Claudio Tamburrino

Editoria, più ecommerce che ebook

Il mercato mondiale degli ebook si mostra in momentanea stasi. Mentre in Italia gli ebook non si mostrano protagonisti neanche degli acquisti di testi online, per cui si preferisce ancora la carta

Roma - Nonostante sono ormai mesi ed anni che si parla della prossima esplosione del mercato degli ebook, il loro tempo potrebbe essere ancora rimandato: a dirlo sono gli ultimi dati del settore che - almeno negli Stati Uniti - registrano un parziale arresto della crescita delle vendite e che in Italia evidenziano come online si scelga ancora in gran parte il cartaceo.

Secondo quanto riferisce l'Association of American Publishers, infatti, le vendite di ebook sono scese di 10 punti percentuali negli ultimi cinque mesi rispetto allo stesso periodo dello scorso anno: per quanto si tratti di dati parziali, che prendono in considerazione solo circa la metà degli editori e non i più grandi e sono estrapolati dai risultati finanziari, quel che è certo è che le vendite di ebook non stanno registrando quel boom tanto atteso.

Stesse conclusioni sono, almeno trasversalmente, confermate dall'ultima indagine di Nielsen "Consumer book buying, in digital and print" che si è concentrata su un campione 2000 individui rappresentativo di quelli che vengono definiti "utenti digital" di età compresa tra i 18 e i 64 anni per studiare le abitudini di acquisto online nell'ambito dell'editoria in Italia.
Presentata in anteprima a Editech 2015, l'appuntamento sull'innovazione tecnologica nel settore dell'editoria libraria organizzato dall'Associazione Italiana Editori (AIE), la ricerca ha evidenziato come l'offerta digitale non rappresenti l'ultimo chiodo sulla tomba dell'editoria tradizionale: anzi, i libri cartacei rappresentano ancora un'importante fetta delle vendite online.
I numeri legati all'ecommerce appaiono sorprendentemente positivi, infatti, proprio per la buona, vecchia carta: il 97 per cento di chi compra online libri, acquista anche libri stampati.

Al contrario, sono di meno quelli che comprano ebook: la percentuale si ferma al 41 per cento ed arriva a sfiorare il 50 per cento se si considerano i download di ebook gratuiti. Una scelta che, comunque, appare determinata soprattutto dal prezzo: il 25 per cento dichiara di comprare spesso ebook per il prezzo più basso rispetto all'edizione cartacea.

Lo studio è utile anche per scoprire le abitudini degli utenti: gli e-reader sembrano infatti avere una diffusione ed un'importanza limitata, tanto che uno su tre di chi acquista online ebook dichiara di leggere su PC o computer portatile, uno su tre su tablet, uno su sei addirittura su cellulare e solo uno su 5 lo fa su un e-reader. Tra questi prevale Kobo su Kindle.

Claudio Tamburrino
Notizie collegate
69 Commenti alla Notizia Editoria, più ecommerce che ebook
Ordina
  • Perchè dovrei acquistare un e-book all'80/90% del costo di un libro di carta?
    Mi compro e leggo il libro (di carta), lo sistemo in libreria e fra 20 anni, quando ripasso di lì, lo ri-vedo e me lo ri-leggo oppure lo porto al mercatino dell'usato e mi faccio dare 1€....
    Ma fra 20 anni dove saranno i miei file **********.epub .pdf o come accidenti si chiamano???
    non+autenticato
  • Forse perche' hanno scoperto che con i drm i libri non li compri mai veramente e invece con il libro in carta puoi fare quello che vuoi?
    troppo avidi per capirlo?
    non+autenticato
  • - Scritto da: Duck nuken
    > Forse perche' hanno scoperto che con i drm i
    > libri non li compri mai veramente e invece con il
    > libro in carta puoi fare quello che
    > vuoi?
    > troppo avidi per capirlo?

    E pensa che non è ancora fallito un gestore di DRM.
    Quando fallirà (o chiuderà per altro motivo), tutti si ritroveranno con la loro biblioteca illeggibile perché crittografata (come fanno i ransomware russi, lol)
    Allora ci sarà da ridere e qualcuno si sentirà molto cretino ad aver accettato i DRM.
    non+autenticato
  • - Scritto da: 2014

    > Quando fallirà (o chiuderà per altro motivo),
    > tutti si ritroveranno con la loro biblioteca
    > illeggibile perché crittografata (come fanno i
    > ransomware russi

    Già successo, ricordate i venditori di musica in formato wma che hanno chiuso?
  • - Scritto da: Gasogen

    > Già successo, ricordate i venditori di musica in
    > formato wma che hanno
    > chiuso?

    Sì, ma aspettiamo che succeda con uno grosso, tipo Adobe o Amazon.
    Allora sarò li prendere per il **** tutti quelli che si piangeranno.
    non+autenticato
  • Condivido l'assurdità del DRM su beni acquistai, ma dubito che il parziale insuccesso degli ebook in Italia sia dovuto ai DRM. Il 99% degli utenti manco sa cosa siano i DRM!
  • - Scritto da: clauderouges

    > ma dubito che il parziale insuccesso degli ebook
    > in Italia sia dovuto ai DRM. Il 99% degli utenti
    > manco sa cosa siano i
    > DRM!


    però magari si son detti: "compro Kobo non posso usare i libri di Amazon mentre se compro Kindle non posso comprare i libri degli altri. Allora non mi interessa"

    E il dipende dai DRM anche se l'utente non lo sa.
    non+autenticato
  • Come al solito, la pirateria sta togliendo alla gente onesta il piacere di usare una servizio comodo, moderno e potenzialment economico come il libro digitale. Un importante editore italiano di fantascienza, che ha puntato molto sul libro digitale, qualche mese fa si è ritrovato nel proprio forum un messaggio che annunciava la disponibili in download gratuito di tutti i titoli della casa, in forma del tutto gratuita. L'autrice del messaggio era proprio contenta per il suo gesto di generosità, e quando l'editore ha cercato di farle capire, fin troppo gentilmente, che aveva fatto una cosa disonesta, la tipa ha continuato a chiedersi perché ce l'avessero tanto con lei, che aveva solo cercato di diffondere di più i libri della casa.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Paolo T.
    > Come al solito, la pirateria sta togliendo alla
    > gente onesta il piacere di usare una servizio
    > comodo, moderno e potenzialment economico come il
    > libro digitale. Un importante editore italiano di
    > fantascienza, che ha puntato molto sul libro
    > digitale, qualche mese fa si è ritrovato nel
    > proprio forum un messaggio che annunciava la
    > disponibili in download gratuito di tutti i
    > titoli della casa, in forma del tutto gratuita.
    > L'autrice del messaggio era proprio contenta per
    > il suo gesto di generosità, e quando l'editore ha
    > cercato di farle capire, fin troppo gentilmente,
    > che aveva fatto una cosa disonesta, la tipa ha
    > continuato a chiedersi perché ce l'avessero tanto
    > con lei, che aveva solo cercato di diffondere di
    > più i libri della
    > casa.

    E questa cosa che hai descritto che cosa ha a che vedere con la pirateria?

    Se la tizia avesse postato l'indirizzo di biblioteche dove poter reperire gli stessi testi come l'avresti chiamata?
  • - Scritto da: panda rossa
    > - Scritto da: Paolo T.
    > > Come al solito, la pirateria sta togliendo
    > alla
    > > gente onesta il piacere di usare una servizio
    > > comodo, moderno e potenzialment economico
    > come
    > il
    > > libro digitale. Un importante editore
    > italiano
    > di
    > > fantascienza, che ha puntato molto sul libro
    > > digitale, qualche mese fa si è ritrovato nel
    > > proprio forum un messaggio che annunciava la
    > > disponibili in download gratuito di tutti i
    > > titoli della casa, in forma del tutto
    > gratuita.
    > > L'autrice del messaggio era proprio contenta
    > per
    > > il suo gesto di generosità, e quando
    > l'editore
    > ha
    > > cercato di farle capire, fin troppo
    > gentilmente,
    > > che aveva fatto una cosa disonesta, la tipa
    > ha
    > > continuato a chiedersi perché ce l'avessero
    > tanto
    > > con lei, che aveva solo cercato di
    > diffondere
    > di
    > > più i libri della
    > > casa.
    >
    > E questa cosa che hai descritto che cosa ha a che
    > vedere con la
    > pirateria?
    >
    > Se la tizia avesse postato l'indirizzo di
    > biblioteche dove poter reperire gli stessi testi
    > come l'avresti chiamata?

    "biblio-piratessa", che domande!
    non+autenticato
  • - Scritto da: panda rossa
    > - Scritto da: Paolo T.
    > > Come al solito, la pirateria sta togliendo
    > alla
    > > gente onesta il piacere di usare una servizio
    > > comodo, moderno e potenzialment economico
    > come
    > il
    > > libro digitale. Un importante editore
    > italiano
    > di
    > > fantascienza, che ha puntato molto sul libro
    > > digitale, qualche mese fa si è ritrovato nel
    > > proprio forum un messaggio che annunciava la
    > > disponibili in download gratuito di tutti i
    > > titoli della casa, in forma del tutto
    > gratuita.
    > > L'autrice del messaggio era proprio contenta
    > per
    > > il suo gesto di generosità, e quando
    > l'editore
    > ha
    > > cercato di farle capire, fin troppo
    > gentilmente,
    > > che aveva fatto una cosa disonesta, la tipa
    > ha
    > > continuato a chiedersi perché ce l'avessero
    > tanto
    > > con lei, che aveva solo cercato di
    > diffondere
    > di
    > > più i libri della
    > > casa.
    >
    > E questa cosa che hai descritto che cosa ha a che
    > vedere con la
    > pirateria?
    >
    Niente da fare, te senza disegnini non capisci
    non+autenticato
  • Tu neanche con i disegnini
    non+autenticato
  • - Scritto da: panda rossa
    > - Scritto da: Paolo T.
    > > Come al solito, la pirateria sta togliendo
    > alla
    > > gente onesta il piacere di usare una servizio
    > > comodo, moderno e potenzialment economico
    > come
    > il
    > > libro digitale. Un importante editore
    > italiano
    > di
    > > fantascienza, che ha puntato molto sul libro
    > > digitale, qualche mese fa si è ritrovato nel
    > > proprio forum un messaggio che annunciava la
    > > disponibili in download gratuito di tutti i
    > > titoli della casa, in forma del tutto
    > gratuita.
    > > L'autrice del messaggio era proprio contenta
    > per
    > > il suo gesto di generosità, e quando
    > l'editore
    > ha
    > > cercato di farle capire, fin troppo
    > gentilmente,
    > > che aveva fatto una cosa disonesta, la tipa
    > ha
    > > continuato a chiedersi perché ce l'avessero
    > tanto
    > > con lei, che aveva solo cercato di
    > diffondere
    > di
    > > più i libri della
    > > casa.
    >
    > E questa cosa che hai descritto che cosa ha a che
    > vedere con la
    > pirateria?
    >
    > Se la tizia avesse postato l'indirizzo di
    > biblioteche dove poter reperire gli stessi testi
    > come l'avresti
    > chiamata?

    rilasciare in copia telefilm, musica e video non mi genera problemi morali, viceversa per gli ebook qualche dubbio ce l'ho in quanto veto i libri meno meritevoli di duplicazione digitale incontrollata.
    non+autenticato
  • - Scritto da: ...
    >
    > rilasciare in copia telefilm, musica e video non
    > mi genera problemi morali, viceversa per gli
    > ebook qualche dubbio ce l'ho in quanto veto i
    > libri meno meritevoli di duplicazione digitale
    > incontrollata.

    E che problema ti causerebbe?
    L'importante e' che la gente legga.
    Considerando la scarsa diffusione della lettura in italia, piu' libri circolano, piu' gente magari si mettera' a leggere.
  • - Scritto da: ...
    > - Scritto da: panda rossa
    > > - Scritto da: Paolo T.
    > > > Come al solito, la pirateria sta togliendo
    > > alla
    > > > gente onesta il piacere di usare una
    > servizio
    > > > comodo, moderno e potenzialment economico
    > > come
    > > il
    > > > libro digitale. Un importante editore
    > > italiano
    > > di
    > > > fantascienza, che ha puntato molto sul
    > libro
    > > > digitale, qualche mese fa si è ritrovato
    > nel
    > > > proprio forum un messaggio che annunciava
    > la
    > > > disponibili in download gratuito di tutti i
    > > > titoli della casa, in forma del tutto
    > > gratuita.
    > > > L'autrice del messaggio era proprio
    > contenta
    > > per
    > > > il suo gesto di generosità, e quando
    > > l'editore
    > > ha
    > > > cercato di farle capire, fin troppo
    > > gentilmente,
    > > > che aveva fatto una cosa disonesta, la tipa
    > > ha
    > > > continuato a chiedersi perché ce l'avessero
    > > tanto
    > > > con lei, che aveva solo cercato di
    > > diffondere
    > > di
    > > > più i libri della
    > > > casa.
    > >
    > > E questa cosa che hai descritto che cosa ha a
    > che
    > > vedere con la
    > > pirateria?
    > >
    > > Se la tizia avesse postato l'indirizzo di
    > > biblioteche dove poter reperire gli stessi testi
    > > come l'avresti
    > > chiamata?
    >
    > rilasciare in copia telefilm, musica e video non
    > mi genera problemi morali, viceversa per gli
    > ebook qualche dubbio ce l'ho in quanto veto i
    > libri meno meritevoli di duplicazione digitale
    > incontrollata.
    dovresti pero' anche ricordarti che e' immorale anche il privilegio temporale che si sono autodonati (a spanne 70 anni OLTRE la vita dell'autore)
    non+autenticato
  • Ciao!
    da appassionato di fantascienza, potresti dirmi il nome e della casa editrice? Magari non la conosco ed ha qualche buon titolo che potrebbe interessarmi!
    Grazie!

    G
    non+autenticato
  • - Scritto da: uno meno
    > Ciao!
    > da appassionato di fantascienza, potresti dirmi
    > il nome e della casa editrice?
    PiratebayA bocca aperta
    non+autenticato
  • - Scritto da: Paolo T.
    > Come al solito, la pirateria sta togliendo alla
    > gente onesta il piacere di usare una servizio
    > comodo, moderno e potenzialment economico come il
    > libro digitale.

    Eh già, colpa della pirateria, mica di quegli editori che ti vogliono piazzare degli ebook infarciti di DRM allo stesso prezzo di quelli cartacei o quasi!
    Un editore italiano, proprio di fantascienza tra l'altro, è in controtendenza, offrendo i titoli digitali a prezzo a mio parere accettabile. Forse la Fanucci, non ricordo. Comprai tutti i libri disponibili di una serie fantasy, comportamento stupido eredità di quando riuscire a completare una collana era un'odissea ("Abbiamo il secondo volume e il sesto. Il quinto forse lo trova nella libreria di Via Pighizzoni, gli altri non saprei"). Bè, i libri erano 'na schifezza illeggibile, ma era colpa dell'autore e non dell'editore.
    Però c'è davvero gente che ti vende il cartaceo a 7 euro e l'ebook a 6. Considerati i costi moooolto più bassi, quanto meno per le tirature alte, è uno scandalo. Anche a prescindere dal costo inferiore, un ebook ha un sacco di limitazioni che un libro di carta non ha. Non sono disposto a pagarlo lo stesso prezzo.

    > Un importante editore italiano di
    > fantascienza, che ha puntato molto sul libro
    > digitale, qualche mese fa si è ritrovato nel
    > proprio forum un messaggio che annunciava la
    > disponibili in download gratuito di tutti i
    > titoli della casa, in forma del tutto gratuita.
    > L'autrice del messaggio era proprio contenta per
    > il suo gesto di generosità, e quando l'editore ha
    > cercato di farle capire, fin troppo gentilmente,
    > che aveva fatto una cosa disonesta, la tipa ha
    > continuato a chiedersi perché ce l'avessero tanto
    > con lei, che aveva solo cercato di diffondere di
    > più i libri della
    > casa.
    Izio01
    4149
  • "il 97 per cento di chi compra online libri, acquista anche libri stampati."

    Traduzione: il 97% di chi acquista vuole possedere cio' che ha acquistato.

    Hanno provato i signori editori a vendere ebook senza drm, senza registrazioni e senza tutte le altre menate?

    E ovviamente al prezzo del cartaceo decurtato dei costi di carta, stampa, trasporto, magazzino, etc...
  • - Scritto da: panda rossa
    > "il 97 per cento di chi compra online libri,
    > acquista anche libri
    > stampati."
    >
    Che è l' 1 per cento di chi i libri li compra su piratebayA bocca aperta
    non+autenticato
  • - Scritto da: Hop
    > - Scritto da: panda rossa
    > > "il 97 per cento di chi compra online libri,
    > > acquista anche libri
    > > stampati."
    > >
    > Che è l' 1 per cento di chi i libri li compra su
    > piratebay
    >A bocca aperta

    Evidentemente non trovato su altri canali il prodotto che cercano.
  • - Scritto da: panda rossa
    > - Scritto da: Hop
    > > - Scritto da: panda rossa
    > > > "il 97 per cento di chi compra online
    > libri,
    > > > acquista anche libri
    > > > stampati."
    > > >
    > > Che è l' 1 per cento di chi i libri li
    > compra
    > su
    > > piratebay
    > >A bocca aperta
    >
    > Evidentemente non trovato su altri canali il
    > prodotto che
    > cercano.
    O non sanno usare la carta di credito...
    non+autenticato
  • - Scritto da: Hop

    > O non sanno usare la carta di credito...

    Non c'è nessuna carta di credito che ti permetta di comprare un ebook generico senza DRM.
    E solo un fesso comprerebbe un ebook col DRM che non ti dà alcuna garanzia che sarà leggibile tra 10 anni.
    Tu lo compreresti un prodotto del genere?
    [] Sì, sono un fesso
    [] No, non so legge
    Scegli...
    ops.. uh, che brutte opzioni...
    toh, sono buono metto anche un'altra opzione, quella che sceglierebbe un idiota ritardato:
    [] nessuno ti obbliga a comprarlo, puoi sempre scriverlo tu!23445
    non+autenticato
  • Ti sei dimenticato il "non te l'ha ordinato il medico!111"
  • - Scritto da: panda rossa
    > Traduzione: il 97% di chi acquista vuole
    > possedere cio' che ha
    > acquistato.

    Confermo, trovo comodissimo l' e-book in viaggio o in vacanza, ma continuo a comprare i libri in formato cartaceo scaricando la versione in e-pub.
    Per condividerlo sui dispositivi della famiglia denza diventare matto col ripping dei file forniti dai vari store.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Puppolo
    > Confermo, trovo comodissimo l' e-book in viaggio
    > o in vacanza, ma continuo a comprare i libri in
    > formato cartaceo scaricando la versione in
    > e-pub.
    > Per condividerlo sui dispositivi della famiglia
    > denza diventare matto col ripping dei file
    > forniti dai vari
    > store.


    Se?
    e da quando in quando gli editori ti permettono di scaricati un epub a seguito dell'acquisto di un libro cartaceo?

    sono pochissimi quelli che lo fanno (forse 1 o 2 in italy).

    cmq per me i problemi che limitano lo sviluppo del mercato degli ebook sono :

    1. gli ebook costano troppo, a volte costano quanto la versione cartacea scontata dal libraio sotto casa;

    2. ormai la gente si e' abituata a scaricare tutto gratis da internet, libri film musica..etc... e sembra che se compri qualcosa sei un "pollo", mentre se te lo scarichi gratis sei un "dritto;

    3. gli ebook sono ancora pochi: molto spesso non c'e' il corrispettivo ebook di quello cartaceo (oltre che costare troppo);

    4. la versione pirata dell'ebook e' piu' facile "da gestire" di quella comprata: e' un semplice file html zippato....senza troppe s***e mentali!!!
    non+autenticato
  • - Scritto da: mimmo
    > - Scritto da: Puppolo
    > > Confermo, trovo comodissimo l' e-book in viaggio
    > > o in vacanza, ma continuo a comprare i libri in
    > > formato cartaceo scaricando la versione in
    > > e-pub.
    > > Per condividerlo sui dispositivi della famiglia
    > > denza diventare matto col ripping dei file
    > > forniti dai vari
    > > store.
    >
    >
    > Se?
    > e da quando in quando gli editori ti permettono
    > di scaricati un epub a seguito dell'acquisto di
    > un libro
    > cartaceo?

    Non e' che la gente aspetta il loro permesso.
    Uno ha comprato il libro, quindi l'autore ha ricevuto la sua parte, e tanto basta.

    > sono pochissimi quelli che lo fanno (forse 1 o 2
    > in
    > italy).

    Quelli che guardano piu' avanti.
    Gli altri sono morti e non lo sanno ancora.

    > cmq per me i problemi che limitano lo sviluppo
    > del mercato degli ebook sono
    > :
    >
    > 1. gli ebook costano troppo, a volte costano
    > quanto la versione cartacea scontata dal libraio
    > sotto casa;
    >
    > 2. ormai la gente si e' abituata a scaricare
    > tutto gratis da internet, libri film
    > musica..etc... e sembra che se compri qualcosa
    > sei un "pollo", mentre se te lo scarichi gratis
    > sei un
    > "dritto;
    >
    > 3. gli ebook sono ancora pochi: molto spesso non
    > c'e' il corrispettivo ebook di quello cartaceo
    > (oltre che costare
    > troppo);
    >
    > 4. la versione pirata dell'ebook e' piu' facile
    > "da gestire" di quella comprata: e' un semplice
    > file html zippato....senza troppe s***e
    > mentali!!!

    Basterebbe davvero poco a risolvere questi problemi.
    Ma si sa, se un parassita si e' abituato ad ingrassare a spese degli autori e dei lettori, ben difficilmente si ridimensionera'.
    Preferiscono estinguersi? E che si estinguano: non li rimpiangera' nessuno.
  • - Scritto da: panda rossa
    > - Scritto da: mimmo
    > > - Scritto da: Puppolo
    > > > Confermo, trovo comodissimo l' e-book
    > in
    > viaggio
    > > > o in vacanza, ma continuo a comprare i
    > libri
    > in
    > > > formato cartaceo scaricando la versione
    > in
    > > > e-pub.
    > > > Per condividerlo sui dispositivi della
    > famiglia
    > > > denza diventare matto col ripping dei
    > file
    > > > forniti dai vari
    > > > store.
    > >
    > >
    > > Se?
    > > e da quando in quando gli editori ti
    > permettono
    > > di scaricati un epub a seguito dell'acquisto
    > di
    > > un libro
    > > cartaceo?
    >
    > Non e' che la gente aspetta il loro permesso.
    > Uno ha comprato il libro, quindi l'autore ha
    > ricevuto la sua parte, e tanto
    > basta.
    >
    > > sono pochissimi quelli che lo fanno (forse 1
    > o
    > 2
    > > in
    > > italy).
    >
    > Quelli che guardano piu' avanti.
    > Gli altri sono morti e non lo sanno ancora.
    >
    > > cmq per me i problemi che limitano lo
    > sviluppo
    > > del mercato degli ebook sono
    > > :
    > >
    > > 1. gli ebook costano troppo, a volte costano
    > > quanto la versione cartacea scontata dal
    > libraio
    > > sotto casa;
    > >
    > > 2. ormai la gente si e' abituata a scaricare
    > > tutto gratis da internet, libri film
    > > musica..etc... e sembra che se compri
    > qualcosa
    > > sei un "pollo", mentre se te lo scarichi
    > gratis
    > > sei un
    > > "dritto;
    > >
    > > 3. gli ebook sono ancora pochi: molto spesso
    > non
    > > c'e' il corrispettivo ebook di quello
    > cartaceo
    > > (oltre che costare
    > > troppo);
    > >
    > > 4. la versione pirata dell'ebook e' piu'
    > facile
    > > "da gestire" di quella comprata: e' un
    > semplice
    > > file html zippato....senza troppe s***e
    > > mentali!!!
    >
    > Basterebbe davvero poco a risolvere questi
    > problemi.
    > Ma si sa, se un parassita si e' abituato ad
    > ingrassare a spese degli autori e dei lettori,
    > ben difficilmente si
    > ridimensionera'.
    > Preferiscono estinguersi? E che si estinguano:
    > non li rimpiangera'
    > nessuno.
    Prova a parlare con degli autori e vedi se son contenti della scomparsa degli editori
    non+autenticato
  • - Scritto da: Pietro

    > Prova a parlare con degli autori e vedi se son
    > contenti della scomparsa degli
    > editori

    L'ho fatto!
    Quelli con cui ho parlato sono passati all'autopubblicazione da tempo.