Luca Annunziata

Intel taglia, Intel cambia

Con la trimestrale arrivano gli annunciati tagli al personale. Superiori a quanto alcuni analisti avevano predetto, ma funzionali al cambio di strategia

Roma - Intel ha annunciato i suoi risultati per il primo trimestre dell'anno fiscale 2016, presentando agli azionisti un fatturato da 13,7 miliardi di dollari e annunciando un robusto piano di ristrutturazione che la vedrà impegnata per i prossimi 12 mesi. In questa fase saranno in 12mila a lasciare l'azienda: un numero significativo, superiore alle attese e pari a circa l'11 per cento del totale.

Prima i conti: gli utili operativi sono di 2,6 miliardi di dollari, l'utile netto arriva a 2 miliardi e il guadagno per azione 0,42 centesimi. Valori questi di poco sotto le attese, ma comunque positivi in un quadro generale di calo del mercato dei PC che da sempre è il cavallo di battaglia di Santa Clara. Verranno comunque pagati dividendi per 1,2 miliardi di dollari, e sono state ricomprate azioni per 793 milioni. Calano quasi tutte le divisioni, compresa quella Client Computing Group e la Data Center Group, ma cresce del 4 per cento quella della Internet of Things e Intel Security.

Nel complesso le previsioni per il resto dell'anno 2016 sono un po' più conservative che in passato: forse è anche per questo che il management ha varato il piano di ristrutturazione che prevede 12.000 esuberi, alcuni frutto di un'uscita volontaria altri che saranno comunicati agli interessati nei prossimi mesi. Nel comunicato che annuncia questa mossa viene messa in evidenza l'esigenza di cambiare la strategia complessiva, cambiando il focus delle attività da un business dei PC agonizzante a più promettenti e futuribili campi.
Ci sono altri settori che possono garantire un futuro prospero: ci sono i datacenter dove Intel ha senz'altro la propria voce in capitolo da far sentire, c'è il mobile dove le fortune di Santa Clara non sono mai decollate ma dove comunque ha fatto qualche progresso in questi mesi, c'è ovviamente la IoT e anche il business dei chip acquisito da Altera. "I nostri risultati nell'ultimo anno dimostrano una strategia che sta funzionando e costituisce un solido fondamento per la crescita - sono le parole di Krzanich, il CEO, nel comunicato stampa ufficiale - Ora è il momento di accelerare questo cambiamento e costruire sui nostri punti di forza".

Per costruire ed accelerare c'è bisogno di di rivedere la struttura interna, e dunque di cambiare gli equilibri della forza lavoro per meglio rispecchiare le nuove priorità: per affrontare questi licenziamenti saranno spesi circa 1,2 miliardi di dollari nel secondo trimestre, ma a regime dovrebbero garantire 750 milioni nel corso del 2016 e addirittura 1,4 miliardi l'anno dal 2017.

Luca Annunziata
Notizie collegate
  • BusinessIntel, il business tieneChipzilla soffre la contrazione nelle vendite di PC ma continua a registrare numeri importanti, con perdite molto contenute e buone prospettive per il futuro. Anche per i chip custom con tecnologia Altera, in arrivo a breve
  • BusinessIntel, ritorno alla crescitaIl colosso dei processori aggiorna le previsioni per l'anno che verrà, dicendosi ottimista sull'aumento dei ricavi e sulla possibilità di affrancarsi dalla dipendenza dai PC. Che in ogni caso torneranno a vendere grazie alle super-memorie
  • BusinessGartner e IDC, nuovi crolli nel mercato PCPubblicate le analisi sui sistemi commercializzati nel corso degli ultimi tre mesi, e si tratta com'è consuetudine di numeri negativi. I PC di marca si vendono sempre meno, con Windows 10 e il dollaro a far crollare gli affari
76 Commenti alla Notizia Intel taglia, Intel cambia
Ordina
  • ...Intel fallisce!

    Non ho resistitoA bocca aperta

    p.s. c'era un certo nome e cognome che un paio d'anni scriveva qui vaccate del tipo "Intel stritolera' ARM entro un anno"

    si si certo certo, hahahahaha
    non+autenticato
  • - Scritto da: collione
    > ...Intel fallisce!
    >
    > Non ho resistitoA bocca aperta
    >
    > p.s. c'era un certo nome e cognome che un paio
    > d'anni scriveva qui vaccate del tipo "Intel
    > stritolera' ARM entro un
    > anno"
    >
    > si si certo certo, hahahahaha

    Fa un po' il paio con chi prevedeva macchinette con decine di core arm invadere le sale server a discapito di intel, giusto?

    E poi non commentiamo rumors ma pare stia proprio cominciando a mangiarsi pezzettini ...

    http://fortune.com/2016/04/20/qualcomm-apple-intel.../
    non+autenticato
  • Sono un azionista di Intel, mio figlio lavora per Intel da un anno ma rientra nella lista dei tagli.
    (Ripetiamo tutti insieme questo rituale)
    non+autenticato
  • - Scritto da: xcaso
    > Sono un azionista di Intel, mio figlio lavora per
    > Intel da un anno ma rientra nella lista dei
    > tagli.
    > (Ripetiamo tutti insieme questo rituale)

    Se è vero mi spiace, ma riporre fiducia in un'azienda che all'occorrenza ti passa sopra col carro armato è uno sbaglio che purtroppo si paga.
  • - Scritto da: rockroll
    > Se è vero mi spiace,
    > ma riporre fiducia in un'azienda che all'occorrenza
    > ti passa sopra col carro armato
    > è uno sbaglio che purtroppo si paga.

    Grazie, ma tranquillo. Ho descritto una scena ipotetica che ha stuzzicato la mia immaginazione.
    Era una specie di "vignetta satirica testuale" che lambiva una realtà ipotetica, tutto qui.(Saluti;)
    non+autenticato
  • Vedo già i bambocci di oggi che da qui a 20 anni o anche meno lavoreranno con terminali intelligenti (in leasing) con applicazioni e dati nel cloud, pagando abbonamenti ed essendo padroni di niente, con "pirateria" azzerata.
    non+autenticato
  • - Scritto da: billy bally
    > Vedo già i bambocci di oggi che da qui a 20 anni
    > o anche meno lavoreranno con terminali
    > intelligenti (in leasing) con applicazioni e dati
    > nel cloud, pagando abbonamenti ed essendo padroni
    > di niente, con "pirateria"
    > azzerata.
    non+autenticato
  • Non si chiamerà nemmeno 'cloud', essendo ubiquitario.
    Aziende e stati sapranno tutto di tutti.
    E i loro dirigenti saranno i nuovi Dei.
    Ci sarà da ridere.
    non+autenticato
  • perché di fatto non hanno più concorrenza in ambito pc.

    AMD è messa male non solo con le CPU ma anche con le GPU. E chi aspetta ZEN riceverà l'ennesima delusione.

    Mi auguro di essere smentito.

    Nel frattempo Intel ha probabilmente già sviluppato le prossime 2 architetture e se le tengono lì in attesa degli eventi.
    non+autenticato
  • - Scritto da: case e chiese
    > perché di fatto non hanno più concorrenza in
    > ambito
    > pc.
    >
    > AMD è messa male non solo con le CPU ma anche con
    > le GPU. E chi aspetta ZEN riceverà l'ennesima
    > delusione.
    >
    > Mi auguro di essere smentito.
    >
    > Nel frattempo Intel ha probabilmente già
    > sviluppato le prossime 2 architetture e se le
    > tengono lì in attesa degli
    > eventi.
    se non hai concorrenza hai un monopolio, puoi tenere i prezzi più alti, non sei costretto ad innovare di continuo, risparmi in R&D, non hai bisogno di fare marketing, dovrebbe essere meglio invece le cose vanno male lo stesso.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Mario
    > - Scritto da: case e chiese
    > > perché di fatto non hanno più concorrenza in
    > > ambito
    > > pc.
    > >
    > > AMD è messa male non solo con le CPU ma
    > anche
    > con
    > > le GPU. E chi aspetta ZEN riceverà l'ennesima
    > > delusione.
    > >
    > > Mi auguro di essere smentito.
    > >
    > > Nel frattempo Intel ha probabilmente già
    > > sviluppato le prossime 2 architetture e se le
    > > tengono lì in attesa degli
    > > eventi.
    > se non hai concorrenza hai un monopolio, puoi
    > tenere i prezzi più alti, non sei costretto ad
    > innovare di continuo, risparmi in R&D, non hai
    > bisogno di fare marketing, dovrebbe essere

    infatti è quello che sta succedendo: il margine sulle cpu desktop è cresciuto, i risparmi in marketing e R&D si traducono in un bel taglio nella forza lavoro.

    > meglio invece le cose vanno male lo
    > stesso.

    questo perché una cpu intel di 5 anni fa è ancora competitiva per via delle poche innovazioni, quindi l'utente non aggiorna.
    non+autenticato
  • - Scritto da: case e chiese
    > - Scritto da: Mario
    > > - Scritto da: case e chiese
    > > > perché di fatto non hanno più concorrenza
    > in
    > > > ambito
    > > > pc.
    > > >
    > > > AMD è messa male non solo con le CPU ma
    > > anche
    > > con
    > > > le GPU. E chi aspetta ZEN riceverà
    > l'ennesima
    > > > delusione.
    > > >
    > > > Mi auguro di essere smentito.
    > > >
    > > > Nel frattempo Intel ha probabilmente già
    > > > sviluppato le prossime 2 architetture e se
    > le
    > > > tengono lì in attesa degli
    > > > eventi.
    > > se non hai concorrenza hai un monopolio, puoi
    > > tenere i prezzi più alti, non sei costretto ad
    > > innovare di continuo, risparmi in R&D, non hai
    > > bisogno di fare marketing, dovrebbe essere
    >
    > infatti è quello che sta succedendo: il margine
    > sulle cpu desktop è cresciuto, i risparmi in
    > marketing e R&D si traducono in un bel taglio
    > nella forza
    > lavoro.
    >
    > > meglio invece le cose vanno male lo
    > > stesso.
    >
    > questo perché una cpu intel di 5 anni fa è ancora
    > competitiva per via delle poche innovazioni,
    > quindi l'utente non
    > aggiorna.
    tutte le tecnologie nascono, evolvono, si stabilizzano, vengono soppiantate da quelle successive, e infine decadono, per le cpu siamo nella fase di stabilizzazione in attesa della tecnologia che li soppianterà.
    non+autenticato
  • - Scritto da: case e chiese

    > Mi auguro di essere smentito.

    non lo sarai

    mi sa che l'unico vero competitor sara' ARM anche negli ambiti tradizionalmente dominati da Intel
    non+autenticato
  • Speriamo perché il livello delle CPU ARM è superiore a quelle Intel, parlo del rapporto efficienza/watt.

    E tra non molto tanti governi abbandoneranno intel nelle strutture militari e di intelligence, sai pare che Snowden abbia detto alla Russia quali spyware ci sono dentro il microcodice closed di quelle CPU.

    Le strutture governative stanno bandendo gli iPhone e Mac, pare abbiano la cattiva abitudine di accendere microfoni e telecamere all'insaputa dell'utente...
    iRoby
    7801
  • - Scritto da: iRoby
    > Speriamo perché il livello delle CPU ARM è
    > superiore a quelle Intel, parlo del rapporto
    > efficienza/watt.
    >
    > E tra non molto tanti governi abbandoneranno
    > intel nelle strutture militari e di intelligence,
    > sai pare che Snowden abbia detto alla Russia
    > quali spyware ci sono dentro il microcodice
    > closed di quelle
    > CPU.
    >
    > Le strutture governative stanno bandendo gli
    > iPhone e Mac, pare abbiano la cattiva abitudine
    > di accendere microfoni e telecamere all'insaputa
    > dell'utente...

    Ma guarda un po tu! Non ci crediamo. Rotola dal ridereRotola dal ridereRotola dal ridere.

    Comunque quello è un vizietto che hanno quasi tutti, android compreso.Imbarazzato
    non+autenticato
  • > E tra non molto tanti governi abbandoneranno
    > intel nelle strutture militari e di intelligence,
    > sai pare che Snowden abbia detto alla Russia
    > quali spyware ci sono dentro il microcodice
    > closed di quelle
    > CPU.

    Eggià... perchè la Russia e la Cina non erano in grado di capire da soli come funziona una CPU intel. Gli serviva Snowden che essendo l'ex-capo dell'NSA sapeva tutto. Sembra anche che Snowden abbia suggerito a Cina e URSS (pardon Russia) di avvolgere le CPU nella stagnola per impedirne la localizzazione e il controllo remoto.
    non+autenticato
  • Evvai, finalmente ci siamo evoluti! Adesso tutto è smart, connesso e ossesso. Ce l'abbiamo fatta: l'uomo è totalmente sottomesso alle porcherie da lui stesso create. Ogni cosa ci attrae, ci piace ma soprattutto ci ossessiona e quindi produce ansia. Per sopprimere quest'ansia occorrono altre porcate più "nuove" e più smart. In cambio di quella felicità illusoria non solo diamo i nostri soldi a questi criminali artefici del nostro malessere, ma diamo anche la nostra privacy, la nostra vita. Ma forse la colpa non è solo delle lobby; non è che per caso siamo tutti relativamente debolucci di mente e ci facciamo persuadere un po' troppo facilmente?
    non+autenticato
  • - Scritto da: LinkZ
    > Evvai, finalmente ci siamo evoluti! Adesso tutto
    > è smart, connesso e ossesso. Ce l'abbiamo fatta:
    > l'uomo è totalmente sottomesso alle porcherie da
    > lui stesso create. Ogni cosa ci attrae, ci piace
    > ma soprattutto ci ossessiona e quindi produce
    > ansia. Per sopprimere quest'ansia occorrono altre
    > porcate più "nuove" e più smart. In cambio di
    > quella felicità illusoria non solo diamo i nostri
    > soldi a questi criminali artefici del nostro
    > malessere, ma diamo anche la nostra privacy, la
    > nostra vita. Ma forse la colpa non è solo delle
    > lobby; non è che per caso siamo tutti
    > relativamente debolucci di mente e ci facciamo
    > persuadere un po' troppo
    > facilmente?

    Io per questo vorrei mollare tutto e mettermi a fare il contadino...
    Vivere di natura e mangiare almeno l'insalata del mio orticello.
  • - Scritto da: SalvatoreGX
    > - Scritto da: LinkZ
    > > Evvai, finalmente ci siamo evoluti! Adesso
    > tutto
    > > è smart, connesso e ossesso. Ce l'abbiamo
    > fatta:
    > > l'uomo è totalmente sottomesso alle
    > porcherie
    > da
    > > lui stesso create. Ogni cosa ci attrae, ci
    > piace
    > > ma soprattutto ci ossessiona e quindi produce
    > > ansia. Per sopprimere quest'ansia occorrono
    > altre
    > > porcate più "nuove" e più smart. In cambio di
    > > quella felicità illusoria non solo diamo i
    > nostri
    > > soldi a questi criminali artefici del nostro
    > > malessere, ma diamo anche la nostra privacy,
    > la
    > > nostra vita. Ma forse la colpa non è solo
    > delle
    > > lobby; non è che per caso siamo tutti
    > > relativamente debolucci di mente e ci
    > facciamo
    > > persuadere un po' troppo
    > > facilmente?
    >
    > Io per questo vorrei mollare tutto e mettermi a
    > fare il
    > contadino...
    > Vivere di natura e mangiare almeno l'insalata del
    > mio
    > orticello.

    Se vuoi mangiare l'insalata del tuo orticello non devi mica fare il contadino, ti basta avere un orticello.

    Se pensi che fare il contadino ti liberi da mille problemi.. ti consiglio di non provare a fare il contadino!
  • - Scritto da: seven
    > - Scritto da: SalvatoreGX
    > > - Scritto da: LinkZ
    > > > Evvai, finalmente ci siamo evoluti!
    > Adesso
    > > tutto
    > > > è smart, connesso e ossesso. Ce
    > l'abbiamo
    > > fatta:
    > > > l'uomo è totalmente sottomesso alle
    > > porcherie
    > > da
    > > > lui stesso create. Ogni cosa ci attrae,
    > ci
    > > piace
    > > > ma soprattutto ci ossessiona e quindi
    > produce
    > > > ansia. Per sopprimere quest'ansia
    > occorrono
    > > altre
    > > > porcate più "nuove" e più smart. In
    > cambio
    > di
    > > > quella felicità illusoria non solo
    > diamo
    > i
    > > nostri
    > > > soldi a questi criminali artefici del
    > nostro
    > > > malessere, ma diamo anche la nostra
    > privacy,
    > > la
    > > > nostra vita. Ma forse la colpa non è
    > solo
    > > delle
    > > > lobby; non è che per caso siamo tutti
    > > > relativamente debolucci di mente e ci
    > > facciamo
    > > > persuadere un po' troppo
    > > > facilmente?
    > >
    > > Io per questo vorrei mollare tutto e
    > mettermi
    > a
    > > fare il
    > > contadino...
    > > Vivere di natura e mangiare almeno
    > l'insalata
    > del
    > > mio
    > > orticello.
    >
    > Se vuoi mangiare l'insalata del tuo orticello non
    > devi mica fare il contadino, ti basta avere un
    > orticello.
    >
    > Se pensi che fare il contadino ti liberi da mille
    > problemi.. ti consiglio di non provare a fare il
    > contadino!

    Un contadino immerso in questa società, sicuramente avrà i suoi problemi...
  • - Scritto da: seven

    > Se vuoi mangiare l'insalata del tuo orticello non
    > devi mica fare il contadino, ti basta avere un
    > orticello.
    >
    > Se pensi che fare il contadino ti liberi da mille
    > problemi.. ti consiglio di non provare a fare il
    > contadino!

    Parlaci dei problemi del contadino.
  • - Scritto da: panda rossa

    > Parlaci dei problemi del contadino.

    Oggi non si chiamano piú contadini bensí imprenditori agricoli e oltre al lavoro del "contadino" hanno una marea di adempimenti burocratici.
    non+autenticato
  • - Scritto da: ortolano
    > - Scritto da: panda rossa
    >
    > > Parlaci dei problemi del contadino.
    >
    > Oggi non si chiamano piú contadini bensí
    > imprenditori agricoli e oltre al lavoro del
    > "contadino" hanno una marea di adempimenti
    > burocratici.

    Tu stai parlando di imprenditori agricoli.
    Quelli che coltivano l'orticello per vendere.

    Noi parliamo di chi coltiva l'orticello e alleva due galline per la propria sussistenza.
  • Dove ho la terra io (alberelli da frutto) è pieno di cinghiali e cervi che rompono le palle, quindi ho fatto una recinzione per proteggere le piante, ma con la consapevolezza che, messa da parte la fatica necessaria per costruirla, con la somma spesa per i materiali ci avrei comprato un quintale e mezzo di mele.

    Per quanto riguarda gli ortaggi ho anche quelli nel giardino di casa in montagna, nulla da dire, belli buoni naturali e saporiti, ma devo fare il piano ferie estivo in rapporto alla necessità di dare acqua ...!
  • - Scritto da: Joe Tornado
    > Dove ho la terra io (alberelli da frutto) è pieno
    > di cinghiali e cervi che rompono le palle, quindi
    > ho fatto una recinzione per proteggere le piante,
    > ma con la consapevolezza che, messa da parte la
    > fatica necessaria per costruirla, con la somma
    > spesa per i materiali ci avrei comprato un
    > quintale e mezzo di
    > mele.
    >
    > Per quanto riguarda gli ortaggi ho anche quelli
    > nel giardino di casa in montagna, nulla da dire,
    > belli buoni naturali e saporiti, ma devo fare il
    > piano ferie estivo in rapporto alla necessità di
    > dare acqua
    > ...!

    Quello che emerge dalla tua considerazione e da quella di seven nell'altro post e' che i problemi sorgono solo quando si cerca di conciliare la vita agreste coi ritmi e i tempi della vita di citta'.

    Pianificare ferie e weekend con le esigenze dell'orto non si puo'.

    L'ideale e' di adeguare i propri tempi a quelli dell'orto e riempire i tempi morti scrivendo software.
  • Se puoi fare come dici, beato te, ma non credo che per tutti sia l'idillio che descrivi. Ho un cugino che vive sul posto, piccolo comune di montagna, di allevamento ed agricoltura; a neanche trent'anni sembra un cinquantenne, con mani distrutte dal lavoro, senza giorni ne' ore di libertà, sempre assillato da preoccupazioni.

    Per quanto riguarda me, la cura delle piante non è un hobby, le considero e tratto quali risorse alimentari per la mia famiglia e sono felice di dedicare loro tempo e fatica, ma bacio per terra alla sola idea di avere un lavoro con stipendio sicuro a fine mese, nell'odiosa, incivile e sporca città.
  • - Scritto da: Joe Tornado

    > Per quanto riguarda me, la cura delle piante non
    > è un hobby, le considero e tratto quali risorse
    > alimentari per la mia famiglia e sono felice di
    > dedicare loro tempo e fatica, ma bacio per terra
    > alla sola idea di avere un lavoro con stipendio
    > sicuro a fine mese, nell'odiosa, incivile e
    > sporca
    > città.

    Niente dura per sempre, il mondo del lavoro negli ultimi 10 anni è cambiato tantissimo, oggi a dettare legge è la finanza,il resto non conta.
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 6 discussioni)