Alfonso Maruccia

DRM, i cinesi crackano Denuvo e vanno in pausa

La presunta inviolabilità della tecnologia anti-manomissone sarebbe già stata violata, dicono i cracker cinesi di 3DM. Anche se loro non rilasceranno niente e andranno in ogni caso in pausa. Per vedere l'effetto che fa (sulle vendite)

Roma - Dopo aver dichiarato che entro un paio d'anni il software videoludico non si potrà più piratare, gli esperti di cracking del forum cinese 3DM continuano a fare notizia: Denuvo, il sistema precedentemente dichiarato "quasi" inviolabile sarebbe stato violato, ma il team di 3DM intende comunque prendersi una pausa di riflessione.

Denuvo è un meccanismo "anti-manomissione" da applicare a una soluzione DRM sottostante, una tecnologia che secondo la società austriaca che la realizza ha un certo successo perché si focalizza in maniera specifica sui sistemi Windows, è facile da integrare nei progetti software e non ha conseguenze negative sulle performance dei giochi.

Agli occhi di una crew specializzata nella rimozione delle DRM dal software videoludico come 3DM, Denuvo rappresenta un grattacapo con cui risulta sempre più difficile fare i conti. Le nuove release richiedono uno sforzo di cracking superiore, anche se alla fine "Bird Sister" e i suoi colleghi smanettoni sono fin qui riusciti a battere i produttori di DRM con o senza l'apporto di Denuvo.
L'ultima versione del sistema anti-cracking è stata appena sconfitta, ha annunciato Bird Sister, e presto verrà annunciata la disponibilità di versioni pirata di FIFA 16, Just Cause 3, The Rise of Tomb Raider e altri titoloni tripla-A di recente pubblicazione.
I succitati giochi non verranno però resi pubblici tramite i forum di 3DM, dice ancora l'hacker cinese, perché la crew ha già deciso di abbandonare il sottobosco delle release pirata per un periodo di tempo indefinito. La pausa, se di pausa si tratta, servirà anche a valutare le conseguenze del lavoro dei cracker sulle sorti commerciali dei nuovi giochi.

Alfonso Maruccia
Notizie collegate
  • TecnologiaPirateria, sistemi DRM violati e inviolabiliIntel e Warner denunciano produttori cinesi per certi accessori in grado di bypassare le restrizioni hardware alla copia, mentre i cracker professionisti lanciano l'allarme: tempo due anni e le protezioni DRM saranno inattaccabili
36 Commenti alla Notizia DRM, i cinesi crackano Denuvo e vanno in pausa
Ordina
  • ma questo perché l'autore dell'articolo non ha riportato la news in modo corretto: 3DM non ha mai detto di aver crackato denuvo, non a febbraio, ANZI: hanno detto che non riuscivano a crackarlo, e per questo si sarebbero presi una pausa di riflessione
    non+autenticato
  • Quando capiranno qual’è la vera lotta alla pirateria, allora forse si potrà realmente dire, che non esisterà più o quantomeno sarà una piccola minoranza. La vera lotta è abbassare di molto i prezzi. Non si può pagare un gioco 80/90€ (vedi Fifa e/o Pes 2017) è una follia, non spenderei mai 80/90€ (ma vi rendete conto che a lire sarebbero 160/180 mila lire) per un cazzo di gioco. Ma questi si sono bevuti il cervello veramente? Se continuano di questo passo allora ben venga la pirateria. E scusate eh, ma i prezzi sono veramente assurdi. Ma stiamo scherzando o cosa?
    non+autenticato
  • Francamente mi sono stancato di vedere commenti e forum riempiti di frasi per farsi belli di fronte al pubblico o agli editori. Gioco da tempo immemorabile e gli unici giochi che compro sono quelli in offerta al di sotto dei 15 euro perché ritengo sia assurdo pagare 60 euro un gioco, sopratutto quando si è appassionati e per forza di cose non si può scegliere "un solo" titolo su cui buttare nel cesso lo stipendio. Ho acquistato con gran soddisfazione The Witcher 3 perché è un gioco senza DRM (si avete capito bene, non ha protezioni e può essere copiato liberamente eppure è campione di incassi). L'ho pagato 40 euro in prevendita perché i CPR sono gente seria e ho speso anche altri soldi per i DLC non solo perché sono grande appassionato della saga di The Witcher ma perché il gioco è senza DRM.
    Alcuni dei giochi elencati (DOOM, Hitman e Total War: Warhammer) me li hanno regalati con l'acquisto di una scheda video altrimenti non li avrei acquistati (nonostante i primi 2 li desiderassi molto) e avrei atteso 1 anno 2 che fossero scesi parecchio di prezzo (personalmente questa la ritengo proprio una guerra in piena regola e mi ci metto proprio di punta e con gran soddisfazione a boicottarli). Personalmente mi auguro che ci mettano un po' a violare questo sistema di protezione (non perché lo ritengo giusto, come ho già detto penso che i DRM siano un vero e proprio insulto) ma perché così si accorgeranno del grosso calo di vendite che avranno e allora vedrete che improvvisamente "qualche misterioso nuovo gruppo" riuscirà a violarlo. Chissà chi sarà questo gruppo? Provate ad indovinare dai che è facile...
    L'unico che ha capito come funziona il mondo è steam che ha fatto grandi affari vendendo giochi a prezzi bassissimi. Ma c'è ancora qualche tonto (o forse dovrei dire "fascio schifoso" ) che si ostina a non voler vedere la realtà.
    Scendete dalla montagna del sapone e svegliatevi!
    non+autenticato
  • Fatti non parole. Dopo un mese non è stato craccato nulla la 3DM si vanta di cose che non ha mai fatto
  • Concordo in pieno...
    non+autenticato
  • Fatti non parole. Dopo un mese non è stato craccato nulla la 3DM si vanta di cose che non ha mai fatto
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | Successiva
(pagina 1/3 - 11 discussioni)