Alfonso Maruccia

Falcon 9, ritorno a Terra

SpaceX annuncia e mostra lo storico atterraggio di un suo razzo Falcon 9, un vettore che per la prima volta rientra sano e salvo dopo il suo volo in orbita. Si apre l'era dei razzi riutilizzabili, con contorno di competizione polemica

Falcon 9, ritorno a TerraRoma - Dopo svariati tentativi non riusciti e botti spettacolari, SpaceX ha finalmente raggiunto l'obiettivo di portare in orbita uno dei suoi razzi Falcon 9 e poi di riportarlo, ancora intatto, sulla pista da cui era decollato. Un evento probabilmente storico per l'inizio dell'era dei vettori riutilizzabili - anche se quel particolare razzo Falcon 9 non volerà più, rivela il fondatore e CEO Elon Musk.


Il ritorno al suolo e il riutilizzo dei Falcon 9 è da sempre una delle priorità di SpaceX, azienda che sta contribuendo a gettare le fondamenta del nascente business spaziale privato americano. Un business che, prevedibilmente, dovrà fare i conti con budget molto meno astronomici di quelli di NASA e sarà quindi obbligato a contenere i costi in ogni modo possibile.



Il risparmio derivante dal riutilizzo del primo stadio di un razzo vettore è al momento difficilmente calcolabile, ma SpaceX ha già tratteggiato la prospettiva di un turismo spaziale (relativamente) economico e, più in là nel tempo, del trasporto di astronauti in carne e ossa verso lo spazio e Marte.
Quale che sia il futuro, in ogni caso, Musk ha già anticipato l'intenzione di non far più volare il razzo Falcon 9 che per primo è tornato al suolo intatto: si tratta di un modello in qualche modo "unico", ha spiegato il CEO di SpaceX, e una volta verificata l'integrità dei sistemi - e quindi la sua effettiva capacità teorica di volare di nuovo - il razzo finirà in museo.



L'impresa di SpaceX è notevole ma non è la prima del suo genere, visto che l'azienda è stata battuta sul tempo dalla Blue Origin di Jeff Bezos e dal razzo suborbitale New Shepard. Al tempo Musk fece le congratulazioni a Bezos ma osservò che il "suo" Falcon 9 era in grado di entrare in orbita intorno al pianeta diversamente dal razzo della concorrenza, e ora Bezos si congratula a sua volta con Musk con un piccato benvenuto nel "club" delle aziende spaziali dotate di vettori riutilizzabili. La nuova era dei razzi spaziali multi-uso si apre all'insegna della competizione.

Alfonso Maruccia
Notizie collegate
9 Commenti alla Notizia Falcon 9, ritorno a Terra
Ordina
  • 12 secondi che racchiudo (quasi) lo stato dell'arte della tecnica aerospaziale. Incredibile!
    Tra l'altro anche incredibili i miglioramenti che la SpaceX è riuscita ad apportare ai propri razzi; infatti ad aprile
    il Falcon 9 era esploso mentre cercava di atterrare su una piattaforma

    http://aliveuniverse.today/rubriche/immagine-del-g...

    Mentre a giugno c'era stata l'esplosione del Falcon 9 e della capsula Dragon

    http://aliveuniverse.today/flash-news/missioni-spa...

    ora, a dicembre, pochi mesi dopo, tutto è filato liscio come se nulla fosse accaduto.
    non+autenticato
  • Le possibilità di sopravvivenza dell' essere umano fuori da questo pianeta stanno a zero. Pace.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Lemon Truff
    > Le possibilità di sopravvivenza dell' essere
    > umano fuori da questo pianeta stanno a
    > zero.
    > Pace.
    Se la sopravvivenza dell' essere umano fuori </> dal pianeta è legata a questo tuo commento, non c'è nessun dubbio che stiano a zero
    CVD
    non+autenticato
  • - Scritto da: Lemon Truff
    > Le possibilità di sopravvivenza dell' essere
    > umano fuori da questo pianeta stanno a
    > zero.
    > Pace.

    meno male che ce lo hai detto!
    presto, si avvisino usa, russia, cina e tutti gli altri di interrompere immediatamente ogni ogni ricerca spaziale e devolere tutti i fondi ai bambini affamati... e i bambini? chi pensa ai bambini?!?!?
    non+autenticato
  • Signori gioiamo!
    Oggi durante la durata delle nostre vite, si è ufficialmente aperta l'era spaziale civile. Neanche poco più di 100 anni fà ai tempi di mio nonno, chiunque avesse detto che l'uomo poteva volare sarebbe stato preso per pazzo.Ora se la stazione spaziale gonfiabile funziona potremmo visitare lo spazio senza devo essere multimiliardari. Il futuro è pieno di miliardi di possibilità.
    non+autenticato
  • - il razzo deve essere almeno a due stadi visto che qui rientra il primo.

    - il primo stadio deve avere il carburante per alzare tutto (se' stesso, gli altri stadi, il carico pagante, il carburante per il rientro)

    ovviamente idrogeno e ossigeno liquidi costano meno di tutto il razzo, ma anche lo space shuttle era nato "economico" ma alla fine costava un sacco di soldi in manutenzione, revisioni, ecc.

    qualcuno (no, alfonso, non sto parlando con te) se ne intende e sa dove andare a cercare info sulla PRESUNTA economicita' a lungo termine dei razzi riutilizzabili? magari salta fuori che devono essere riutilizzati 50 volte per essere vantaggiosi ma poi dopo il 30esimo lancio i materiali cedono a causa dello stress: vibrazioni, ecc. Dopotutto un razzo usa-e-getta deve essere robusto per reggere una volta, uno riutilizzabile per reggere N volte. Dovrebbero dare una occhiata (se possibile) agli archivi di costruzione degli space shuttle.
    non+autenticato
  • Magari i conti li ha già fatti spacex, non credi? Altrimenti perché continuerebbero ad investire?
    non+autenticato
  • - Scritto da: Luca
    > Magari i conti li ha già fatti spacex, non credi?
    > Altrimenti perché continuerebbero ad investire?

    Voglio essere provocatorio: anche senza fare i conti, se continui a prendere contratti da miliardi di dollari e ne hai di avanzo per investire in soluzioni innovativi, difficile dire che stai sbagliando.
  • 1) Il primo stadio rappresenta l'80% del totale del volume e del costo. Il prossimo razzo sarà totalmente riutilizzabile.

    2) Il costo del carburante è trascurabile in confronto al resto (qualche migliaia di dollari contro svariate decine di milioni).

    3) Lo shuttle aveva mille difetti e difficoltà per quanto riguarda la riusabilità e la parte più grande andava persa dopo ogni lancio. Inoltre cadendo nell'oceano gli SRB si rovinavano tantissimo ed erano necessari mesi per ripararli. Stessa cosa per l'orbiter e lo scudo termico.

    4) Niente fà pensare che non sarà economico anche se prima bisogno ovviamente vedere le primi analisi.
    non+autenticato