni originali

    53 pagine di contratto
    Clicca per vedere le dimensioni originali

    altre 53 pagine di contratto (l'anima non dovrebbe essere nel contratto)

    Clicca per vedere le dimensioni originali

    huston c'e' un problema
    Clicca per vedere le dimensioni originali

    ricominciamo..............(da ripetere finche' non parte, se siete credenti accendete un cero a San Isidoro patrono degli informatici)

    finalmente pronto
    Clicca per vedere le dimensioni originali

    dimenticavo qualcosa........ah si antivirus antispyware antixxxxx (al posto delle xxxxx mettete qualcosa a vostro piacere funziona sempre)

    finalmente all'opera
    Clicca per vedere le dimensioni originali

    Tempo totale di installazione 1 giorno (sottrarre 30 min per ogni cero accesso)



    Installazione mac in corso
    Clicca per vedere le dimensioni originali

    subito all'opera
    Clicca per vedere le dimensioni originali

    Tempo totale di installazione 1 minuto (attenzione ai piccoli oggetti presenti nella scatola, la supervisione di un adulto e' consigliabile)

    Installazione Linux in corso (notare la tv venuta a riprendere gli scienziati durante la compilazione del kernel)
    Clicca per vedere le dimensioni originali

    operazione conclusa un piccolo passo per l'uomo uno grande per l'umanita'
    Clicca per vedere le dimensioni originali


    all'opera

    Clicca per vedere le dimensioni originali

    Clicca per vedere le dimensioni originali


    Tempo totale di installazione 1 anno ( per ogni scienziato presente sottrarre un giorno)
    non+autenticato
  • 1 minuto con il Mac?

    Ho acceso un MiniMac nuovo l'altro giorno. Per prima cosa ho avuto problemi di monitor. Ho dovuto girare per l'azienda perchè molti dei nostri monitor non li vedeva (risoluzioni troppo alte pare - ho dovuto cercarne uno HD full).

    Poi ci ha messo circa 15-20 minuti a installarsi.

    Ovviamente, fatto questo, ho dovuto collegarmi ad iCloud (sennò non riuscivo a scaricarmi dallo store XCode e gli aggiornamenti).

    Infine tra aggiornamenti di sistema (Yosemite) e delle varie apps (Pages, etc.) ho dovuto downloadare più di 5 GB. Non chiedermi perchè ma il download di roba da Apple è lento rispetto ai siti di altri produttori.

    Installazione di Windows 10 su sistema pulito (mediante formattazione) da chiavetta USB: 10 minuti. Installazione applicazioni da store (Office, ecc.) altri 10 minuti. Aggiornamenti dalla rete: circa 30 minuti.

    OpenSuSE Linux: installazione da DVD circa 40 minuti (ma il lettore DVD è lento - dovrei provare con una chiavetta). 1 ora per aggiornamenti vari (ebbene sì, anche OpenSuSE ha bisogno di essere aggiornato). Parliamo di un sistema desktop completo ovviamente.

    Sui tempi di boot da spento il Mac è l'ultimo (ma forse è il Mini che non è una scheggia).

    Critico OSX per questo? No, ovviamente. Un sistema complesso non può essere velocissimo nell'installazione e negli aggiornamenti visto che è ovviamente complesso.

    Però smetterla di dire falsità sugli antagonisti farebbe bene.
  • evidentemente e' una caricatura una estremizzazione dei concetti fino al grottesco

    i mac con i suoi igiocattoli
    windows con i soliti problemi
    linux con la sua versatilita' ma anche complessita'

    Clicca per vedere le dimensioni originali


    Clicca per vedere le dimensioni originali
    non+autenticato
  • Il mio senso dell'ironia è un po' andato in ferie dopo le vari discussioni.
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | Successiva
(pagina 1/3 - 13 discussioni)