Alfonso Maruccia

Apple, niente iPhone ricondizionati in India

Fonti governative rivelano la bocciatura del piano di Cupertino per fare cassa nel subcontinente con i terminali usati. Il CEO Tim Cook continua a considerare l'India come la prossima grande occasione di business

Roma - Stando a funzionari governativi entrati in contatto con Bloomberg, le autorità indiane hanno già bocciato il piano di Apple di vendere iPhone usati e ricondizionati nel paese asiatico. Si affollano le speculazioni su chi ha promosso, anzi, auspicato la bocciatura, mentre i vertici di Cupertino non perdono le speranze: il business mobile del futuro è (soprattutto) indiano.

Attualmente al lavoro per aprire i suoi primi negozi di vendita al dettaglio locali, Apple avrebbe voluto "invadere" l'India con terminali mobile già usati dai clienti di altri paesi, con un nuovo codice identificativo e dopo tutte le procedure necessarie a rendere ogni singolo gadget adatto alla rivendita.

Ma a quanto pare il piano cozza contro le priorità di Nuova Delhi, soprattutto per quanto riguarda l'uso di manodopera e fonti di produzione locali; comprensibili, poi, le preoccupazioni del governo indiano di vedersi il paese invaso da "scarti" elettronici non più appetibili sui mercati più ricchi.
Secondo le speculazioni, dietro il rifiuto delle autorità indiane ci sarebbe anche lo zampino di Samsung, produttore di terminali Android più che interessato a mettere i bastoni tra le ruote alla potenziale concorrenza di Cupertino anche sul fronte dei gadget economici.

Quali che siano le motivazioni dello stop, il governo indiano potrebbe aver risparmiato ad Apple i rischi della svalutazione di un marchio fin qui noto per essere di lusso, o quantomeno di tendenza. Dal punto di vista di Cupertino, in ogni caso, un mercato promettente come quello indiano rappresenta un'occasione dichiarata di ravvivare le vendite che al momento sono in caduta libera.

Il settore degli smartphone ha oramai raggiunto lo stesso stadio di maturità di altri mercati di elettronica di consumo come i PC, e il CEO di Apple Tim Cook guarda all'India con speranza: nel 2022 il paese sarà il più popoloso del mondo, ha spiegato Cook, e la diffusione della connettività LTE renderà ancora più appetibile la commercializzazione dei gadget mobile - e augurabilmente di iPhone.

Alfonso Maruccia
Notizie collegate
  • BusinessAndroid alla conquista del mondoDall'Europa al dominio della Cina: cosė dilaga la strategia internazionale di Google. Mentre Apple vorrebbe accaparrarsi l'India destreggiandosi con l'usato
  • BusinessApple, vittima del suo successodi D. Galimberti - I prodotti di Cupertino, come previsto, non riescono a sostenere i ritmi di crescita degli anni scorsi. iPad continua a calare, per la prima volta calano gli iPhone e nemmeno i Mac fanno faville
  • BusinessSamsung, eccezione nel mercato mobileRisultati trimestrali superiori alle aspettative, grazie soprattutto ai nuovi terminali di fascia alta, oltre che ai microchip. L'intero mercato degli smartphone si blocca tranne che per gli attori cinesi, ma la corporation guarda con fiducia al futuro
9 Commenti alla Notizia Apple, niente iPhone ricondizionati in India
Ordina