Alfonso Maruccia

Swift, Apple pianta un seme open source

Apple ha distribuito il codice di Swift sotto licenza open source, come promesso, con la prospettiva di diffonderne la popolaritÓ anche al di fuori degli steccati degli App Store. Cupertino, per˛ non cede totalmente il controllo del progetto

Roma - Il linguaggio di programmazione Swift si trasforma in un progetto open source con un nuovo portale Web e la distribuzione dei sorgenti su GitHub, con una mossa che Apple aveva annunciato da tempo e che è dichiaratamente pensata per trasformare la tecnologia in qualcosa di "rilevante" ben al di là delle app per iOS e OS X.

Il nuovo linguaggio è nato un anno fa, come alternativa a Objective-C per la creazione semplificata e sicura di app per i gadget Apple: almeno per quanto riguarda l'ecosistema chiuso di Cupertino, Swift ha accresciuto la sua popolarità tra gli sviluppatori in un tempo relativamente breve.

La distribuzione del progetto tramite licenza open source era stata annunciata l'estate scorsa in occasione della conferenza WWDC 2015, e la concretizzazione di quella promessa si accompagna con un primo porting del codice su Linux sviluppato direttamente da Apple.
Cupertino dice di voler trasformare Swift in uno dei linguaggi di programmazione "fondamentali" per i prossimi 20 anni dello sviluppo software, ma al momento il porting su piattaforme diverse da iOS/OS X e il succitato Linux sembra sia affidato alla community di volontari interessati alla prospettiva.

Con la versione FOSS di Swift, Apple vuole attirare l'interesse dei clienti business ed estendere la propria influenza al di là degli steccati che recintano i suoi vari app store. Quello che la corporation non intende fare, a quanto pare, è cedere il controllo sull'evoluzione del linguaggio: la versione "commerciale" di Swift, necessaria a sviluppare e pubblicare app su iOS, continuerà a essere gestita internamente da Apple con "sincronizzazioni" periodiche delle funzionalità con il codice open source su GitHub.

Alfonso Maruccia
Notizie collegate
  • TecnologiaSviluppatori, chi fa cosaLa stragrande maggioranza dei programmatori Ŕ di sesso maschile, i linguaggi per il Web sono i pi¨ popolari e Apple conta i suoi appassionati anche tra i coder. Questo e altro nella nuova indagine annuale sugli sviluppatori di Stack Overflow
  • TecnologiaSwift, Apple si dà all'open sourceCupertino Ŕ pronta a trasformare il suo nuovo linguaggio di programmazione in un progetto FOSS, una mossa apparentemente ispirata alla volontÓ di diffondere la buona novella di Swift per mari, monti e sistemi Linux
29 Commenti alla Notizia Swift, Apple pianta un seme open source
Ordina
  • Credo che lo studierò. Potrebbe essere un valido strumento, visto che gira anche su Linux.
    non+autenticato
  • A me interessa avere uno swift su almeno GNU/Linux che pero sia ben supportato in termini di adozione comunitaria e presenza di librerie e frameworks vari.
    Sostanzialmente a me interessa Scala in versione compilabile nativo...ovvero Swift (che andrebbe anche in competizione con Go), ora tutto sta a vedere come gestiscono la fruibilita della compilazione del linguaggio su tutte le piattaforme storiche ad oggi ancora in piedi (quindi anche Windows), se non superano questo test allora se ne possono anche stare buoni a casa invece di aggiungere caos che per quello c'è gia Python
    non+autenticato
  • - Scritto da: Luther Blissett
    > A me interessa avere uno swift su almeno
    > GNU/Linux che pero sia ben supportato in termini
    > di adozione comunitaria e presenza di librerie e
    > frameworks
    > vari.
    > Sostanzialmente a me interessa Scala in versione
    > compilabile nativo...ovvero Swift (che andrebbe
    > anche in competizione con Go), ora tutto sta a
    > vedere come gestiscono la fruibilita della
    > compilazione del linguaggio su tutte le
    > piattaforme storiche ad oggi ancora in piedi
    > (quindi anche Windows), se non superano questo
    > test allora se ne possono anche stare buoni a
    > casa invece di aggiungere caos che per quello c'è
    > gia
    > Python

    Python l'inizio e la fine dell'entropia dell'universo.

    Python è il linguaggio per mr.iointendevo.
    maxsix
    9440
  • Dimmi la verità. Non sai usare Python eh?
    non+autenticato
  • - Scritto da: Jagguar
    > Dimmi la verità. Non sai usare Python eh?

    L'ho studiato tempo fa perchè volevo capire se poteva fare al caso mio in una certa situazione.

    E' una babele e sinceramente non ho tempo da perdere in scalate alle torri perchè cosi fan tutti.
    maxsix
    9440
  • http://www.apple.com/opensource/ comincia con questa dichiarazione

    As the first major computer company to make Open Source development a key part of its ongoing software strategy, Apple remains committed to the Open Source development model.

    Apple ha chiaramente inventato l'open source, al punto che:

    Apple believes that using Open Source methodology makes Mac OS X a more robust, secure operating system, as its core components have been subjected to the crucible of peer review for decades.

    ...i nuovi eroi di Panda Rossa !!
  • Bisogna innanzitutto dire sotto quale licenza.

    Vedendo nel repository si nota che la licenza è quella classica usata anche da Android e cioè Apache.

    La licenza Apache è compatibile dal punto di vista delle patent, con GPL3 e prevede che chiunque può contribuire, modificare, riutilizzare e vendere il software anche closed.

    In soldoni quindi il fatto che Google con Android o Apple con Swift mantengano i repositories in modo esclusivo, non implica che chiunque possa fare un fork e al limite includere Swift o Android all'interno del proprio prodotto commerciale.

    Poi bisogna vedere se a parte il software l'uso di Swift è libero, cioè che se Android per esempio decida di adottarlo, Apple non abbia nulla da ridire in proposito o da far pagare.

    Sarebbe assurdo, tranttandosi di un linguaggio, ma visto che Apple detiene ancora i brevetti di quel cavolo di mp4 ed è una delle cause per cui non si può includere come standard unificato in HTML5, da quell'azienda ci si può aspettare di tutto.
    non+autenticato
  • Il problema e' chi mantiene i costi di sviluppo e manutenzione avra' anche il suo completo controllo anche se si tratta di opensource, android e openoffice/libreoffice sono abbastanza significativi per capire come si muovono le cose
    non+autenticato
  • - Scritto da: Dubbioso
    > Il problema e' chi mantiene i costi di sviluppo e
    > manutenzione avra' anche il suo completo
    > controllo anche se si tratta di opensource,
    > android e openoffice/libreoffice sono abbastanza
    > significativi per capire come si muovono le
    > cose

    Tranquillo che Google ha sviluppato Dalvik e Art e sicuramente non avrebbe problemi a sviluppare anche Swift per Android.

    Il discorso è sapere se ci sono delle patent legate a qualche caratteristica del linguaggio stesso, cosa che era stata fatta per esempio con l'Objective C.

    Poi che i compilatori siano open source o closed source poco importa, anche perché una volta date le specifiche, open o closed i compilatori si scrivono.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Roll
    > - Scritto da: Dubbioso
    > > Il problema e' chi mantiene i costi di
    > sviluppo
    > e
    > > manutenzione avra' anche il suo completo
    > > controllo anche se si tratta di opensource,
    > > android e openoffice/libreoffice sono
    > abbastanza
    > > significativi per capire come si muovono le
    > > cose
    >
    > Tranquillo che Google ha sviluppato Dalvik e Art
    > e sicuramente non avrebbe problemi a sviluppare
    > anche Swift per
    > Android.
    >
    Beh, per come vedo io swift darebbe una marcia in più anche nello sviluppo di app per Android.
    Effettivamente il linguaggio è figo, semplice e performante.

    > Il discorso è sapere se ci sono delle patent
    > legate a qualche caratteristica del linguaggio
    > stesso, cosa che era stata fatta per esempio con
    > l'Objective
    > C.
    >

    Non credo, ma pronto a essere smentito.

    > Poi che i compilatori siano open source o closed
    > source poco importa, anche perché una volta date
    > le specifiche, open o closed i compilatori si
    > scrivono.

    Certamente.
    maxsix
    9440
  • Te lo dico io come andrà a finire, è facile capirlo da una frase in particolare:

    ""Con la versione FOSS di Swift, Apple vuole attirare l'interesse dei clienti business""

    Bene: la clientela business se ne sbatte altamente di apple.
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 9 discussioni)