Alfonso Maruccia

Astoria, Microsoft taglia i ponti con Android

Redmond annuncia l'abbandono del progetto pensato per facilitare il porting di app da Android a Windows 10, un'iniziativa oggettivamente arenata da tempo e non più necessaria secondo la corporation

Roma - Microsoft conferma quello che tutti già sapevano, ovvero che il progetto Astoria per la conversione di app Android su Windows 10 (Mobile) è stato definitivamente accantonato e difficilmente tornerà in auge. Gli sviluppatori potranno dedicare il loro tempo alle API mobile già create per iOS, al Web e a Xamarin, sostiene Redmond in un post ironicamente chiamato "opportunità di sviluppo" sul nuovo OS.

Astoria era parte integrante dei "Ponti" ideati per facilitare il porting e il riutilizzo di codice tra diverse piattaforme e Windows 10, un progetto apparentemente fondamentale assieme a Islandwood; le più recenti notizie di abbandono per la prima iniziativa risalgono a novembre scorso, mentre per Islandwood i lavori sembrano procedere come previsto.

La difficoltà di portare avanti Astoria è in qualche modo evidenziata dalle ambizioni connesse al progetto, vale a dire la garanzia, per gli sviluppatori Android, di riutilizzare in toto il codice delle loro app per l'OS Google senza dover apportare alcun cambiamento in fase di conversione su Windows 10. Per Islandwood, invece, il porting è facilitato ma non è prevista l'automazione totale dell'operazione.
L'ambizione di Microsoft è stata evidentemente smentita dai fatti, dalle difficoltà tecniche e (forse) dai potenziali problemi legali connessi all'implementazione di vere e proprie API alternative capaci di replicare le funzionalità di Android su Windows 10. Redmond ha preferito acquisire Xamarin piuttosto che procedere sulla strada autarchica.

Di Astoria restano rimasugli di codice Linux fusi direttamente nel kernel del nuovo Windows, mentre per quanto riguarda lo sviluppo di app multi-piattaforma Microsoft evidenzia la disponibilità degli altri "Bridge" per il codice HTML+JavaScript (Web Bridge), il software Win32 e .NET (Project Centennial) e le succitate app iOS (Project Islandwood/Windows Bridge for iOS).

Alfonso Maruccia
Notizie collegate
  • AttualitàMicrosoft e Android, Astoria brutta storiaRedmond ha confermato la "messa in pausa" del progetto pensato per gettare un ponte tra le app Android e Windows (10) Mobile. Il progetto non va come dovrebbe, e la pausa potrebbe rivelarsi essere eterna
  • TecnologiaIslandwood, Microsoft vuol testare le app iOSRedmond si prepara a un nuovo progresso nell'implementazione della compatibilità tra le app iOS e Windows 10 Mobile, un tool Web progettato per testare le singole app e fornire consigli utili agli sviluppatori. E Android? Non pervenuto
  • BusinessXamarin, Microsoft ne fa un sol bocconeRedmond annuncia l'acquisizione della società impegnata sul fronte dello sviluppo di app multi-piattaforma, scenario sempre più essenziale per la nuova strategia aziendale della corporation
30 Commenti alla Notizia Astoria, Microsoft taglia i ponti con Android
Ordina
  • Da anni sono un utilizzatore delle tecnologie MS a tutto tondo, sia per l'infrastruttura della mia mini-azienda sia per la definizione delle architetture tecniche dei progetti sui clienti. Ebbene credo di non aver mai visto su nessuna tecnologia la serie di errori, tentennamenti e retromarce involutive che sto vedendo sui telefoni cellulari.

    Windows Mobile (pre-iPhone) era un telefono che cominciava a diventare serio quando hanno deciso di seguire Apple sulla via dei giocat-telefoni. Ora che Windows Phone 8.1 cominciava ad avere dentro delle funzioni serie, ecco che sono di nuovo involuti su Windows 10 Mobile. Ho dovuto constatare con sorpresa, delusione e irritazione che le stesse applicazioni Microsoft su Android hanno le funzionalità di integrazione con il cloud Microsoft che in Windows 10 Mobile non ci sono (mentre su Windows Phone 8.1 ci sono).
    Ci sono alcuni pochi assiomi che Microsoft deve cacciarsi in testa per poter SPERARE di recuperare le quote di mercato su Android:
    1. devono far girare NATIVAMENTE le applicazioni Android
    2. Le applicazioni native W10 Mobile DEVONO avere le stesse funzionalità di quelle su Android (e magari qualcuna in più, ma MAI meno come è oggi)

    Senza queste due cose (la prima non semplice e la seconda incredibilmente non ancora digerita da MS, ma entrambe essenziali) anche professionisti come me che hanno investito economicamente e professionalmente sulle tecnologie MS non ci penseranno due volte a deviare su Android al prossimo cambio di telefono / progetto. Perché devo fare fatica a usare le funzionalità del cloud MS da un telefono MS mentre da Android ci riesco meglio? Perché devo rischiare di fare brutte figure con il cliente cui ho consigliato l'adozione di tecnologie MS cloud e mobile?

    MA SOPRATTUTTO:

    Perché devo crederci io imprenditore / consulente IT nella tecnologia mobile MS se Microsoft stessa mi dimostra ogni giorno di non crederci?

    SVEGLIA MS: mi sa che questa è veramente l'ultima chiamata!
    non+autenticato
  • - Scritto da: Darth Vader
    > Da anni sono un utilizzatore delle tecnologie MS
    > a tutto tondo, sia per l'infrastruttura della mia
    > mini-azienda sia per la definizione delle
    > architetture tecniche dei progetti sui clienti.
    Condoglianze.
    Sono cose brutte, lo sappiamo.

    > Windows Mobile (pre-iPhone) era un telefono che
    > cominciava a diventare serio quando hanno deciso
    > di seguire Apple sulla via dei giocat-telefoni.
    Diventare serio?
    Giocat-telefoni?
    Scusa se ti sembro maleducato, eh, ma devo proprio chiedertelo: viviamo nello stesso mondo?
    No, perché la situazione è esattamente al contrario.
    Windows Mobile era ed è sempre stato un giocattolo. Un qualcosa nato per un'utenza business, ma che all'atto pratico non si è mai calcolato nessuno.
    iPhone, e su questo bisogna dare atto ad Apple, ha rivoluzionato un settore.
    Ha ridato vita ad un settore morto e ha preso a schiaffi aziende come RIM che, come Nokia, ormai avevano smesso di innovare per adagiarsi sugli allori e campare di rendita.
    Ha creato un ecosistema, dando vita ad un mercato appetibile per gli sviluppatori ed ha praticamente coperto *TUTTE* le necessità che l'utenza domestica aveva nei confronti dei PC: ovvero uno strumento per comunicare, usufruire di contenuti e sì: anche divertirsi.
    Tutto questo riducendo al limite la complessità dei sistemi operativi moderni che - NESSUNO ESCLUSO - oggi stanno implodendo su loro stessi a causa di anni di stratificazioni di API messe una sopra l'altra per "semplificare" il lavoro di chi il computer lo doveva usare.
    Naturalmente la semplificazione operata da Apple era in un senso diverso da quello che si è sempre fatto sul desktop: anziché aumentare le funzionalità aumentando di conseguenza la complessità dell'ambiente, ha eliminato ogni possibilità di interazione a basso livello.

    Il risultato è stato un successo. Perché?
    Perché la gente è scema? No. Semplicemente perché la gente vuole sfruttare la tecnologia per i propri scopi, senza farsi troppe preoccupazioni su ciò che concerne la piattaforma sottostante.
    QUESTO era lo scopo del Personal Computer.

    Microsoft questo non l'ha capito, perché è un'azienda che non ha MAI pensato di innovare e di migliorarsi, in quanto ha sempre giocato in un mercato monopolizzato in maniera poco trasparente e sulla quale ha sempre avuto un peso ed un'influenza come pochi.
    Di conseguenza, anziché lavorare per migliorare i suoi prodotti per battere la concorrenza sul campo tecnico, li ha battuti a colpi di patent-trolling e a colpi di mazzette.

    Ed i risultati sono quelli che sono.

    > Ci sono alcuni pochi assiomi che Microsoft deve
    > cacciarsi in testa per poter SPERARE di
    > recuperare le quote di mercato su
    > [...]
    > SVEGLIA MS: mi sa che questa è veramente l'ultima
    > chiamata!
    No, non è l'ultima chiamata. È finita.
    Mettetevelo in testa una volta per tutte.

    E la dimostrazione l'avete avuta con Windows Phone 7.x, 8.x e adesso anche con 10.x.

    Sai perché Linux sul desktop non ha sfondato?
    Perché è difficile da usare? No
    Perché bisogna installarlo? No

    Linux sul desktop non ha sfondato - e non sfonderà mai - perché il mercato a cui Windows si è sempre rivolto è un mercato abitudinario.
    La gente usa Windows perché quello ha sempre conosciuto e non trova motivo per cambiare.

    OSX ha fatto breccia perché ha offerto alla gente un motivo: vi offro le stesse applicazioni di Windows con maggiore sicurezza.
    È vero? È falso? Non è questo il punto del discorso.

    Questo ha creato un circolo vizioso per Linux:
    NO UTENTI -> NO SOFTWARE COMMERCIALE -> NO INTERESSE -> NO UTENTI

    Microsoft adesso si trova nella stessa situazione.
    Perché la gente dovrebbe lasciare Android e iOS?
    Windows Phone non offre niente di più e niente di meglio degli altri.
    E dato che *TUTTI* conoscono Android e iOS, a che pro imparare una nuova piattaforma?


    Questo vuol dire che non c'è speranza per Microsoft di recuperare in un settore che HA GIÀ DECISO chi sono i concorrenti che si dividono il mercato.
    Non c'è spazio per nessun altro. Non solo Microsoft, ma anche Canonical ed il suo Ubuntu Touch, e Firefox OS.

    Microsoft può solo diventare un service provider. Un fornitore importante di servizi cloud enterprise e di messaggistica.
    Azure, Office 365 e Skype. QUESTO è il futuro di Microsoft.

    Windows, ma più in generale il desktop, è al tramonto.
    E Windows Phone è un fallimento epocale.

    Fine della storia. Non ci sono "ultime chiamate".
    non+autenticato
  • - Scritto da: ...
    > - Scritto da: Darth Vader
    > > Da anni sono un utilizzatore delle
    > tecnologie
    > MS
    > > a tutto tondo, sia per l'infrastruttura
    > della
    > mia
    > > mini-azienda sia per la definizione delle
    > > architetture tecniche dei progetti sui
    > clienti.
    > Condoglianze.
    > Sono cose brutte, lo sappiamo.

    Per niente. Almeno non per i sistemi e le applicazioni professionali (escluso, come dicevo la telefonia mobile). Per il consumer... mi interessa poco.

    >
    > > Windows Mobile (pre-iPhone) era un telefono
    > che
    > > cominciava a diventare serio quando hanno
    > deciso
    > > di seguire Apple sulla via dei
    > giocat-telefoni.
    > Diventare serio?
    > Giocat-telefoni?
    > Scusa se ti sembro maleducato, eh, ma devo
    > proprio chiedertelo: viviamo nello stesso
    > mondo?

    Probabilmente no. Io faccio penso e disegno infrastrutture per le aziende e gli utilizzi professionali. In questo contesto Windows Mobile aveva la possibilità di gestire via policy delle intere flotte di cellulari. Roba che Apple ancora oggi non riesce a fare nello stesso modo, figurarsi quando con iPhone il mondo ha scoperto che avevano tutti bisogno di un giocattolo che assomigliasse ad un telefono.

    Tutto il mercato che ne è venuto fuori non nego che possa aver creato un movimento di soldi, ma dal punto di vista delle potenzialità di utilizzare telefoni come strumenti IT enabled per connettere persone roaming, l'uscita di iPhone è stato un passo indietro nel medioevo.

    I consumer invece hanno scoperto che potevano usare un dito per interfacciarsi con un bel telefono colorato. Per loro è stato un passo avanti.

    > Microsoft questo non l'ha capito, perché è
    > un'azienda che non ha MAI pensato di innovare e
    > di migliorarsi,

    Microsoft ha messo un computer su ogni scrivania e in ogni casa. Punto. Se questa non è innovazione...

    > OSX ha fatto breccia perché ha offerto alla gente
    > un motivo: vi offro le stesse applicazioni di
    > Windows con maggiore
    > sicurezza.

    OSX in ambito di applicazioni aziendali è ancora su numeri da prefisso telefonico. Viene per lo più usato per fare le stesse cose che si fanno con un PC Windows ma consentendo di atteggiarsi di più.

    Ti do una notizia se Windows domani smettesse di funzionare su tutti i PC o, peggio, se Excel smettesse di funzionare, le industrie di praticamente tutti i settori del mercato si fermerebbero per mesi.


    > È vero? È falso? Non è questo il punto
    > del
    > discorso.
    >
    > Questo ha creato un circolo vizioso per Linux:
    > NO UTENTI -> NO SOFTWARE COMMERCIALE -> NO
    > INTERESSE -> NO
    > UTENTI
    >
    > Microsoft adesso si trova nella stessa situazione.
    > Perché la gente dovrebbe lasciare Android e iOS?
    > Windows Phone non offre niente di più e niente di
    > meglio degli
    > altri.

    Su questo siamo d'accordo. E per questo ho fatto il mio messaggio di critica. Microsoft non ha mai mostrato, in nessun campo, la debolezza di idee e l'incapacità di essere al passo. Windows Phone è decisamente più semplice ma ci si aspetterebbe una migliore integrazione con il Cloud Microsoft. E invece Android è integrato meglio, e non da Google... ma da Microsoft stessa! Incredibile. E' come se Office su Mac funzionasse meglio che su Windows. Non si era mai visto nulla del genere.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Darth Vader
    > Microsoft ha messo un computer su ogni scrivania
    > e in ogni casa. Punto. Se questa non è
    > innovazione...
    Ma basta con questa solita storiella che non attacca più...

    No, non è innovazione, considerando che non è stata una mossa *di* Microsoft, ma un prodotto dei cloni PC IBM che hanno svalutato il costo dell'hardware, a scapito dell'innovazione e della concorrenza (vedasi le pratiche sporche di Intel).

    Microsoft non c'entra nulla. Loro hanno semplicemente colto la palla al balzo con i loro contratti di licenza e hanno eliminato la concorrenza a suon di mazzette (vedasi Be, Inc.).
    E il prezzo che oggi stanno pagando deriva anche da questo, non dimentichiamocelo.
    Non è solo colpa di quell'idiota di Ballmer e del suo "nessuno compra un telefono a 500$".
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 29 febbraio 2016 20.53
    -----------------------------------------------------------
  • - Scritto da: stack_overflow
    > - Scritto da: Darth Vader
    > > Microsoft ha messo un computer su ogni
    > scrivania
    > > e in ogni casa. Punto. Se questa non è
    > > innovazione...
    > Ma basta con questa solita storiella che non
    > attacca
    > più...
    >
    > No, non è innovazione, considerando che non è
    > stata una mossa *di* Microsoft, ma un prodotto
    > dei cloni PC IBM che hanno svalutato il costo
    > dell'hardware, a scapito dell'innovazione e della
    > concorrenza (vedasi le pratiche sporche di
    > Intel).

    Non mi sembra che il sistema operativo fosse IBM ed è quello che ha consentito la diffusione, non l'HW. Altrimenti Amiga e Atari si sarebbero diffusi al posto dei cloni IBM.

    E poi la vera diffusione si è avuta con Windows (in particolare da Win 95 in poi) e a quel punto il sodalizio IBM MS era morto da tempo.

    Il vero discorso è che per gli anti-MS ogni spiegazione è inutile e ogni realtà può anche essere distorta per asservire le proprie idee preconcette
    non+autenticato
  • - Scritto da: Darth Vader
    > Non mi sembra che il sistema operativo fosse IBM
    > ed è quello che ha consentito la diffusione, non
    > l'HW. Altrimenti Amiga e Atari si sarebbero
    > diffusi al posto dei cloni
    > IBM.
    Evidentemente non hai letto *NULLA* del mio post, ma ti stai limitando a rispondere a sproposito.

    Quello che ha portato alla diffusione capillare sono stati i cloni IBM che essendo tutti compatibili hanno portato ad una progressiva svalutazione del costo stesso dell'hardware.

    All'epoca le workstation erano *TUTTE* hardware + software, e di conseguenza nessuno degli altri vendor poteva abbassare il prezzo come con i cloni IBM, perché c'era il costo di ingegnerizzazione del ferro che era tutto a carico della stessa azienda che sviluppava l'OS.
    Tipo Amiga, tipo Atari, tipo SUN, tipo HP ecc.
    Ecco perché le SUN SPARCstation sono morte e sostituite da cloni PC IBM. Perché costavano un occhio della testa, mentre i PC li trovavi ad un ventesimo del prezzo.
    E questo è lo stesso motivo per il quale Linux ha soppiantato UNIX, dato che con i cloni IBM PC si potevano avere Workstation/Server UNIX-like basate su processori x86 + Linux, ad un costo inferiore di SPARC + Solaris.

    Ripeto: Windows in sé non c'entra nulla.

    > E poi la vera diffusione si è avuta con Windows
    > (in particolare da Win 95 in poi) e a quel punto
    > il sodalizio IBM MS era morto da
    > tempo.
    Non a caso ho scritto cloni IBM PC. Ma vedo che continui a non leggere i post che ti scrivono gli altri.

    In ogni caso, ripeto: Windows non c'entra nulla.
    La diffusione non si è avuta perché c'era Windows.
    La diffusione di Windows è stata una diffusione forzata, attraverso gli accordi con gli OEM e le pratiche scorrette.
    Di conseguenza, si è imposto quel sistema operativo, poiché è stato veicolato alla stessa maniera di come venivano distribuiti i sistemi operativi proprietari messi su hardware proprietario, ma con la differenza è che nel caso di Windows l'hardware non era di Microsoft, e la sua preinstallazione avveniva su qualsiasi macchina avesse una CPU x86.

    > Il vero discorso è che per gli anti-MS ogni
    > spiegazione è inutile e ogni realtà può anche
    > essere distorta per asservire le proprie idee
    > preconcette
    Guarda che qua l'unico che ha le idee distorte sei tu.
    Io non sono un anti-MS. E non mi pare di aver detto che Linux è meglio di Windows o Mac OS X è meglio di Windows.
    Mi pare di averti risposto solo in un punto preciso.


    Sei tu che stai ignorando completamente la storia e ti sei creato una favoletta priva di riscontri reali.
    Tutto ciò che ha portato alla situazione attuale è stato un insieme di variabili che hanno creato le condizioni favorevoli a Microsoft per imporsi sul mercato.
    Microsoft è stata un'azienda furba. Una che, ai tempi di Bill Gates, ha saputo fiutare gli affari meglio di molti altri suoi concorrenti. E nessuno lo mette in dubbio.
    Ma non è stata un'azienda che ha innovato o ha investito in tecnologia.

    Ed è questo il motivo per il quale fuori dal mondo PC desktop prende mazzate ed ha una PESSIMA reputazione un po' ovunque.
    Perché quando non hai una cultura che affonda le radici nella continua ricerca, non riesci a vedere le potenzialità di un prodotto o di una idea, né tanto meno riesci a metterla in pratica per dare vita ad un prodotto innovativo.
    Di conseguenza, non puoi fare altro che aspettare che sia la concorrenza ad innovare, per poi o cercare di copiare fallendo miseramente (vedasi ReFS vs ZFS) oppure venendo tagliata fuori in quanto è troppo tardi per imporsi su un mercato (vedasi Windows Phone).
    L'unico mercato in cui puoi esistere in queste condizioni è quello monopolizzato dalle tue soluzioni, in quanto sia che siano scadenti o sia che siano decenti sei l'unico vendor a cui fare riferimento (Windows e Office).
  • - Scritto da: Darth Vader
    > Microsoft ha messo un computer su ogni scrivania
    > e in ogni casa.
    Ha messo anche uno dei suoi impiegati su ogni azienda fallimentare. Vedasi Nokia, SCO...
    I risultati in entrambi i casi sono sotto gli occhi di tutti.
    E non sono positivi.

    > Ti do una notizia se Windows domani smettesse di
    > funzionare su tutti i PC o, peggio, se Excel
    > smettesse di funzionare, le industrie di
    > praticamente tutti i settori del mercato si
    > fermerebbero per
    > mesi.
    E allora? Io non ho mica detto che Windows non lo usa nessuno.
    Ho detto che OSX ha fornito a molti utenti un'alternativa potendo usare le stesse applicazioni di Windows.
    E mi riferivo alle suite Adobe e AutoCAD, che sono i prodotti la cui mancanza è sempre stata oggetto di rimprovero verso Linux.

    Non esistono solo i PC Windows che fanno girare software spazzatura sviluppato in-house. Il mondo è vasto.

    > Windows Phone è
    > decisamente più semplice ma ci si aspetterebbe
    > una migliore integrazione con il Cloud Microsoft.
    > E invece Android è integrato meglio, e non da
    > Google... ma da Microsoft stessa! Incredibile. E'
    > come se Office su Mac funzionasse meglio che su
    > Windows. Non si era mai visto nulla del
    > genere.
    Questo vuol dire che Microsoft stessa in fondo non ci crede più di tanto.
    Ormai lo hanno capito anche loro che Windows Phone è un Titanic che sta affondando.
    Quello che io mi sarei aspettato però sarebbe stato un deprecarlo definitivamente *PRIMA* di Windows 10, anziché tentare la strada ridicola delle Universal Apps, di Astoria e del runtime di iOS. Quasi come se stessero cercando di aggrapparsi a qualunque cosa pur di non scomparire, dopo averle provate di tutti i colori: dalla vendita di licenze WP sottobanco al patent-trolling su exFAT.
    non+autenticato
  • - Scritto da: ...
    > - Scritto da: Darth Vader
    > > Microsoft ha messo un computer su ogni
    > scrivania
    > > e in ogni casa.
    > Ha messo anche uno dei suoi impiegati su ogni
    > azienda fallimentare. Vedasi Nokia,
    > SCO...
    > I risultati in entrambi i casi sono sotto gli
    > occhi di
    > tutti.
    > E non sono positivi.
    >
    > > Ti do una notizia se Windows domani
    > smettesse
    > di
    > > funzionare su tutti i PC o, peggio, se Excel
    > > smettesse di funzionare, le industrie di
    > > praticamente tutti i settori del mercato si
    > > fermerebbero per
    > > mesi.
    > E allora? Io non ho mica detto che Windows non lo
    > usa
    > nessuno.
    > Ho detto che OSX ha fornito a molti utenti
    > un'alternativa potendo usare le stesse
    > applicazioni di
    > Windows.

    Siamo in disaccordo su due cose:
    1. sul "molti". Apple sta ancora a percentuali risibili (sotto il 10% per capirci)
    2. Un sistema operativo in grado di essere superiore all'esistente deve consentire di fare cose diverse (e più evolute) non scimmiottare il re del pollaio.


    > > Windows Phone è
    > > decisamente più semplice ma ci si
    > aspetterebbe
    > > una migliore integrazione con il Cloud
    > Microsoft.
    > > E invece Android è integrato meglio, e non da
    > > Google... ma da Microsoft stessa!
    > Incredibile.
    > E'
    > > come se Office su Mac funzionasse meglio che
    > su
    > > Windows. Non si era mai visto nulla del
    > > genere.
    > Questo vuol dire che Microsoft stessa in fondo
    > non ci crede più di
    > tanto.


    E' esattamente il senso della mia critica. Se non ci crede, che faccia una versione di Android customizzata con la sua interfaccia a piastrelle e la smetta di buttare sul mercato prodotti che sono meno efficienti rispetto alle versioni di SW Microsoft rilasciato per piattaforme della concorrenza.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Darth Vader
    > Siamo in disaccordo su due cose:
    > 1. sul "molti". Apple sta ancora a percentuali
    > risibili (sotto il 10% per
    > capirci)
    il 10% del mercato desktop è poco? Specialmente se consideri che Apple a differenza di Microsoft vende HARDWARE e software? Tu non sai di cosa stai parlando.

    Apple è il più grosso produttore hardware al mondo e la sua quota è talmente consistente che oggi l'unica cosa rimasta a Windows sono i software in-house che sono troppo legati alle API Win32. E sono un cancro persino per MS stessa che non può deprecare nulla per evitare di rompere la compatibilità con quella spazzatura.
    Quella è tutta roba morta che rimarrà lì finché non morirà. Non interessa a nessuno.
    Ormai la maggior parte dei software mantenuti e diffusi hanno port ufficiali per OSX.

    Senza contare che paragonare a caso Microsoft ed Apple è pretestuoso, dato che la prima ha il vantaggio del software concesso in licenza.
    Laddove invece è legata all'hardware, e quindi si ha un confronto più diretto tra le quote, Microsoft non solo perde ma non esiste proprio. Vedasi Surface.

    > 2. Un sistema operativo in grado di essere
    > superiore all'esistente deve consentire di fare
    > cose diverse (e più evolute) non scimmiottare il
    > re del
    > pollaio.
    Quindi un OS desktop non deve far girare applicazioni desktop?
    Ti rendi conto che stai dicendo stupidaggini, sì?
    non+autenticato
  • - Scritto da: ...
    > - Scritto da: Darth Vader
    > > Siamo in disaccordo su due cose:
    > > 1. sul "molti". Apple sta ancora a
    > percentuali
    > > risibili (sotto il 10% per
    > > capirci)
    > il 10% del mercato desktop è poco?

    Sì, è poco.

    L'apice del successo di Windows Phone è stato il 10-11% di share sui telefoni. Ed era poco. Perché per i desktop è diverso?


    > > 2. Un sistema operativo in grado di essere
    > > superiore all'esistente deve consentire di
    > fare
    > > cose diverse (e più evolute) non
    > scimmiottare
    > il
    > > re del
    > > pollaio.
    > Quindi un OS desktop non deve far girare
    > applicazioni
    > desktop?
    > Ti rendi conto che stai dicendo stupidaggini, sì?

    Se si vuole definire più evoluto deve permettere di fare cose diverse in modo più evoluto. Altrimenti è solo più colorato (e più cool, come in effetti si atteggia chi usa Mac)
    non+autenticato
  • - Scritto da: Darth Vader
    > L'apice del successo di Windows Phone è stato il
    > 10-11% di share sui telefoni.
    Ma quali 10-11%...

    Rotola dal ridereRotola dal ridereRotola dal ridereRotola dal ridereRotola dal ridereRotola dal ridere

    Magari Windows Phone avesse avuto il 10% del mercato...

    Windows Phone sul mobile è come Linux sul desktop. Non esiste e basta.

    http://gs.statcounter.com/#mobile+tablet-os-ww-mon...

    Il top è stato verso Maggio 2014 con l'1.94%!

    Se avesse avuto intorno al 10% avrebbe avuto *TUTTE* le killer app, e non avrebbe avuto bisogno né di Astoria e nel del runtime di iOS.

    Smettila, per favore.
    Questa è al limite del ridicolo.

    > Perché
    > per i desktop è
    > diverso?
    Perché
    1) 10% > 1%
    2) Perché OSX lo trovi su UN SOLO computer, Windows no.
    E dato che Apple è il più grosso vendor di hardware al mondo, vuol dire che in proporzione NON esiste un PC Windows diffuso quanto un Mac, dato che non esiste alcun vendor che DA SOLO ha in mano il 10% del mercato.

    E ripeto: il fatto che ormai su OSX esiste un port più o meno di qualunque software moderno è proprio indice del fatto che la sua quota è di gran lunga più determinante di quella che cerchi di far passare con il tuo post.

    > Se si vuole definire più evoluto deve permettere
    > di fare cose diverse in modo più evoluto.
    > Altrimenti è solo più colorato (e più cool, come
    > in effetti si atteggia chi usa
    > Mac)
    Sono entrambi sistemi operativi desktop ed entrambi servono ad un solo scopo: far girare software desktop. Punto.
    Non mi interessano gli slogan tipici di una campagna di marketing, te l'ho già detto qui:

    http://punto-informatico.it/b.aspx?i=4303965&m=430...
    OSX ha fatto breccia perché ha offerto alla gente un motivo: vi offro le stesse applicazioni di Windows con maggiore sicurezza.
    È vero? È falso? Non è questo il punto del discorso.
    non+autenticato
  • Certo che è inutile!
    Ormai la diffusione dei windows phone è da prefisso telefonico!
  • E nonostante questo riesce persino ad essere più diffuso di Linux sul desktop Rotola dal ridereRotola dal ridereRotola dal ridereRotola dal ridereRotola dal ridereRotola dal ridere
    non+autenticato
  • - Scritto da: ...
    > E nonostante questo riesce persino ad essere più
    > diffuso di Linux sul desktop
    > Rotola dal ridereRotola dal ridereRotola dal ridereRotola dal ridereRotola dal ridereRotola dal ridere
    ed e' un male?
    non+autenticato