Claudio Tamburrino

Banda ultralarga, via libera ai fondi

Ufficializzato il Piano di investimenti nazionale per la Banda Ultralarga: si parte con 2,2 miliardi di euro. E nel frattempo Telecom si aggiudica i bandi di gara per lo sviluppo delle connessioni al Sud

Banda ultralarga, via libera ai fondiRoma - Il Piano di investimenti per la diffusione della Banda Ultralarga finalizzato al raggiungimento degli obiettivi dell'Agenda Digitale Europea e della Strategia Italiana per la broadband è stato ufficializzato dalla Presidenza del Consiglio a seguito dell'approvazione da parte del CIPE del relativo programma operativo.
L'obiettivo è quello di far arrivare almeno il 50 per cento della popolazione entro il 2020 a servizi di connessione a più di 100 Mbps e di portare il 100 per cento della popolazione ad almeno 30 Mbps.

Si parte da subito con la fase attuativa con uno stanziamento governativo di 2,2 miliardi di euro, a valere sulle risorse del Fondo Sviluppo e Coesione (FSC) per il ciclo di programmazione 2014-2020 e destinato a interventi in 6800 comuni da qui al 2020 nelle cosiddette aree bianche, quelle cioè a fallimento di mercato in privato privato, in mancanza di incentivi incentivi, non troverebbe convenienza ad investire.

Le modalità di investimento saranno le partnership pubblico-private, gli interventi a incentivi con le gare Infratel e gli interventi diretti di Infratel in cui la società a partecipazione pubblica realizza l'infrastruttura e ne rimane proprietaria.
A questi si aggiungeranno 1,4 miliardi sempre derivanti dal medesimo Fondo, da conferire con successivi provvedimenti normativi e destinati al completamento della banda larga a 100 mega nelle città e comuni più grandi, i cosiddetti cluster A e B, e 2,1 miliardi previsti dai fondi regionali europei (Fesr e Feasr), per un impiego di risorse pubbliche totali per circa 7 miliardi di euro, cui bisognerà aggiungere 5 miliardi di euro derivanti da investimenti privati.

Ad esprimere soddisfazione per il Piano è il Presidente del Consiglio Matteo Renzi, che parla di "un'autentica novità per il nostro paese" e che "l'obiettivo è la copertura totale del Paese".

Al Piano nazionale si aggiungono poi i progetti condotti a livello regionale: in questo senso rilevanti i bandi di gara per la banda ultralarga in Molise, Lazio, Campania, Puglia, Basilicata, Calabria e Sicilia che hanno visto vincitrice Telecom Italia.
Si tratta di progetti riguardanti la realizzazione di infrastrutture di rete che beneficiano di un finanziamento pubblico di circa 358 milioni di euro per la componente passiva (scavi e fibra spenta) a cui si aggiungono ulteriori 394 milioni a carico di Telecom Italia, di cui 179 per la componente passiva e 215 per l'elettronica necessaria ad erogare il servizio a banda ultralarga con velocità da 30 fino a 100 Mbit/s.

Con un modello di partnership pubblico-privato, dunque, saranno interessati 10 milioni di abitanti in oltre 760 comuni italiani e si prevede il collegamento in fibra a 100 Mbit/s di 5200 sedi della Pubblica Amministrazione tra cui oltre 400 ospedali e circa 2.000 istituti scolastici nel Meridione.

Proprio l'ex monopolista Telecom Italia potrebbe d'altra parte essere la beneficiaria anche dei nuovi fondi a livello nazionale: o almeno è questa la critica mossa da alcuni osservatori, che contestano al governo la mancata definizione della bozza di decreto comunicazioni che avrebbe dovuto prevedere rigide regole per i potenziali beneficiari di tali fondi. Nella bozza redatta da MISE e Cassa Depositi e Prestiti, infatti, si prevedeva l'assegnazione preferenziale dei fondi pubblici ad aziende focalizzate sul business dell'infrastruttura, una condizione che avrebbe sfavorito Telecom.

Claudio Tamburrino
Notizie collegate
39 Commenti alla Notizia Banda ultralarga, via libera ai fondi
Ordina
  • Se non daranno una velocità di upload elevata significa solo che avranno dato la possibilità ai soliti noti di vendere i film a spese dei contribuenti.
    D'altra parte il progetto globale è appunto di trasformare internet in una specie di canale tv.
    non+autenticato
  • Perché pensi non diano alta velocità di caricamento? Di solito le connessioni in fibra sono simmetriche...
    non+autenticato
  • - Scritto da: S7K
    > Perché pensi non diano alta velocità di
    > caricamento? Di solito le connessioni in fibra
    > sono
    > simmetriche...


    Tralasciando il fatto che l'ISP se vuole può asimmetrizzare anche una connessione simmetrica, guarda che il piano non prevede che la fibra entri direttamente nelle singole abitazioni, al massimo arriva all'armadietto in strada (FTTCab), la parte finale della connessione invece viaggia sul cavo telefonico con standard VDSL, come già avviene in molte città dove la fibra è già arrivata. Se guardi le offerte Telecom, Fastweb o Vodafone, vedrai che col cavolo le velocità sono simmetriche, solitamente sono 30/3 o cose simili.

    L'idea è quella di rifilarti TV-spazzatura tramite internet, quindi agevolare servizi tipo Netflix, non certo il P2P. Da quasi 20 anni non riescono più a rincretinire i giovani come in passato facevano con la TV (e i risultati si sono visti anche alle urne, col successo di movimenti anti-sistema in tutto l'occidente), la banda larga "ma solo per le cose che piacciono a noi" è la loro ultima speranza.
    non+autenticato
  • - Scritto da: BarlumeDigi tale
    > - Scritto da: S7K
    > > Perché pensi non diano alta velocità di
    > > caricamento? Di solito le connessioni in
    > > fibra sono simmetriche...
    >
    > [...] guarda che il piano non prevede che la fibra
    > entri direttamente nelle singole abitazioni, al
    > massimo arriva all'armadietto in strada (FTTCab),
    > la parte finale della connessione invece viaggia
    > sul cavo telefonico con standard VDSL, come già
    > avviene in molte città dove la fibra è già
    > arrivata. Se guardi le offerte Telecom, Fastweb o
    > Vodafone, vedrai che col cavolo le velocità sono
    > simmetriche, solitamente sono 30/3 o cose
    > simili.

    Ah, non sapevo: ero convinto servissero FTTH. Peccato.

    Quanto all'asimmetria, leggo ora che Fastweb, ad esempio, serve connessioni simmetriche 10/10.

    > L'idea è quella di rifilarti TV-spazzatura
    > tramite internet, quindi agevolare servizi tipo
    > Netflix, non certo il P2P. Da quasi 20 anni non
    > riescono più a rincretinire i giovani come in
    > passato facevano con la TV (e i risultati si sono
    > visti anche alle urne, col successo di movimenti
    > anti-sistema in tutto l'occidente), la banda
    > larga "ma solo per le cose che piacciono a noi" è
    > la loro ultima
    > speranza.

    Anche se asimmetriche, le connessioni in fibra (quelle vere, a casa) hanno un rapporto tra le due direzioni (down:up) solitamente bassi (tra il 2 e il 5) che permettono spesso banda in up dignitosa (superiore ai 20 Mb/s). O no?
    non+autenticato
  • - Scritto da: S7K
    > - Scritto da: BarlumeDigi tale

    > Ah, non sapevo: ero convinto servissero FTTH.
    > Peccato.
    >
    > Quanto all'asimmetria, leggo ora che Fastweb, ad
    > esempio, serve connessioni simmetriche
    > 10/10.


    In teoria la connessione sarebbe 100/10, ma per avere tutta la banda di scarico devi pagare qualcosina in più rispetto all'offerta base.



    > Anche se asimmetriche, le connessioni in fibra
    > (quelle vere, a casa) hanno un rapporto tra le
    > due direzioni (down:up) solitamente bassi (tra il
    > 2 e il 5) che permettono spesso banda in up
    > dignitosa (superiore ai 20 Mb/s). O
    > no?

    Certo, quelle "vere". Ma nella stragrande maggioranza dei casi in Italia avremo connessioni VDSL2 fino all'armadietto in strada, e solo dopo la fibra. Il massimo in uscita sarà 10 mbit, e per lungo tempo sarà raggiungibile solo con Fastweb, che ha prestazioni migliori ma affidabilità e servizio clienti non eccelsi. Con Telecom l'offerta è 30/3. Non è male, intendiamoci, certamente è un miglioramento rispetto alle velocità attuali, ma per i contenuti moderni (video ad almeno 1080p, ecc...) la banda in uscita è troppo bassa. Condivido inoltre altri post in cui si dice che con tutti questi fondi lo Stato avrebbe potuto crearsi la SUA rete, invece di regalarla ad aziende private.
    non+autenticato
  • Se l'upstream è buono, come ti vendono i siti, il cloud e servizi vari?
    non+autenticato
  • - Scritto da: BarlumeDigi tale
    > - Scritto da: S7K
    > > Perché pensi non diano alta velocità di
    > > caricamento? Di solito le connessioni in
    > > fibra sono simmetriche...
    >
    > [...] guarda che il piano non prevede che la fibra
    > entri direttamente nelle singole abitazioni, al
    > massimo arriva all'armadietto in strada (FTTCab),
    > la parte finale della connessione invece viaggia
    > sul cavo telefonico con standard VDSL, come già
    > avviene in molte città dove la fibra è già
    > arrivata. Se guardi le offerte Telecom, Fastweb o
    > Vodafone, vedrai che col cavolo le velocità sono
    > simmetriche, solitamente sono 30/3 o cose
    > simili.

    Ah, non sapevo: ero convinto servissero FTTH. Peccato.

    Quanto all'asimmetria, leggo ora che Fastweb, ad esempio, serve connessioni simmetriche 10/10.

    > L'idea è quella di rifilarti TV-spazzatura
    > tramite internet, quindi agevolare servizi tipo
    > Netflix, non certo il P2P. Da quasi 20 anni non
    > riescono più a rincretinire i giovani come in
    > passato facevano con la TV (e i risultati si sono
    > visti anche alle urne, col successo di movimenti
    > anti-sistema in tutto l'occidente), la banda
    > larga "ma solo per le cose che piacciono a noi" è
    > la loro ultima
    > speranza.

    Anche se asimmetriche, le connessioni in fibra (quelle vere, a casa) hanno un rapporto tra le due direzioni (down:up) solitamente bassi (tra il 2 e il 5) che permettono spesso banda in up dignitosa (superiore ai 20 Mb/s). O no?
    non+autenticato
  • - Scritto da: AxAx
    > Se non daranno una velocità di upload elevata
    > significa solo che avranno dato la possibilità ai
    > soliti noti di vendere i film a spese dei
    > contribuenti.
    > D'altra parte il progetto globale è appunto di
    > trasformare internet in una specie di canale
    > tv.

    Prova ad iscriverti ai corsi di qualcuno di questi siti. Scoprirai che ci sono tanti italiani:

    https://www.futurelearn.com/
    http://online.stanford.edu/
    https://www.coursera.org/
    https://www.udacity.com/
    https://www.edx.org/


    Se perdi troppo tempo a scaricare porno poi non puoi sapere quante cose si possono fare con internet.
    non+autenticato
  • - Scritto da: lnuhyn
    > - Scritto da: AxAx
    > > Se non daranno una velocità di upload elevata
    > > significa solo che avranno dato la
    > possibilità
    > ai
    > > soliti noti di vendere i film a spese dei
    > > contribuenti.
    > > D'altra parte il progetto globale è appunto
    > di
    > > trasformare internet in una specie di canale
    > > tv.
    >
    > Prova ad iscriverti ai corsi di qualcuno di
    > questi siti. Scoprirai che ci sono tanti
    > italiani:
    >
    > https://www.futurelearn.com/
    > http://online.stanford.edu/
    > https://www.coursera.org/
    > https://www.udacity.com/
    > https://www.edx.org/
    >
    >
    > Se perdi troppo tempo a scaricare porno poi non
    > puoi sapere quante cose si possono fare con
    > internet.

    Ad esempio caricare porno con velocità di upload più decentiCon la lingua fuori
    non+autenticato
  • ... per una rete in fibra ottica di proprietà dello Stato? Ah già, è sparito nel nulla, c'era il rischio che fosse troppo pulito e che l'Italia tornasse davvero ad essere uno Stato sovrano che controlla la propria rete. Quelli che hanno messo renzi lì dov'è (banchieri e industriali, la comitiva del bilderberg) non erano d'accordo, lui s'è messo subito a cuccia e ora gli regala 2.2 miliardi, così loro potranno gentilmente offrirci servizi a banda larga con una rete NSA-friendly costruita coi soldi dei contribuenti Italiani.

    Naturalmente ci sarà qualche stecca anche per Mafia Capitale, il PD non si scorda degli amici.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Sbanda al largo
    > ... per una rete in fibra ottica di proprietà
    > dello Stato? Ah già, è sparito nel nulla, c'era
    > il rischio che fosse troppo pulito e che l'Italia
    > tornasse davvero ad essere uno Stato sovrano che
    > controlla la propria rete.

    Progetto cancellato sostanzialmente per i motivi che scrivi. Il governo ha anche silurato quello che l'aveva proposto, l'ex presidente di Cassa Depositi e Prestiti (evidentemente era persona troppo perbene per i gusti di renzi), e l'hanno sostituito con un figuro proveniente da goldman sachs. Basta una ricerchina con google per i dettagli. Questo per dire che razza di fogna sta diventando 'sto paese.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Arciduca onorario di Java
    > - Scritto da: Sbanda al largo
    > > ... per una rete in fibra ottica di proprietà
    > > dello Stato? Ah già, è sparito nel nulla, c'era
    > > il rischio che fosse troppo pulito e che
    > l'Italia
    > > tornasse davvero ad essere uno Stato sovrano che
    > > controlla la propria rete.
    >
    > Progetto cancellato sostanzialmente per i motivi
    > che scrivi. Il governo ha anche silurato quello
    > che l'aveva proposto, l'ex presidente di Cassa
    > Depositi e Prestiti (evidentemente era persona
    > troppo perbene per i gusti di renzi), e l'hanno
    > sostituito con un figuro proveniente da goldman
    > sachs. Basta una ricerchina con google per i
    > dettagli. Questo per dire che razza di fogna sta
    > diventando 'sto
    > paese.


    E come se non bastasse, ora i soldi pubblici li usano COMUNQUE. Se fossero stati usati per creare una rete pubblica sarei stato d'accordo (sembrava anche a me troppo bello per essere vero), ma usarli per regalare una rete a telecom/vodafone/ecc... è davvero disgustoso, ormai siamo al fascismo finanziario.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Sbanda al largo
    > ... per una rete in fibra ottica di proprietà
    > dello Stato? Ah già, è sparito nel nulla, c'era
    > il rischio che fosse troppo pulito

    Ecco un altro nostalgico delle porcate dei tempi dell'IRI

    > e che l'Italia
    > tornasse davvero ad essere uno Stato sovrano

    Solito appello all'indipendenza per fregare i fessi.

    > controlla la propria rete. Quelli che hanno messo
    > renzi lì dov'è (banchieri e industriali,

    Berlusconi, Agnelli & co.

    > comitiva del bilderberg)

    Il bilderberg è uno spauracchio messo su da quelle specie di mafia formata dalle famiglie italiane per distrarre l'attenzione.

    > non erano d'accordo, lui
    > s'è messo subito a cuccia e ora gli regala 2.2
    > miliardi, così loro potranno gentilmente offrirci
    > servizi a banda larga con una rete NSA-friendly
    > costruita coi soldi dei contribuenti
    > Italiani.
    >

    Se votate Grillo, Bertinotti, Berlusconi, Renzi alle primarie e personaggi simili di che vi lamentate.

    > Naturalmente ci sarà qualche stecca anche per
    > Mafia Capitale, il PD non si scorda degli
    > amici.

    Idem come sopra. Il PD è stato consegnato alla destra dagli elettori.
    non+autenticato
  • "di portare il 100 per cento della popolazione ad almeno 30 Mbps."
    Ad oggi nemmeno una connessione 1/10 raggiunge velocità accettabili e noi dovremmo sperare in una 30mpbs? E la velocità di upload quanto sarebbe?
    non+autenticato
  • - Scritto da: Luca
    > E la velocità di upload quanto sarebbe?

    Per le connessioni in fibra di solito è identica a quella di download.
    non+autenticato
  • "Fibra" in italia significa di solito VDSL2 a 30/3 o 100/10
    non+autenticato
  • - Scritto da: asdf
    > "Fibra" in italia significa di solito VDSL2 a
    > 30/3 o 100/10

    E io che credevo che "fibra" significasse "fibra"! Niente FTTH, quindi? Triste
    non+autenticato
  • Investimenti nelle pale eoliche con inegrata tecnologia a connessione Wireless.
    non+autenticato
  • - Scritto da: xcaso
    > Investimenti nelle pale eoliche con inegrata
    > tecnologia a connessione
    > Wireless.

    e chiù pilo p' tutti!!!1!!!
    non+autenticato
  • pilo alto suppongo pongo.
    non+autenticato
  • dipende se le paLLE eoliche si possono vedere come un depilatore giCante!

    LOL
    non+autenticato
  • E che ce ne facciamo, se il luogo dove installarle non ha connessione a Internet o la connessione disponibile ha scarsa banda disponibile?
    non+autenticato
  • La mia era una mera provocazione gratuita.
    Gusto per dire che 2,2 miliardi fanno la gola ai soliti irrisolti.
    non+autenticato
  • - Scritto da: xcaso
    > La mia era una mera provocazione gratuita.

    Non l'avevo capito nemmeno MOI e vorrei far notare che MOI le cose le capisce!!!
    non+autenticato
  • Ma pensi forse che MOI l' aveva capita quando l' ha digitata? confermo NO.
    Però mi pareva tantissimo una frase stradivari.
    non+autenticato
  • quante volte avete sentito annunci simili?
    non+autenticato
  • - Scritto da: eheheh
    > quante volte avete sentito annunci simili?

    Due.
    non+autenticato
  • solo due?
    non+autenticato
  • Non lo so.
    Non sapevo la risposta e ci o provato comunqueA bocca aperta
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 9 discussioni)