Gaia Bottà

Torrents Time, l'attacco dei detentori dei diritti

I rappresentanti dell'industria dei contenuti si scagliano contro l'erede di Popcorn Time e minacciano denunce. Gli sviluppatori difendono la neutralità del codice

Roma - Torrents Time non è che codice: codice che consente ai cittadini della Rete di fruire in streaming di contenuti condivisi sulle reti BitTorrent, codice che consente ai siti che operano con questi contenuti di offrire ai loro utenti una fruizione immediata sotto forma di streaming. I detentori dei diritti, nonostante la natura neutra del servizio, vi si sono già avventati.

Torrent Time

Nato dalle ceneri di Popcorn Time, e dalla tumultuosa evoluzione del suo codice, Torrents Time è stato appena implementato da piattaforme invise all'industria dei contenuti come The Pirate Bay. Repentina la reazione di BREIN, attivissima società di gestione dei diritti dei Paesi Bassi: i suoi legali hanno fatto recapitare un'ingiunzione informale agli sviluppatori di Torrents Time, invitandoli a interrompere la distribuzione del codice.

"Mettendo a disposizione Torrents Time, che è principalmente dedicato al facilitare, abilitare e partecipare alla distribuzione di file in violazione del diritto d'autore - questa la motivazione di BREIN - secondo la legge e la giurisprudenza dei Paesi Bassi state agendo in maniera illegale e violando il diritto d'autore e i diritti connessi di terzi, compresi quelli dei detentori dei diritti i cui interessi sono rappresentati da BREIN". La società imputa a Torrents Time la responsabilità dei danni inflitti ai detentori dei diritti e prospetta per gli sviluppatori il coinvolgimento in un contenzioso davanti alla giustizia dei Paesi Bassi, dove il sito è registrato: in quel contesto il fornitore di hosting, LeaseWeb, già coinvolto in alcuni procedimenti antipirateria, potrebbe essere chiamato a collaborare per identificare i gestori del sito e tagliarlo fuori dalla Rete. Gli svilupatori, poi, saranno chiamati a rispondere per i risarcimenti e le spese processuali, avverte BREIN.
Da parte loro, i gestori di Torrents Time si mostrano decisi a combattere: hanno immediatamente replicato a BREIN, sostenendo che le accuse di illegalità non solo sono infondate, ma sono altresì "false e illegali". Come si spiega nelle condizioni d'uso del software, è l'utente che "deve assicurarsi che le leggi della propria giurisdizione non impongano alcuna restrizione alla privata fruizione o all'uso dei contenuti di cui Torrents Time esegue lo streaming attingendo a una moltitudine di fonti condivise da privati": Torrents Time non è che il codice che fa da intermediario tra contenuti condivisi in Rete da utenti, a favore di utenti che ne vogliano fruire e assicura di "rispettare i diritti dei detentori del copyright", invitando gli utenti a fare altrettanto.

I legali di Torrents Time raccomandano a BREIN di desistere: proseguire con le minacce potrebbe rivelarsi "estremamente costoso per la vostra organizzazione e i suoi membri e potrebbe condurre ad una denuncia per minacce e tentata estorsione". Del resto, il software non è stato giudicato illegale da alcun tribunale, ricorda Torrents Time. Le perpezie di Popcorn Time, culminate con l'intervento degli studios di Hollywood rappresentati da MPAA, hanno probabilmente fatto scuola nello sviluppo di codice neutro per natura, pronto a servire le esigenze di utenti che fruiscano di contenuti a cui Torrents Time dichiara di "non avere alcun accesso, né direttamente né indirettamente".

Gaia Bottà
Notizie collegate
17 Commenti alla Notizia Torrents Time, l'attacco dei detentori dei diritti
Ordina
  • Prevenire e' meglio che curare
    non+autenticato
  • dei contenuti devono adeguarsi al tempo in cui vivono, il vecchio mondo non esiste più e la globalizzazione da quanto dicono è una opportunità che evidentemente non sanno cogliere. C'est la vie! Sorride
    non+autenticato
  • - Scritto da: prova123
    > dei contenuti devono adeguarsi al tempo in cui
    > vivono, il vecchio mondo non esiste più e la
    > globalizzazione da quanto dicono è una
    > opportunità che evidentemente non sanno cogliere.
    > C'est la vie!
    >Sorride
    però qui tutti si lamentavano per avvento dei robot che porteranno via il lavoro a un mucchio di gente, è la stessa cosa.
    > C'est la vie!
    non+autenticato
  • - Scritto da: Pietro

    > però qui tutti si lamentavano per avvento dei
    > robot che porteranno via il lavoro a un mucchio
    > di gente

    Veramente se ne lamentava Etype, non "tutti"... e vedendo il soggetto si capiscono molte cose.
    non+autenticato
  • - Scritto da: ...
    > - Scritto da: Pietro
    >
    > > però qui tutti si lamentavano per avvento dei
    > > robot che porteranno via il lavoro a un mucchio
    > > di gente
    >
    > Veramente se ne lamentava Etype, non "tutti"... e
    > vedendo il soggetto si capiscono molte
    > cose.
    Rotola dal ridereRotola dal ridereRotola dal ridere
    non+autenticato
  • - Scritto da: Pietro
    > - Scritto da: prova123
    > > dei contenuti devono adeguarsi al tempo in cui
    > > vivono, il vecchio mondo non esiste più e la
    > > globalizzazione da quanto dicono è una
    > > opportunità che evidentemente non sanno
    > cogliere.
    > > C'est la vie!
    > >Sorride
    > però qui tutti si lamentavano per avvento dei
    > robot che porteranno via il lavoro a un mucchio
    > di gente, è la stessa cosa.
    >

    Hai ragione, ma mettiamola così: se il 70% della popolazione rimane privo di mezzi di sussistenza, è un problema sociale non da poco. Improbabile che quelli decidano di non dare fastidio, è necessario trovare delle soluzioni. Al momento quel 70% vota, quindi è stupido pensare di non considerarlo; se un domani i non-lavoranti dovessero perdere il diritto di voto, bè, dubito che se ne starebbero lì a subire pacificamente.
    Se invece lo 0,01% della popolazione, in particolare i parassiti che continuano a sovvenzionare leggine ad hoc che creano privilegi per loro, dovesse subire qualche disagio a causa della teribbbile pirateria, ce ne faremo una ragione. Nonostante decennali piagnistei, musica e film continuano a incassare cifre astronomiche. Io pago un tot ogni mese per il privilegio di scaricare legalmente musica senza DRM. Certo, due milioni sono meglio di uno, ma abbi il pudore di non frignare.

    > > C'est la vie!
    Izio01
    3882
  • - Scritto da: Izio01
    > - Scritto da: Pietro
    > > - Scritto da: prova123
    > > > dei contenuti devono adeguarsi al tempo
    > in
    > cui
    > > > vivono, il vecchio mondo non esiste più
    > e
    > la
    > > > globalizzazione da quanto dicono è una
    > > > opportunità che evidentemente non sanno
    > > cogliere.
    > > > C'est la vie!
    > > >Sorride
    > > però qui tutti si lamentavano per avvento dei
    > > robot che porteranno via il lavoro a un
    > mucchio
    > > di gente, è la stessa cosa.
    > >
    >
    > Hai ragione, ma mettiamola così: se il 70% della
    > popolazione rimane privo di mezzi di sussistenza,
    > è un problema sociale non da poco. Improbabile
    > che quelli decidano di non dare fastidio, è
    > necessario trovare delle soluzioni. Al momento
    > quel 70% vota
    Quelli che votano un miliardario sperando di diventare ricchi?
    Auguri...
    non+autenticato
  • - Scritto da: Izio01
    > - Scritto da: Pietro
    > > - Scritto da: prova123
    > > > dei contenuti devono adeguarsi al tempo
    > in
    > cui
    > > > vivono, il vecchio mondo non esiste più
    > e
    > la
    > > > globalizzazione da quanto dicono è una
    > > > opportunità che evidentemente non sanno
    > > cogliere.
    > > > C'est la vie!
    > > >Sorride
    > > però qui tutti si lamentavano per avvento dei
    > > robot che porteranno via il lavoro a un
    > mucchio
    > > di gente, è la stessa cosa.
    > >
    >
    > Hai ragione, ma mettiamola così: se il 70% della
    > popolazione rimane privo di mezzi di sussistenza,
    > è un problema sociale non da poco. Improbabile
    > che quelli decidano di non dare fastidio, è
    > necessario trovare delle soluzioni. Al momento
    > quel 70% vota, quindi è stupido pensare di non
    > considerarlo; se un domani i non-lavoranti
    > dovessero perdere il diritto di voto, bè, dubito
    > che se ne starebbero lì a subire
    > pacificamente.
    > Se invece lo 0,01% della popolazione, in
    > particolare i parassiti che continuano a
    > sovvenzionare leggine ad hoc che creano privilegi
    > per loro, dovesse subire qualche disagio a causa
    > della teribbbile pirateria, ce ne faremo una
    > ragione. Nonostante decennali piagnistei, musica
    > e film continuano a incassare cifre astronomiche.
    > Io pago un tot ogni mese per il privilegio di
    > scaricare legalmente musica senza DRM. Certo, due
    > milioni sono meglio di uno, ma abbi il pudore di
    > non
    > frignare.
    >
    > > > C'est la vie!

    quindi per i tornitori è un problema che arrivi un robot a sostituirli mentre per chi ha lavorato per fare un film, dato che sono molti di meno, non è un problema che il film venga copiato appena esce nelle sale
    non+autenticato
  • - Scritto da: Pietro
    >
    > quindi per i tornitori è un problema che arrivi
    > un robot a sostituirli mentre per chi ha lavorato
    > per fare un film, dato che sono molti di meno,
    > non è un problema che il film venga copiato
    > appena esce nelle sale

    Finché la gente continua a pagare e gli incassi dei film rimangono stratosferici, direi proprio di no, nonostante i ripetuti piagnistei delle major. Un tornitore sostituito da un robot, invece, non vede proprio un soldo.

    http://movieplayer.it/film/boxoffice/italia/2015/
    Izio01
    3882
  • - Scritto da: prova123
    > dei contenuti devono adeguarsi al tempo in cui
    > vivono, il vecchio mondo non esiste più e la
    > globalizzazione da quanto dicono è una
    > opportunità che evidentemente non sanno cogliere.
    > C'est la vie!
    >Sorride

    Questi non vogliono ancora pagarem impongono ancora i blocchi regionali, Internet è globale e fanno limitazioni regionali, assurdo.
    non+autenticato
  • - Scritto da: mirkey
    > - Scritto da: prova123
    > > dei contenuti devono adeguarsi al tempo in
    > cui
    > > vivono, il vecchio mondo non esiste più e la
    > > globalizzazione da quanto dicono è una
    > > opportunità che evidentemente non sanno
    > cogliere.
    > > C'est la vie!
    > >Sorride
    >
    > Questi non vogliono ancora pagarem impongono
    > ancora i blocchi regionali, Internet è globale e
    > fanno limitazioni regionali,
    > assurdo.

    volevo dire: Questi non vogliono cambiare
    non+autenticato
  • mhh se han registrato il sito nella nella patria di BREIN (uno dei + rompiglioni d'europa) ,immagino -e voglio sperare- che abbiano gia' pensato a una bella strategia legale....... sarebbe ora di legnare un po' questi aggressivi fiaccaballe...
    non+autenticato
  • Se usassimo lo stesso principio dovremmo portare in tribunale tutti gli ISP, fornendo una connessione ad Internet facilitano e contribuiscono alla pirateria informatica, no?
    non+autenticato
  • Quei maledetti costruiscono auto usate poi dai terroristi! Attenzione anche ai produttori di scarpe, passamontagna, giacche, calzini, occhiali da sole e vestiario in generale.
    Tutte cose usate dai terroristi!!!! Infatti in Francia quei maledetti usavano delle scarpe! Domani tutti scalzi per dimostrare che le scarpe le usano solo i terroristi.

    P.S. Le accuse palesemente infondate dovrebbero essere automaticamente perseguite come tentata estorsione
    non+autenticato
  • - Scritto da: Luca
    > Quei maledetti costruiscono auto usate poi dai
    > terroristi! Attenzione anche ai produttori di
    > scarpe, passamontagna, giacche, calzini, occhiali
    > da sole e vestiario in
    > generale.
    > Tutte cose usate dai terroristi!!!! Infatti in
    > Francia quei maledetti usavano delle scarpe!
    > Domani tutti scalzi per dimostrare che le scarpe
    > le usano solo i
    > terroristi.

    Vogliamo parlare di quelli che hanno asfaltato la strada percorsa dai terroristi?
    E dei proprietari del teatro?
    E perche' non attribuire una parte di colpa al sindaco di Parigi? Se non ci fosse stata Parigi, in riva alla Senna, non ci sarebbero stati neanche gli attentati.

    > P.S. Le accuse palesemente infondate dovrebbero
    > essere automaticamente perseguite come tentata
    > estorsione

    E in quel caso si potrebbe applicare direttamente la shaaria: una bella lapidazione in piazza a beneficio di telecamere.
  • - Scritto da: Luca
    > Quei maledetti costruiscono auto usate poi dai
    > terroristi! Attenzione anche ai produttori di
    > scarpe, passamontagna, giacche, calzini, occhiali
    > da sole e vestiario in
    > generale.
    > Tutte cose usate dai terroristi!!!! Infatti in
    > Francia quei maledetti usavano delle scarpe!
    > Domani tutti scalzi per dimostrare che le scarpe
    > le usano solo i
    > terroristi.
    >
    > P.S. Le accuse palesemente infondate dovrebbero
    > essere automaticamente perseguite come tentata
    > estorsione

    Sono dei pagliacci questi detentori dei diritti
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 6 discussioni)