Claudio Tamburrino

UE, tira e molla su sicurezza e privacy delle comunicazioni

Le istituzioni europee stanno programmando di estendere le norme giÓ previste per le telco a Whatsapp e compagnia over the top. E dalla Francia muove il fronte anti-crittografia

Roma - L'Unione Europea sta pensando di estendere ai servizi di comunicazione online le regole relative alla sicurezza e alla privacy già imposte ai servizi di telecomunicazioni, si apprende da un documento riservato di cui Reuters ha preso visione.

Tale scelta comporterebbe regole più stringenti in materia sia di sicurezza delle comunicazioni sia di privacy (quelle previste dalla ePrivacy Directive), con gli operatori del settore (da Skype a WhatsApp) costretti a conformarsi ad obblighi già imposti agli operatori tradizionali: proprio le telco starebbero spingendo per introdurre tali cambiamenti, dopo che i loro tentativi di introdurre limitazioni più stingenti nei confronti dei nuovi competitor erano falliti.

Secondo le telco, infatti, finora servizi come WhatsApp, Skype e Messenger hanno goduto di una vera e propria mancanza di regolamentazione a discapito del mercato dei fornitori di servizi tradizionali e dei dati degli utenti, monetizzati da Facebook, Microsoft e via dicendo: "A differenza delle telco - riferisce per esempio il gruppo Orange - gli over the top sono agenti globali che possono sfruttare commercialmente i dati degli utenti che raccolgono".
Secondo quanto riferisce il Wall Street Journal, nella bozza di proposta a tali servizi sarà richiesto di adottare cambiamenti nella gestione dei dati degli utenti e negli standard dei loro servizi sia di messaggistica che di comunicazione vocale: secondo gli osservatori si tratterà di un vero e proprio giro di vite nei confronti degli over the top.

I servizi VoIP e di messaggistica, presumibilmente, dovranno adottare specifici standard in materia di crittografia, ma soprattutto per quanto riguarda la conservazione e l'utilizzo dei dati degli utenti ed il loro rapporto rispetto alle richieste delle autorità.

La discussione sulla nuova normativa si aprirà a settembre e si prevede che il testo finale non venga forumlato prima della fine dell'anno: d'altra parte non si tratta solo di aumentare gli standard, ma di trovare un equilibrio tra crittografia e privacy da una parte, e le esigenze della sicurezza dall'altra.

Le aziende che già offrono servizi crittografici end-to-end (come Facebook e Google) riferiscono per esempio, in risposta alla consultazione pubblica sulla questione da parte della Commissione europea delle scorse settimane, del rischio che la normativa europea limiti tali sistemi per garantire ai governi nazionali l'accesso a comunicazioni per scopi di sicurezza.
Su tale fronte appare particolarmente agguerrita la Francia, il cui Ministro degli Interni Bernard Cazeneuve ha invocato in questi giorni un'iniziativa globale sulla crittografia di tali servizi di messaggistica utilizzati come principale mezzo di comunicazione dagli estremisti islamici. Cazaneuve si confronterà con il suo corrispettivo tedesco, Thomas de Maiziere, il prossimo 23 agosto per avanzare un'iniziativa europea su tale argomento.

Claudio Tamburrino
Notizie collegate
11 Commenti alla Notizia UE, tira e molla su sicurezza e privacy delle comunicazioni
Ordina
  • Le aziende che già offrono servizi crittografici end-to-end (come Facebook e Google)...

    Rotola dal ridereRotola dal ridereRotola dal ridere

    dicesi "specchietto per le allodole", soprattutto quando ci sono dietro due aziende che fanno business coi dati raccolti agli utenti.

    mettere regole stringenti di privacy e crittografia sui servizi di messaggistica (dove passano messaggi tipo "minchiaaaa oooohhh, ho cambiato i cerchi della golf gti", "bellaaaaaa zioooooo, troppo regolare fratello") e non obbligare gmail, gdrive, ecc a criptare lato client ha poco senso.
    non+autenticato
  • Tanto se Google stessa ha questo la crittografia attuale serve a ben poco: http://www.tomshw.it/news/il-computer-quantistico-...

    Probabilmente questi servizi criptati gli servono proprio per testare il supercomputerAnnoiato Rotola dal ridere
    non+autenticato
  • Norme create per la telefonia via cavo difficilmente vanno daccordo con quella ip ... ma tanto a loro non interessa creare delle regole che distruggono / danneggiano il mercato ( vedi cookie law ) senza nessun reale vantaggio , probabilmente a loro interessa togliere dal mercato quello che non possono controllare agevolmente , solo che se alle gente dici che togli whazzap ... forse stavola si incazzano !
    non+autenticato
  • Se davvero vogliono "...trovare un equilibrio tra crittografia e privacy da una parte, e le esigenze della sicurezza dall'altra", allora la notizia dovrebbe essere titolata così: la UE vuole vietare la crittografia. Oppure in alternativa: la UE vuole imitare l'Iran. Oppure ancora: risorge la STASI.

    Ma si sa, il giornalismo indipendente è roba dell'altro mondo, specie quando si parla di UE.
    non+autenticato
  • Nemmeno Tamburrino si è accorto che crittografia E' sicurezza: gli algoritmi dei servizi di messaggistica sono gli stessi che ci consentono di comprare on line, accedere al nostro conto, farci accreditare uno stipendio o un pagamento, leggere le mail.
    Insomma, bucare la crittografia è una crociata contro gli onesti.
    non+autenticato
  • Non esiste nessun "equilibrio" possibile tra crittografia e (presunta) sicurezza pubblica. O l'una o l'altra, non esiste la "crittografia sì, ma solo un pochino".

    La UE naturalmente oscilla più verso la sicurezza e vuole limitare la crittografia, com'era prevedibile, essendo sostanzialmente un'associazione a delinquere di stampo finanziario. Bisognerebbe trovare i residui "europeisti" uno per uno, andare a casa loro e coprirli di manganellate finchè non cambino idea (o più auspicabilmente vadano all'inferno).
    non+autenticato
  • ovvio, sfruttano la scusa del terrorismo per diminuire la nostra privacy e poterci controllare per sopprimere ogni resistenza contro il neoglobalismo europeista (criminale).
    sempre più in cline a usare tor e mail crittografate anche per cosefutili solo per farli rosicare, quei delinquenti.

    - Scritto da: ...
    > Non esiste nessun "equilibrio" possibile tra
    > crittografia e (presunta) sicurezza pubblica. O
    > l'una o l'altra, non esiste la "crittografia sì,
    > ma solo un pochino".
    >
    >
    > La UE naturalmente oscilla più verso la sicurezza
    > e vuole limitare la crittografia, com'era
    > prevedibile, essendo sostanzialmente
    > un'associazione a delinquere di stampo
    > finanziario. Bisognerebbe trovare i residui
    > "europeisti" uno per uno, andare a casa loro e
    > coprirli di manganellate finchè non cambino idea
    > (o più auspicabilmente vadano
    > all'inferno).
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 6 discussioni)