Marco Calamari

Cassandra Crossing/ Star Wars: Stagione I Episodio 1

di M. Calamari - Cassandra ha assistito alla prima di Star Wars: The Force Awakens. La profezia si è avverata: Lucas non c'è più, la Forza è sopita

Roma - E fu così che Cassandra, alle 16:00 in punto, si trovò al cinema alla prima di Episodio VII, munito della spada laser di Yoda nascosta nella manica del giaccone (ci stava precisa) ed accompagnato dal suo fido padawan.

Star Wars: The Force Awakens

Perché di Yoda e nascosta nella manica? Beh, un po' di preoccupazione per possibili controlli antiterrorismo (davvero!) e cose così.
Invece nessuno ci fa caso: già un centinaio di persone si aggirano per l'enorme multisala semideserto. Noto con piacere una coppia giovane in costume (ma al tempo di Episodio IV erano nati?) e mi rassereno vedendo altre spade laser (solo tre). Nessuno del personale se le fila, per fortuna.
Tralasciamo rispettosi snudamenti di spada, giochi, giochetti e battute, pochi ma piacevoli, e veniamo al dunque.

Come i 24 intelligenti lettori hanno già subodorato dal titolo, non si tratta del primo film della terza trilogia, ma della prima puntata di una serie ispirata a Star Wars, tecnicamente ben fatta, con noti attori ultrasessantenni.

È banale, dopo aver visto il film, compiere una operazione di spezzettamento, levando tutte le scene che sono versioni ad alta risoluzione di scene identiche della II trilogia (IV, V e VI) per vedere cosa rimane.
Tolti i pezzi già visti cosa rimane?
Non rimane niente.
Sono tutti pezzi collaudati estratti qua e là dai 3 film e rimessi insieme con cura. Nessuna storia.

Star Wars: The Force Awakens

Dozzine di battute ripetute letteralmente, una buona ricucitura delle scene, grande riutilizzo di ambientazioni.
Jakku è identico a Tatooine, il nuovo imperatore sembra il fratello scemo di Voldemort e la scena dell'osteria non fa sorridere nemmeno un po'.

Una sola battuta decente: "Ora si scappa, gli abbracci dopo".
Una davvero terrificante: "R2D2 si è messo in modalità risparmio energia, e da allora non si è più mosso".

Se avete due ore per sorridere e ci andate senza aspettative, il film è visibile ma Lucas, davvero, non c'è più. Persino Episodio I era più convincente.

Successo di botteghino ci sarà, ovviamente.
Rispetto ad altri film di supereroi che hanno sbancato non c'è paragone: non è un gran merito.
Ma la magia è finita. Per Cassandra è stata una facile profezia.

Marco Calamari
Lo Slog (Static Blog) di Marco Calamari
L'archivio di Cassandra/ Scuola formazione e pensiero

fonte immagine
Notizie collegate
68 Commenti alla Notizia Cassandra Crossing/ Star Wars: Stagione I Episodio 1
Ordina
  • ...mi pare più un articolo scritto per dimostrare il verificarsi della profezia, che per commentare in modo obiettivo il film.

    Personalmente l'ho trovato, nel complesso, gradevole, decisamente sopra lo squallido "Episodio I", seppur con qualche buco nella trama... ma dopotutto siamo al primo film di una nuova trilogia, che verrà affiancata da altrettanti spinoff: mi pare ovvio che non sia stato svelato tutto, così come mi pare ovvio che facesse un po' da riepilogo per chi Star Wars non l'ha mai visto.

    Mi pare anche ovvio che tutto sia nato per dare il via ad una grande operazione commerciale: nessuno produce film con quel costo se c'è il dubbio di andare in perdita.

    Ripeto, ci sono sicuramente dei buchi e delle cose assurde, così come ce ne sono in tutti i film di questo tipo: fa parte del gioco, della componente fantasiosa di questa "favola" fantascientifica... o forse Calamari vuole convincerci che gli Ewoks erano credibili solo perché immaginati da Lucas nella prima trilogia? suvvia...
    non+autenticato
  • sia per essere sicuro che in sala non saremo stati più di 4-5, sia perché il continuo bombardamento mediatico me l'aveva fatto venire a nausea. Questo film è riuscito a deludere aspettative che neppure avevo. Belli gli effetti speciali e ca*ate varie, ma la storia non suscita curiosità (come dice Cassandra, è la stessa precisa della prima trilogia) né empatia per i personaggi (a qualcuno è fregato qualcosa dei piloti degli X-wing durante la scena dell'attacco?).
    È stata una delle cose peggiori che abbia visto negli ultimi anni, fossi andato a vedere Il Piccolo Principe probabilmente sarei uscito molto più soddisfatto.
    Shiba
    3927
  • - Scritto da: Shiba

    > È stata una delle cose peggiori che abbia
    > visto negli ultimi anni, fossi andato a vedere Il
    > Piccolo Principe probabilmente sarei uscito molto
    > più soddisfatto.

    Fatti una risata:
    Premessa....
    https://leortola.wordpress.com/2013/06/14/star-tre.../

    Recensione:
    https://leortola.wordpress.com/2015/12/25/star-war.../
    non+autenticato
  • Visti entrambi, meglio del film veroA bocca aperta
    Shiba
    3927
  • - Scritto da: Shiba
    > Visti entrambi, meglio del film veroA bocca aperta

    Queste strisce sono un salva umore dopo i filmSorride
    non+autenticato
  • Il film è di una inconsistenza imbarazzante. Non vedevo una sceneggiatura così pessima da anni... tollerabile in una produzione domestica su YouTube, ma non tollerabile se ad opera di un professionista... mi aspettavo una scritta tipo "stavamo scherzando".
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 04 gennaio 2016 09.56
    -----------------------------------------------------------
  • - Scritto da: ratte
    > Il film è di una inconsistenza imbarazzante. Non
    > vedevo una sceneggiatura così pessima da anni...
    > tollerabile in una produzione domestica su
    > YouTube, ma non tollerabile se ad opera di un
    > professionista... mi aspettavo una scritta tipo
    > "stavamo
    > scherzando".

    Leggiti la recensione di Leo Ortolani: prima quella di star trek e dopo quella di star wars.
    non+autenticato
  • Hahahh! Viste! Grazie! Ho dovuto andarle un po a cercare, ma ne è valsa la penaFicoso
    o/ !
  • Ciao Ragazzi,
    solo un consiglio, rilassatevi, andate al cinema a vedere un film di fantascienza, non è Visconti. Fuori dalla sala i bambini duellavano con immaginarie spade laser...
    Ciao e auguri,
    M.
  • Per anni sono andati avanti dicendo "chiudiamo le videoteche", "perché dobbiamo pagare per i film di 20 anni fa?", "i produttori incassano miliardi con i cinema, non hanno diritto di chiedere altri soldi" e così via... difendendo la pirateria, e contribuendo piano piano alla distruzione del mercato home video.

    Ormai il mercato dei dvd e dei blu-ray è praticamente morto, Blockbuster è fallito, lo storico Videotecheforum non esiste più (questo è tutto ciò che ne resta: http://www.homevideoforum.it/viewforum.php?f=6 ... e contiene praticamente solo annunci di svendite per chiusure).

    Come previsto dagli "esperti" di Punto Informatico, le case cinematografiche sono sopravvissute, ed hanno puntato solo più sul cinema: risultato? Non fanno più i film pensati per durare nel tempo, ma solo per incassare il più possibile subito, quando il film è ancora nelle sale; quindi, effetti speciali a manetta, e nessuno sforzo per fare una trama che regga: una bella storia (come quella della trilogia originale) resta valida anche dopo 20, 30 o 40 anni, ed un tempo si poteva pensare in questi termini (chi realizzava un film destinato a durare nel tempo poteva avere, a distanza di anni, guadagni enormi), ma oggi non ha più senso: tra pochi mesi tutti gli interessati saranno in grado di vederlo gratis sui siti pirata, quindi i potenziali guadagni saranno nulli o quasi. Oggi qualcuno sarebbe disposto a pagare per una copia di Avatar? Eppure è di solo 6 anni fa, ed a suo tempo era stato un successone, ma ora non rende più nulla.

    Ecco quindi il motivo per puntare alla gratificazione immediata, con opere effimere, la cui spettacolarità non avrà più nulla di interessante tra pochi anni, superata da altri film, sempre con effetti speciali in CG, ma renderizzati con computer più potenti e con più pixel sullo schermo.

    Le videoteche, ed il mercato dei film che è stato distrutto, servivano a contrastare una cosa del genere; ma qui, per anni, gli utenti hanno detto chiaramente che preferivano avere i film a pagamento solo al cinema, e poi scaricarseli gratis: questo è il risultato.

    Del resto, con il modello precedente uscivano uno o due film memorabili, e cento film che dopo pochi mesi venivano dimenticati, quindi tutto sommato forse non è una grossa perdita. Dico solo che abbiamo contribuito tutti noi a mandare il cinema in questa direzione, e dobbiamo accettare le conseguenze della nostra scelta.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Basilisco di Roko
    > Per anni sono andati avanti dicendo "chiudiamo le
    > videoteche", "perché dobbiamo pagare per i film
    > di 20 anni fa?", "i produttori incassano miliardi
    > con i cinema, non hanno diritto di chiedere altri
    > soldi" e così via... difendendo la pirateria, e
    > contribuendo piano piano alla distruzione del
    > mercato home
    > video.
    >
    > Ormai il mercato dei dvd e dei blu-ray è
    > praticamente morto, Blockbuster è fallito, lo
    > storico Videotecheforum non esiste più (questo è
    > tutto ciò che ne resta:
    > http://www.homevideoforum.it/viewforum.php?f=6
    > ... e contiene praticamente solo annunci di
    > svendite per
    > chiusure).
    >
    > Come previsto dagli "esperti" di Punto
    > Informatico, le case cinematografiche sono
    > sopravvissute, ed hanno puntato solo più sul
    > cinema: risultato? Non fanno più i film pensati
    > per durare nel tempo, ma solo per incassare il
    > più possibile subito, quando il film è ancora
    > nelle sale; quindi, effetti speciali a manetta, e
    > nessuno sforzo per fare una trama che regga: una
    > bella storia (come quella della trilogia
    > originale) resta valida anche dopo 20, 30 o 40
    > anni, ed un tempo si poteva pensare in questi
    > termini (chi realizzava un film destinato a
    > durare nel tempo poteva avere, a distanza di
    > anni, guadagni enormi), ma oggi non ha più senso:
    > tra pochi mesi tutti gli interessati saranno in
    > grado di vederlo gratis sui siti pirata, quindi i
    > potenziali guadagni saranno nulli o quasi. Oggi
    > qualcuno sarebbe disposto a pagare per una copia
    > di Avatar? Eppure è di solo 6 anni fa, ed a suo
    > tempo era stato un successone, ma ora non rende
    > più
    > nulla.
    >
    > Ecco quindi il motivo per puntare alla
    > gratificazione immediata, con opere effimere, la
    > cui spettacolarità non avrà più nulla di
    > interessante tra pochi anni, superata da altri
    > film, sempre con effetti speciali in CG, ma
    > renderizzati con computer più potenti e con più
    > pixel sullo
    > schermo.
    >
    > Le videoteche, ed il mercato dei film che è stato
    > distrutto, servivano a contrastare una cosa del
    > genere; ma qui, per anni, gli utenti hanno detto
    > chiaramente che preferivano avere i film a
    > pagamento solo al cinema, e poi scaricarseli
    > gratis: questo è il risultato.
    >
    >
    > Del resto, con il modello precedente uscivano uno
    > o due film memorabili, e cento film che dopo
    > pochi mesi venivano dimenticati, quindi tutto
    > sommato forse non è una grossa perdita. Dico solo
    > che abbiamo contribuito tutti noi a mandare il
    > cinema in questa direzione, e dobbiamo accettare
    > le conseguenze della nostra
    > scelta.

    E che problema sarebbe ? Se non vale più la pena di andarli a vedere al cinema non si va e si scaricano pure quelli.
    non+autenticato
  • Infatti non ho mai detto che fosse un problema: ho solo detto che è la conseguenza inevitabile di un certo tipo di atteggiamento degli utenti, che questo forum ha contribuito a promuovere.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Basilisco di Roko
    > Infatti non ho mai detto che fosse un problema:
    > ho solo detto che è la conseguenza inevitabile di
    > un certo tipo di atteggiamento degli utenti, che
    > questo forum ha contribuito a promuovere.

    Ottimo ! Grazie della conferma: quindi un altro passo verso un mondo senza intermediari e parassiti è stato fatto; tutto va avanti secondo il piano, ora elimineremo anche questi parassiti che tentano di propinare film low brain dacci tempo.
    non+autenticato
  • > Ottimo ! Grazie della conferma: quindi un altro
    > passo verso un mondo senza intermediari e
    > parassiti è stato fatto; tutto va avanti secondo
    > il piano, ora elimineremo anche questi parassiti
    > che tentano di propinare film low brain dacci
    > tempo.

    In questo modo elimini anche la produzione di film, però. Sei sicuro di volerlo fare?
    non+autenticato
  • - Scritto da: Basilisco di Roko
    > > Ottimo ! Grazie della conferma: quindi
    > > un altro passo verso un mondo senza
    > > intermediari e parassiti è stato fatto;
    > > tutto va avanti secondo il piano, ora
    > > elimineremo anche questi parassiti che
    > > tentano di propinare film low brain dacci
    > > tempo.

    > In questo modo elimini anche la produzione di
    > film, però. Sei sicuro di volerlo fare ?

    Elimino solo questi supercostosi panettoni tutto effetti speciali e CGI, per girare capolavori serve solo una buona trama, torneremo ad avere ottime trame di film finanziati su kickstarter.
    Distruggere l'offerna è necessario per eliminare chi finanzia la pubblicizzazione di questo spettacoli vuoti.
    non+autenticato
  • > Elimino solo questi supercostosi panettoni tutto
    > effetti speciali e CGI,

    Che praticamente sono gli unici film che vengono ancora prodotti, se vai a vedere.

    > per girare capolavori
    > serve solo una buona trama,

    Perfettamente d'accordo... ma quanti film con una buona trama hai visto, di recente?

    > torneremo ad avere
    > ottime trame di film finanziati su
    > kickstarter.

    Puoi citarne qualcuno? Per ora non se ne vedono molti...

    > Distruggere l'offerna è necessario per eliminare
    > chi finanzia la pubblicizzazione di questo
    > spettacoli
    > vuoti.

    Distruggere non basta, sarebbe meglio avere anche qualcosa da proporre in alternativa.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Basilisco di Roko
    > > Elimino solo questi supercostosi
    > > panettoni tutto effetti speciali e CGI,

    > Che praticamente sono gli unici film che
    > vengono ancora prodotti, se vai a vedere.

    Appunto, basta non andarli a vedere e si elimineranno anche questi.

    > > per girare capolavori
    > > serve solo una buona trama,

    > Perfettamente d'accordo... ma quanti film
    > con una buona trama hai visto, di recente?

    Alcuni, basta non andare a vedere quelli senza, se proprio si ha voglia di un pò di wrumm wrumm bang bang si scarica.

    > > torneremo ad avere ottime trame
    > > di film finanziati su kickstarter.

    > Puoi citarne qualcuno? Per ora non se ne vedono
    > molti...

    Hai notato vero che sto parlando al futuro ? Hai problemi con i verbi ?

    > > Distruggere l'offerna è necessario
    > > per eliminare chi finanzia la
    > > pubblicizzazione di questo
    > > spettacoli vuoti.

    > Distruggere non basta, sarebbe meglio avere
    > anche qualcosa da proporre in alternativa.

    L'ho fatto sopra non hai letto ?
    non+autenticato
  • il cinema è profondamente ingiusto:

    i film brum-brum/bang-bang sono più fighi da vedere al cinema

    i film con una trama e senza troppi effetti speciali vederli a casa o al cinema è quasi lo stesso (quasi perche lo schermo grande, le poltrone comode, il non avere interruzioni ecc.) poi li vedi in streaming legate/illegale, li acquisti/li scarichi

    penso sia questo il motivo principale che ha causato l'attuale produzione cinematografica
    non+autenticato
  • - Scritto da: ora torno
    > il cinema è profondamente ingiusto:

    > i film brum-brum/bang-bang sono più fighi
    > da vedere al cinema

    Un paio di volte, poi smetti nè al cinema nè a casa.

    > i film con una trama e senza troppi effetti
    > speciali vederli a casa o al cinema è quasi lo
    > stesso (quasi perche lo schermo grande, le
    > poltrone comode, il non avere interruzioni ecc.)
    > poi li vedi in streaming legate/illegale, li
    > acquisti/li scarichi

    Ecco erchè ho citato kickstarter: le persone non sono affatto contrarie a finanziare chi offra loro qualcosa di interessante.

    > penso sia questo il motivo principale che ha
    > causato l'attuale produzione cinematografica

    L'attuale produzione cinematografica è appiattita dalla tendena USA di rendere i propri cittadini di QI bassi che tentano di propinare anche a noi. Poichè anche se non te ne rendi conto continui a parlare di produzioni prettamente americane mentre c'è un mondo là fuori.
    non+autenticato
  • > L'attuale produzione cinematografica è appiattita
    > dalla tendena USA di rendere i propri cittadini
    > di QI bassi che tentano di propinare anche a noi.
    > Poichè anche se non te ne rendi conto continui a
    > parlare di produzioni prettamente americane
    > mentre c'è un mondo là
    > fuori.

    È proprio perché "c'è un mondo là fuori" che appiattiscono i film: vogliono fare in modo che risulti comprensibile a tutto il mondo, anche a chi proviene da una cultura diversa. Un film legal-thriller, ad esempio, fondato su un dialogo intelligente, e sull'abilità e la competenza di un personaggio, può essere molto apprezzato in america (se parla del sistema di giustizia americano, gli spettatori lo conoscono abbastanza da apprezzare le astuzie del protagonista), ma sarebbe del tutto incomprensibile in Cina o in Giappone, dove c'è una legge ed un sistema giudiziario completamente diverso. Mentre un film catastrofico, ad esempio, spaventa allo stesso modo americani, cinesi, europei, arabi, indiani e chi vuoi (di fronte ad un edificio che crolla tu cerchi di metterti in salvo, non importa quale è la tua cultura)
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | Successiva
(pagina 1/3 - 14 discussioni)