Claudio Tamburrino

TPP, firma in attesa di ratifica

Trovato l'accordo tra i partecipanti alla negoziazione: si apre la fase di discussione a livello nazionale che sancirÓ entro due anni l'entrata in vigore o meno del discusso trattato. Potrebbe avere un sensibile impatto sui diritti digitali

Roma - ╚ stata ufficialmente firmata da 12 paesi in Nuova Zelanda la versione definitiva dell'accordo Trans-Pacific Partnership (TPP), l'accordo commerciale che ha l'obiettivo di coprire il 40 per cento dell'economia mondiale.

Reso pubblico lo scorso novembre da diversi documenti ottenuti da Wikileaks, il TPP è il trattato di regolamentazione e di investimenti che dovrebbe - tra l'altro - guidare la lotta alla contraffazione nel commercio tra alcuni stati ed in generale riorganizzare il mondo del lavoro e del mercato per favorire le integrazione tra economie diverse. Fin dall'esordio delle sue negoziazioni nel 2014, è stato considerato il naturale erede dell'Anti-Counterfeiting Trade Agreement (ACTA), nomea che lo ha accompagnato fino alla sua stesura definitiva e che comporta l'accusa di riflettere in maniera preponderante un punto di vista a stelle e strisce sia per la proprietà intellettuale (dalla durata del copyright a 70 anni dopo la morte dell'autore, con conseguente restringimento del pubblico dominio per tutti i paesi che prevedevano una durata minore, al bando delle misure di aggiramento dei sistemi DRM) che, come sottolinea per esempio EFF, per i diritti digitali.

Per il momento a firmarlo sono stati 12 paesi (Australia, Brunei, Canada, Cile, Giappone, Malaysia, Messico, Nuova Zelanda, Perù, Singapore, Stati Uniti e Vietnam), ma ciò non significa che sia operativo: dopo la firma dei rappresentanti dei paesi chiamati alla negoziazione è previsto un periodo di due anni nel corso del quale deve essere ratificato da almeno 6 paesi in grado di pesare per l'85 per cento del PIL dei 12 paesi interessati (il che significa che sia gli Stati Uniti che il Giappone devono ratificare l'accordo).
La ratifica non è d'altra parte scontata in nessuno degli stati che hanno partecipato al negoziato: mentre in Giappone si è appena dimesso il ministro dell'economia Akira Amari, principale negoziatore del TPP, negli Stati Uniti nessuno dei candidati alle prese con il percorso che porterà alle presidenziali sembra particolarmente propenso ad appoggiarlo. In particolare perché in piene elezioni pesa il giudizio dei diversi gruppi che stanno protestando per il rischio che le misure ricomprese nell'accordo portino ad un abbassamento dei salari (nonostante per la prima volta si parli a livello transnazionale di salario minimo e diritto ad unirsi in sindacato) e ad un incentivo della delocalizzazione di alcuni tipi di lavoro all'estero.

Oltre ai lavoratori negli States, mille persone hanno causato blocchi del traffico in Nuova Zelanda, mentre in Canada il Ministro Chrystia Freeland ha annunciato che il trattato sarà sottoposto ad una profonda consultazione pubblica.

Claudio Tamburrino
Notizie collegate
  • Diritto & InternetTPP, testo ufficiale e paure confermateL'accordo sembra annacquare il discorso sulla net neutrality e rafforzare le misure di tutela del copyright. Rischi per le normative sulla privacy. Limitata trasparenza sul codice sorgente dei dispositivi immessi sul mercato
  • Diritto & InternetTPP, il copyright che piace agli USALe negoziazioni sono concluse: gli Stati Uniti stanno imponendo l'estensione del copyright fino a 70 anni dopo la morte dell'autore e il pugno duro nei confronti delle tecnologie di aggiramento delle misure a tutela dei contenuti
26 Commenti alla Notizia TPP, firma in attesa di ratifica
Ordina
  • Finora hanno firmato i paesi satelliti degli States, praticamente obbligati, pena ritorsioni commerciali.
    Il trattato, come ogni cosa, ha parti positive per l'europa, come una imponente de-burocratizzazione che può solo giovarci, e parti negative, come il fatto che le aziende possono citare gli stati in un "tribunale" interaziendale, cosa addirittura oscena (per quanto sovente gli stati si comportino da veri truffatori, vedi l'italia che non paga le aziende che lavorano per lo stato facendole fallire, con tutto l'indotto).
    non+autenticato
  • - Scritto da: barbagian

    > e
    > parti negative, come il fatto che le aziende
    > possono citare gli stati in un "tribunale"
    > interaziendale, cosa addirittura oscena

    è un abominio e basta... non è difendibile in nessun contesto
  • - Scritto da: barbagian
    > Finora hanno firmato i paesi satelliti degli
    > States, praticamente obbligati, pena ritorsioni
    > commerciali.
    > Il trattato, come ogni cosa, ha parti positive
    > per l'europa, come una imponente
    > de-burocratizzazione che può solo giovarci, e
    > parti negative, come il fatto che le aziende
    > possono citare gli stati in un "tribunale"
    > interaziendale, cosa addirittura oscena (per
    > quanto sovente gli stati si comportino da veri
    > truffatori, vedi l'italia che non paga le aziende
    > che lavorano per lo stato facendole fallire, con
    > tutto
    > l'indotto).

    L'europa non c'entra una sega, stai confondendo TPP con TTIP.
    E quella che tu chiami "deburocratizzazione" significa sfascio dei diritti dei lavoratori, della tutela del'ambiente, e delle sovranità nazionali. E comunque abbiamo già visto quali sono i risultati dei trattati commerciali, ad esempio il mercato unico europeo, oppure il WTO: la larghissima maggioranza delle famiglie italiane oggi sta decisamente peggio di 30 anni fa (e una piccola minoranza invece si è mostruosamente arricchita). Non c'è NIENTE di positivo nella globalizzazione economica.
    non+autenticato
  • E' vero, ho confuso le due cose, grazie.
    Quanto alla globalizzazione economica sono d'accordo anche qui: non c'è niente di buono perché favorisce l'accentramento della ricchezza in pochi soggetti, impoverendo implicitamente tutti gli altri, per non parlare degli oligopoli e monopoli che appiattiscono il mercato e generano squilibri politici, e quindi di giustizia.
    Un disastro totale.
    Per la de-burocratizzazione, mi sono accorto girando per il mondo che le opinioni dei popoli vengono "plasmate" dalle consuetudini delle nazioni dove vivono, e quindi una opinione vale l'altra: sono tutte vere e contemporaneamente tutte di parte, cioè false.
    non+autenticato
  • - Scritto da: barbagian
    > Finora hanno firmato i paesi satelliti degli
    > States, praticamente obbligati, pena ritorsioni
    > commerciali.

    Secondo te il Vietnam sarebbe un paese satellite degli Stati Uniti?
    Sei proprio ferrato in storia.

    Più che altro qui ha funzionato il gioco del poliziotto buono e del poliziotto cattivo con la Cina che gioca a fare il bullo e tutti gli altri paesi che finiscono per cercare la protezione dei furboni.

    > Il trattato, come ogni cosa, ha parti positive
    > per l'europa, come una imponente
    > de-burocratizzazione che può solo giovarci, e

    A parte che l'

    > parti negative, come il fatto che le aziende
    > possono citare gli stati in un "tribunale"
    > interaziendale, cosa addirittura oscena (per

    Forse invece quello è l'unico punto decente. significa proteggere le aziende dalle mafie locali e dai tentativi di estorsione.

    > quanto sovente gli stati si comportino da veri
    > truffatori, vedi l'italia che non paga le aziende
    > che lavorano per lo stato facendole fallire, con
    > tutto
    > l'indotto).
    non+autenticato
  • - Scritto da: vkcrr
    > - Scritto da: barbagian
    > > Finora hanno firmato i paesi satelliti degli
    > > States, praticamente obbligati, pena
    > ritorsioni
    > > commerciali.
    >
    > Secondo te il Vietnam sarebbe un paese satellite
    > degli Stati
    > Uniti?
    > Sei proprio ferrato in storia.
    >
    > Più che altro qui ha funzionato il gioco del
    > poliziotto buono e del poliziotto cattivo con la
    > Cina che gioca a fare il bullo e tutti gli altri
    > paesi che finiscono per cercare la protezione dei
    > furboni.
    >
    > > Il trattato, come ogni cosa, ha parti
    > positive
    > > per l'europa, come una imponente
    > > de-burocratizzazione che può solo giovarci, e
    >
    > A parte che l'
    >
    > > parti negative, come il fatto che le aziende
    > > possono citare gli stati in un "tribunale"
    > > interaziendale, cosa addirittura oscena (per
    >
    > Forse invece quello è l'unico punto decente.
    > significa proteggere le aziende dalle mafie
    > locali e dai tentativi di
    > estorsione.
    >
    > > quanto sovente gli stati si comportino da
    > veri
    > > truffatori, vedi l'italia che non paga le
    > aziende
    > > che lavorano per lo stato facendole fallire,
    > con
    > > tutto
    > > l'indotto).

    Credo proprio di no amico. Le uniche che potranno beneficiare di eventuali danni arrecati dallo stato, sono le grandi multinazionali e lobbyes.
    non+autenticato
  • >
    > Credo proprio di no amico. Le uniche che potranno
    > beneficiare di eventuali danni arrecati dallo
    > stato, sono le grandi multinazionali e
    > lobbyes.

    Come?
    non+autenticato
  • - Scritto da: sdfxa
    > >
    > > Credo proprio di no amico. Le uniche che
    > potranno
    > > beneficiare di eventuali danni arrecati dallo
    > > stato, sono le grandi multinazionali e
    > > lobbyes.
    >
    > Come?

    Così, così.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Il fuddaro
    > - Scritto da: sdfxa
    > > >
    > > > Credo proprio di no amico. Le uniche che
    > > potranno
    > > > beneficiare di eventuali danni arrecati
    > dallo
    > > > stato, sono le grandi multinazionali e
    > > > lobbyes.
    > >
    > > Come?
    >
    > Così, così.

    In pratica hai fatto fosche previsioni, ma senza sapere come si possano avverare.
    non+autenticato
  • - Scritto da: sdwsc
    > - Scritto da: Il fuddaro
    > > - Scritto da: sdfxa
    > > > >
    > > > > Credo proprio di no amico. Le
    > uniche
    > che
    > > > potranno
    > > > > beneficiare di eventuali danni
    > arrecati
    > > dallo
    > > > > stato, sono le grandi
    > multinazionali
    > e
    > > > > lobbyes.
    > > >
    > > > Come?
    > >
    > > Così, così.
    >
    > In pratica hai fatto fosche previsioni, ma senza
    > sapere come si possano
    > avverare.

    Leggi cosa significa quel trattato prima please.
    non+autenticato
  • Metodo scientifico: ho una teoria ti proverò che è vera.
    Metodo ciarlatano: ho una teoria tu devi provare che è falsa.
    non+autenticato
  • 1) un'azienda di un paese aderente può denunciare un altro paese se crede che ci siano delle leggi di impedimento per il proprio business.

    2) una corte speciale decide in merito e il paese accusato può essere costretto a cambiare leggi (o a pagare un risarcimento valutato sempre dalla corte speicale).

    Eravate abituati ai casi di lobbying?
    Qui è meglio, perché una corporation straniera può eliminare con due passaggi le leggi di un intera nazione Rotola dal ridereRotola dal ridereRotola dal ridere

    Vogliamo dirlo che chi firma una cosa del genere dovrebbe essere considerato traditore della propria patria con le conseguenza del caso? Ma sì, diciamolo Sorride
    non+autenticato
  • > Vogliamo dirlo che chi firma una cosa del genere
    > dovrebbe essere considerato traditore della
    > propria patria

    Chi firma ha tutto l'interesse nel farlo. Pensa a sé e gli va bene.

    Il ché è sorprendente se si pensa che perfino il nostro Panda Rossa sarebbe migliore come politico.

    Però è solo chi firma, solo chi è un politico, che conta. Gli altri no (e non si prendono né lo stipendio da politico né le mazzette delle lobby). Quindi il TPP arriverà prima o poi. D'altronde l'Unione Europea con la NATO e l'unione monetaria è il secondo tentativo (dopo la "società della nazioni") di legare tutti gli stati Europei sotto un unico controllore (gli USA). Per ora stà funzionando, e quando l'UE accetterà il TPP non si potrà rifiutare la ratificazione... La corda si stringe sempre di più. Ancora non ho visto una volta in cui si sia allentata.... ah già con la "Costituzione Europea" che è stata bocciata (anche se poi è passata lo stesso con il nome di "Trattato di Lisbona") A bocca storta

    L'unico modo per evitare di ricevere il TPP è lasciare ogni legame con gli USA. Lasciare la NATO e l'UE (incluso l'Euro come conseguenza). Cosa che con i politici attuali (i sinistroidi presunti socialisti, ma servi dell'imperialismo capitalista americano) vedo moolto difficile.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Gari

    > Chi firma ha tutto l'interesse nel farlo. Pensa a
    > sé e gli va
    > bene.


    Ovvio, perché viene ricoperto d'oro dalle lobby Cylon

    Rileggi quanto scritto sopra e dimmi se non c'è un UNICO paese a cui tutto ciò recherà vantaggi.
    E in ogni caso non importano i vantaggi: non puoi delegare a tribunali straordinari messi lì dalle corporation le leggi del tuo paese. E' sbagliato e basta.
    non+autenticato
  • Tra l'altro non credo che sia particolarmente in linea con le costituzioni europee, dato che si tratta di accettare una sovranità estera.
    non+autenticato
  • - Scritto da: omino del TPP
    > - Scritto da: Gari
    >
    > > Chi firma ha tutto l'interesse nel farlo.
    > Pensa
    > a
    > > sé e gli va
    > > bene.
    >
    >
    > Ovvio, perché viene ricoperto d'oro dalle lobby
    > Cylon
    >
    > Rileggi quanto scritto sopra e dimmi se non c'è
    > un UNICO paese a cui tutto ciò recherà
    > vantaggi.
    > E in ogni caso non importano i vantaggi: non puoi
    > delegare a tribunali straordinari messi lì dalle
    > corporation le leggi del tuo paese. E' sbagliato
    > e
    > basta.

    Ecco perché ci vogliono nomi e cognomi, indelebili nei tempi. Non sia mai che i popoli un giorno rinsaviscono e gliela fanno pagare.

    Non parlo di noi, cioè adesso,troppo rincitrulliti per farlo.

    Io sono il fuddaro io fuddo :^()
    non+autenticato
  • > L'unico modo per evitare di ricevere il TPP è
    > lasciare ogni legame con gli USA. Lasciare la
    > NATO e l'UE (incluso l'Euro come conseguenza).
    > Cosa che con i politici attuali (i sinistroidi
    > presunti socialisti, ma servi dell'imperialismo
    > capitalista americano) vedo moolto
    > difficile.

    Volevo ricordarti che i nostri politici hanno firmato ACTA, è stata la UE a fermarli, però poi ho pensato che in fondo sarebbe meglio così, la nostra casta/mafia è un cancro che rischia di danneggiare l'intera UE. Anzi se Italia, Regno Unito e Grecia uscissero l'UE diventerebbe molto più solida e molto più giusta.

    Comuque i nostri politici saranno pure servi dell'imperialismo capitalista degli Agnelli e dei Berlusconi, ma sono tutt'altro che sinistroidi. Il partito di sinistra lo hanno semplicemente occupato grazie alla copertura dei media e ai soliti fessi che si vendono i voti per un tozzo di pane.

    P.S, La nostra casta vuole uscire dall'Euro per svalutare e tagliare gli stipendi dei lavoratori.
    non+autenticato
  • - Scritto da: vkcrr
    > > L'unico modo per evitare di ricevere il TPP è
    > > lasciare ogni legame con gli USA. Lasciare la
    > > NATO e l'UE (incluso l'Euro come conseguenza).
    > > Cosa che con i politici attuali (i sinistroidi
    > > presunti socialisti, ma servi dell'imperialismo
    > > capitalista americano) vedo moolto
    > > difficile.
    >
    > Volevo ricordarti che i nostri politici hanno
    > firmato ACTA, è stata la UE a fermarli, però poi
    > ho pensato che in fondo sarebbe meglio così, la
    > nostra casta/mafia è un cancro che rischia di
    > danneggiare l'intera UE. Anzi se Italia, Regno
    > Unito e Grecia uscissero l'UE diventerebbe molto
    > più solida e molto più
    > giusta.
    >
    > Comuque i nostri politici saranno pure servi
    > dell'imperialismo capitalista degli Agnelli e dei
    > Berlusconi, ma sono tutt'altro che sinistroidi.
    > Il partito di sinistra lo hanno semplicemente
    > occupato grazie alla copertura dei media e ai
    > soliti fessi che si vendono i voti per un tozzo
    > di
    > pane.
    >
    > P.S, La nostra casta vuole uscire dall'Euro per
    > svalutare e tagliare gli stipendi dei
    > lavoratori.

    la nostra casta ha già visto la svalutazione dell'euro e ha votatp per distruggere i diritti dei lavoratori ed implicitamente il taglio degli stipendi per sostenere l'euro, questo destra sinistra e centro, lega compresa, tutti tranne il m5s
    non+autenticato
  • >
    > la nostra casta ha già visto la svalutazione
    > dell'euro e ha votatp per distruggere i diritti
    > dei lavoratori ed implicitamente il taglio degli
    > stipendi per sostenere l'euro, questo destra
    > sinistra e centro, lega compresa, tutti tranne il
    > m5s
    LOL il m5s?

    I cagnacci col compito di aggredire tutti quelli che danno fastidio alla casta?
    Non hai ancora capito bene coem funziona il sistema in Italia. Ci sono quelli che fanno il lavoro sporco e ci sono quelli che sfruttano la rabbia generata e per neutralizzare chi cerca di fermare il lavoro sporco. E'un lavoro ben coordinato.
    non+autenticato
  • esattamento, ma non succederà mai finchè i nostri politici fantocci sono corrotti e collusi con il potere neoliberista occidentale.

    - Scritto da: Gari
    > > Vogliamo dirlo che chi firma una cosa del
    > genere
    > > dovrebbe essere considerato traditore della
    > > propria patria
    >
    > Chi firma ha tutto l'interesse nel farlo. Pensa a
    > sé e gli va
    > bene.
    >
    > Il ché è sorprendente se si pensa che perfino il
    > nostro Panda Rossa sarebbe migliore come
    > politico.
    >
    > Però è solo chi firma, solo chi è un politico,
    > che conta. Gli altri no (e non si prendono né lo
    > stipendio da politico né le mazzette delle
    > lobby). Quindi il TPP arriverà prima o poi.
    > D'altronde l'Unione Europea con la NATO e
    > l'unione monetaria è il secondo tentativo (dopo
    > la "società della nazioni") di legare tutti gli
    > stati Europei sotto un unico controllore (gli
    > USA). Per ora stà funzionando, e quando l'UE
    > accetterà il TPP non si potrà rifiutare la
    > ratificazione... La corda si stringe sempre di
    > più. Ancora non ho visto una volta in cui si sia
    > allentata.... ah già con la "Costituzione
    > Europea" che è stata bocciata (anche se poi è
    > passata lo stesso con il nome di "Trattato di
    > Lisbona")
    >A bocca storta
    >
    > L'unico modo per evitare di ricevere il TPP è
    > lasciare ogni legame con gli USA. Lasciare la
    > NATO e l'UE (incluso l'Euro come conseguenza).
    > Cosa che con i politici attuali (i sinistroidi
    > presunti socialisti, ma servi dell'imperialismo
    > capitalista americano) vedo moolto
    > difficile.
    non+autenticato
  • - Scritto da: omino ratificato re
    >
    > Vogliamo dirlo che chi firma una cosa del genere
    > dovrebbe essere considerato traditore della
    > propria patria con le conseguenza del caso? Ma
    > sì, diciamolo
    >Sorride

    Concordo e lo dico: "chi firma una cosa del genere dovrebbe essere considerato traditore della propria patria".
    Izio01
    3751
  • > Vogliamo dirlo che chi firma una cosa del genere
    > dovrebbe essere considerato traditore del
    > protezionismo della propria patria
    > con le conseguenza del caso? Ma sì, diciamolo
    >Sorride
    non+autenticato