Luca Annunziata

Eduopen, anche l'universitÓ italiana va online

Dopo che il movimento Mooc si Ŕ diffuso Oltreoceano, anche il MIUR assieme agli atenei si attrezza. Ci saranno badge per i corsisti e la possibilitÓ di certificare quanto appreso

Roma - Con un certo ritardo rispetto agli atenei di
Oltreoceano, finalmente anche l'università italiana si è dotata della propria piattaforma mooc aperta al pubblico: si chiama Eduopen, è stata realizzata in collaborazione tra MIUR, Cineca, GARR e circa una dozzina di università di tutta la Penisola, ed è online dalla fine della scorsa settimana. Attraverso Eduopen si potrà fruire di insegnamenti a distanza di livello universitario, per il proprio aggiornamento personale o anche per ottenere certificazioni su una determinata materia o preziosi CFU (i crediti universitari) spendibili in qualunque ateneo che aderisce al progetto.


La realtà dei corsi online erogati da importanti università è una realtà consolidata all'estero: Coursera e Udacity sono forse i nomi più celebri in questo settore, ma sono molte le iniziative analoghe che coinvolgono singoli istituti o consorzi formati da più entità che mettono a fattor comune risorse e lezioni. Tipicamente attraverso le piattaforme mooc si può fruire di interi corsi di intensità variabile, attraverso webinar (tipicamente lezioni in video on-demand) o altro materiale messo a disposizione del docente, e con un approccio broadcast che prevede la presenza anche di un numero molto alto di iscritti al singolo corso. Utile per aggiornamento personale (life-long learning) o anche per orientarsi in una nuova disciplina prima di iscriversi all'università, o se si decide di cambiare carriera.

L'iniziativa italiana sarà senza scopo di lucro, e proporrà due tipi di percorsi: i corsi più essenziali, monografici, e i cosiddetti "pathways" più ad ampio respiro che hanno durata maggiore e comprendono contenuti più strutturati. Il catalogo attuale comprende 68 corsi (ma solo 9 sono attivi da subito), e altri saranno aggiunti ogni anno per arricchire la piattaforma. I primi temi spaziano dalla matematica all'informatica, dalla didattica alla lingua cuneiforme; i primi pathways sono invece dedicati all'inglese. I contenuti sono distribuiti con licenza CC share-alike.


Per seguire i corsi Eduopen basta registrarsi sulla piattaforma, e non sono previsti costi di alcun genere. Al termine di ciascun corso si otterrà un badge che attesta digitalmente la frequenza al corso, mentre chi deciderà di farsi certificare in ateneo le competenze guadagnate dovrà pagare 50 o 100 euro alla segreteria dell'università scelta per sostenere un esame e ricevere in cambio un attestato: in questo modo si guadagneranno anche i CFU utili ad arricchire il proprio curriculum universitario ed eventualmente integrare anche la prima laurea con un secondo titolo.

Luca Annunziata
4 Commenti alla Notizia Eduopen, anche l'universitÓ italiana va online
Ordina
  • mi pare che 'il consorzio nettuno' esista da 25 anni (per erogazione a distanza) e uninettuno da una decina......
    non+autenticato
  • - Scritto da: bubba
    > mi pare che 'il consorzio nettuno' esista da 25
    > anni (per erogazione a distanza) e uninettuno da
    > una
    > decina......
    ah bubba è proprio n'antra cosa...
    Uninettuno è 'n università "on line" cioè "telematica" seconno come tel racconta er MIUR...
    Nel caso de cui all'articolo mica te danno 'na laurea se tratta solo de corsi diciamo così "un tanto ar chilo"...
    Uninettuno è proprio 'nantra cosa... eddaije....
    non+autenticato
  • - Scritto da: Arrotino
    > - Scritto da: bubba
    > > mi pare che 'il consorzio nettuno' esista da 25
    > > anni (per erogazione a distanza) e uninettuno da
    > > una
    > > decina......
    > ah bubba è proprio n'antra cosa...
    > Uninettuno è 'n università "on line" cioè
    > "telematica" seconno come tel racconta er
    > MIUR...
    > Nel caso de cui all'articolo mica te danno 'na
    > laurea se tratta solo de corsi diciamo così "un
    > tanto ar chilo"...
    >
    > Uninettuno è proprio 'nantra cosa... eddaije....
    se hai 2 occhi, usali. un pezzo era sul consorzio nettuno e uno su uninettuno..
    non+autenticato
  • - Scritto da: bubba
    > - Scritto da: Arrotino
    > > - Scritto da: bubba
    > > > mi pare che 'il consorzio nettuno' esista da
    > 25
    > > > anni (per erogazione a distanza) e uninettuno
    > da
    > > > una
    > > > decina......
    > > ah bubba è proprio n'antra cosa...
    > > Uninettuno è 'n università "on line" cioè
    > > "telematica" seconno come tel racconta er
    > > MIUR...
    > > Nel caso de cui all'articolo mica te danno 'na
    > > laurea se tratta solo de corsi diciamo così "un
    > > tanto ar chilo"...
    > >
    > > Uninettuno è proprio 'nantra cosa... eddaije....
    > se hai 2 occhi, usali. un pezzo era sul consorzio
    > nettuno e uno su
    > uninettuno..

    ahmbeh!
    Peggio me sento!
    Er consorzio è ancora de più n'antra cosa ah bubba sveija!
    Ma hai guardato li siti o stai a scherzà?
    non+autenticato