Alfonso Maruccia

AMD, GPU open contro il codice proprietario di NVIDIA

Il chipmaker di Sunnyvale annuncia una nuova iniziativa pensata per ampliare l'accesso degli sviluppatori alle risorse delle sue GPU, una mossa difensiva contro NVIDIA. E un potenziale rischio per la sicurezza?

Roma - A gennaio 2016 AMD darà il via a GPUOpen, una nuova iniziativa che prevede la distribuzione open source delle risorse di sviluppo sulle GPU Radeon con tanto di codice sorgente, documentazione e tutto quanto. Una risposta neanche tanto velata alle tattiche di sviluppo "chiuse" adottate da NVIDIA.


Con GPUOpen, Sunnyvale dice di voler rilasciare su GitHub buona parte del codice sorgente dei driver, gli effetti grafici avanzati (su DirectX 11) e i kit di sviluppo usati internamente dall'azienda. L'uso della licenza MIT dovrebbe garantire un'ampia possibilità di conversione, modifica e riutilizzo da parte degli sviluppatori di ogni ordine e grado.

Assieme al codice sorgente, GPUOpen inaugurerà un nuovo sito dedicato all'iniziativa con tanto di blog su cui scriveranno i programmatori già al lavoro internamente sulle GPU AMD. Niente marketing, tiene a sottolineare la corporation.
Un'iniziativa come GPUOpen può essere catalogata come una risposta diretta nei confronti di NVIDIA, che con il suo programma GameWorks - descritto da AMD come un vero e proprio programma illegale - offre da tempo l'accesso alle risorse e alle funzionalità esclusive delle GPU GeForce a un numero limitato di partner commerciali.

Anche NVIDIA, ovviamente, potrà accedere liberamente al codice di GPUOpen dando un'occhiata alle soluzioni tecniche della concorrenza, anche se AMD non è evidentemente preoccupata della prospettiva. Un ulteriore rischio dell'iniziativa potrebbe riguardare la sicurezza informatica, avverte qualcuno, visto che le risorse offerte da Sunnyvale daranno nuove idee ai cyber-criminali e virus writer già impegnati a sfruttare le capacità computazionali delle GPU moderne.

Alfonso Maruccia
Notizie collegate
33 Commenti alla Notizia AMD, GPU open contro il codice proprietario di NVIDIA
Ordina
  • Letto così questo articolo non lascia capire molto quella complessità del Progetto di AMD.
    Al fine di contestualizzare la bontà dell'iniziativa si sarebbe potuto parlare di un'epoca in cui il sistema operativo end-user più diffuso è Android, in cui i grossi investimenti vanno nella direzione del cloud e del programm as service e quindi della virtualizzazione. Forse si sarebbe potuto cercare di capire con questa notizzia le possibilità che si aprono per la virtualizzazione o ancor meglio per il Passthrough: KVM, Red Hat ma anche le soluzioni di VMware proprietarie ( GPUopen è licenziata MIT e si lascia ben integrare in soluzioni commerciali). Forse non avrà delle grandi ripercussioni sul mondo del desktop Windows, e se si probabilmente solo sul comparto Entertainment ed in questo il paragone con GameWorks che molti fanno è forse un pochino forzato. Per me la il potenziale sta altrove per esempio nelle librerie dell Heterogeneous Compute Compiler (HCC) che permette di convertire il codice CUDA in normale C++. Pensate a quanto avrebbero risparmiato i centri di ricerca e computazione se nessuno si fosse dovuto formare a programmare in CUDA per poi ritrovarsi con una manciata di codice proprietario che funziona con un solo tipo di HW? Se AMD si giocherà bene bene quasta carta potrebbe spostare il gioco su versanti ben più interessanti dell' Entertainment su PC. È ovvio che il discorso richiede un po' di fantasia, un po' di conoscenza e forse bisogna anche un po' crederci…

    In merito al potenziale che dovrebbe essere fornito agli cracker… articolo da buttare
    non+autenticato
  • E' ora di smetterla con questa ridicola caccia alle streghe finanziata da chi ancora si ostina a tenere segreto il proprio codice.

    E' il codice closed quello vulnerabile!

    AMD sta dimostrando di vivere nel terzo millennio, mentre altri ancora pensano di essere nel medioevo.
  • - Scritto da: panda rossa
    > E' ora di smetterla con questa ridicola caccia
    > alle streghe finanziata da chi ancora si ostina a
    > tenere segreto il proprio
    > codice.
    >
    > E' il codice closed quello vulnerabile!
    >
    > AMD sta dimostrando di vivere nel terzo
    > millennio, mentre altri ancora pensano di essere
    > nel
    > medioevo.

    Quando le loro GPU Radeon (open/closed o quello che gli pare) saranno al livello delle Nvidia ne riparleremo.

    Queste boutade di AMD (Mantle do you remember?) oramai sono annuali tanto quanto lo è il natale.
    maxsix
    9667
  • - Scritto da: panda rossa
    > AMD sta dimostrando di vivere nel terzo
    > millennio, mentre altri ancora pensano di essere
    > nel medioevo.

    Ma te pensi veramente che lo facciano perchè in AMD sono bravi belli e felici ed appoggiano il movimento open in toto ?

    AMD è un'azienda come tutte le altre ed il loro fine è il profitto, con questa mossa possono sfruttare (come già stanno facendo da anni) gente che gli scrive software o gli testa l'hardware aggratis, guarda caso da quando nel 2009 hanno cominciato ad aprire i loro libri agli sviluppatori open miracolosamente hanno iniziato di li a poco ad avere finalmente dei software decenti che facevano muovoere le loro GPU (soprattutto in ambito gpu computing).

    NVidia non lo fa semplicemente perchè da sempre ha il miglior supporto software al suo hardware, chissene dell'open e se AMD fosse nella stessa condizione chissene pure per lei degli utenti linux e dell'open source in generale.
    mura
    1717
  • - Scritto da: mura
    > - Scritto da: panda rossa
    > > AMD sta dimostrando di vivere nel terzo
    > > millennio, mentre altri ancora pensano di
    > essere
    > > nel medioevo.
    >
    > Ma te pensi veramente che lo facciano perchè in
    > AMD sono bravi belli e felici ed appoggiano il
    > movimento open in toto
    > ?

    Io non penso.
    Io vedo che questi lo hanno fatto, mentre quelli no.
    Io da cliente decidero' di conseguenza se acquistare una bottiglia di vino di un produttore che non ha problemi a mostrarmi tutta la catena di produzione dalla raccolta dell'uva fino all'imbottigliamento, rispetto ad un altro che non consente l'ingresso alla sua cantina, dove entrano strani individui con carrelli pieni di polverine e uva non se ne vede.


    > AMD è un'azienda come tutte le altre ed il loro
    > fine è il profitto, con questa mossa possono
    > sfruttare (come già stanno facendo da anni) gente
    > che gli scrive software o gli testa l'hardware
    > aggratis, guarda caso da quando nel 2009 hanno
    > cominciato ad aprire i loro libri agli
    > sviluppatori open miracolosamente hanno iniziato
    > di li a poco ad avere finalmente dei software
    > decenti che facevano muovoere le loro GPU
    > (soprattutto in ambito gpu
    > computing).

    Hai semplicemente confermato che i programmatori di software open sono capaci.

    > NVidia non lo fa semplicemente perchè da sempre
    > ha il miglior supporto software al suo hardware,
    > chissene dell'open e se AMD fosse nella stessa
    > condizione chissene pure per lei degli utenti
    > linux e dell'open source in
    > generale.

    E invece non e' cosi'.
    AMD ha aperto all'open, i programmatori capaci hanno sviluppato driver e librerie robusti ed efficaci, linux potra' sfruttare al massimo una scheda grafica, e i servi del closed rosikano abbestia, con soddisfazione di dentisti e farmacisti che vendono maalox.
  • - Scritto da: panda rossa
    >
    > E invece non e' cosi'.
    > AMD ha aperto all'open, i programmatori capaci
    > hanno sviluppato driver e librerie robusti ed
    > efficaci, linux potra' sfruttare al massimo una
    > scheda grafica, e i servi del closed rosikano
    > abbestia, con soddisfazione di dentisti e
    > farmacisti che vendono maalox.

    Non sono partigiano un nVidia, semplicemente al momento ho scelto quella marca per le mie schede. Niente impedisce che in futuro possa cambiare.
    Ti dirò: non rosiko per niente e non mi serve il maalox, perché al contrario è un piacere giocare con il mio PC, che ha una potenza che le console di questa generazione si sognano.
    Preferisco giocare con i giochi, non con i driver Sorride
    Izio01
    4150
  • - Scritto da: Izio01
    >

    > Preferisco giocare con i giochi, non con i driver
    >
    >Sorride

    S A C R I L E G I O
    maxsix
    9667
  • - Scritto da: panda rossa
    >
    > > AMD è un'azienda come tutte le altre ed il
    > loro
    > > fine è il profitto, con questa mossa possono
    > > sfruttare (come già stanno facendo da anni)
    > gente
    > > che gli scrive software o gli testa
    > l'hardware
    > > aggratis, guarda caso da quando nel 2009
    > hanno
    > > cominciato ad aprire i loro libri agli
    > > sviluppatori open miracolosamente hanno
    > iniziato
    > > di li a poco ad avere finalmente dei software
    > > decenti che facevano muovoere le loro GPU
    > > (soprattutto in ambito gpu
    > > computing).
    >
    > Hai semplicemente confermato che i programmatori
    > di software open sono
    > capaci.

    Ma lascia stare che di programmatori capaci ce ne sono sia nel versante open che in quello closed anzi spesso fanno cose per entrambi i mondi, e che credi che i programmatori che rilasciano tutto e per tutti campino di aria ?
    In ogni caso non ho mai detto che i programmatori che lavorano in ambiti open source siano degli incapaci anzi spesso ci sono delle vere perle tra di loro ma mi viene da dire che è facile essere splendidi quando non devi sottostare a voleri di capiprogetto despoti (o ncapaci) o ceo con date di uscita e bilanci tra le loro priorità.

    > > NVidia non lo fa semplicemente perchè da
    > sempre
    > > ha il miglior supporto software al suo
    > hardware,
    > > chissene dell'open e se AMD fosse nella
    > stessa
    > > condizione chissene pure per lei degli utenti
    > > linux e dell'open source in
    > > generale.
    >
    > E invece non e' cosi'.
    > AMD ha aperto all'open, i programmatori capaci
    > hanno sviluppato driver e librerie robusti ed
    > efficaci, linux potra' sfruttare al massimo una
    > scheda grafica, e i servi del closed rosikano
    > abbestia, con soddisfazione di dentisti e
    > farmacisti che vendono
    > maalox.

    Bah che i driver siano robusti ed efficaci è tutto da vedere, diverse funzioni anche di schede datate (e conosciute) sono ancora in beta o di là da venire, ad oggi solo con i driver closed (e bacati) sfrutti appieno l'hardware AMD sotto linux.
    I servi del closed, come li chiame te, non rosicano affatto, si comprano NVidia e si godono un driver spettacolare che funziona dal primo all'ultimo momento con una facilità di installazione che ha dell'imbarazzante per il mondo linux.
    mura
    1717
  • Installazione driver nvidia sotto linux:

    sh NVIDIA-Linux-x86_64-versione.run

    fine!

    Lo faccio dal 2007 nel "mondo linux".

    Troll occhiolino
    non+autenticato
  • - Scritto da: mura
    > - Scritto da: panda rossa
    > >
    > > > AMD è un'azienda come tutte le altre ed
    > il
    > > loro
    > > > fine è il profitto, con questa mossa
    > possono
    > > > sfruttare (come già stanno facendo da
    > anni)
    > > gente
    > > > che gli scrive software o gli testa
    > > l'hardware
    > > > aggratis, guarda caso da quando nel 2009
    > > hanno
    > > > cominciato ad aprire i loro libri agli
    > > > sviluppatori open miracolosamente hanno
    > > iniziato
    > > > di li a poco ad avere finalmente dei
    > software
    > > > decenti che facevano muovoere le loro
    > GPU
    > > > (soprattutto in ambito gpu
    > > > computing).
    > >
    > > Hai semplicemente confermato che i
    > programmatori
    > > di software open sono
    > > capaci.
    >
    > Ma lascia stare che di programmatori capaci ce ne
    > sono sia nel versante open che in quello closed
    > anzi spesso fanno cose per entrambi i mondi, e
    > che credi che i programmatori che rilasciano
    > tutto e per tutti campino di aria
    > ?
    > In ogni caso non ho mai detto che i programmatori
    > che lavorano in ambiti open source siano degli
    > incapaci anzi spesso ci sono delle vere perle tra
    > di loro ma mi viene da dire che è facile essere
    > splendidi quando non devi sottostare a voleri di
    > capiprogetto despoti (o ncapaci) o ceo con date
    > di uscita e bilanci tra le loro
    > priorità.

    E le conseguenze si vedono tutte nella qualita' del software closed: scarsa.

    > > > NVidia non lo fa semplicemente perchè da
    > > sempre
    > > > ha il miglior supporto software al suo
    > > hardware,
    > > > chissene dell'open e se AMD fosse nella
    > > stessa
    > > > condizione chissene pure per lei degli
    > utenti
    > > > linux e dell'open source in
    > > > generale.
    > >
    > > E invece non e' cosi'.
    > > AMD ha aperto all'open, i programmatori
    > capaci
    > > hanno sviluppato driver e librerie robusti ed
    > > efficaci, linux potra' sfruttare al massimo
    > una
    > > scheda grafica, e i servi del closed rosikano
    > > abbestia, con soddisfazione di dentisti e
    > > farmacisti che vendono
    > > maalox.
    >
    > Bah che i driver siano robusti ed efficaci è
    > tutto da vedere, diverse funzioni anche di schede
    > datate (e conosciute) sono ancora in beta o di là
    > da venire, ad oggi solo con i driver closed (e
    > bacati) sfrutti appieno l'hardware AMD sotto
    > linux.

    Oggi. Ma a quanto pare le cose cambieranno presto.

    > I servi del closed, come li chiame te, non
    > rosicano affatto, si comprano NVidia e si godono
    > un driver spettacolare che funziona dal primo
    > all'ultimo momento

    Se uno paga, gioca e sta zitto, io non ho niente da dire.
    I servi del closed sono quelli che vengono qua a fare fud.

    > con una facilità di
    > installazione che ha dell'imbarazzante per il
    > mondo linux.

    Da quanto tempo non installi piu' qualcosa sotto linux?
  • - Scritto da: panda rossa
    > > Ma lascia stare che di programmatori capaci
    > ce
    > ne
    > > sono sia nel versante open che in quello
    > closed
    > > anzi spesso fanno cose per entrambi i mondi,
    > e
    > > che credi che i programmatori che rilasciano
    > > tutto e per tutti campino di aria
    > > ?
    > > In ogni caso non ho mai detto che i
    > programmatori
    > > che lavorano in ambiti open source siano
    > degli
    > > incapaci anzi spesso ci sono delle vere
    > perle
    > tra
    > > di loro ma mi viene da dire che è facile
    > essere
    > > splendidi quando non devi sottostare a
    > voleri
    > di
    > > capiprogetto despoti (o ncapaci) o ceo con
    > date
    > > di uscita e bilanci tra le loro
    > > priorità.
    >
    > E le conseguenze si vedono tutte nella qualita'
    > del software closed:
    > scarsa.

    Ma non dire razzate ci sono ottimi software closed quanto altrettanti controparti open che fanno il lovo sporco lavoro, tutto sta nel non mettersi le fette di prosciutto davanti agli occhi e saper stabilire con obiettività cosa fa meglio il suo lavoro per te.

    > > Bah che i driver siano robusti ed efficaci è
    > > tutto da vedere, diverse funzioni anche di
    > schede
    > > datate (e conosciute) sono ancora in beta o
    > di
    > là
    > > da venire, ad oggi solo con i driver closed
    > (e
    > > bacati) sfrutti appieno l'hardware AMD sotto
    > > linux.
    >
    > Oggi. Ma a quanto pare le cose cambieranno presto.

    E si certo ed io mi compro la super schedona della madonna da 500 euro oggi per poterla usare appieno FORSE fra uno o due anni ?
    Ma mi installo i driver closed e vivo felice.

    > > con una facilità di
    > > installazione che ha dell'imbarazzante per il
    > > mondo linux.
    >
    > Da quanto tempo non installi piu' qualcosa sotto
    > linux?

    Nnon girare la frittata ogni volta che leggo notizie sui driver AMD o Nvidia open trovo informazioni (scarse e sparpagliate) sul parametro di avvio tal dei tali per attivare quella funzione beta che va solo su quella revisione di hardware o quella variabile d'ambiente per forzare la tale estensione OpenGL.
    NVidia ha il suo installer (grafico e non) con il suo programma di configurazione a prova di utonto (grafico e non), installi funziona tutto quanto e hai anche strumenti avanzati per il monitoring. Quando si avranno le stesse cose sul versante open allora se ne riparla.
    mura
    1717
  • - Scritto da: panda rossa
    > E' ora di smetterla con questa ridicola caccia
    > alle streghe finanziata da chi ancora si ostina a
    > tenere segreto il proprio
    > codice.
    >
    > E' il codice closed quello vulnerabile!
    >
    > AMD sta dimostrando di vivere nel terzo
    > millennio, mentre altri ancora pensano di essere
    > nel
    > medioevo.

    Le cavolate...
    Amd sta dimostrando che sul software non investe un ciufolo (differentemente da nVidia) e che gli conviene avere tutto Open così da poter perseguire questa politica.
    non+autenticato
  • ...Sventola uno dei tanti luoghi comuni usati dai detrattori dell'open source.
  • - Scritto da: Sg@bbio
    > ...Sventola uno dei tanti luoghi comuni usati dai
    > detrattori dell'open
    > source.

    Perché non è forse vero?
    maxsix
    9667
  • - Scritto da: maxsix
    > - Scritto da: Sg@bbio
    > > ...Sventola uno dei tanti luoghi comuni
    > usati
    > dai
    > > detrattori dell'open
    > > source.
    >
    > Perché non è forse vero?

    hai qualche prova in merito? alrimenti e' il solito flame del solito maxsix.

    tra parentesi, hai abilitato 'credentials guard' sulle TUE macchine windows in azure?
    non+autenticato
  • - Scritto da: marcione
    > - Scritto da: maxsix
    > > - Scritto da: Sg@bbio
    > > > ...Sventola uno dei tanti luoghi comuni
    > > usati
    > > dai
    > > > detrattori dell'open
    > > > source.
    > >
    > > Perché non è forse vero?
    >
    > hai qualche prova in merito?

    Sono anni che gli chiedo di dimostrare quello che dice e sono anni che non ha tempo.
    Shiba
    3923
  • - Scritto da: maxsix
    > - Scritto da: Sg@bbio
    > > ...Sventola uno dei tanti luoghi comuni
    > usati
    > dai
    > > detrattori dell'open
    > > source.
    >
    > Perché non è forse vero?


    Ma anche no, credi che in NVidia non sappiano fare le cose che fa anche AMD ? Guardare come lo fanno non vuol dire automaticamente imparare a fare quello che fanno loro in più o in meno nè tanto meno "rubare" segreti gelosamente custoditi.

    A leggere i sorgenti di un concorrente non migliori il tuo software solo per il fatto che incastrare il suo nel tuo non è esattamente facile, sarebbe come provare ad incastrare il motore di un SUV in una 500.
    mura
    1717
  • - Scritto da: mura

    > Ma anche no, credi che in NVidia non sappiano
    > fare le cose che fa anche AMD ? Guardare come lo
    > fanno non vuol dire automaticamente imparare a
    > fare quello che fanno loro in più o in meno nè
    > tanto meno "rubare" segreti gelosamente
    > custoditi.

    Il tuo commento non è, a mio giudizio, uno dei piu' partigiani che ho letto, ma colgo lo spunto per una riflessione

    non capisco il fare gruppo/squadra con le multinazionali (quali che esse siano):
    abbiamo interessi diversi, loro, come giustamente da te rilevato, devono fare utile, noi da utenti dobbiamo cercare di ottenere il miglior prodotto (in termini di quello che realmente ci serve) al miglior prezzo.
    la concorrenza agevola sicuramente l'acquirente, e di volta in volta le singole iniziative possono essere più o meno convenienti per l'utente. In certe occasioni (non il tuo commento) leggere frasi tipo "quelli devono chiudere" da parte dell'utente finale mi stranisce, avrebbe senso se detto dal CEO della società rivale.
    non+autenticato
  • - Scritto da: gino
    > - Scritto da: mura
    >
    > > Ma anche no, credi che in NVidia non sappiano
    > > fare le cose che fa anche AMD ? Guardare
    > > come lo fanno non vuol dire automaticamente
    > > imparare a fare quello che fanno loro in più o
    > > in meno nè tanto meno "rubare" segreti gelosamente
    > > custoditi.

    > Il tuo commento non è, a mio giudizio, uno dei
    > piu' partigiani che ho letto, ma colgo lo spunto
    > per una riflessione
    >
    > non capisco il fare gruppo/squadra con le
    > multinazionali (quali che esse siano):
    > abbiamo interessi diversi, loro, come giustamente
    > da te rilevato, devono fare utile, noi da utenti
    > dobbiamo cercare di ottenere il miglior prodotto
    > (in termini di quello che realmente ci serve) al
    > miglior prezzo.

    Anche sapere cosa ci sia dentro i loro prodotti e volendo poterli modificare perchè si avvicinino di più a quello che vogliamo da loro è un vantaggio per noi, non solo il prezzo.

    > la concorrenza agevola sicuramente l'acquirente,
    > e di volta in volta le singole iniziative possono
    > essere più o meno convenienti per l'utente. In
    > certe occasioni (non il tuo commento) leggere
    > frasi tipo "quelli devono chiudere" da parte
    > dell'utente finale mi stranisce, avrebbe senso se
    > detto dal CEO della società rivale.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Passante

    > Anche sapere cosa ci sia dentro i loro prodotti e
    > volendo poterli modificare perchè si avvicinino
    > di più a quello che vogliamo da loro è un
    > vantaggio per noi, non solo il
    > prezzo.
    >
    la questione del codice aperto l'avevo sottointesa in questo passaggio:

    > > la concorrenza agevola sicuramente
    > l'acquirente,
    > > e di volta in volta le singole iniziative
    > possono
    > > essere più o meno convenienti per l'utente.

    probabilmente ero stato troppo criptico
    non+autenticato
  • - Scritto da: Passante
    > - Scritto da: gino
    > > - Scritto da: mura
    > >
    > > > Ma anche no, credi che in NVidia non
    > sappiano
    > > > fare le cose che fa anche AMD ? Guardare
    > > > come lo fanno non vuol dire
    > automaticamente
    > > > imparare a fare quello che fanno loro
    > in più o
    >
    > > > in meno nè tanto meno "rubare" segreti
    > gelosamente
    > > > custoditi.
    >
    > > Il tuo commento non è, a mio giudizio, uno
    > dei
    > > piu' partigiani che ho letto

    Guarda francamente a me di AMD o Nvidia frega veramente poco e di partigiano non vedo proprio cosa tu ci trovi, il mio era solo un commento al fatto che guardare cosa faccia un altro non significa che dopo lo sappia fare pure tu.

    Poi boh se te sei abituato a fermarti a leggere un commento alla prima riga e poi scrivere abbestia minchiate ti fa pigliare del presuntuoso e basta.
    mura
    1717
  • - Scritto da: mura

    > Poi boh se te sei abituato a fermarti a leggere
    > un commento alla prima riga e poi scrivere
    > abbestia minchiate ti fa pigliare del presuntuoso
    > e
    > basta.

    ??????
    eppure pensavo di non essere stato offensivo in alcun modo, e di aver premesso che proseguivo con delle riflessioni in libertà

    ma tant'è contento tu contenti tutti
    non+autenticato
  • - Scritto da: mura
    > - Scritto da: maxsix
    > > - Scritto da: Sg@bbio
    > > > ...Sventola uno dei tanti luoghi comuni
    > > usati
    > > dai
    > > > detrattori dell'open
    > > > source.
    > >
    > > Perché non è forse vero?
    >
    >
    > Ma anche no, credi che in NVidia non sappiano
    > fare le cose che fa anche AMD ? Guardare come lo
    > fanno non vuol dire automaticamente imparare a
    > fare quello che fanno loro in più o in meno nè
    > tanto meno "rubare" segreti gelosamente
    > custoditi.

    Se si legge un listato di codice in scimmia mode hai ragione. Ma se si contestualizza il codice nelle varie funzioni che vuoi guardare, hai sempre qualcosa da imparare.
    >
    > A leggere i sorgenti di un concorrente non
    > migliori il tuo software solo per il fatto che
    > incastrare il suo nel tuo non è esattamente
    > facile, sarebbe come provare ad incastrare il
    > motore di un SUV in una
    > 500.

    Diciamo che guardare non fa male. Copiare come i muli si
    maxsix
    9667