Alfonso Maruccia

Visual Studio Code, il traguardo della 1.0

Microsoft raggiunge la prima main release per il suo editor FOSS e dispensa numeri, fornendo apparentemente la prova provata del fatto che la corporation sia seriamente interessata a supportare la community

Roma - Visual Studio Code (VSC) è arrivato alla versione 1.0, un traguardo che segna la sopraggiunta maturità di uno dei progetti più importanti della "nuova" Microsoft che va a braccetto con l'open source. Un progetto che ora è molto più funzionale e potente rispetto all'incarnazione iniziale tutta a base di sviluppo per tecnologie Web.

VSC è l'editor di codice multi-piattaforma che Redmond ha donato alla community dell'open source tramite l'adozione della licenza MIT, adottando per di più la stessa base di codice per altri servizi online come Visual Studio Team Services, Bing Code Search, e gli strumenti per sviluppatori integrati su Edge.

Nei pochi mesi di disponibilità al pubblico, dice ora Microsoft, VSC si è guadagnato una certa popolarità totalizzando più di due milioni di download; gli utenti che sfruttano attivamente l'editor per creare o modificare codice sorgente ammontano invece a mezzo milione.
Originariamente nato per la realizzazione di script Web (JS e TypeScript) e poco altro, VSC è ora capace di maneggiare un maggior numero di linguaggi di programmazione come C++, Go, Python, PHP, F# e altri ancora.

Il segreto del successo di VSC? La flessibilità di un sistema a estensioni che ha permesso l'aggiunta di nuove funzionalità inizialmente non previste. Il fatto che si tratti di un tool partecipato è infine dimostrato dai circa 300 contributi esterni accettati da Microsoft alla base di codice del progetto.

Alfonso Maruccia
Notizie collegate
18 Commenti alla Notizia Visual Studio Code, il traguardo della 1.0
Ordina
  • Ma passate a RSciTE!

    Potentissimo e velocissimo editor, personalizzato
    e potenziato da un italiano:

    http://www.redchar.net/rscite/
    non+autenticato
  • Io per quel poco che tocco windows, trovo quasi superiore atom.io, l'unica pecca e quella di essere una app web.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Il fuddaro
    > Io per quel poco che tocco windows, trovo quasi
    > superiore atom.io, l'unica pecca e quella di
    > essere una app
    > web

    VSCode usa Electron, lo stesso engine usato da Atom, cioe' e' pure lui una sorta di web app

    sul perche' Electron sia superiore e' ovvio, piu' maturo, con piu' plugin, un'ecosistema piu' ampio
    non+autenticato
  • - Scritto da: collione
    > - Scritto da: Il fuddaro
    > > Io per quel poco che tocco windows, trovo quasi
    > > superiore atom.io, l'unica pecca e quella di
    > > essere una app
    > > web
    >
    > VSCode usa Electron, lo stesso engine usato da
    > Atom, cioe' e' pure lui una sorta di web
    > app
    >
    > sul perche' Electron sia superiore e' ovvio, piu'
    > maturo, con piu' plugin, un'ecosistema piu'
    > ampio

    infatti perché non mettere il vstudio express a disposizione della community? Ecco il perché il codice di vscode e forse di vs community e aggratis, e già bello e pronto per gli allocchi.
    non+autenticato
  • - Scritto da: il fuddaro
    > infatti perché non mettere il vstudio express a
    > disposizione della community?
    Perché Visual Studio Express è un IDE progettato per applicazioni desktop e soluzioni basate su .NET, mentre Visual Studio Code è un editor espandibile per il web.

    In comune hanno solo il brand Visual Studio, ma all'atto pratico sono due prodotti differenti con un target d'utenza differente.
    Visual Studio Code nasce come competitor di Sublime Text, Atom, VIM e Brackets.

    > Ecco il perché il
    > codice di vscode e forse di vs community e
    > aggratis, e già bello e pronto per gli
    > allocchi.
    Allocchi de che? Ma tu un discorso serio senza mettere in mezzo cazzate da scie chimiche non riesci a farlo?
    Visual Studio Code è open source, se non ti piacciono i binari Microsoft compilalo da sorgenti.

    E tra l'altro è anche un ottimo editor. Io lo uso col plugin PowerShell e la qualità dell'IntelliSense è davvero impareggiabile. Batte Sublime Text a mani basse.
    non+autenticato
  • - Scritto da: passavo...
    > - Scritto da: il fuddaro
    > > infatti perché non mettere il vstudio
    > express
    > a
    > > disposizione della community?
    > Perché Visual Studio Express è un IDE progettato
    > per applicazioni desktop e soluzioni basate su
    > .NET, mentre Visual Studio Code è un editor
    > espandibile per il
    > web.
    >
    > In comune hanno solo il brand Visual Studio, ma
    > all'atto pratico sono due prodotti differenti con
    > un target d'utenza
    > differente.
    > Visual Studio Code nasce come competitor di
    > Sublime Text, Atom, VIM e
    > Brackets.
    >
    > > Ecco il perché il
    > > codice di vscode e forse di vs community e
    > > aggratis, e già bello e pronto per gli
    > > allocchi.
    > Allocchi de che? Ma tu un discorso serio senza
    > mettere in mezzo cazzate da scie chimiche non
    > riesci a
    > farlo?
    > Visual Studio Code è open source, se non ti
    > piacciono i binari Microsoft compilalo da
    > sorgenti.
    >
    > E tra l'altro è anche un ottimo editor. Io lo uso
    > col plugin PowerShell e la qualità
    > dell'IntelliSense è davvero impareggiabile. Batte
    > Sublime Text a mani
    > basse.

    Certo che come vi toccano i vostri giocattolini tutto lustrini e pieni di strass vi adirate.

    Io intendevo che se volevano mettere qualcosa che fosse CODICE microsoft da dare in dono alla community, avrebbero fatto cosa buona e giusta, mettendo VSexpress. E non appiopparsi un editor già fatto da altri e dicendo che vi abbiamo dato un editor come promesso.

    Poi che sia migliore di sublime text, dovresti andarglielo a dire a chi usa il citato tex editor, e in quanto tale ama usare i text editor, e non i bloatware pachidermici degli IDE.

    Personalmente non me ne può fregare de meno che un IDE, di quanto 200 mb abbia addirittura un intellisense, e che riesce a fare quello che fa qualunque editor per programmare.

    Io sono già contento con vim con qualche plugin come NerDTree, Snipmate, Tag Bar, vim-multiple-cursor, vim-neatstatus, vim-surround e Sparkoup. Il tutto configurato con exsuberant-ctags per c-c++, e python.

    E se mai mi mancasse qualcosa è un attimo installare via git tutti i plugin che mi mancano. E intendo anche su windows, per lavorare con il codice non esiste un editor migliore dell' altro ma solo quello che ti trovi megli a fare quello che devi fare. A voi piacciono le cose luccicanti ad altri no.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Il fuddaro che passava volutament e

    >
    > Io intendevo che se volevano mettere qualcosa che
    > fosse CODICE microsoft da dare in dono alla
    > community, avrebbero fatto cosa buona e giusta,
    > mettendo VSexpress.

    non so che piani abbiano per visual studio, ma credo ci sia anche una motivazione tecnica, dato che vs fa uso pesante di .net e di tutte le sue librerie ( comprese quelle che mono non implementa )

    se poi ci siano anche motivazioni politiche ( perche' facilitare la migrazione a linux? ) non lo so

    > Poi che sia migliore di sublime text, dovresti
    > andarglielo a dire a chi usa il citato tex
    > editor, e in quanto tale ama usare i text editor,
    > e non i bloatware pachidermici degli
    > IDE.

    vim non si batte, c'e' poco da fareA bocca aperta

    > Io sono già contento con vim con qualche plugin
    > come NerDTree, Snipmate, Tag Bar,
    > vim-multiple-cursor, vim-neatstatus, vim-surround
    > e Sparkoup. Il tutto configurato con
    > exsuberant-ctags per c-c++, e
    > python.

    ma vim e' un editor? onestamente si ostinano a chiamarlo cosi', ma visto il tipo e il numero delle funzionalita', a me sembra piu' un IDE
    non+autenticato
  • - Scritto da: collione
    > - Scritto da: Il fuddaro che passava volutament e
    >
    > >
    > > Io intendevo che se volevano mettere
    > qualcosa
    > che
    > > fosse CODICE microsoft da dare in dono alla
    > > community, avrebbero fatto cosa buona e
    > giusta,
    > > mettendo VSexpress.
    >
    > non so che piani abbiano per visual studio, ma
    > credo ci sia anche una motivazione tecnica, dato
    > che vs fa uso pesante di .net e di tutte le sue
    > librerie ( comprese quelle che mono non
    > implementa
    > )
    >
    > se poi ci siano anche motivazioni politiche (
    > perche' facilitare la migrazione a linux? ) non
    > lo
    > so

    Forse ci hai azzeccato.

    >
    > > Poi che sia migliore di sublime text,
    > dovresti
    > > andarglielo a dire a chi usa il citato tex
    > > editor, e in quanto tale ama usare i text
    > editor,
    > > e non i bloatware pachidermici degli
    > > IDE.
    >
    > vim non si batte, c'e' poco da fareA bocca aperta


    Non lo capiscono solo quelli che dopo un'ora di uso non lo hanno più toccato. Per loro era molto più facile e sbrigativo fare clic sulle icone apposite, ecco perché continuano ancora a dire che fanno prima con un IDE.



    >
    > > Io sono già contento con vim con qualche
    > plugin
    > > come NerDTree, Snipmate, Tag Bar,
    > > vim-multiple-cursor, vim-neatstatus,
    > vim-surround
    > > e Sparkoup. Il tutto configurato con
    > > exsuberant-ctags per c-c++, e
    > > python.
    >
    > ma vim e' un editor? onestamente si ostinano a
    > chiamarlo cosi', ma visto il tipo e il numero
    > delle funzionalita', a me sembra piu' un
    > IDE

    Forse infarcito di vari plugin supera pure un IDE, ma la velocità rimane sempre quella della saetta!!
    non+autenticato
  • - Scritto da: collione
    > non so che piani abbiano per visual studio, ma
    > credo ci sia anche una motivazione tecnica, dato
    > che vs fa uso pesante di .net e di tutte le sue
    > librerie ( comprese quelle che mono non
    > implementa
    > )
    >
    > se poi ci siano anche motivazioni politiche (
    > perche' facilitare la migrazione a linux? ) non
    > lo
    > so
    Non penso ci siano motivazioni politiche, ad essere onesti, perché Visual Studio sta messo male pure su Windows.
    Il codice nel 2016 è ancora a 32-bit e Microsoft non vuole fare il porting a 64-bit perché non ne vale la pena, a loro dire.
    Il che vuol dire che c'è parecchio vecchiume che andrebbe fixato e Microsoft non ha intenzione di farlo perché non ci vede un futuro in VS.
    Alla fine oggi chi sviluppa Web lo fa usando gli editor da voi citati quindi gli IDE stanno oggi perdendo sempre più importanza, in quanto sono per lo più usati per soluzioni desktop .NET (Visual Studio) o roba Java.
    Ma chi sviluppa in Python, Ruby, JS, HTML e CSS, difficilmente metterebbe su un pachiderma del genere dato che con Visual Studio Code farebbe decisamente prima.
    E se consideriamo che lo sviluppo web avrà un peso sempre maggiore col cloud, beh, direi che la mossa di Microsoft di rilasciare un editor anziché il suo vecchio IDE ha decisamente senso.

    Poi vabbe', chiaramente loro vogliono che Windows rimanga il desktop fino alla fine, ma questo onestamente a mio avviso è già fuori discussione.
    Windows è e rimarrà l'OS di riferimento quando si parla di desktop. Ormai è inutile fare battaglie su un qualcosa a cui ormai interessa relativamente a pochi.
    Chi ha interesse a lavorare su Linux, ci va a prescindere dalla presenza o meno di Visual Studio.

    Tra l'altro ho sentito in giro che MonoDevelop/Xamarin Studio è decisamente un signor IDE.
    Tuttavia io non l'ho mai usato, quindi mi astengo dal dare giudizi in merito.

    > vim non si batte, c'e' poco da fareA bocca aperta
    Meh, insomma. Alla fine dipende tutto dal linguaggio che stai usando.
    L'utente "passavo..." ha detto due cose giuste: Visual Studio Code su PowerShell è su di un altro livello ed IntelliSense è un capolavoro.
    Su VSCode hai suggerimenti sulle cmdlet, sulle classi, sui parametri e sul tipo di dato che essi prendono.

    Insomma, roba mica da poco.

    > ma vim e' un editor? onestamente si ostinano a
    > chiamarlo cosi', ma visto il tipo e il numero
    > delle funzionalita', a me sembra piu' un
    > IDE
    Io ho sempre sostenuto che più che VIM, UNIX in sé è un IDE.
    I dvcs + VIM + i plugin che fuddaro ha citato + le utility UNIX con tanto di scripting bash forniscono tutta la potenza necessaria per sviluppare soluzioni complesse in team e metterle direttamente in deploy.
    In VIM comunque IMHO l'uso intensivo di ctags e cscope ha anche i suoi contro.
    Spesso ho notato che rendono l'avvio decisamente lento, a seconda della directory da cui si avvia l'editor.
    E la tecnologia di completamento automatico IMHO non è che sia poi tutta questa gran cosa.
    Onestamente, di Microsoft si può dire tutto, ma non che il suo IntelliSense faccia schifo.
    non+autenticato
  • - Scritto da: peppino

    > Il codice nel 2016 è ancora a 32-bit e Microsoft
    > non vuole fare il porting a 64-bit perché non ne
    > vale la pena, a loro
    > dire.

    E che vantaggi ci sarebbero a portarlo a 64 bit?

    > Il che vuol dire che c'è parecchio vecchiume che
    > andrebbe fixato e Microsoft non ha intenzione di
    > farlo perché non ci vede un futuro in
    > VS.

    Intanto ha presentato la prerelease del prossimo.

    > Ma chi sviluppa in Python, Ruby, JS, HTML e CSS,
    > difficilmente metterebbe su un pachiderma del
    > genere dato che con Visual Studio Code farebbe
    > decisamente
    > prima.

    Non ne sono mica tanto convinto. Dipende da cosa fai.

    > E se consideriamo che lo sviluppo web avrà un
    > peso sempre maggiore col cloud, beh, direi che la
    > mossa di Microsoft di rilasciare un editor
    > anziché il suo vecchio IDE ha decisamente
    > senso.

    Anziché? Hanno appena rilasciato l'update 2 di VS2015 (VS versione 14) e una prerelease di VS versione 15 (e anche una prerelease di alcune funzionalità di C# 7).

    > Poi vabbe', chiaramente loro vogliono che Windows
    > rimanga il desktop fino alla fine, ma questo
    > onestamente a mio avviso è già fuori
    > discussione.

    L'alternativa per lo sviluppatore al momento sono Linux e OSX. Guarda caso due sistemi desktop.


    > Su VSCode hai suggerimenti sulle cmdlet, sulle
    > classi, sui parametri e sul tipo di dato che essi
    > prendono.

    In questo aiuta molto PowerShell visto che molte informazioni vengono fornite direttamente dalla shell e dalle commandlet.

    E comunque VI è meglio di EMACS!!!
  • - Scritto da: Zucca Vuota
    > E comunque VI è meglio di EMACS!!!

    http://blog.aaronbieber.com/2015/05/24/from-vim-to...

    e in un post precedente:
    All of the things you love about Vim, with all of the capabilities of what has been described as “a great operating system, lacking only a great text editor.” I believe that Evil Mode is that editor.

    e il sig. aaron è un evangelist di vim
    poi fai tu
    non+autenticato
  • - Scritto da: Zucca Vuota
    > E che vantaggi ci sarebbero a portarlo a 64 bit?
    Lo stesso che ci sarebbe nel portare qualunque altro software complesso: superare il limite di allocazione dei processi a 32-bit.
    E bada che c'è tanta gente che ha problemi con Visual Studio proprio per questo.

    Semmai bisognerebbe chiedersi il contrario: che senso ha tenerlo ancora a 32-bit?

    > Intanto ha presentato la prerelease del prossimo.
    E che c'entra? Se io dico che probabilmente per MS non ha futuro, non vuol dire che verrà abbandonato di punto in bianco.
    C'è tanta roba legacy e tanti altri usi che oggi lo richiedono.
    Ma oggi e domani sono due cose diverse e se ciò che penso è corretto allora la strategia di Microsoft è sul lungo termine.

    > Non ne sono mica tanto convinto. Dipende da cosa
    > fai.
    In generale hai ragione, però renditi conto che molti che sviluppano in Python, Ruby, JS/Node ecc. avevano e hanno background UNIX e usano da sempre editor avanzati come VIM.
    Quando si parla di scripting o markup non hai bisogno di un IDE. Anche perché oggi gli editor di testo che sono stati citati prevedono cose come lo zen coding. Vedasi Emmet su Sublime Text.
    E Visual Studio Code dimostra che puoi avere persino un completamento automatico eccellente anche senza bisogno di un IDE.

    > Anziché?
    Vero, però mi pare che Visual Studio sia ancora solo per Windows e sia ancora closed source.
    E fuddaro stava parlando proprio del fatto che anziché rilasciare un nuovo editor di testo, Microsoft avrebbe potuto rilasciare il codice di Visual Studio Express.

    > L'alternativa per lo sviluppatore al momento sono
    > Linux e OSX. Guarda caso due sistemi
    > desktop.
    Dai, Zucca Vuota, su...
    Vogliamo fare i finti tonti? Chiaramente le alternative ci sono, ma è altrettanto chiaro che Microsoft non vuole che vengano prese in considerazione.
    Vuoi davvero che ti faccia degli esempi? Skype per Linux, che è un abandoware senza aggiornamenti e che ormai sta diventando sempre più incompatibile e obsoleto.
    Un altro esempio è il subsystem Linux su Windows 10. Sai benissimo che non è stato fatto per facilitare la vita a te, ma per far sì che gli sviluppatori indecisi non passassero direttamente a Linux.
    Per carità, non gliene sto facendo una colpa. Naturalmente MS vuole che si usino i suoi prodotti, e di certo non vuole vedere la sua presenza sul desktop ridimensionata.
    Però non prendiamoci in giro facendo finta di ignorare la cosa.

    > In questo aiuta molto PowerShell visto che molte
    > informazioni vengono fornite direttamente dalla
    > shell e dalle
    > commandlet.
    Oh, questo non lo sapevo. Grazie per il chiarimento.
    Anche così, comunque, faccio i complimenti a chi ha fatto il plugin perché è davvero ottimo.

    > E comunque VI è meglio di EMACS!!!
    Clicca per vedere le dimensioni originali

    PS: Sono d'accordo.Sorride
    non+autenticato