Gaia Bottà

Verizon, utenti in vendita

La divisione Enterprise dell'azienda statunitense, fornitrice di servizi di sicurezza, ha subito un attacco dai quali sono sgorgati i dati di un milione e mezzo di utenti

Roma - Un milione e mezzo di utenti per 100mila dollari, oppure pacchetti da 100mila record per 10mila dollari: queste sono le cifre proposte su un forum frequentato da cracker per i dati contenuti in un database che si attribuisce a Verizon Enterprise, divisione dell'operatore statunitense che offre alle aziende e alle istituzioni numerosi servizi, fra cui soluzioni dedicate alla sicurezza.

Ad individuare i dati in vendita è stato il ricercatore di sicurezza Brian Krebs: ha tempestivamente contattato l'azienda per ottenere una pronta risposta. "Verizon ha recentemente rilevato e risolto una vulnerabilità di sicurezza sul portale business dedicato ai clienti - ha riferito Verizon Enterprise - Le nostre indagini al momento hanno fatto emergere che un attaccante ha ottenuto i contatti di base di un numero di nostri clienti business".

L'azienda ha assicurato che non si tratti di dati strettamente personali legati alle attività dei clienti e ai servizi ottenuti da Verizon Enterprise, ma Krebs segnala che gli acquirenti del bottino potrebbero essere interessati a sfruttare le informazioni sottratte al database di Verizon per attacchi di phishing mirati, e dunque più credibili e pericolosi.
La falla che ha agevolato l'incursione è stata sanata, ma ora Verizon Enterprise dovrà fare i conti con le conseguenze dell'attacco. In un report diffuso lo scorso anno, la stessa Verizon Enterprise stimava che i costi medi per riparare a una fuga di dati ammontassero a 58 centesimi di dollaro per record sottratto.

Gaia Bottà
Notizie collegate
  • SicurezzaPassata la breccia, gabbato l'utenteAmerican Express avverte gli utenti di una compromissione subita da un non meglio precisato fornitore di servizi. L'attacco è stato sferrato nel 2013, ma i dati sono a rischio almeno per i prossimi 2 anni
  • SicurezzaTalkTalk, i costi del crackL'operatore britannico che ha subito un'intrusione nel mese di ottobre mette nero su bianco i danni subiti in termini economici e di utenti persi
  • SicurezzaVTech, crack nell'intimità familiareIl responsabile della breccia rende noto di avere messo le mani su fotografie e conversazioni intrattenute dalle famiglie attraverso i servizi dell'azienda. E si dice inorridito dalla leggerezza con cui questi dati sono stati trattati
1 Commenti alla Notizia Verizon, utenti in vendita
Ordina
  • Se ci fossi io fra quel milione e mezzo, aspetterei i manager di Verizon in strada e farei loro capire, uno alla volta, cosa significa giocare con i dati personali di altre persone.
    Sono sicuro che gli altri cento delle varie aziende irresponsabili sarebbero educati per un po di tempo.
    Ma la legge, invece di perseguire questi grandissimi inetti (e non li persegue perché gli inetti pagano i legislatori per questo), persegue chi persegue gli inetti (e lo fa perché gli inetti pagano i legislatori anche per questo).
    Poverini, 58 centesimi per record.
    non+autenticato