Alfonso Maruccia

Microsoft e Adobe, fioccano le patch

L'ultimo martedý di patch dell'anno si presenta parecchio corposo, con aggiornamenti pensati per chiudere un gran numero di falle critiche e bug giÓ sfruttati dai cyber-criminali. Windows 10? Microsoft spinge per l'upgrade a tutti i costi

Roma - Microsoft ha rilasciato le ultime patch mensili dell'anno, con 12 bollettini di sicurezza che coinvolgono buona parte dell'offerta software della corporation e che per l'occasione riguardano un gran numero di bug e vulnerabilità classificati come un pericolo "critico".

I bollettini critici ammontano infatti a 8 sui 12 totali, con patch e update cumulativi per Internet Exporer, Edge, Windows, Silverlight, .NET Framework e Office pensati per chiudere bug potenzialmente sfruttabili per eseguire codice malevolo da remoto: due dei bug sono già attivamente sfruttati dai criminali, mentre uno dei bollettini (MS15-127) riguarda un problema nel componente DNS delle versioni server di Windows.

Uno dei problemi affrontati dal martedì di patch di dicembre è responsabilità diretta (e dichiarata) di Microsoft stessa, e concerne la diffusione "non voluta" delle chiavi crittografiche usate per i certificati SSL/TLS del dominio xboxlive.com: i nuovi certificati dovrebbero auto-propagarsi velocemente, ma sui sistemi non aggiornati automaticamente sussiste ancora il rischio di attacchi man-in-the-middle (MITM).
In totale, le patch di Microsoft chiudono ben 71 vulnerabilità e non sfigurano con il mega-aggiornamento di Adobe per Flash Player, che da par suo sistema 78 diversi bug su tutte le versioni supportate del componente multimediale che non muore mai.

E Windows 10? Per il sistema operativo "universale" (e il browser Edge a seguito) è disponibile un nuovo aggiornamento cumulativo (KB 3116900) contenente gli update specifici dei 12 bollettini succitati e pensato per aggiornare il numero di versione dell'OS a 10586.29.

Microsoft è fermamente intenzionata a "spingere" l'adozione del nuovo sistema a rischio di andare contro la volontà dei suoi utenti, e ora l'avvio dell'installazione di Windows 10 è tornato a essere "automatico" (e apparentemente non disabilitabile in maniera permanente) sui PC con Windows Update abilitato.

Alfonso Maruccia
Notizie collegate
  • SicurezzaMicrosoft e Adobe, chiamata alle patchLe due aziende hanno rilasciato gli ultimi aggiornamenti per i rispettivi prodotti software, un martedý di patch che questa volta non include falle zero day. La pericolositÓ dei bug Ŕ al solito molto alta
  • TecnologiaAdobe Flash vivrà per sempreAdobe annuncia il rinnovo del tool per le animazioni sul Web, con l'abbandono del brand Flash e il focus su HTML5 e altre tecnologie open. E' la morte di Adobe Flash? Flash, e il passato che rappresenta, vivranno per sempre
  • SicurezzaMicrosoft Outlook, una patch per il Patch TuesdayL'ultimo pacchetto di update di sicurezza contiene un aggiornamento che provoca crash per Outlook e altri problemi assortiti. Redmond ha rilasciato una patch sostitutiva
55 Commenti alla Notizia Microsoft e Adobe, fioccano le patch
Ordina
  • chi è che aveva la lista degli update in
    windows7 che servono per la notifica dell'update a win 10 ? quindi da evitare.. Me la ripassate?   
    Negli ultimi update di windows7 ci stanno riprovando con kb 3112343 .

    Guardate qua
    https://www.reddit.com/r/windows/comments/3w359u/k...
    user_
    1026
  • possiamo installare questo programmino che serve per disinstallare quegli update:
    http://ultimateoutsider.com/downloads/

    GWX Control Panel (formerly GWX Stopper)
    user_
    1026
  • Le lamentele a proposito di windows 9 e delle sue vergognose condizioni d' uso vengono soprattutto dai winari, noi qui in cantina si sta sul sofà con i popcorn in mano e un sorriso grosso cosìCon la lingua fuori.

    Poi è ovvio, c' è sempre il furbetto che vorrebbe far credere il contrario.
    non+autenticato
  • - Scritto da: cantinary
    > noi qui in cantina si sta sul sofà
    > con i popcorn in mano e un sorriso grosso così
    Si ma il problema è diventato cercare di tenere fuori dalla cantina il nadella che ha detto di usare Linux per il cloud MS...
    Mai che si possa stare in pace... tutti sti neocantinari folgorati sulla via di damasco mi stanno sulle balle.....
    non+autenticato
  • http://www.zdnet.com/article/not-a-typo-microsoft-.../

    ""last fall one in five instances on Azure were Linux. Today, about a year later, one in four instances are Linux." In short, Microsoft fully supporting Linux on the cloud is simply good business."

    A fijo mio bello aggiornati.
    non+autenticato
  • Quindi?
    Bene per tutti.
    Sai quanti PC in dual boot con Linux ho avuto?
    In ufficio ho una macchina virtuale con su OpenSuse.
    Uso Linux e uso windows.
    Ho messo le mani anche su un DEC Alpha ai bei tempi (macchina incredibile).
    non+autenticato
  • se aggiornano non va bene
    se non aggiornano non va bene
    se ti chiedono un prezzo, devi piratarlo
    se te lo danno gratis, ti stanno uccellando
    l'NSA ha certamente il massimo interesse a sapere quanti torrent vi scaricate e i vostri gusti in tema di porno
    se fanno un sistema che si adatta ottimamente a un tablet non va bene
    se ci sono pc 2 in 1 che soddisfano una utenza sempre più numerosa non va bene
    Va bene solo se è Linux/Microsoft è satana.
    Va meglio se è Slackware o Debian.
    Magari configurato per partire con bash su 486DX2 e scheda MCGA perché tanto si può fare: voglio dire, abbiamo convissuto con gli slot ISA a 8 bit e la configurazione degli IRQ fatta coi jumper su scheda.

    L'apice del pregiudizio ideologico in salsa complottista.
    A quando un Linux chemtrail free?
    Salutatemi i rettiliani del piano interrato.
    non+autenticato
  • - Scritto da: seminariost orto
    > se aggiornano non va bene

    Non va bene quando:
    1) l'aggiornamento e' bacato e necessita una patch a sua volta
    2) l'aggiornamento e' fatto a tradimento
    3) l'aggiornamento PRETENDE un riavvio immediato, talvolta senza preavviso
    4) l'aggiornamento non dice chiaramente che cosa fa e perche'

    > se non aggiornano non va bene

    Vedi tu.

    > se ti chiedono un prezzo, devi piratarlo

    No, se ti chiedono un prezzo vuol dire che quello che compri diventa tuo.

    > se te lo danno gratis, ti stanno uccellando

    Nel caso di M$, permetti che qualche sospetto viene, e la conferma del sospetto arriva pure quella.

    > l'NSA ha certamente il massimo interesse a sapere
    > quanti torrent vi scaricate e i vostri gusti in
    > tema di
    > porno

    All'NSA non deve interessare minimamente quello che scarico, sia esso porno, iso di software libero o filmati dell'ISIS.

    > se fanno un sistema che si adatta ottimamente a
    > un tablet non va
    > bene

    Parli di Android? Perche' non andrebbe bene?

    > se ci sono pc 2 in 1 che soddisfano una utenza
    > sempre più numerosa non va
    > bene

    Il PC e' ferro e quindi che c'entra?
    E poi dove sarebbe questa utenza sempre piu' numerosa?

    > Va bene solo se è Linux/Microsoft è satana.

    30 anni di storia dell'informatica lo dimostrano.

    > Va meglio se è Slackware o Debian.

    L'importante e' che sia libero.

    > Magari configurato per partire con bash su 486DX2
    > e scheda MCGA perché tanto si può fare: voglio
    > dire, abbiamo convissuto con gli slot ISA a 8 bit
    > e la configurazione degli IRQ fatta coi jumper su
    > scheda.

    Esatto.
    Fa parte della storia.
    Perche' vorresti rinnegare quei tempi?

    > L'apice del pregiudizio ideologico in salsa
    > complottista.

    Ti riferisci al tuo messaggio? Stai ipotizzando che esista un complotto contro M$?

    > A quando un Linux chemtrail free?

    Linux e' free e lo e' sempre stato.
    Il cloud e' roba che spingono M$ e apple.

    > Salutatemi i rettiliani del piano interrato.

    Li conosci?
  • P.s. il cloud non mi sembra un'esclusiva Redmond/Cupertino...http://freebies.about.com/od/computerfreebies/tp/f...

    P.p.s. i 2 in 1 sono nei numeri un successo, windows 8.1 era imperfetto (http://www.laptopmag.com/articles/2-in-1-tablets-a...), ma nel 2015, con Windows 10, le cose stanno cambiando: http://www.pcmag.com/article2/0,2817,2369981,00.as...

    Se fossero un flop, nessuna casa investirebbe denaro per produrne così tanti modelli e versioni.

    L'Acer scarso che uso io, mi ha veramente stupito e considera che a casa uso un pc discretamente carrozzato.
    non+autenticato
  • - Scritto da: seminariost orto
    > P.s. il cloud non mi sembra un'esclusiva
    > Redmond/Cupertino...http://freebies.about.com/od/c

    Lo vendono?

    > P.p.s. i 2 in 1 sono nei numeri un successo,
    > windows 8.1 era imperfetto
    > (http://www.laptopmag.com/articles/2-in-1-tablets-

    Troppo presto per trarre conclusioni.

    > Se fossero un flop, nessuna casa investirebbe
    > denaro per produrne così tanti modelli e
    > versioni.

    Apple ne produce?

    > L'Acer scarso che uso io, mi ha veramente stupito
    > e considera che a casa uso un pc discretamente
    > carrozzato.

    Le due parti sono vendibili separatamente come pezzi di ricambio?
  • - Scritto da: seminariost orto
    > P.s. il cloud non mi sembra un'esclusiva
    > Redmond/Cupertino...http://freebies.about.com/od/c

    Lo vendono? Qualcuno si, qualcuno no.
    Si può essere contro il cloud storage (è una posizione), contro il cloud storage in base
    al marchio che porta mi sembra sia una posizione partigiana che punta ad una visione ideologica
    per cui un servizio fornito da una società privata multinazionale è "malicious" per se ipsum.

    > P.p.s. i 2 in 1 sono nei numeri un successo,
    > windows 8.1 era imperfetto
    > (http://www.laptopmag.com/articles/2-in-1-tablets-

    Troppo presto per trarre conclusioni.
    Il trend è positivo, poi se si sgonfierà come i netbook vedremo.

    > Se fossero un flop, nessuna casa investirebbe
    > denaro per produrne così tanti modelli e
    > versioni.

    Apple ne produce? Apple produce un tablet con un sistema da tablet (IOS).
    Forse dovrebbe pensare ad un Macintosh 2 in 1 con OSX, ma OSX non è pronto.

    > L'Acer scarso che uso io, mi ha veramente stupito
    > e considera che a casa uso un pc discretamente
    > carrozzato.

    Le due parti sono vendibili separatamente come pezzi di ricambio?

    Credo di no, la tastiera comunque è solo una tastiera con un lock magnetico, di fatto è un tablet.
    Però io parlavo della reattività del sistema e della buona ottimizzazione del S.O. per l'utilizzo in modalità tablet.
    Infine l'autonomia ed il peso che sono molto più vicini a quelli di un tablet che non a quelli di un laptop.
    non+autenticato
  • - Scritto da: seminariost orto
    > - Scritto da: seminariost orto
    > > P.s. il cloud non mi sembra un'esclusiva
    > >
    > Redmond/Cupertino...http://freebies.about.com/od/c
    >
    > Lo vendono? Qualcuno si, qualcuno no.
    > Si può essere contro il cloud storage (è una
    > posizione), contro il cloud storage in
    > base
    > al marchio che porta mi sembra sia una posizione
    > partigiana che punta ad una visione
    > ideologica
    > per cui un servizio fornito da una società
    > privata multinazionale è "malicious" per se
    > ipsum.

    No, non un servizio fornito da una societa' privata, ma un servizio CLOSED fornito da una societa' privata e' "malicious".

    Ci sono ottimi precedenti (uno su tutti Sony) che dimostrano al mondo che se alla multinazionale costa anche solo mezzo centesimo criptare i dati, stai sicuro che li salvano in chiaro.

    Perche' dovrei fidarmi?

    > > P.p.s. i 2 in 1 sono nei numeri un successo,
    > > windows 8.1 era imperfetto
    > >
    > (http://www.laptopmag.com/articles/2-in-1-tablets-
    >
    > Troppo presto per trarre conclusioni.
    > Il trend è positivo, poi se si sgonfierà come i
    > netbook
    > vedremo.

    Ecco. Allora ritira i tuoi proclami e ne riparliamo tra un anno o due.

    > > Se fossero un flop, nessuna casa investirebbe
    > > denaro per produrne così tanti modelli e
    > > versioni.
    >
    > Apple ne produce? Apple produce un tablet con un
    > sistema da tablet
    > (IOS).
    > Forse dovrebbe pensare ad un Macintosh 2 in 1 con
    > OSX, ma OSX non è
    > pronto.

    Oppure apple sa che la gente non lo vuole, neppure se viene scritto nei loro comandamenti.

    > > L'Acer scarso che uso io, mi ha veramente
    > stupito
    > > e considera che a casa uso un pc
    > discretamente
    > > carrozzato.
    >
    > Le due parti sono vendibili separatamente come
    > pezzi di
    > ricambio?
    >
    > Credo di no, la tastiera comunque è solo una
    > tastiera con un lock magnetico, di fatto è un
    > tablet.
    > Però io parlavo della reattività del sistema e
    > della buona ottimizzazione del S.O. per
    > l'utilizzo in modalità
    > tablet.

    Il parco software per il tablet a piastrelle e' inferiore al parco software del vic 20 in modalita' piastrelle.

    Posso arrivare a capire un sistema in dual boot, che quando stacchi la tastiera reboota in android. Ma pretendere di usare un tablet con piastrellotto e' pura follia.

    > Infine l'autonomia ed il peso che sono molto più
    > vicini a quelli di un tablet che non a quelli di
    > un
    > laptop.

    Lascia perdere il peso. Parliamo di autonomia.
    Scrivi qualche numero.
  • - Scritto da: panda rossa

    > Lascia perdere il peso. Parliamo di autonomia.
    > Scrivi qualche numero.
    ehmmm mi sa che stia proprio lì il problema....
    A bocca aperta
    non+autenticato
  • No aspetta...fermati un momento.
    Tu insisti a puntare contro l'interfaccia tablet (che è comodissima): per la quale il discorso VIC20 c'entra molto poco (e poi il VIC aveva un fracco di software). Qui parliamo di un dispositivo X86 sul quale girano anche e piuttosto bene i normali programmi X86 (classico esempio Office) da usare per lavoro e svago e con una autonomia effettiva che supera le 8 ore con un peso contenuto. Le mattonelle (che tanto odi) io le trovo assai pratiche (e ne ho avuti di android, a partire da un precarissimo tablet archos 101 quando android per tablet, Honeycomb, nella sua prima incarnazione era di là da venire). Quanto ad Apple ribadisco: Apple non ha convergenza fra IOS e OSX, cosa che invece Win ha. Poi che tu odi Microsoft a prescindere è un altro discorso. I proclami infine: non ho fatto proclami. Non abbraccio nessuna causa. Non mi pagano. Ravviso che molte case stanno proponendo N versioni, per tutte le case, dei 2 in 1. Segno che ci credono e che c'è domanda. I netbook hanno venduto per alcuni anni, facendo numeroni. Poi sono stati sostituiti ed i 2 in 1 sono i candidati migliori ora che c'è W10 (che, ripeto, è fortemente ottimizzato).
    non+autenticato
  • Caro il mio rettiliano, le campagne anti linux tu lo sai bene chi le ha promosse per primo.

    Adesso è arrivato il rospo da mandare giù:

    http://www.zdnet.com/article/not-a-typo-microsoft-.../

    Ma come? Ma non era il cancro? Già dimenticato?
    non+autenticato
  • E quindi?
    Ho mai detto che Linux è il cancro?
    Che MS è il cancro?
    Ripeto: la prima volta che ho messo le mani su Linux c'era la SUSE 6.3 che, garantisco, era N volte più "scomoda" da usare delle distro odierne, piena zeppa di bug, ma, lo ripeto, estremamente utile per far capire come funziona un S.O. e per "svegliare" l'utente.
    Il primo Windows che ho usato era 3.11, poi NT 3.51, i vari 9x (quelli erano cancri), 2000, XP, Vista e tutto il pipinaro. Ma ho avuto anche vic 20, un olivetti prodest pc128, atari st 520stfm, amiga 500, amiga 1200 con hdd da 20 MEGABYTE e genlock e il primo PC è stato un terribile VOBIS con Pentium 150 senza manco le MMX...ho avuto gli AMD quando si chiamavano K2 e persino un Cyrix M2 233...
    non+autenticato
  • Il cloud Microsoft ospita macchine virtuali. Ovvio che Microsoft supporti macchine virtuali con Linux (sarebbero scemi altrimenti).

    E' comunque un bel pezzo che Microsoft supporta macchine virtuali Linux sia su Hyper-V e sia su Azure. Non è certo una novità di questi giorni.

    Su Azure girano anche un bel po' di software open source (Apache Hadoop, Storm, ecc.) e di terze parti (Oracle, SAP, ecc.).

    E' anche un bel pezzo che Microsoft collabora con il mondo Linux (Xen, SuSE, inserimento nel kernel di elementi per supportare i driver sintetici, ecc.).

    Dopo se uno non ha mai voluto vedere certe cose...
  • Windozs, adobbe e l' informatica degli anni 90... intanto si ignora alla grande il boom dei chromebook.

    ipad nelle scuole? Asfaltati:

    http://www.cnbc.com/2015/12/03/googles-chromebooks...

    http://time.com/3892218/google-chromebook-laptop-s.../

    Windoze surfess&Co? Asfaltati:

    http://www.zdnet.com/article/npd-chromebooks-outse.../

    E intanto le rosicate vanno alla velocità del FUD:

    http://www.howtogeek.com/179535/why-microsofts-scr.../

    http://www.theverge.com/2015/12/9/9882344/tim-cook...

    Con l' unificazione Android/Chromeos prenderanno ancora più schiaffi, quel poveraccio di Ballmer lo sa:

    http://www.theverge.com/2015/12/2/9838810/ballmer-...

    La sura Maria vuole il chromebook, non ha mica tempo da perdere con il software libero... e nemmeno soldi che avanzano da stracciare in un surfess o in un macos.
    non+autenticato
  • http://www.computerworld.com/article/3012278/micro...

    C'è abbastanza da inorridire leggendolo; scenario orwelliano, vedi 1984, incubo tipo invasione degli ultracorpi...

    Io su Win 7 ha fatto varie immagini di sistema, sopratutto da tempi non sospetti, quindi ho disattivo WinUpdate , e controllo più che spesso che resti tale . Quando sarò arcisicuro di poter individuare i soli aggiornamenti che servano a me anzichè a M$ , vedrò come applicarli selettivamente; se nel frattempo qualcosa come virus o aggiornamenti forzati mi fregherà ugualmente, ... alèhhh... via, sotto con Restore da immagine di sistema!

    Win 10, la Morte Nera, non avrà il mio scalpo.... augh!

    Che la Forza sia con voi.
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 7 discussioni)