Alfonso Maruccia

Dell, niente più tavolette androidi

La corporation ha annunciato l'uscita dal mercato dei tablet Android, un business che non offre più prospettive. Meglio i dispositivi 2-in-1 basati su Windows 10, e Dell non è la sola a pensarla così

Roma - Dopo una fase di "innamoramento" durata un tempo relativamente breve, Dell ha ora comunicato l'intenzione di non voler più essere parte del mercato dei tablet basati su Android: le prospettive di business non sono più degne di nota, quindi molto meglio concentrarsi sui dispositivi basati su Windows con design innovativi.

L'uscita di Dell dal mercato dei tablet Android sarà graduale, con la corporation che garantisce il supporto dei gadget della linea Venue fino al termine dei contratti e alla scadenza delle garanzie accese dagli utenti. Di aggiornamenti software per i terminali già commercializzati o di nuovo hardware, invece, non se ne parla.

Dell giustifica il cambio di rotta con il fatto che i tablet non rappresentino più un business di grandi dimensioni, e anche per il mercato dei professionisti - a cui Dell si è sempre rivolta - vuole un prodotto diverso con caratteristiche non identificabili in un gadget con un OS mobile.
Dell si concentrerà quindi sui sistemi Windows 10 convertibili, dispositivi con design 2-in-1 utilizzabili sia come tablet sia come simil-laptop con l'aggiunta di un'apposita tastiera o docking station. Nel tradizionale mercato Wintel è ancora possibile vendere hardware informatico, suggerisce Dell, mentre su Android a fare i soldi sono quelli che vendono "contenuti" e servizi telematici come Amazon o Google.

Giustificazioni di Dell a parte, la contrazione delle tavolette (Android e non) e lo scarso appeal per i tradizionali produttori OEM è un fenomeno che riguarda anche la concorrenza: HP e Lenovo sono sulla strada verso l'uscita, e Apple sta ripercorrendo le orme di Microsoft indirizzando il futuro di iPad verso i design 2-in-1 in stile Surface con la variante "Pro" di iPad.

Alfonso Maruccia
Notizie collegate
8 Commenti alla Notizia Dell, niente più tavolette androidi
Ordina
  • Beh, in effetti non si può comparare Android o iOS con un sistema operativo 'vero' come Windows (o OS X o Linux).
    Avere un 2 in 1 è senz'altro preferibile ad una larghissima maggioranza di utenti aziendali, che ha bisogno di un HD, di flessibilità e di una gestione dei programmi non semplificata.
    non+autenticato
  • Il problema è che tutti quelli che hanno bisogno di un laptop, comprano un tablet e poi si pentono, i tablet vanno lasciari a quelli che hanno bisogno di un tablet.
    non+autenticato
  • non avete capito le tavolette cinesi costano una frazione e fanno lo stesso lavoro e Dell non ha alcun margine i cellulari faranno la stessa fine
    non+autenticato
  • "basati su Windows 10"

    Come dire ... dal Padella nella brace! A bocca aperta
    non+autenticato
  • - Scritto da: prova123
    > "basati su Windows 10"
    >
    > Come dire ... dal Padella nella brace! A bocca aperta


    Come tutte le mode prima o poi tutte passano, che sono tavolette androido, o win spione, lentamente spariranno almeno dalle scrivanie dei professionisti. I modaioli magari continueranno a leggere watzap, e a fare tap, tap, d'altronde li hanno comperati appunto perché li potevano mostrare in giro.
    non+autenticato
  • - Scritto da: prova123
    > "basati su Windows 10"
    >
    > Come dire ... dal Padella nella brace! A bocca aperta

    Probabilmente si, ma il fatto è che le tavolette Android sono degli smartphone con lo schermo grande. Vanno bene solo per consultare.
    Per fare qualunque cosa devi cercarti comunque una app. Che è stata pensata per uno smartphone.

    Ho provato ad aggiungere tastiere e mouse bluetooth al mio tablet, installando AndrOpen (AOO). Ma scrivere un vero documento, un report, con immagini, grafici e tabelle, prendendo i dati da email, da chiavette, da repository è piuttosto "annoying". Ti ritrovi continuamente con le dita sullo schermo perché con il mouse non funziona, perché invece della tastiera ti appare la tastiera virtuale, perché per avere due il documento su cui scrivere da un lato e la mail con i dati dall'altro, hai bisogno di un workaroud di terze parti che non sempre funziona.

    Risultato? Giro ancora con il mio Netbook Compaq, per quanto obsoleto.
    Avevo prenotato lo Jolla Tablet per pensionarlo, ma purtroppo sappiamo come è andata a finire...

    Ho provato a fare lo stesso con una tavoletta Wintech con Windows 8, stessa tastiera e mouse bluetooth, hub USB esterno alimentato collegato a HD portatile e stampante... e funzionava. Gli unici due "inconveniente" erano i due preventivati: schermo piccolo e MS windows.

    Perciò, sinceramente, a malincuore devo dire che un tablet con Windows si trasforma in un netbook, un tablet con Android, no.

    Ed installare Gnu/Linux su un Tablet, purtroppo non è esattamente come installarlo su un PC...
    non+autenticato
  • - Scritto da: Skywalker
    > - Scritto da: prova123
    > > "basati su Windows 10"
    > >
    > > Come dire ... dal Padella nella brace! A bocca aperta
    >
    > Probabilmente si, ma il fatto è che le tavolette
    > Android sono degli smartphone con lo schermo
    > grande. Vanno bene solo per
    > consultare.
    > Per fare qualunque cosa devi cercarti comunque
    > una app. Che è stata pensata per uno
    > smartphone.
    >
    > Ho provato ad aggiungere tastiere e mouse
    > bluetooth al mio tablet, installando AndrOpen
    > (AOO). Ma scrivere un vero documento, un report,
    > con immagini, grafici e tabelle, prendendo i dati
    > da email, da chiavette, da repository è piuttosto
    > "annoying". Ti ritrovi continuamente con le dita
    > sullo schermo perché con il mouse non funziona,
    > perché invece della tastiera ti appare la
    > tastiera virtuale, perché per avere due il
    > documento su cui scrivere da un lato e la mail
    > con i dati dall'altro, hai bisogno di un
    > workaroud di terze parti che non sempre
    > funziona.
    >
    > Risultato? Giro ancora con il mio Netbook Compaq,
    > per quanto
    > obsoleto.
    > Avevo prenotato lo Jolla Tablet per pensionarlo,
    > ma purtroppo sappiamo come è andata a
    > finire...
    >
    > Ho provato a fare lo stesso con una tavoletta
    > Wintech con Windows 8, stessa tastiera e mouse
    > bluetooth, hub USB esterno alimentato collegato a
    > HD portatile e stampante... e funzionava. Gli
    > unici due "inconveniente" erano i due
    > preventivati: schermo piccolo e MS
    > windows.
    >
    > Perciò, sinceramente, a malincuore devo dire che
    > un tablet con Windows si trasforma in un netbook,
    > un tablet con Android,
    > no.
    >
    > Ed installare Gnu/Linux su un Tablet, purtroppo
    > non è esattamente come installarlo su un
    > PC...

    E la sacrosanta verità, e ora che anche i modaioli amanti del marketing la smettano di dire che con un tablet ci fai le stesse cose di un notebok.

    Per qualcosa di serio si dovrebbe almeno parlare di un netbook, personalmente con un EeePC 1215 Display da 12pollici ovviamente con OS nix mi trovo da dio, figuriamoci un vent'enne.
    non+autenticato
  • Io ho preso tablet Android (il Kindle Fire 7) per mio figlio di 2 anni e mezzo.

    Ottimo per i giochini, con i tool che mostrano un recinto con le sole icone dei suoi giochini e gli impediscono di andare in giro e toccare altre funzioni.

    Oltre a questa e qualche altra piccola applicazione che uso io, il tablet non mi serve a nulla. Qualsiasi sia il sistema operativo.
    L'informatico continuerà ad usare il PC desktop o notebook.
    iRoby
    8841