Alfonso Maruccia

Windows 10, Bash per Insider

Microsoft fornisce un assaggio di quella che sarà una delle novità più importanti del prossimo upgrade di Windows 10, una funzionalità specificatamente pensata per gli sviluppatori e ora disponibile in beta

Roma - Microsoft ha rilasciato la nuova build provvisoria di Windows 10 ai partecipanti del programma Insider, una release che si rivolge agli early adopter interessati a testare con largo anticipo le novità che caratterizzeranno l'aggiornamento noto come "Anniversary Update" in arrivo questa estate per le versioni commerciali dell'OS "universale".

La Insider Preview Build 14316 di Windows 10 è stata distribuita nel canale "Fast" del programma Insider, e tra le molte novità incluse nel codice spicca sicuramente la prima implementazione pubblica della shell Bash ricavata dal sistema operativo Ubuntu Linux.

Il recente annuncio dell'arrivo di Bash e relativo sottosistema Linux (Windows Subsystem for Linux o WSL) su Windows 10 ha generato un bel po' di discussioni nella community FOSS e non, e ora gli utenti interessati potranno verificare con mano quali sono le intenzioni concrete di Microsoft in merito all'integrazione di pezzi importanti di Linux sul suo nuovo Windows.

La shell Bash è una funzionalità espressamente indirizzata agli sviluppatori, e come tale necessita di un processo di installazione un po' più complicato rispetto allo standard del software mainstream - inclusa la configurazione di Windows 10 in modalità "developer". Un tutorial illustrato è stato messo online da Dustin Kirkland, membro del team Product and Strategy di Ubuntu per Canonical.

L'azienda britannica si sta spendendo non poco per l'integrazione dei componenti di Ubuntu su Windows 10, e la community dell'open source sembra rispondere bene alla prospettiva di testare il tutto.

Tornando alla nuova build Insider di Windows 10, infine, oltre a Bash le novità includono una versione migliorata di Cortana e delle estensioni del browser Edge, un nuovo tema "dark" per l'intero OS, un nuovo set di emoji con supporto ai diversi toni della pelle e altro ancora.

Alfonso Maruccia
Notizie collegate
55 Commenti alla Notizia Windows 10, Bash per Insider
Ordina
  • A questo punto mi auguro che i linari passino in massa alla fish shell ... molto meglio della bash.
  • gia' fatto da un paio d'anni, ma non perche' la bash gira su windows, quanto piuttosto per le funzionalita' che fish offre
    non+autenticato
  • - Scritto da: collione
    > gia' fatto da un paio d'anni, ma non perche' la
    > bash gira su windows, quanto piuttosto per le
    > funzionalita' che fish
    > offre

    Anch'io sono passato a fish (su linux) e mi auguro che col tempo venga adottata come shell di default.
    Bash mi sa che ha fatto il suo tempo.
  • Io uso da anni ZSH+Oh My ZSH+ZSH Syntax Highlight Plugin e vivo felice. Bash la uso solo per scripting, eccetto quando devo voglio usare le nested parameter expansion che ZSH supporta ma Bash no.

    Ci sono vantaggi nell'usare Fish per un utente ZSH?
    non+autenticato
  • - Scritto da: PinguinoMannaro
    > A questo punto mi auguro che i linari passino in
    > massa alla fish shell ... molto meglio della
    > bash.

    Se ci sarà motivo, è giusto farlo, le alternative non mancano certo.
    non+autenticato
  • a questo punto sarebbe meglio capire che puoi installare quello che vuoi visto che è ubuntu che gira sotto windows. basta installare la shell che vuoi. Fish shell? installata e funzionante... sotto windows
    non+autenticato
  • A questo punto mi auguro che i linari passino in massa alla fish shell ... molto meglio della bash.
  • - Scritto da: PinguinoMannaro
    > A questo punto mi auguro che i linari passino in
    > massa alla fish shell ... molto meglio della
    > bash.

    Io la sto già usando da diverso tempo, semplicemente la trovo più comoda da utilizzare.
    Shiba
    4017
  • - Scritto da: Shiba
    > - Scritto da: PinguinoMannaro
    > > A questo punto mi auguro che i linari
    > passino
    > in
    > > massa alla fish shell ... molto meglio della
    > > bash.
    >
    > Io la sto già usando da diverso tempo,
    > semplicemente la trovo più comoda da
    > utilizzare.

    Che comodita' offre?
  • - Scritto da: panda rossa
    >
    > Che comodita' offre?
    come "qualcuno" direbbe...
    RTFM.
    https://fishshell.com/
    non+autenticato
  • - Scritto da: bicicletta rossa
    > - Scritto da: panda rossa
    > >
    > > Che comodita' offre?
    > come "qualcuno" direbbe...
    > RTFM.
    > https://fishshell.com/

    Guarda che non ho mica chiesto come si fa questo o quello.
    Ho semplicemente chiesto a quell'utente che aveva espresso un parere SOGGETTIVO, a che cosa si riferisse.
  • - Scritto da: bicicletta rossa
    > - Scritto da: panda rossa
    > >
    > > Che comodita' offre?
    > come "qualcuno" direbbe...
    > RTFM.
    > https://fishshell.com/

    Non molte, in più di bash, ha il modo insert, visual, comm, alla vim, colori più vivaci, robba moderna per gente del 2016. Occhiolino
    non+autenticato
  • - Scritto da: Il fuddaro
    > - Scritto da: bicicletta rossa
    > > - Scritto da: panda rossa
    > > >
    > > > Che comodita' offre?
    > > come "qualcuno" direbbe...
    > > RTFM.
    > > https://fishshell.com/
    >
    > Non molte, in più di bash, ha il modo insert,
    > visual, comm, alla vim, colori più vivaci, robba
    > moderna per gente del 2016.
    > Occhiolino

    Dimenticavo se la bash la conosci come le tue tasche, semplicemente conviene lavorare con quella e vai spedito dove vuoi andare. Il resto sono gusti personali. IMHO.
    non+autenticato
  • - Scritto da: panda rossa
    > - Scritto da: Shiba
    > > - Scritto da: PinguinoMannaro
    > > > A questo punto mi auguro che i linari
    > > passino
    > > in
    > > > massa alla fish shell ... molto meglio
    > della
    > > > bash.
    > >
    > > Io la sto già usando da diverso tempo,
    > > semplicemente la trovo più comoda da
    > > utilizzare.
    >
    > Che comodita' offre?

    Scusa, mi ero dimenticato di PI nel weekend. Ha alcune cosette che seppure non rivoluzionino il tuo modo di lavorare trovo molto utili:

    1) syntax highlighting
    http://fishshell.com/docs/current/tutorial.html#tu...
    2) autocompletamento di comandi e opzioni (parsing dei manfile) con menu, stile zsh
    http://fishshell.com/docs/current/tutorial.html#tu...
    2.1) ricerca all'interno dei completamenti
    Clicca per vedere le dimensioni originali
    3) ricerca bidirezionale (avanti e indietro insomma, non mi veniva un termine migliore) nella cronologia dei comandi
    4?) [ soggettivo ] sintassi più semplice di sh
    (tutto il tutorial per farti un'idea)

    Dal momento che non è compatibile POSIX , io la avvio sopra a Bash (.bash_profile e terminali impostati come shell di login).

    Per anni ho usato zsh, soprattutto per le sue ottime funzioni di completamento, e mi sono sempre portato dietro più di 100 righe di .zshrc da un sistema all'altro. E nonostante questo mai una volta le cose funzionavano alla stessa maniera. Tutto questo fish lo fa di default, perciò sono più che contento.
    Shiba
    4017
  • - Scritto da: PinguinoMannaro
    > A questo punto mi auguro che i linari passino in
    > massa alla fish shell ... molto meglio della
    > bash.

    A parte che Fish gira anche su Windows, se è un programma Linux lo puoi usare anche in Windows.
  • - Scritto da: Zucca Vuota
    > - Scritto da: PinguinoMannaro
    > > A questo punto mi auguro che i linari
    > passino
    > in
    > > massa alla fish shell ... molto meglio della
    > > bash.
    >
    > A parte che Fish gira anche su Windows, se è un
    > programma Linux lo puoi usare anche in
    > Windows.

    Ma anche no.
  • Che teneri, Sono così ottimisti Sorride
    non+autenticato
  • finalmente, anche se potevano mantenere apt-getA bocca aperta
    non+autenticato
  • GTK e QT in Windows ci sono già.
    Se ci portano Unity, Gnome e KDE abbiamo un clone di Linux.

    Sinceramente non ce la faccio a sviluppare su quella ciofeca di Winzozz. Mi manca tutto tranne Photoshoppe.
    iRoby
    8811
  • - Scritto da: iRoby
    > GTK e QT in Windows ci sono già.
    > Se ci portano Unity, Gnome e KDE abbiamo un clone
    > di
    > Linux.
    >
    > Sinceramente non ce la faccio a sviluppare su
    > quella ciofeca di Winzozz. Mi manca tutto tranne
    > Photoshoppe.

    Qualcuno dovrebbe dire a maxsix e company, che a redmond, sono andati in cantina a prendere attrezzatura seria per farci le cose serie. AH, AH, AH!
    non+autenticato
  • - Scritto da: iRoby

    > Sinceramente non ce la faccio a sviluppare su
    > quella ciofeca di Winzozz. Mi manca tutto tranne
    > Photoshoppe.

    stessa cosa che ho provato quando ho provato windows 10 per un paio di settimane

    aldila' di tutte le ovvie critiche su win10, ma e' proprio l'ambiente windows che manca della necessaria flessibilita' che ad un programmatore serve

    sono 4 anni che mi sono totalmente convertito ad arch e di recente ( approfittando dell'acquisto di un nuovo portatile ) sono migrato a gnome

    devo dire che si parla spesso male di gnome 3, ma con un paio di customizzazioni diventa un ambiente molto produttivo e anche graficamente eccelso ( e i font hanno dimensioni umane, non come osx/xcode )
    non+autenticato
  • - Scritto da: collione
    > - Scritto da: iRoby
    >
    > > Sinceramente non ce la faccio a sviluppare su
    > > quella ciofeca di Winzozz. Mi manca tutto
    > tranne
    > > Photoshoppe.
    >
    > stessa cosa che ho provato quando ho provato
    > windows 10 per un paio di
    > settimane
    >
    > aldila' di tutte le ovvie critiche su win10, ma
    > e' proprio l'ambiente windows che manca della
    > necessaria flessibilita' che ad un programmatore
    > serve
    >
    > sono 4 anni che mi sono totalmente convertito ad
    > arch e di recente ( approfittando dell'acquisto
    > di un nuovo portatile ) sono migrato a
    > gnome
    >
    > devo dire che si parla spesso male di gnome 3, ma
    > con un paio di customizzazioni diventa un
    > ambiente molto produttivo e anche graficamente
    > eccelso ( e i font hanno dimensioni umane, non
    > come osx/xcode
    > )

    Gnome3 oggi è abbastanza usabile e anche reattivo, a condizione di avere hardware abbastanza recente.
    non+autenticato
  • - Scritto da: collione

    > aldila' di tutte le ovvie critiche su win10, ma
    > e' proprio l'ambiente windows che manca della
    > necessaria flessibilita' che ad un programmatore
    > serve

    Mah... è una affermazione troppo categorica. Direi che dipende fortemente dal tipo di programmazione che fai e dagli strumenti che usi.
    Per molto di quello che faccio io, Linux è veramente farraginoso (e non è che io sia di primo pelo sullo UNIX/Linux).

    Ma mi spieghi cosa intendi per la necessaria flessibilità?
  • - Scritto da: Zucca Vuota
    > - Scritto da: collione
    >
    > > aldila' di tutte le ovvie critiche su win10,
    > ma
    > > e' proprio l'ambiente windows che manca della
    > > necessaria flessibilita' che ad un
    > programmatore
    > > serve
    >
    > Mah... è una affermazione troppo categorica.

    Stiamo parlando di programmazione, mica di pettinare le bambole.

    > Direi che dipende fortemente dal tipo di
    > programmazione che fai e dagli strumenti che
    > usi.

    C'e' una sola programmazione e non dipende dallo strumento.

    > Per molto di quello che faccio io, Linux è
    > veramente farraginoso (e non è che io sia di
    > primo pelo sullo
    > UNIX/Linux).

    Tu fai roba per windows, molto client oriented.
    Grafica e orpelli vari.

    > Ma mi spieghi cosa intendi per la necessaria
    > flessibilità?

    Per esempio ogni strumento, oltre alla sua funzione principale, puo' anche svolgere altre funzionalita'.
    Le regexp per esempio: quelle sono, e funzionano nello stesso modo ovunque, e nessuno si chiede se un particolare tool le supporta o no: le supporta implicitamente.
  • - Scritto da: panda rossa

    > Stiamo parlando di programmazione, mica di
    > pettinare le
    > bambole.

    Mica è uguale ovunque.

    > C'e' una sola programmazione e non dipende dallo
    > strumento.

    Usare il cervello. Ma i tool aiutano.

    > Tu fai roba per windows, molto client oriented.
    > Grafica e orpelli vari.

    No. Io faccio servizi molto grandi e scalabili (su cloud), che espongono WebAPI e si utilizzano via interfacce HTML5/JavaScript/CSS. Per questo che quando la gente dice che .NET e Windows non scalano affermo che non sanno di cosa stanno parlando.
    Client Windows è un pezzo che non ne faccio.

    > Per esempio ogni strumento, oltre alla sua
    > funzione principale, puo' anche svolgere altre
    > funzionalita'.

    Non ne vedo il vantaggio. Ma perché in Windows non sarebbe così?

    > Le regexp per esempio: quelle sono, e funzionano
    > nello stesso modo ovunque, e nessuno si chiede se
    > un particolare tool le supporta o no: le supporta
    > implicitamente.

    Parli del problema legato al glob nella shell? Se è questo usa PowerShell, non CMD.
  • - Scritto da: Zucca Vuota

    >
    > Parli del problema legato al glob nella shell? Se
    > è questo usa PowerShell, non
    > CMD.

    Powershell e' ormai deprecata dalla stessa M$ che ha deciso di dottare la shell standard del mondo informatico.
  • - Scritto da: panda rossa
    > Powershell e' ormai deprecata dalla stessa M$ che
    > ha deciso di dottare la shell standard del mondo
    > informatico.

    Ma ci credi veramente a quello che scrivi?
  • - Scritto da: Zucca Vuota
    > - Scritto da: panda rossa
    > > Powershell e' ormai deprecata dalla stessa
    > M$
    > che
    > > ha deciso di dottare la shell standard del
    > mondo
    > > informatico.
    >
    > Ma ci credi veramente a quello che scrivi?

    Io non sono mica un commerciale.
    Non mi viene in tasca niente a dire cose false pur di vendere.

    Quando fino a ieri il messaggio era: "Che ce frega della bashe, noi ci avemo powershell!"
    E oggi il messaggio e' "Nuntio vobis gaudium magnum, habemus bash!"
    io lo interpreto chiaramente.

    Tu sentiti pure libero di continuare a vendere soluzioni basate su powershell.
    Io mi sento libero di tenermene alla larga.