Alfonso Maruccia

Stephen Hawking condanna l'umanitÓ

L'astrofisico britannico lancia l'ennesimo allarme sulla vocazione del genere umano all'autodistruzione, un evento con probabilitÓ sempre maggiori di avverarsi. Superati i prossimi 100 anni, per˛, sopravvivremo nello spazio

Stephen Hawking condanna l'umanitÓRoma - In una delle sue recenti sortite pubbliche nel corso del programma Reith Lectures in onda nei prossimi giorni su BBC4, Stephen Hawking è ancora una volta tornato sul rischio che l'evoluzione tecnologica costituisce per la sopravvivenza a lungo termine del genere umano. Un rischio che cresce col passare del tempo, ma che superata una certa soglia dovrebbe svanire in contemporanea alla dispersione dell'homo sapiens tra i pianeti e le stelle esterne.

La probabilità di un disastro "terminale" in grado di distruggere (o magari sterilizzare in via definitiva) il pianeta Terra è minima, ha spiegato Hawking, ma più passa il tempo e più quella probabilità cresce: nei prossimi 1.000 o 10.000 anni, la probabilità si trasformerà in quasi-certezza e a quel punto tanti saluti all'umanità.

Tra le possibili cause dell'estinzione umana Hawking cita una guerra nucleare - eventualità mai "estintasi" completamente dopo la Guerra Fredda e ora più contemporanea che mai - gli effetti incontrollabili del riscaldamento globale oppure un virus geneticamente mutato con un livello di mortalità da far impallidire la storica epidemia di Spagnola.
Ma il professore britannico si definisce in ogni caso un "ottimista", anche se a tempo limitato: l'uomo ha oggi una "finestra" di 100 anni che deve sfruttare per installare colonie sugli altri pianeti, ribadisce Hawking, così da sopravvivere nel suo viaggio nel cosmo anche in caso di cataclisma terminale sul pianeta madre.

Stephen Hawking è un genio con quoziente intellettivo di 160, ha rivoluzionato (e vuol continuare a rivoluzionare) l'astrofisica e la conoscenza umana dell'universo ma è evidentemente concentrato scenari apocalittici già da parecchi anni: i primi allarmi pubblici del professore sulla fine del mondo (o dell'uomo) risalgono al 2006, mentre le sue posizioni sui rischi connessi alla ricerca di vita extraterrestre o allo sviluppo dell'intelligenza artificiale sono oramai noti.

Non a caso Hawking si è recentemente guadagnato - assieme tra gli altri a Elon Musk, esplicito nel diffidare della IA troppo cresciuta - un ammonimento da parte di Information Technology and Innovation Foundation (ITIF), un'organizzazione che accusa i succitati luminari di alimentare, con le loro dichiarazioni allarmistiche, il luddismo del pubblico facilmente impressionabile e, quel che è peggio, dei politici nelle cui mani risiedono le chiavi per i finanziamenti della ricerca scientifica. Sulla IA e non.

Alfonso Maruccia
Notizie collegate
  • AttualitàHawking: smettete di cercare ETIl fisico pi¨ importante degli ultimi 50 anni rilancia le sue tesi. La curiositÓ per gli alieni potrebbe costare cara alla Terra: meglio volare basso e pensare ai fatti propri
  • AttualitàHawking: c'è vita là fuoriLa colonizzazione dello spazio secondo Stephen Hawking. Che sogna avamposti spaziali, esplorazioni stellari e l'impegno dell'umanitÓ per rendere questi sogni realtÓ
  • Digital LifeI robot killer vanno soppressi sul nascereUna nuova lettera sul tema delle armi intelligenti evidenzia i pericoli connessi con una eventuale corsa agli armamenti autonomi, un pericolo da evitare per il bene di tutti. Molte e autorevoli le firme in calce al documento
62 Commenti alla Notizia Stephen Hawking condanna l'umanitÓ
Ordina
  • ...nasce e muore. E' la Natura.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Esprit
    > ...nasce e muore. E' la Natura.

    Ogni cosa al suo posto! Popporopoppò!!!
    non+autenticato
  • - Scritto da: Esprit
    > ...nasce e muore. E' la Natura.

    Sono parole che la gente fa fatica a comprendere dopo centinaia di anni di indottrinamento che ha messo l'uomo al centro e al di sopra di essa ma mai come una sua parte

    Pensa a tutti quelli che si sono fatti congelare i corpi dopo la morte nella speranza che in un futuro qualcuno o qualcosa possa resuscitarli, e' un loro totale rifiuto del ciclo naturale della vita (peccato che tra fallimenti e blackout ormai i loro corpi sono marciti lo stesso)
    non+autenticato
  • - Scritto da: Contabile
    > - Scritto da: Esprit
    > > ...nasce e muore. E' la Natura.
    >
    > Sono parole che la gente fa fatica a comprendere
    > dopo centinaia di anni di indottrinamento che ha
    > messo l'uomo al centro e al di sopra di essa ma
    > mai come una sua
    > parte
    >
    > Pensa a tutti quelli che si sono fatti congelare
    > i corpi dopo la morte nella speranza che in un
    > futuro qualcuno o qualcosa possa resuscitarli, e'
    > un loro totale rifiuto del ciclo naturale della
    > vita (peccato che tra fallimenti e blackout ormai
    > i loro corpi sono marciti lo
    > stesso)

    Infatti la soluzione non e' mica farsi congelare i corpi, ma farsi congelare la mente.

    Una volta che si arrivera' a decodificare come funziona il cervello, si fa una copia elettronica, si trasferiscono i dati, e la mente di ciascuno potra' continuare a funzionare anche dopo che il corpo e' dipartito.
  • - Scritto da: panda rossa
    > - Scritto da: Contabile
    > > - Scritto da: Esprit
    > > > ...nasce e muore. E' la Natura.
    > >
    > > Sono parole che la gente fa fatica a
    > comprendere
    > > dopo centinaia di anni di indottrinamento
    > che
    > ha
    > > messo l'uomo al centro e al di sopra di essa
    > ma
    > > mai come una sua
    > > parte
    > >
    > > Pensa a tutti quelli che si sono fatti
    > congelare
    > > i corpi dopo la morte nella speranza che in
    > un
    > > futuro qualcuno o qualcosa possa
    > resuscitarli,
    > e'
    > > un loro totale rifiuto del ciclo naturale
    > della
    > > vita (peccato che tra fallimenti e blackout
    > ormai
    > > i loro corpi sono marciti lo
    > > stesso)
    >
    > Infatti la soluzione non e' mica farsi congelare
    > i corpi, ma farsi congelare la
    > mente.
    >
    > Una volta che si arrivera' a decodificare come
    > funziona il cervello, si fa una copia
    > elettronica, si trasferiscono i dati, e la mente
    > di ciascuno potra' continuare a funzionare anche
    > dopo che il corpo e'
    > dipartito.

    E chi ti dice che non sia così da sempre? Io sono tendenzialmente scettico benchè di estrazione tiepidamente cattolica, ma davvero molti ovvero quasi tutte le religioni credono in una vita immateriale (loro dicono spirituale) anche dopo la morte.
  • - Scritto da: rockroll

    > E chi ti dice che non sia così da sempre? Io sono
    > tendenzialmente scettico benchè di estrazione
    > tiepidamente cattolica, ma davvero molti ovvero
    > quasi tutte le religioni credono in una vita
    > immateriale (loro dicono spirituale) anche dopo
    > la
    > morte.

    Ah beh sì beh.
    non+autenticato
  • - Scritto da: rockroll

    > >
    > > Una volta che si arrivera' a decodificare come
    > > funziona il cervello, si fa una copia
    > > elettronica, si trasferiscono i dati, e la mente
    > > di ciascuno potra' continuare a funzionare anche
    > > dopo che il corpo e'
    > > dipartito.
    >
    > E chi ti dice che non sia così da sempre?

    Perche' la mente ha bisogno di un supporto fisico: il cervello.
    Non puo' esistere senza il supporto.

    > Io sono
    > tendenzialmente scettico benchè di estrazione
    > tiepidamente cattolica, ma davvero molti ovvero
    > quasi tutte le religioni credono in una vita
    > immateriale (loro dicono spirituale) anche dopo
    > la morte.

    Credono. Ma che cosa hanno mai fatto per rendere cio' possibile?
    Tutti i loro sforzi si muovono nella direzione opposta, impedendo od ostacolando la scienza.
  • - Scritto da: rockroll

    > E chi ti dice che non sia così da sempre? Io sono
    > tendenzialmente scettico benchè di estrazione
    > tiepidamente cattolica, ma davvero molti ovvero
    > quasi tutte le religioni credono in una vita
    > immateriale (loro dicono spirituale) anche dopo
    > la morte.

    Il Pentateuco (l'insieme dei primi cinque libri della Bibbia) non precisa cosa succede alle persone dopo la morte, ma fa menzione di una resurrezione collettiva dopo il Giudizio. Solo in alcuni testi successivi viene elaborata la nozione dell'inferno.

    Secondo le religioni di ceppo induista l'anima trasmigra da un corpo all'altro senza rimanere in un "limbo" tipo aldià.

    In alcuni sistemi religiosi, la morte è vista come il passaggio dell'individuo allo stato di antenato. Gli antenati si inseriscono nella vita dei propri discendenti comunicando direttamente con loro, proteggendoli.

    Per le religioni tradizionali cinesi non vi è una separazione netta tra il mondo dei vivi e quello dei morti: i morti non abbandonano il mondo dei vivi, ma diventano antenati.

    Secondo le religioni tradizionali africane, i morti non si ritirano in una sfera ultraterrena, ma continuano a intervenire nella vita dei discendenti sotto forma di "spiriti protettori".

    Prorpio quasi tutte guarda... Quasi tutte quelle 2 che conosci forse.
    non+autenticato
  • - Scritto da: panda rossa

    > Infatti la soluzione non e' mica farsi congelare
    > i corpi, ma farsi congelare la
    > mente.

    Che ugualmente è una stupidaggine,nasci, vivi la tua vita e poi muori.
    Tutti gli esseri viventi di questo pianeta seguono questo andamento, non deve essere diverso per l'uomo.

    > Una volta che si arrivera' a decodificare come
    > funziona il cervello, si fa una copia
    > elettronica, si trasferiscono i dati, e la mente
    > di ciascuno potra' continuare a funzionare anche
    > dopo che il corpo e'
    > dipartito.

    Si e poi immaginati una mente alla Hitler che vive in eterno, oppure quelle stesse menti che hanno schiavizzato l'umanità da una vita....
    non+autenticato
  • - Scritto da: Etype
    > - Scritto da: panda rossa

    > > Infatti la soluzione non e' mica farsi congelare
    > > i corpi, ma farsi congelare la mente.

    > Che ugualmente è una stupidaggine,nasci, vivi la
    > tua vita e poi muori.

    E chi l'ha detto che è obbligatorio che le cose vadano così ?

    > Tutti gli esseri viventi di questo pianeta
    > seguono questo andamento, non deve essere
    > diverso per l'uomo.

    E perchè invece l'uomo non potrebbe fare come fanno alcune piante o muffe che crescono all'infinito ?
    Perchè sai.... SI, ci sono esseri che non seguono quell'andamento.

    > > Una volta che si arrivera' a decodificare come
    > > funziona il cervello, si fa una copia
    > > elettronica, si trasferiscono i dati, e la mente
    > > di ciascuno potra' continuare a funzionare anche
    > > dopo che il corpo e' dipartito.

    > Si e poi immaginati una mente alla Hitler che
    > vive in eterno, oppure quelle stesse menti che
    > hanno schiavizzato l'umanità da una vita....

    Li manderemo a conquistare i soli per noi, una volta fatto lo sporco lavoro esploderà la carica che gli abbiamo inserito dentro al cranio.
    non+autenticato
  • - Scritto da: passante

    > E chi l'ha detto che è obbligatorio che le cose
    > vadano così
    > ?

    Perchè è il naturale corso della vita su un pianeta con risorse finite.

    > E perchè invece l'uomo non potrebbe fare come
    > fanno alcune piante o muffe che crescono
    > all'infinito
    > ?

    Perchè è un pericolo per se e per il pianeta su cui vive.
    Inoltre ogni volta che l'essere umano ha interferito con la natura si sono avuti sempre disastri.

    Meglio vivere pienamente e felicemente una vita a termine che vivere per sempre come uno schiavo.

    > Perchè sai.... SI, ci sono esseri che non seguono
    > quell'andamento.

    Nessun essere vivente vive per sempre su un pianeta finito.

    > Li manderemo a conquistare i soli per noi, una
    > volta fatto lo sporco lavoro esploderà la carica
    > che gli abbiamo inserito dentro al
    > cranio.

    Un pò difficile se questi prendono il potere, stai pur certo che avverrà.
    non+autenticato
  • L'umanità sta sprecando questa brevissima finestra fortunata dal punto di vista climatico e geologico lasciando che il progresso scientifico sia ritardato dall'interesse economico.
    Dobbiamo imparare a produrre smisurate quantita di energia per quando dovremo rifugiarci sottoterra (evento che avverrà inevitabilmente per motivi appunto geologici o astrononici).
    Altrimenti faremo parte delle millemila specie che si sono gia estinte nella storia del ns. pianeta e forse del sistema solare.
    non+autenticato
  • - Scritto da: AxAx
    > L'umanità sta sprecando questa brevissima
    > finestra fortunata dal punto di vista climatico e
    > geologico lasciando che il progresso scientifico
    > sia ritardato dall'interesse
    > economico.
    > Dobbiamo imparare a produrre smisurate quantita
    > di energia per quando dovremo rifugiarci
    > sottoterra (evento che avverrà inevitabilmente
    > per motivi appunto geologici o
    > astrononici).
    > Altrimenti faremo parte delle millemila specie
    > che si sono gia estinte nella storia del ns.
    > pianeta e forse del sistema
    > solare.

    Ragionamento tipico di un occidentale, la paura detta costantemente i ritmi e le azioni di tutta la sua vita
    non+autenticato
  • - Scritto da: Contabile
    > - Scritto da: AxAx
    > > L'umanità sta sprecando questa brevissima
    > > finestra fortunata dal punto di vista climatico
    > e
    > > geologico lasciando che il progresso scientifico
    > > sia ritardato dall'interesse
    > > economico.
    > > Dobbiamo imparare a produrre smisurate quantita
    > > di energia per quando dovremo rifugiarci
    > > sottoterra (evento che avverrà inevitabilmente
    > > per motivi appunto geologici o
    > > astrononici).
    > > Altrimenti faremo parte delle millemila specie
    > > che si sono gia estinte nella storia del ns.
    > > pianeta e forse del sistema
    > > solare.
    >
    > Ragionamento tipico di un occidentale, la paura
    > detta costantemente i ritmi e le azioni di tutta
    > la sua
    > vita

    si, ma ragionamento giusto a prescindere dall'etnia
    non+autenticato
  • Perchè è troppo difficile accettare che il genere umano come qualunque altra specie possa arrivare ad un termine ?
    non+autenticato
  • - Scritto da: Etype
    > Perchè è troppo difficile accettare che il genere
    > umano come qualunque altra specie possa arrivare
    > ad un termine
    > ?

    Perche' e' troppo difficile per te accettare che si possa evolvere?
  • Semplicemente è impossibile senza distruggere l'unico pianeta dove puoi abitare.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Etype
    > Semplicemente è impossibile senza distruggere
    > l'unico pianeta dove puoi
    > abitare.

    Potresti cortesemente attenerti alla netiquette e quotare cio' a cui rispondi.
    Da qualche giorno ti sei pesantemente niubbizzato.
  • - Scritto da: panda rossa

    > Potresti cortesemente attenerti alla netiquette e
    > quotare cio' a cui
    > rispondi.
    > Da qualche giorno ti sei pesantemente niubbizzato.

    Non ti ricordi la risposta che hai dato prima ?
    non+autenticato
  • - Scritto da: Etype
    > - Scritto da: panda rossa

    > > Potresti cortesemente attenerti alla
    > > netiquette e quotare cio' a cui rispondi.
    > > Da qualche giorno ti sei pesantemente
    > niubbizzato.

    > Non ti ricordi la risposta che hai dato prima ?

    Abbastanza da capire che stai svicolando.
    non+autenticato
  • AhahahaahA bocca aperta
    non+autenticato
  • - Scritto da: Etype
    > - Scritto da: panda rossa
    >
    > > Potresti cortesemente attenerti alla
    > netiquette
    > e
    > > quotare cio' a cui
    > > rispondi.
    > > Da qualche giorno ti sei pesantemente
    > niubbizzato.
    >
    > Non ti ricordi la risposta che hai dato prima ?

    Seguendo dozzine di thread contemporaneamente, permetti che magari mi sfugga qualcosa?
    Tu quota, che almeno dai il buon esempio.
  • L'umanita, come qualunque altra cosa nell'universo è destinata a estinguersi prima o poi. Inoltre ritengo l'uomo (come essere biologico) inadatto alla vita nello spazio.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Lizza

    > Inoltre ritengo l'uomo (come essere
    > biologico) inadatto alla vita nello
    > spazio.

    A questo ci penserà la genetica.
    D'altronde già oggi modifichiamo geneticamente piante e animali a nostro uso e consumo, l'uomo è solo lo step successivo.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Lizza
    > L'umanita, come qualunque altra cosa
    > nell'universo è destinata a estinguersi prima o
    > poi. Inoltre ritengo l'uomo (come essere
    > biologico) inadatto alla vita nello
    > spazio.

    Io lo ritengo inadatto da per tutto!
    non+autenticato
  • "Non a caso Hawking si è recentemente guadagnato - assieme tra gli altri a Elon Musk, esplicito nel diffidare della IA troppo cresciuta - un ammonimento da parte di Information Technology and Innovation Foundation (ITIF),"""

    ... una lobby contro un'altra.
    non+autenticato
  • - Scritto da: t a n y s t r o p h e u s
    > "Non a caso Hawking si è recentemente guadagnato
    > - assieme tra gli altri a Elon Musk, esplicito
    > nel diffidare della IA troppo cresciuta - un
    > ammonimento da parte di Information Technology
    > and Innovation Foundation
    > (ITIF),"""
    >
    > ... una lobby contro un'altra.

    la parte più pericolosa dell'IA e della robotica in generale è la possibilità di fare querre senza subire morti.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Mario

    > la parte più pericolosa dell'IA e della robotica
    > in generale è la possibilità di fare querre senza
    > subire
    > morti.

    si ok, ma questi robot combattono in un'arena? tipo RobotWars?A bocca aperta

    no perchè altrimenti i morti ( civili soprattutto ) ci saranno eccome
    non+autenticato
  • - Scritto da: collione
    > - Scritto da: Mario
    >
    > > la parte più pericolosa dell'IA e della
    > robotica
    > > in generale è la possibilità di fare querre
    > senza
    > > subire
    > > morti.
    >
    > si ok, ma questi robot combattono in un'arena?
    > tipo RobotWars?
    >A bocca aperta
    >
    > no perchè altrimenti i morti ( civili soprattutto
    > ) ci saranno
    > eccome

    Abbiate pazienza, ma le armi atomiche hanno da decenni reso praticamente inutile disquisire di scenari apocalittici che accadrebbero "se succede questo, se succede quello"... se si usano le armi atomiche come è possibile fare adesso e da decenni, ogni discorso cade, sarebbe la fine della civiltà e forse dell'umanità. Altro che robot.
    non+autenticato
  • - Scritto da: ...
    > - Scritto da: collione
    > > - Scritto da: Mario
    > >
    > > > la parte più pericolosa dell'IA e della
    > > robotica
    > > > in generale è la possibilità di fare
    > querre
    > > senza
    > > > subire
    > > > morti.
    > >
    > > si ok, ma questi robot combattono in
    > un'arena?
    > > tipo RobotWars?
    > >A bocca aperta
    > >
    > > no perchè altrimenti i morti ( civili
    > soprattutto
    > > ) ci saranno
    > > eccome
    >
    > Abbiate pazienza, ma le armi atomiche hanno da
    > decenni reso praticamente inutile disquisire di
    > scenari apocalittici che accadrebbero "se succede
    > questo, se succede quello"... se si usano le armi
    > atomiche come è possibile fare adesso e da
    > decenni, ogni discorso cade, sarebbe la fine
    > della civiltà e forse dell'umanità. Altro che
    > robot.
    in realta' la storia[*] ci dice che e' necessaria una atomica per evolverci.... 600milioni di morti, poi betatest di un motore a curvatura... vulcaniani che ci notano e ..boom.. una nuova era ci aspetta! non manca mica tanto... nov 2063 mi pare.

    [*] la storia di Zefram CochraneOcchiolino
    non+autenticato
  • - Scritto da: ...
    > - Scritto da: collione
    > > - Scritto da: Mario
    > >
    > > > la parte più pericolosa dell'IA e della
    > > robotica
    > > > in generale è la possibilità di fare
    > querre
    > > senza
    > > > subire
    > > > morti.
    > >
    > > si ok, ma questi robot combattono in
    > un'arena?
    > > tipo RobotWars?
    > >A bocca aperta
    > >
    > > no perchè altrimenti i morti ( civili
    > soprattutto
    > > ) ci saranno
    > > eccome
    >
    > Abbiate pazienza, ma le armi atomiche hanno da
    > decenni reso praticamente inutile disquisire di
    > scenari apocalittici che accadrebbero "se succede
    > questo, se succede quello"... se si usano le armi
    > atomiche come è possibile fare adesso e da
    > decenni, ogni discorso cade, sarebbe la fine
    > della civiltà e forse dell'umanità. Altro che
    > robot.

    Vaglelo a far capire a quella testa di ... dittatore del Nord Corea...
  • Nord Corea ? Gli USA non ce l'hanno ? la Russia? l'India ?
    non+autenticato
  • - Scritto da: Etype
    > Nord Corea ? Gli USA non ce l'hanno ? la Russia?
    > l'India
    > ?

    ...Pakistan, Cina, Francia, UK, Israele, prossimamente Iran e Arabia Saudita... più tutti quei Paesi come il nostro che sono sede di basi missilistiche e navali altrui, e di conseguenza bersagli.
    Funz
    12917
  • - Scritto da: collione
    > - Scritto da: Mario
    >
    > > la parte più pericolosa dell'IA e della
    > robotica
    > > in generale è la possibilità di fare querre
    > senza
    > > subire
    > > morti.
    >
    > si ok, ma questi robot combattono in un'arena?
    > tipo RobotWars?
    >A bocca aperta
    >
    > no perchè altrimenti i morti ( civili soprattutto
    > ) ci saranno
    > eccome
    ho detto subire, cioè chi ha i robot può fare una guerra a chi non li ha senza subire perdite ma facendone una quantità enorme
    non+autenticato
  • - Scritto da: t a n y s t r o p h e u s
    > "Non a caso Hawking si è recentemente guadagnato
    > - assieme tra gli altri a Elon Musk, esplicito
    > nel diffidare della IA troppo cresciuta - un
    > ammonimento da parte di Information Technology
    > and Innovation Foundation
    > (ITIF),"""
    >
    > ... una lobby contro un'altra.

    GOMBBLODDONE!!!
    non+autenticato