Claudio Tamburrino

Legge di StabilitÓ: canone RAI con la corrente elettrica

La Legge di StabilitÓ interviene sull'imposta associata all'ipotetica ricezione del segnale televisivo. Le associazioni dei consumatori promettono battaglia

Legge di StabilitÓ: canone RAI con la corrente elettricaRoma - Il canone RAI passerà da 113,50 euro a 100 Euro e sarà collegato alla bolletta elettrica. La riforma è tra quelle inserite nella cosiddetta Legge di Stabilità, la manovra fiscale ed economica presentata dal Presidente del Consiglio Matteo Renzi in conferenza stampa con una serie di slide dal titolo "L'Italia col segno più".

Canone RAI

La ratio dell'intervento, come spiega anche su Twitter Renzi, è quella della "lotta all'evasione: pagare meno, pagare tutti". Secondo gli studi del Governo l'evasione del Canone Rai è attestata intorno ai 600 milioni di euro l'anno e dunque la sua inclusione all'interno della bolletta della corrente elettrica eliminerebbe il problema alla radice, permettendo anche di alleggerire progressivamente la cifra richiesta, partendo da 100 euro invece di 113 nel 2016 - quando entrerà in vigore la nuova normativa - ed arrivando a 95 euro nel 2017.



Certo, resta la polemica sull'identificazione di chi è soggetto al pagamento, una volta legato al possesso di un televisore e poi traslato più genericamente sugli apparecchi atti a ricevere trasmissioni televisive: questa definizione che cerca di aggirare l'evoluzione del mercato ed abbracciare anche chi si collega alle trasmissione RAI tramite streaming ha finito negli anni per causare non poche incomprensioni, come da ultimo il recapito di lettere di richiesta del canone RAI ad artigiani, commercianti e intestatari di partite IVA che hanno avuto l'onere di spiegare di non ritenere di dover pagare il bollettino giustificando tramite PEC che gli apparecchi presenti sul luogo di lavoro fossero utilizzati solo a scopo lavorativo: un nuovo adempimento (che potrebbe essere accompagnato da specifici oneri tecnici) che può costituire un ulteriore ostacolo all'attività di migliaia di piccole e medie imprese.
In generale, insomma, il problema è legato alla possibilità, che diventa onere, da parte dei cittadini di dover dimostrare di essere esenti dal pagamento della tassa. Anche per questo alcune associazioni di consumatori sono pronte a combattere e si erano espresse sulla proposta di Renzi anche quando era ancora nel campo delle ipotesi.

Secondo Altroconsumo si rischia la confusione dando per scontato che tutti siano in possesso di una tv e richiedendo il pagamento tramite bolletta elettrica si impedisce ai consumatori di capire quanto effettivamente si paghi per la fornitura elettrica; per gli stessi motivi Codacons minaccia battaglie legali e Federconsumatori insieme ad Adusbef annunciano che impugneranno il dispositivo davanti alla Corte Costituzionale.

Dubbi sono stati espressi anche dai fornitori di energia elettrica: non sono state ancora spiegate le modalità con cui avverrà la riscossione (se, per esempio, in un'unica soluzione o dilazionata su più bollette) e le conseguenze del mancato pagamento, dal momento che appare improbabile che in caso di inadempimento si proceda con il distacco della corrente.

D'altra parte per questo ed altri dettagli, per esempio se e come gli utenti in possesso di seconde o terze case possono dimostrare di aver già pagato la tassa sull'abitazione principale o per conoscere le modalità di notifica in caso di contratti elettrici legati a scantinati, garage e strutture non abitative, occorre attendere il regolamento attuativo.

Claudio Tamburrino
Notizie collegate
  • AttualitàCanone RAI, sarà un addio?Il viceministro CatricalÓ pensa ad una riforma. Introducendo un obolo familiare per i vari media al posto dell'odiata imposta. Ma sono solo ipotesi, dice, per ora resta tutto com'Ŕ
  • AttualitàRAI, tempesta sul canone specialeChiesto ad aziende e partite IVA, anche se in possesso solo di computer o schermi utilizzati per lavoro. Si riapre un dibattito che sembrava ormai sopito
368 Commenti alla Notizia Legge di StabilitÓ: canone RAI con la corrente elettrica
Ordina
  • Così dichiarano, notizia di oggi:

    http://www.ansa.it/sito/notizie/politica/2015/10/2...

    Quindi il riassunto è che questo governo farà pagare di meno ma tutti. Per me è promosso in pieno (su questo punto), così dovrebbero essere le tasse.

    Chi non guarda la TV può comprare un prodotto come questo e vivere felice: http://www.philips.com.au/c-p/BDM4065UC_75/brillia...
    non+autenticato
  • - Scritto da: manetta

    > Chi non guarda la TV può comprare un prodotto
    > come questo e vivere felice:

    Chi non guarda la TV vive già più feliceSorride
    non+autenticato
  • Bon, ci sono arrivati.
    Notizia di oggi: per dover pagare "basterà" avere la connessione a Internet.
    Sono proprio dei figli (ognuno è figlio di qualcuno, no? è un'evidenza).
    Io che non ho la TV (no, non ce l'ho proprio e allo stato attuale io la tassa non la devo), ora me lo prendo in saccoccia.
    Grazie Italia!
    non+autenticato
  • Se qualcuno vive nella mia terra sa che questo è lo "slogan" che riassume la politica adottata dalla mafia quando chiede il pizzo. Chiamatela coincidenza, ma la sensazione che mi provoca è la stessa.

    Io sono molto incaxxato. Parecchio. Non o la TV. Ho solo computer e connessione internet. Della RAI in tutte le sue forme NON ME NE FREGA UNA MAZZA. Soprattutto per un'azienda che alla fine è una TV commerciale che è pubblica solo per spartire soldi e poltrone.
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 20 ottobre 2015 11.44
    -----------------------------------------------------------
    FDG
    10933
  • - Scritto da: FDG
    > Se qualcuno vive nella mia terra sa che questo è
    > lo "slogan" che riassume la politica adottata
    > dalla mafia quando chiede il pizzo. Chiamatela
    > coincidenza, ma la sensazione che mi provoca è la
    > stessa.

    E cos'è il pizzo se non una tassa che lo "stato" mafia applica ai propri cittadini per erogare dei servizi.

    La differenza fondamentale è che
    - la tassa sulla TV è una tassa legale imposta dallo stato sovrano cui tu appartieni.
    - il pizzo è una tassa illegale imposta da uno stato illegale che, purtroppo, marteria la tua terra.
    Prozac
    5043
  • La mafia ti OBBLIGA a pagare i servizi che tu NON USI e NON VUOI!!! Da che parte sia schierato lo "stato" lo sappiamo benissimo.
    non+autenticato
  • - Scritto da: binnu
    > La mafia ti OBBLIGA a pagare i servizi che tu NON
    > USI e NON VUOI!!! Da che parte sia schierato lo
    > "stato" lo sappiamo
    > benissimo.

    Eh, lo so bene che la mafia ti fa "un'offerta che non puoi rifiutare"Occhiolino

    P.S.
    Anche lo stato ti obbliga a pagare le tasse. Non sono mica facoltative...
    E, a leggere su questo forum, sembra che ti obblighi a pagare tasse per dei servizi che non vengono usati (guardare la tv) e nessuno vuole (guardare la tv).

    Se osservi bene, è esattamente quello che avevo detto, no?
    - Lo stato compie delle azioni legittimate dal fatto di essere sovrano: obbligare i cittadini a pagare tasse per dei servizi (che magari il cittadino nemmeno vuole).

    - La mafia compie delle azioni illegittime: obbligare i cittadini a pagare tasse (pizzo) per dei servizi (che magari il cittadino nemmeno vuole: "protezione").
    Prozac
    5043
  • - Scritto da: Prozac
    > - Scritto da: binnu
    > > La mafia ti OBBLIGA a pagare i servizi che
    > tu
    > NON
    > > USI e NON VUOI!!! Da che parte sia schierato
    > lo
    > > "stato" lo sappiamo
    > > benissimo.
    >
    > Eh, lo so bene che la mafia ti fa "un'offerta che
    > non puoi rifiutare"
    >Occhiolino
    >
    > P.S.
    > Anche lo stato ti obbliga a pagare le tasse. Non
    > sono mica
    > facoltative...

    Sono soldi utilizzati per cose di primaria importanza come il trasporto pubblico, la sanità, la previdenza ecc... ecc.... La tv invece fa solo l' interesse degli eletti, specialmente quando è di stato.

    > E, a leggere su questo forum, sembra che ti
    > obblighi a pagare tasse per dei servizi che non
    > vengono usati (guardare la tv) e nessuno vuole
    > (guardare la
    > tv).

    Il problema non è se si usa o meno un determinato servizio, il problema è far passare come servizio fondamentale qualcosa di completamente facoltativo agli interessi dei cittadini. Io non prendo l' autobus, la mia colf si altrimenti non viene a lavorare, se lei resta senza la rai se ne fa una ragione e si vede mediaset o una delle tante reti locali. Il punto è l' essenzialità nulla del "servizio" rai. Il superfluo non può essere obbligatorio.

    >
    > Se osservi bene, è esattamente quello che avevo
    > detto,
    > no?
    > - Lo stato compie delle azioni legittimate dal
    > fatto di essere sovrano:

    Questo lo dici tu, lo stato deve attenersi anch' esso a delle regole.

    > obbligare i cittadini a
    > pagare tasse per dei servizi (che magari il
    > cittadino nemmeno
    > vuole).
    >
    > - La mafia compie delle azioni illegittime:

    La mafia fa quel cazzo che gli pare, esattamente quello che sta facendo lo stato italiano ossia obbligarti a comprare cetrioli o si o si, anche se non li vuoi, anche se non li mangi, nonostante siano del tutto superflui.

    > obbligare i cittadini a pagare tasse (pizzo) per
    > dei servizi (che magari il cittadino nemmeno
    > vuole:
    > "protezione").

    Pago volentieri se quei soldi servono a tenere in piedi un servizio utile alla collettivita, ma non è il caso della rai, nemmeno lontanamente.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Prozac

    > - Lo stato compie delle azioni legittimate dal
    > fatto di essere sovrano: obbligare i cittadini a
    > pagare tasse per dei servizi (che magari il
    > cittadino nemmeno vuole).
    >
    > - La mafia compie delle azioni illegittime:
    > obbligare i cittadini a pagare tasse (pizzo) per
    > dei servizi (che magari il cittadino nemmeno
    > vuole: "protezione").

    Differenze e analogie? Nel primo caso si tratta di un organismo che ha una giustificazione democratica. Nel secondo caso si tratta di soverchieria. E' una evidente differenza. Però nel primo come nel secondo caso c'è una giustificazione "morale" al pagamento assolutamente pretestuosa. Con la RAI non si parla di servizio pubblico (non fatemi ridere) e con la mafia non si tratta di protezione (dalla mafia stessa?). In entrambi casi la giustificazione reale è sovvenzionare qualcuno con la scusa che ti stia offrendo un servizio.
    FDG
    10933
  • - Scritto da: Prozac

    > La differenza fondamentale è che
    > - la tassa sulla TV è una tassa legale imposta
    > dallo stato sovrano cui tu appartieni.

    Repubblica Democratica, per l'esattezza. Il diritto di critica è difeso dalla costituzione. E io a questo mi attengo. Anche quando penso che certe norme siano delle storture e non abbiano tante giustificazioni morali. Anzi, se non ti dispiace, mi incaxxo un po' e quindi lo dico ad alta voce. Soprattutto quando certi metodi mi ricordano gli atteggiamenti subdoli delle organizzazioni mafiose. Ovvero: voi cattivi Italiani siete evasori con la coscienza sporca a priori. Però chi ha responsabilità su ciò che è la RAI oggi ha la coscienza pulita? Quindi non prendiamoci per i fondelli.
    FDG
    10933
  • ... con questi raggiri e queste s.......e.
    Premetto che il canone a casa lo paghiamo regolarmente e che invece tutti gli anni devo inc......mi perché mandano in pasticceria i bollettini per chiederne il pagamento: nonostante chiami e dica che televisori non ne abbiamo mi rispondono che è impossibile e che verranno a controllare (invitati a farlo ma cosa mai fatta). Da un paio di anni sembrano avere smesso.

    Io non sono contro il pagamento del canone: mi da però profondamente fastidio il fatto che lo si ostini a chiamare canone per "addolcire la pillola" agli italiani prendendoci per i fondelli quando anche i muri sanno che è una tassa. E cosa ancor più odiosa è il fatto che, con la tecnologia attuale, basterebbe un bel decoder, una smart card, un sistema di criptaggio e chi vuole vedere i programmi RAI paga l' abbonamento.
    Perché il mio pc deve essere soggetto ad abbonamento? Perché dovrebbe esserlo anche lo smartphone? E magari il videotelefono? O la cornice digitale (perché no, in fondo basta "adattarla").

    E poi, senza voler andare in favore alla concorrenza, mi spiegate perché per anni la MEDIASET è riuscita a gestire tre reti solo con la pubblicità (la stessa che poi passa la RAI) senza chiedere nulla ai telespettatori e facendo anche ascolti migliori?
    Se i soldi del canone venissero usati MEGLIO (e non dimentichiamoci che il signor TWITTATORE COMPULSIVO che vive come i suoi esimi colleghi nel paese dei balocchi MATTEO RENZI ha prelevato in maniera forzosa parte del canone della RAI per "finanziare" qualcuna delle sue splendide idee) magari il costo sarebbe inferiore da un pezzo e la qualità migliore col risultato che la gente pagherebbe anche più volentieri.

    Invece siamo in un mondo al contrario dove prima devi pagare a prescindere e poi devi dimostrare di non doverlo fare.
    In pratica tutti colpevoli se non si riesce a dimostrare il contrario: incostituzionale e fuorilegge?

    Io manderò una lettera al mio attuale fornitore che non si azzardi ad applicare tale tassa FUORI LUOGO E CONTESTO perché prendo un bollettino in bianco e lo compilo a secco.
    non+autenticato
  • Ma non avevano detto che se si guarda in streaming tramite pc la tassa era esclusa non avendo un sintonizzatore? E perché la stessa si propone anche per gli smartphone tablet che sintonozzatori tv non ne hanno?
  • - Scritto da: Trikk
    > Ma non avevano detto che se si guarda in
    > streaming tramite pc la tassa era esclusa non
    > avendo un sintonizzatore? E perché la stessa si
    > propone anche per gli smartphone tablet che
    > sintonozzatori tv non ne
    > hanno?

    Stai zitto che a Palazzo Chigi leggono PI per nuove idee!
  • Tranquillo che stanno li a giochicchiare con tablet, smartphone e notebook facendo finta di fare qualcosa , alcuni dormono...
    non+autenticato
  • - Scritto da: Etype
    > Tranquillo che stanno li a giochicchiare con
    > tablet, smartphone e notebook facendo finta di
    > fare qualcosa , alcuni
    > dormono...
    Pensavo guardassero porno... mi devo essere sbajato!
  • No a Candy Crush Saga ,se guardavano porno erano molto più attenti

    Che poi simili device dovrebbero essere vietati in quel luogo , proprio per evitare cose di questo genere...
    non+autenticato
  • - Scritto da: Trikk
    > Ma non avevano detto che se si guarda in
    > streaming tramite pc la tassa era esclusa non
    > avendo un sintonizzatore? E perché la stessa si
    > propone anche per gli smartphone tablet che
    > sintonozzatori tv non ne
    > hanno?


    no perche' al pc puoi attaccare un sintonizzatore e vederci la tv.
    oppure anche perche' la tv la vedi pure su internet....

    ...come la rigiri rigiri...la devi da paga'!!!

    il problema, come e' stato gia detto, e' che la tassa della RAI non va alla RAI, ma va al ministero delle comunicazioni, solo una piccola parte va alla RAI...
    non+autenticato
  • - Scritto da: Trikk
    > Ma non avevano detto che se si guarda in
    > streaming tramite pc la tassa era esclusa non
    > avendo un sintonizzatore? E perché la stessa si
    > propone anche per gli smartphone tablet che
    > sintonozzatori tv non ne
    > hanno?

    E infatti oggi confermano che è solo per chi ha la TV

    http://www.ansa.it/sito/notizie/politica/2015/10/2...
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | Successiva
(pagina 1/6 - 26 discussioni)