PremoBox: Privacy Box, Torbox ed oltre

di R. Premoli - Dalla PremoBoard al prodotto finito, inscatolato per permettere ad ogni utente di guadagnarsi la propria indipendenza in Rete. Gli aggiornamenti e uno sguardo al prossimo futuro

Roma - I lettori di Punto Informatico ricorderanno certamente la Privacy box su cui erano stati pubblicati diversi articoli una vita fa. L'idea di difendere la privacy, e di aiutare gli altri a difenderla, era già emersa oltre 12 anni fa. La mezza dozzina di Privacy Box hanno giocato per un periodo un ruolo importante tra i server per la privacy. Con la necessaria esplosione dell'uso di Tor diversi oggetti sono stati sviluppati, ma nessuno ha raggiunto uno stadio di piene maturità e men che mai di utilizzo comune.

Citiamo qui il caso di Anonabox, di Freedom box, di Invizbox e di Proxy Ham. Anonabox è scomparsa durante la sua campagna di Indiegogo, e forse è riemersa, Freedom Box è partita in pompa magna, con grandi nomi ed una Fondazione ad essa dedicata, ha rilasciato software compatibile con alcune box GNU/Linux generiche, ma il suo utilizzo per i non programmatori non è decollato: il software viene girato prevalentemente su macchine virtuali, quindi nessuna scatoletta magica che difenda la rete locale di tanti utenti.
Invizbox ricicla, come altre iniziative, hardware nato per scopi molto limitati, e perciò è sì economico, ma poco flessibile e poco performante.
ProxyHam è ancora in uno stadio preliminare: vedremo quando sarà pronta.

Intanto, nuovamente in Italia, ci stiamo riprovando, con un prodotto ed un software ancora più piccolo ed ancora più potente: PremoBox.
La parola al suo sviluppatore: Roberto Premoli.
Marco Calamari

Forse ricorderete la PremoBoard, una scheda di espansione made in Italy per sistemi embedded: un aiuto alla vostra memoria può venire rileggendo il precedente articolo che ne spiegava la genesi.

Durante i mesi di sviluppo c'è stato un costante "aggiustamento del tiro": inizialmente l'idea era che la scheda (da sola o abbinata alla cubieboard) avrebbe avuto un suo appeal presso appassionati: così è stato, anche se in misura minimale rispetto alle speranze. Se la scheda da sola non era abbastanza interessante, allora il passaggio successivo era fornire un prodotto finito, scatolato e pronto all'uso. Ma ancora era poco: cosa farsene di una bella scatola contenente un hardware prestante se non c'era un software di supporto di facile utilizzo? Ed ecco che, parallelamente allo sviluppo di un contenitore miniaturizzato, è stato sviluppato un software che negli ultimi sei mesi è costantemente cresciuto nelle funzionalità offerte.

Ma siccome le varie fasi si accavallavano temporalmente pur avendo un loro filone indipendente, forse parlare dei vari aspetti singolarmente aiuterà a capire quali sono stati i progressi e, in conclusione, i vantaggi per l'utente.
Notizie collegate
  • HardwareLa vera storia di un progetto hardwaredi Roberto Premoli - Problemi ed incidenti nulla possono contro una buona motivazione, quella di guadagnarsi un'indipendenza digitale: la gestazione di PremoBoard raccontata dal suo ideatore
19 Commenti alla Notizia PremoBox: Privacy Box, Torbox ed oltre
Ordina
  • Con quello che costa preferisco prendere una soekris che e' pensata come apparato di rete/server headless anziche' una scheda di espansione che, tramite bus usb (2.0), si attacca prevalentemente a schedine pensate perlopiu' per fare da mediacenter o nettop.
    non+autenticato
  • Purtroppo si tratta dell'ennesimo CUBO n^3
    Un altro design "quadrato".

    Ma è mai possibile che nessuno riesca a fare un dispositivo come questo, ma fatto decentemente. Nessuno che pensi mai di fare un dispositivo così come Dio comanda. Basta "copiare" la forma di un qualsiasi modem o router commerciale, per esempio.
    Invece tutti vogliono fare roba compatta a forma di cubo con le porte di I/O su tutti i lati.

    E' come se qualcuno anziché fare una unità rack 2U, per farla più compatta ne facesse una 1U e poi mi mettesse le porte sui lati.... dove ci sono le pareti dell'armadio! E poi come faccio ad attaccarci qualcosa li?

    Questi cubetti sono scomodissimi. Se inizio ad attaccarci intorno i connettori con relativi cavi che fanno curve, alla fine occupano un sacco di spazio. Molto di più del design "rettangolare" con tutti i led e i bottoni da una parte di fronte, facilmente visibili e azionabili; e con tutti i collegamenti di dietro.

    Ma perchè la gente non usa un po' di logica e copia sempre i design più sbagliati In lacrime
    non+autenticato
  • - Scritto da: Ben10
    > Purtroppo si tratta dell'ennesimo CUBO n^3
    > Un altro design "quadrato".
    >
    > Ma è mai possibile che nessuno riesca a fare un
    > dispositivo come questo, ma fatto decentemente.
    > Nessuno che pensi mai di fare un dispositivo così
    > come Dio comanda. Basta "copiare" la forma di un
    > qualsiasi modem o router commerciale, per
    > esempio.
    > Invece tutti vogliono fare roba compatta a forma
    > di cubo con le porte di I/O su tutti i
    > lati.
    >
    > E' come se qualcuno anziché fare una unità rack
    > 2U, per farla più compatta ne facesse una 1U e
    > poi mi mettesse le porte sui lati.... dove ci
    > sono le pareti dell'armadio! E poi come faccio ad
    > attaccarci qualcosa
    > li?
    >
    > Questi cubetti sono scomodissimi. Se inizio ad
    > attaccarci intorno i connettori con relativi cavi
    > che fanno curve, alla fine occupano un sacco di
    > spazio. Molto di più del design "rettangolare"
    > con tutti i led e i bottoni da una parte di
    > fronte, facilmente visibili e azionabili; e con
    > tutti i collegamenti di dietro.
    >
    >
    > Ma perchè la gente non usa un po' di logica e
    > copia sempre i design più sbagliati
    > In lacrime

    Ottima domanda, che fa perfetta coppia con "Ma perche' la gente critica gli altri al posto di tirarsi su le maniche e mettercisi di persona a fare l'oggetto perfetto?"
    non+autenticato
  • > PremoBox può fare da ServerDNS? Può connettersi
    > ad un server
    > OpenVPN?

    lo potrà fare sicuramente, sono cose che non richiedono niente di particolare.
    non+autenticato
  • ci sono le istruzioni per il montaggio, o almeno una lista dettagliata di tutti i componenti, per l'autocostruzione?
    non+autenticato
  • - Scritto da: qwertz
    > ci sono le istruzioni per il montaggio, o almeno
    > una lista dettagliata di tutti i componenti, per
    > l'autocostruzione?

    No, anche perche' realizzarsi in casa dei circuiti stampati (minimo 4 strati) per poi montarci sopra dei componenti SMD da saldarsi con precisione pena il non funzionamento della scheda, credo sia una cosa che esuli dalle capacita' della stragrande maggioranza degli hobbisti.
    non+autenticato
  • E quindi il progetto non c'è..... Annoiato
    Non che io possa parlare per tutti ma un sbrogliato multilayer non mi pare nulla di particolare di questi tempi boh. Alla fine è come se fosse "hardware closed source" che non potrebbe essere promosso dalla associazione open-source hardware. Il che è tutto dire! Praticamente è un ennesimo progetto di sviluppo hardware uguale a molti altri. Senza badare ai consumi o preferendo le prestazioni pure, tanto vale usare un computerazzo x86, anche riciclato.
    L'articolo su punto-informatico di pochi giorni fa (il 15 settembre) chiamato "MIAOW, la GPU open source" mi aveva fatto ben sperare su possibili copy-cat italiani, ma vedo che questo è solo un progetto di chi si vuole vendere personalmente il suo dispositivo hardware e nulla di più. Fosse stato hardware open source la sua pubblicazione avrebbe portato anche pubblicità e alla fine il produttore originale viene sempre preferito e quindi ti rifacevi dei costi e ci guadagnavi anche ugualmente.
    Mi serviva saperlo sopratutto per capire questo punto.
    Addios Disinnamorato
    non+autenticato
  • - Scritto da: qwertz
    > E quindi il progetto non c'è..... Annoiato
    > Non che io possa parlare per tutti ma un
    > sbrogliato multilayer non mi pare nulla di
    > particolare di questi tempi boh. Alla fine è come
    > se fosse "hardware closed source" che non
    > potrebbe essere promosso dalla associazione
    > open-source hardware. Il che è tutto dire!
    > Praticamente è un ennesimo progetto di sviluppo
    > hardware uguale a molti altri. Senza badare ai
    > consumi o preferendo le prestazioni pure, tanto
    > vale usare un computerazzo x86, anche
    > riciclato.
    > L'articolo su punto-informatico di pochi giorni
    > fa (il 15 settembre) chiamato "MIAOW, la GPU open
    > source" mi aveva fatto ben sperare su possibili
    > copy-cat italiani, ma vedo che questo è solo un
    > progetto di chi si vuole vendere personalmente il
    > suo dispositivo hardware e nulla di più. Fosse
    > stato hardware open source la sua pubblicazione
    > avrebbe portato anche pubblicità e alla fine il
    > produttore originale viene sempre preferito e
    > quindi ti rifacevi dei costi e ci guadagnavi
    > anche
    > ugualmente.
    > Mi serviva saperlo sopratutto per capire questo
    > punto.
    > Addios Disinnamorato

    ecco che fine fanno i progetti openhardware
    http://www.phoronix.com/scan.php?page=news_item&px...

    la risposta che avevo dato era molto piu' articolata, ma dopo la seconda canzellazione causa refresh automatico, ho deciso di essere molto piu' sintetico limitandomi a postare il link nella speranza che non venga "refreshato" un attimo prima della pressione del tasto "invia".
    non+autenticato
  • - Scritto da: R. Premoli
    > - Scritto da: qwertz
    > > E quindi il progetto non c'è..... Annoiato
    > > Non che io possa parlare per tutti ma un
    > > sbrogliato multilayer non mi pare nulla di
    > > particolare di questi tempi boh. Alla fine è
    > come
    > > se fosse "hardware closed source" che non
    > > potrebbe essere promosso dalla associazione
    > > open-source hardware. Il che è tutto dire!
    > > Praticamente è un ennesimo progetto di sviluppo
    > > hardware uguale a molti altri. Senza badare ai
    > > consumi o preferendo le prestazioni pure, tanto
    > > vale usare un computerazzo x86, anche
    > > riciclato.
    > > L'articolo su punto-informatico di pochi giorni
    > > fa (il 15 settembre) chiamato "MIAOW, la GPU
    > open
    > > source" mi aveva fatto ben sperare su possibili
    > > copy-cat italiani, ma vedo che questo è solo un
    > > progetto di chi si vuole vendere personalmente
    > il
    > > suo dispositivo hardware e nulla di più. Fosse
    > > stato hardware open source la sua pubblicazione
    > > avrebbe portato anche pubblicità e alla fine il
    > > produttore originale viene sempre preferito e
    > > quindi ti rifacevi dei costi e ci guadagnavi
    > > anche
    > > ugualmente.
    > > Mi serviva saperlo sopratutto per capire questo
    > > punto.
    > > Addios Disinnamorato
    >
    > ecco che fine fanno i progetti openhardware
    > http://www.phoronix.com/scan.php?page=news_item&px
    >
    > la risposta che avevo dato era molto piu'
    > articolata, ma dopo la seconda canzellazione
    > causa refresh automatico, ho deciso di essere
    > molto piu' sintetico limitandomi a postare il
    > link nella speranza che non venga "refreshato" un
    > attimo prima della pressione del tasto
    > "invia".

    Ancora non hai imparato ?

    Rotola dal ridereRotola dal ridereRotola dal ridereRotola dal ridereRotola dal ridere
    non+autenticato
  • E' tanto che cerco un prodotto che sostituisca la mia accoppiata FritzBox e Nslu. Ora forse l'ho trovata, inoltre parla la mia lingua. Fateci sapere quando parte la raccolta.
  • - Scritto da: tototruffa
    > E' tanto che cerco un prodotto che sostituisca la
    > mia accoppiata FritzBox e Nslu. Ora forse l'ho
    > trovata, inoltre parla la mia lingua. Fateci
    > sapere quando parte la
    > raccolta.

    a ottobre, ma se non vuoi aspettare: shop.premoboad.com
    non+autenticato
  • - Scritto da: R. Premoli
    > - Scritto da: tototruffa
    > > E' tanto che cerco un prodotto che sostituisca
    > la
    > > mia accoppiata FritzBox e Nslu. Ora forse l'ho
    > > trovata, inoltre parla la mia lingua. Fateci
    > > sapere quando parte la
    > > raccolta.
    >
    > a ottobre, ma se non vuoi aspettare:
    > shop.premoboad.com

    refuso: shop.premoboard.com
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 7 discussioni)