Algieri Luca

Microsoft porta PowerShell su Linux e MacOS

Redmond rilascia con licenza open la sua shell. Per completare il trasloco sugli OS altrui è stato necessario anche trasferire il framework dotNET

Roma - Microsoft ha annunciato che dal 18 agosto è disponibile su GitHub la versione alfa di PowerShell rilasciata con licenza open source di tipo MIT ed in grado di girare anche su sistemi Linux (Red Hat, Ubuntu e CentOs) e OS X.


PowerShell è una shell a linea di comando e linguaggio di scripting nato originariamente per i sistemi Windows (molto simile a quello che è Bash sui sistemi Unix/Linux) e sviluppato su piattaforma dotNET poiché è scritto in C#.

Windows PowerShell
Essendo PowerShell basato su dotNET si è reso necessario che il framework fosse presente anche sulle altre piattaforme, obiettivo raggiunto tramite dotNET Core 1.0 che permette alla shell di funzionare su ambienti Linux o OS X ma che ha comportato una riscrittura del codice affinché potesse funzionare sul nuovo framework e che viene identificata come versione PowerShell Core, una versione della quale sarà integrata in Windows Server 2016.

PowerShell è integrato anche con Microsoft Operations Management Suite (OMS), che consente di gestire le applicazioni e carichi di lavoro praticamente su qualsiasi piattaforma, tra cui Azure, AWS, la piattaforma cloud di Google e il deploy in locale in un datacenter.

I clienti attuali sono abituati a multi-piattaforme, multi-cloud e molteplici sistemi operativi per cui la scelta di far sì che PowerShell non si limitasse a funzionare solo su sistemi Windows rappresenta il presupposto basilare affinché possa diventare uno strumento di gestione capace di interagire con qualsiasi piattaforma e da qualsiasi dispositivo.

Il Microsoft Technical Fellow Snover ha osservato che, per quanto riguarda la differenza tra portare Bash su Windows e PowerShell su Linux/OS X, il punto focale del portare Bash su Windows è stato di dare agli sviluppatori open source la possibilità di fare il loro lavoro su Windows. Il CEO Microsoft Satya Nadella ha dichiarato che "Su Azure un terzo delle macchine virtuali hanno Linux come sistema operativo mentre il 60 per cento dei prodotti di terze parti presenti in Azure Marketplace sono software open source (OSS), abbiamo aggiunto Bash a Windows 10 per renderla una grande piattaforma per lo sviluppo di OSS e siamo collaboratori attivi di numerosi progetti open source quali ad esempio OpenSSH, FreeBSD, Mesos, Portuale, Linux e molti altri" a testimoniare l'impegno concreto che l'azienda di Redmond sta dimostrando verso l'open source.

Microsoft a quanto pare ha intuito le potenzialità offerte dall'open source, dal cui mondo si aspetta un considerevole aiuto nello sviluppo delle evoluzioni successive di PowerShell offrendo anche il corso online gratuito "Getting Started with PowerShell 3.0 Jump Start" della Microsoft Virtual Academy per invogliare a partecipare quanti più programmatori possibili e sperando che buona parte di loro possa aiutare a soddisfare le esigenze della comunità Linux.

L'intenzione sembra essere quindi di creare una piattaforma che non sia legata indissolubilmente al sistema operativo Windows e che possa diventare strumento di sistema indispensabile per la gestione multi-servizi e multi-piattaforma in modo da recuperare terreno soprattutto per quanto riguarda i sistemi enterprise.

Luca Algieri

: fonte immagine
Notizie collegate
216 Commenti alla Notizia Microsoft porta PowerShell su Linux e MacOS
Ordina
  • Oh mio Dio! Ma come? C'è un bug in un software? Ma come può essere possibile?

    È davvero incredibile come tu riesca ogni volta a dare prova che quel tuo nick non stia lì solo per figura.
    non+autenticato
  • ma che me ne frega a me di poverscel
    non+autenticato
  • Cara MS, prevedo che PowerShell faccia la fine di:
    * IE, sparito
    * Office, bye bye c'è Libre
    * Skype, ci sono 1000 alternative migliori
    * .Net, la brutta copia di Java
    * SQL, dove Oracle, Mongo, ecc se lo mangiano
    * Windows Phone, mai pervenuto
    * Windows PC, che pian piano scompare
    * Azure, il cloud dall'interfaccia incomprensibile

    Quindi cara MS, cerca di fallire in silenzio senza contaminare altre piattaforme e senza trascinare nel baratro aziende come Nokia... Grazie.
    non+autenticato
  • - Scritto da: bey bye ms
    > * Azure, il cloud dall'interfaccia incomprensibile

    Nooo che fa scherzi? peppino dice che è una favolaaaa!
    iRoby
    7801
  • - Scritto da: iRoby

    > Nooo che fa scherzi? peppino dice che è una
    > favolaaaa!

    sono contento per lui Rotola dal ridere

    io ho usato sia AWS (molto intuitivo) che Azure (brrrrrrr) e su quest'ultimo faccio veramente fatica... poi, come sempre, de gustibus...
    non+autenticato
  • - Scritto da: bulbo

    > io ho usato sia AWS (molto intuitivo) che Azure
    > (brrrrrrr) e su quest'ultimo faccio veramente
    > fatica... poi, come sempre, de
    > gustibus...

    Questa cosa l'ho già sentita... salvo poi scoprire che Azure fa più di AWS e spesso costa pure meno. Ma quali servizi di AWS utilizzi?

    Dai dai... un bel flame sui cloud provider... tanto per cambiare argomento... Windows vs. Linux sta diventando noioso!
  • - Scritto da: Zucca Vuota
    > - Scritto da: bulbo
    >
    > > io ho usato sia AWS (molto intuitivo) che
    > Azure
    > > (brrrrrrr) e su quest'ultimo faccio veramente
    > > fatica... poi, come sempre, de
    > > gustibus...
    >
    > Questa cosa l'ho già sentita... salvo poi
    > scoprire che Azure fa più di AWS e spesso costa
    > pure meno. Ma quali servizi di AWS
    > utilizzi?
    >
    > Dai dai... un bel flame sui cloud provider...
    > tanto per cambiare argomento... Windows vs. Linux
    > sta diventando
    > noioso!

    Ti sei dimenticato di mettere "messaggio promozionale" alla fine del tuo post.
  • - Scritto da: Zucca Vuota

    > Questa cosa l'ho già sentita... salvo poi
    > scoprire che Azure fa più di AWS e spesso costa
    > pure meno. Ma quali servizi di AWS
    > utilizzi?

    Azure è meglio perchè sei un windows fan ?A bocca aperta
    non+autenticato
  • - Scritto da: Zucca Vuota

    > Questa cosa l'ho già sentita... salvo poi
    > scoprire che Azure fa più di AWS e spesso costa
    > pure meno. Ma quali servizi di AWS
    > utilizzi?

    ho usato esclusivamente istanze EC2, co tutto quello che c'è dietro, vale a dire configurazione dischi, snapshot, gruppi, ip "elastici", ecc...

    su Azure ho usato sia le VM che i servizi di hosting.
    non+autenticato
  • - Scritto da: bulbo
    > - Scritto da: Zucca Vuota
    >
    > > Questa cosa l'ho già sentita... salvo poi
    > > scoprire che Azure fa più di AWS e spesso
    > costa
    > > pure meno. Ma quali servizi di AWS
    > > utilizzi?
    >
    > ho usato esclusivamente istanze EC2, co tutto
    > quello che c'è dietro, vale a dire configurazione
    > dischi, snapshot, gruppi, ip "elastici",
    > ecc...
    >
    Cosa che fai anche e meglio con Azure

    > su Azure ho usato sia le VM che i servizi di
    > hosting.

    Prova le cloud app e i plug-ins.
    Oltre alla montagna di VM già pronte per le più disparate esigenze che sono delle vere life-saver.

    E il backup?

    E le istanze SQL Server?

    2 cose così eh buttate la, le prime che mi vengono in mente.

    E a me l'interfaccia slide di Azure piace parecchio (anche se ammetto che all'inizio preferivo quella vecchia).
    maxsix
    9440
  • - Scritto da: iRoby
    > Nooo che fa scherzi? peppino dice che è una
    > favolaaaa!
    Non solo peppino, ma anche loro: https://www.quora.com/What-are-publicly-known-bigg...
    non+autenticato
  • Google non c'è ,azz...A bocca aperta
    non+autenticato
  • - Scritto da: Etype
    > Google non c'è ,azz...A bocca aperta

    Google sul cloud non c'è in generale... in pratica riescono solo a vendere pubblicità.
  • Non ho capito, hanno ricreato il cuore .NET in questa incarnazione Core 1.0?
    E di Mono e tutta la collaborazione con Miguel de Icaza?

    Poi gli sviluppatori Unix/Linux sanno il fatto loro, Power Shell farà la fine del TCL, che sta lì, qualcuno ogni tanto lo usa, tutto in fondo fa brodo.
    iRoby
    7801
  • - Scritto da: iRoby
    > Non ho capito, hanno ricreato il cuore .NET in
    > questa incarnazione Core
    > 1.0?

    E per forza, Powershell richiede .NET, quindi per permettere l'uso di Powershell han dovuto portare pure .NET.

    > Poi gli sviluppatori Unix/Linux sanno il fatto
    > loro, Power Shell farà la fine del TCL, che sta
    > lì, qualcuno ogni tanto lo usa, tutto in fondo fa
    > brodo.

    Non serve per quello, per lo sviluppo; nelle loro intenzioni è per agevolare l'utilizzo di Azure anche su altri OS non Windows, dove Powershell non c'è. Azure, il management di Azure, in gran parte è via Powershell.
    non+autenticato
  • Si si quello l'avevo capito che serviva a Microsoft per cantarsela e suonarsela da sola nel suo cloud...
    Che per forza di cose ha ambienti misti.
    iRoby
    7801
  • - Scritto da: iRoby
    > cantarsela e suonarsela da sola
    Quando torni sulla terra faccelo sapere.
    Finché parli di cose che evidentemente non conosci stando sulla Luna è un po' difficile fare discorsi seri.
    non+autenticato
  • Guarda la terra del "questa è la versione miglior di sempre", e del TCO (Total Cost of Ownership) farlocco non mi interessa proprio. Da qua su poi c'è una vista magnifica.
    iRoby
    7801
  • - Scritto da: iRoby
    > Guarda la terra del "questa è la versione miglior
    > di sempre", e del TCO (Total Cost of Ownership)
    > farlocco non mi interessa proprio.
    Infatti il marketing c'entra proprio poco.
    Azure è un servizio di qualità e soprattutto di successo. Altro che suonarsela e cantarsela da sola. Microsoft ha fatto un ottimo lavoro.
    non+autenticato
  • - Scritto da: peppino

    > Azure è un servizio di qualità e soprattutto di
    > successo. Altro che suonarsela e cantarsela da
    > sola. Microsoft ha fatto un ottimo
    > lavoro.

    Cos'è la barzelletta del giorno ?A bocca aperta
    non+autenticato
  • No, la realtà.
    non+autenticato
  • La realtà è che chi finora se n'è fregato di Azure e compagnia bella lo continuerà a fare anche domaniOcchiolino
    non+autenticato
  • Ed è legittimo. Ma questo non implica in alcun modo che Azure non sia una buona infrastruttura IaaS+PaaS al pari di AWS.
    non+autenticato
  • Se uno già non usa Windows perchè dovrebbe scegliere i servizi di Ms ?
    E'la sola al mondo che fornisce servizi di questo tipo?
    non+autenticato
  • Mi chiedo quale sia la vera strategia di Nutella & C. dietro le chiacchiere, reali ovviamente, sulla cross-platform.
    Una cosa è sicura: l'ambiente Linux finirà per essere condizionato da M$, e forse mi sono risposto da solo.
    non+autenticato
  • - Scritto da: dubitabbond io
    > Mi chiedo quale sia la vera strategia di Nutella
    > & C.
    https://azure.microsoft.com/en-us/pricing/
    non+autenticato
  • - Scritto da: dubitabbond io
    > Mi chiedo quale sia la vera strategia di Nutella
    > & C. dietro le chiacchiere, reali ovviamente,
    > sulla
    > cross-platform.

    Come è stato scritto da Peppino, a MS interessa che tu utilizzi Azure, ed uno dei fattori fondamentali per usarlo è la sua gestione.
    Il management di Azure è prevalentemente via Powershell, pertanto han fatto in modo che tu possa usare quella interfaccia anche con altri OS, non solo con Windows.

    Lo scopo è vendere sempre più servizi, indipendentemente dall'OS che tali servizi utilizzano per essere erogati.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Max

    > Il management di Azure è prevalentemente via
    > Powershell, pertanto han fatto in modo che tu
    > possa usare quella interfaccia anche con altri
    > OS, non solo con
    > Windows.

    Ma se uno non usa Windows come OS, perchè mai dovrei scegliere i servizi Ms ? E' un non senso...

    > Lo scopo è vendere sempre più servizi,
    > indipendentemente dall'OS che tali servizi
    > utilizzano per essere
    > erogati.

    Si aspetta e spera che uno che non ha windows come precisa scelta abbracci Ms per il cloud...
    non+autenticato
  • - Scritto da: Etype
    > Ma se uno non usa Windows come OS, perchè mai
    > dovrei scegliere i servizi Ms ? E' un non
    > senso...
    Quindi non scegli AWS se non hai un Kindle, oppure Google Cloud se non usi Android?

    > Si aspetta e spera che uno che non ha windows
    > come precisa scelta abbracci Ms per il
    > cloud...
    Non c'è bisogno di aspettare: lo stanno già facendo.
    non+autenticato
  • - Scritto da: prugnetta

    > Quindi non scegli AWS se non hai un Kindle,
    > oppure Google Cloud se non usi
    > Android?

    Non avere windows è una precisa scelta,non vedo perchè poi uno debba usare MS per i servizi..

    > Non c'è bisogno di aspettare: lo stanno già
    > facendo.

    Eh si, tutti gli utenti Linux useranno massicciamente Azure,sarà vero ?Sorride
    non+autenticato
  • - Scritto da: Etype
    > Non avere windows è una precisa scelta,non vedo
    > perchè poi uno debba usare MS per i
    > servizi..
    Quindi non scegli AWS se non hai un Kindle, oppure Google Cloud se non usi Android?

    > Eh si, tutti gli utenti Linux useranno
    > massicciamente Azure,sarà vero ?
    Tutti? E perché devono essere tutti? Non tutti usano Azure così come non tutti usano AWS, così come non tutti usano qualsiasi prodotto su questo mondo.
    non+autenticato
  • - Scritto da: prugnetta

    > Quindi non scegli AWS se non hai un Kindle,
    > oppure Google Cloud se non usi
    > Android?

    Chi non sceglie windows non lo fa solo per l'OS in se, ci sono anche altre motivazioni.

    > Tutti? E perché devono essere tutti? Non tutti
    > usano Azure così come non tutti usano AWS, così
    > come non tutti usano qualsiasi prodotto su questo
    > mondo.

    Appunto non tutti usano Azure...
    non+autenticato
  • Ricordiamoci anche che non tutti "non usano Windows per precisa scelta": ci sono anche quelli che lo fanno per ragioni tecniche (anche se i due insiemi sono abbastanza sovrapponibili) e che, sempre per ragioni tecniche, usano certi servizi MS tramite piattaforme non-MS (v. SAMBA, CIFS, MONO, ecc.).

    Solo per dire che, magari, a casa propria uno può fare l'integralista, poi magari sul lavoro diventa più realista.
    880
  • - Scritto da: Etype
    >
    > Ma se uno non usa Windows come OS, perchè mai
    > dovrei scegliere i servizi Ms ? E' un non
    > senso...

    E perché sarebbe un non senso?
    Quale sarebbe la correlazione tra il non usare Windows, quindi non uso Azure? Non tutti fanno solo ragionamenti ideologici...

    >
    > Si aspetta e spera che uno che non ha windows
    > come precisa scelta abbracci Ms per il
    > cloud...

    Le motivazioni per cui uno non usa assolutamente Windows possono essere banalmente economiche, per costi di licenza, non solo ideologiche.
    Ciò non toglie che possa comunque scegliere di usare Azure, nel caso decida di appoggiarsi ad un cloud provider.

    E allora tutti quelli che non usano, per esempio, VMWare perché mai dovrebbero usare vCloud Air? O chi non usa Xen non sceglierà mai AWS solo perché è basato su Xen?
    non+autenticato
  • - Scritto da: Max

    > E perché sarebbe un non senso?
    > Quale sarebbe la correlazione tra il non usare
    > Windows, quindi non uso Azure? Non tutti fanno
    > solo ragionamenti
    > ideologici...

    Tu credi che usa Linux lo faccia solo perchè non gli piace windows ?

    > Le motivazioni per cui uno non usa assolutamente
    > Windows possono essere banalmente economiche, per
    > costi di licenza, non solo ideologiche.

    Veramente non è per quello...

    > Ciò non toglie che possa comunque scegliere di
    > usare Azure, nel caso decida di appoggiarsi ad un
    > cloud
    > provider.

    La vedo un pò dura...

    > E allora tutti quelli che non usano, per esempio,
    > VMWare perché mai dovrebbero usare vCloud Air?

    Vmware non lo uso da un pò di anni, uso il nemicoSorride

    > O chi non usa Xen non sceglierà mai AWS solo perché
    > è basato su
    > Xen?

    In realtà c'è una spiegazione un pò più articolata...
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 6 discussioni)