Alfonso Maruccia

Hacking Team, un ritorno per spezzare la cifratura

L'azienda italiana produttrice di spyware prova a tornare sulla scena con una nuova offerta a base di strumenti anti-cifratura, con un messaggio pubblicitario trasmesso a mezzo di mailing-list. L'obiettivo è il mercato USA

Roma - Dopo aver passato mesi a smaltire le conseguenze della breccia nei server con i 400 Gigabyte di materiale riservato finiti online a disposizione del pubblico, Hacking Team (HT) è ora tornata alla carica con un'offerta "rinnovata" e indirizzata a organizzazioni e forze di polizia statunitensi.

In una comunicazione inviata ai contatti della mailing list aziendale, il CEO di HT David Vincenzetti affronta il problema dell'uso sempre più diffuso delle comunicazioni cifrate: negli USA e all'estero, spiega un Vincenzetti in vena di marketing ai potenziali acquirenti, la maggior parte delle forze dell'ordine è diventata o diventerà presto "cieca" a causa dell'uso della crittografia su Internet, Web e altrove.

In questo frangente "solo le aziende private" possono aiutare le suddette agenzie di law enforcement, continua la mail di Vincenzetti, perché l'attuale amministrazione americana, pur accarezzando l'idea, "non ha il coraggio di opporsi ai conglomerati IT per approvare leggi impopolari ma assolutamente necessarie" contro il terrorismo e tutto quanto.
Al tempo della breccia aperta dagli hacker anonimi di PhineasFisher, l'azienda italiana aveva confermato di essere al lavoro sulla nuova versione del suo spyware più sofisticato, ovvero quel Remote Control System (RCS)/Galileo che nella versione precedente (9) era finito online con tanto di codice sorgente a disposizione di tutti.

Non è chiaro se la nuova offerta di Hacking Team sia rappresentata dalla summenzionata versione 10 di RCS, ma quel che è certo è che Vincenzetti dimostra di avere molta fiducia nei nuovi tool anti-cifratura capaci, "a dir poco", di cambiare in maniera radicale il settore.

Alfonso Maruccia
Notizie collegate
  • AttualitàL'orgoglio ferito di Hacking TeamL'azienda milanese ribadisce pubblicamente la propria posizione di vittima, la sicurezza del suo software e la piena legalità delle sue azioni. Intanto i ricercatori si arrabbiano e i partner smettono di vendere di exploit
  • SicurezzaMasque, l'arma di Hacking Team per il malware su iOSI ricercatori identificano una serie di app malevole pensate per compromettere gli utenti di gadget iOS, una minaccia basata su meccanismo noto da tempo e da poco riemerso come "arma" in mano alla italiana Hacking Team
45 Commenti alla Notizia Hacking Team, un ritorno per spezzare la cifratura
Ordina
  • Dopo la figuraccia e lo scabdalo che ne è seguito. Dopo le violazioni che hanno portato alle attuali indagini su di loro. Ora pretendono pure il diritto di difendere le pratiche di tecnocontrollo da regime totalitario? Dovrebbero solo andare a nascondersi. Mi vergogno che una azienda del genere abbia sede in Italia
    non+autenticato
  • forse cong gli stipendi che prendono (oltre i centomila euro anno + bonus) hanno anche .......preso qualche abbaglio euforico-ambizioso.
    non+autenticato
  • ...nuova versione del suo spyware più sofisticato,... RCS...
    Ma uno "spyware più sofisticato", potrebbe avere come sigla S+S, non certo RCS, che, come tutti sanno, è l'acronimo di "Rizzoli Corriere della Sera"
    non+autenticato
  • Questo "Team di Incapaci", meglio conosciuto come vittima dell'hack e del leak più grande di tutta la storia informatica mondiale (non era mai capitato prima che un'azienda avesse tutto il contenuto dei server aziendali e di alcuni PC riversato su internet!) nonché vergogna (tutta italiana...) per incapacità di gestione di dati personali (ricordo che è stato documentato che nel leak c'erano oltre ai sorgenti dei propri prodotti e quant'altro, anche le fotocopie dei passaporti e delle carte d'identità di dipendenti e exdipendenti..) adesso vogliono pretendere di insegnare qualcosa agli Americani, all'FBI alla CIA e all'NSA?
    Ma se dal leak sono saltate anche fuori violazioni continue delle licenze Apache e GPL di programmi open source... se vanno negli USA e Stallman si agita rischiano anche grosso! Rotola dal ridere
    Questi poveretti non hanno proprio idea a che livello sono... l'NSA è talmente tanto avanti che il livello raggiunto dall'NSA non riesce proprio ad essere compreso dai tizi del Noobs Team. Poveretti, che tristezza.
    non+autenticato
  • - Scritto da: ABC
    > (non era mai
    > capitato prima che un'azienda avesse
    > tutto
    il contenuto dei server
    > aziendali e di alcuni PC riversato su internet!)

    Aspetta che win 10 e il suo cloud prendano piede e vedrai...
  • e mi piarebbe vedere la loro faccia il giorno in cui si accorgeranno che l'hard disk è completamente vuoto ed addirittura togliendolo dal computer win10 continuerà a fargli vedere un disco C: ... virtuale.
    Magia? Nooooo, inc cool 8! Rotola dal ridere
    non+autenticato
  • - Scritto da: ABC

    > exdipendenti..) adesso vogliono pretendere di
    > insegnare qualcosa agli Americani, all'FBI alla
    > CIA e
    > all'NSA?

    non per difendere gli italioti ( che sappiamo essere le ultime ruote del carro mondiale ) ma gli americani stanno messi peggio di noi in quanto ad incompetenza nel settore della sicurezza informatica http://edition.cnn.com/2015/06/22/politics/opm-hac.../

    l'hack di OPM ha praticamente sventrato la privacy dell'intera burocrazia dei FED
    non+autenticato
  • - Scritto da: collione

    > gli americani stanno messi peggio di noi in
    > quanto ad incompetenza nel settore della
    > sicurezza informatica
    > http://edition.cnn.com/2015/06/22/politics/opm-hac
    >
    > l'hack di OPM ha praticamente sventrato la
    > privacy dell'intera burocrazia dei
    > FED


    E' un po' azzardato dire che l'ufficio del personale debba avere le stesse competenze delle sezioni di hacking dell'NSA...

    Casomai, l'intrusione più grossa ai danni di NSA è proprio quella fatta da Snowden, che pur essendo di fatot un esterno ha potuto prendere di tutto senza problemi.
    non+autenticato
  • - Scritto da: ABC
    > Questo "Team di Incapaci", meglio conosciuto come
    > vittima dell'hack e del leak più grande di tutta
    > la storia informatica mondiale (non era mai
    > capitato prima che un'azienda avesse
    > tutto
    il contenuto dei server
    > aziendali e di alcuni PC riversato su internet!)

    per risparmiare sugli stipendi hanno scelto un sysadmin trovato nelle patatine. tipica mentalita' da manager bottegaio, prendere per 4 soldi uno scalzacane per una posizione strategica che avrebbe dovuto essere occupata da un sysadmin non con due ma con quattro palle.


    > nonché vergogna (tutta italiana...) per
    > incapacità di gestione di dati personali (ricordo
    > che è stato documentato che nel leak c'erano
    > oltre ai sorgenti dei propri prodotti e
    > quant'altro, anche le fotocopie dei passaporti e
    > delle carte d'identità di dipendenti e
    > exdipendenti..) adesso vogliono pretendere di
    > insegnare qualcosa agli Americani, all'FBI alla
    > CIA e all'NSA?
    > Ma se dal leak sono saltate anche fuori
    > violazioni continue delle licenze Apache e GPL di
    > programmi open source... se vanno negli USA e
    > Stallman si agita rischiano anche grosso!
    > Rotola dal ridere
    > Questi poveretti non hanno proprio idea a che
    > livello sono... l'NSA è talmente tanto avanti che
    > il livello raggiunto dall'NSA non riesce proprio
    > ad essere compreso dai tizi del Noobs Team.
    > Poveretti, che tristezza.

    livello o non livello, vendevano bellamente a governi "chiacchierati" tipo il Sudan, quando invece sul loro sito sbraitavano che "noi non vendiamo a governi illiberali".... seeeee.... pecunia non olet.
    non+autenticato
  • lasciando stare, l'incidente che può capitare a tutti (nessuno escluso,capita anche ai big), il team era tutt'altro che incapace.
    Ricordiamo che sono anche i creatori di ettercap, e di altri tools ora usatissimi nell'ambito della sicurezza.

    P.S.
    Il leak di sony, è stato ben più grave e più ampio.
    non+autenticato
  • - Scritto da: CrazyCo
    > lasciando stare, l'incidente che può capitare a
    > tutti (nessuno escluso,capita anche ai big), il
    > team era tutt'altro che
    > incapace.
    > Ricordiamo che sono anche i creatori di ettercap,
    > e di altri tools ora usatissimi nell'ambito della
    > sicurezza.
    >
    > P.S.
    > Il leak di sony, è stato ben più grave e più
    > ampio.

    Ogni tanto c'è qualcuno che ragiona qui, menomale!
    non+autenticato
  • - Scritto da: CrazyCo
    > lasciando stare, l'incidente che può capitare a
    > tutti (nessuno escluso,capita anche ai big), il
    > team era tutt'altro che
    > incapace.
    > Ricordiamo che sono anche i creatori di ettercap,
    > e di altri tools ora usatissimi nell'ambito della
    > sicurezza.
    >
    > P.S.
    > Il leak di sony, è stato ben più grave e più
    > ampio.

    Alla fine non facevano altro che acquistare bug e metterli in una suite, buoni programmatori ma per niente hacker.
    non+autenticato
  • il
    > team era tutt'altro che
    > incapace.

    infatti sui PC usavano Windows come sistema operativo! Rotola dal ridere
    come i veri hackkers dei films Rotola dal ridere

    E pensa che io Windows non cel'ho nemmeno su una macchina virtuale! Fan Linux
    Più che incapaci: incapaci dilettanti allo sbaraglio! Ficoso
    non+autenticato
  • - Scritto da: Tom
    > come i veri hackkers dei films Rotola dal ridere

    Tse...
    Se vuoi fare come i veri hacker dei film, devi fare così:


    sudo apt-add-repository ppa:hollywood/ppa
    sudo apt-get update
    sudo apt-get install hollywood


    :DA bocca apertaA bocca aperta
    Prozac
    5083
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | Successiva
(pagina 1/3 - 12 discussioni)