Thomas Zaffino

AirPods, il nuovo modo di ascoltare musica sull'iPhone

Sparito il connettore mini jack, l'ascolto è assicurato dalle nuove cuffie wireless o da una versione delle EarPods, dotata di connettore Lightning, che permette di sfruttare le nuove soluzioni con eliminazione del rumore

Roma - Tra le diverse novità inattese che Apple ha rivelato, durante il keynote di ieri nel quale ha presentato il nuovo iPhone, ci sono sicuramente AirPods, ovvero una versione migliorata e wireless delle EarPods, le cuffie analogiche per il melafonino. L'assenza del connettore jack da 3,5 millimetri, ampiamente anticipata da video, immagini e indiscrezioni, è stata difatti confermata.

Apple Airpods

Le nuove cuffie senza fili di Apple mantengono lo stesso auricolare delle EarPods e possono connettersi ai dispositivi via Bluetooth. Le AirPods consentono di attivare Siri, attraverso un tap, di rispondere alle chiamate e di controllare la riproduzione musicale. Le nuove cuffie wireless integrano un nuovo chip M1 che si occupa dell'eliminazione del rumore di fondo e del pairing automatico con i dispositivi che si trovano nelle vicinanze. Integrano anche due accelerometri, due microfoni e due sensori infrarossi che determinano se l'auricolare è appoggiato all'orecchio. Apple parla di una "incredibile" qualità audio AAC, pari se non migliore rispetto alle attuali EarPods.


La batteria interna permette una autonomia dichiarata di 5 ore di riproduzione musicale, mentre il Charging Case in bundle con gli auricolari assicura una ricarica di 24 ore, la quale avviene inserendo i due auricolari al suo interno. Una ricarica di 15 minuti fornisce un'autonomia di 3 ore. Il cavo Lightning contenuto nella confezione viene utilizzato per la ricarica della custodia. Il prezzo è di 159 dollari, che non sono certamente pochi.
Apple Airpods

Per far fronte all'evoluzione di iPhone, in alternativa a AirPods sono disponibili nuovi modelli di cuffie Beats, in particolare le Powerbeats 3, disponibili al prezzo di 199,95 euro, le Solo Wireless 3, che si possono acquistare a 299,95 euro, e le Beats X, vendute al prezzo di 149,95 euro.

Auricolari Beats Audio per iPhone

Chi preferisce la soluzione con filo può optare per la nuova versione delle EarPods. Le storiche cuffie acquistano infatti il connettore Lightning, offrendo una serie di vantaggi: possono ora beneficiare dell'alimentazione dallo smartphone, opportunità che può essere sfruttata dalle soluzioni con riduzione o eliminazione del rumore. Il prezzo degli auricolari è di 29 dollari.
La confezione del nuovo iPhone conterrà tuttavia un adattatore jack-Lightning con cui poter continuare ad usare le cuffie dotate di connettore mini jack.

Apple Airpods


Thomas Zaffino

Fonte immagini 1,2,3, 4
Notizie collegate
  • TecnologiaApple, evento con sorpresaNonostante lo scarso entusiasmo delle aspettative, la Mela è riuscita ad organizzare un evento con molte novità interessanti: iPhone 7 e Apple Watch si equipaggiano con caratteristiche attese e inattese
10 Commenti alla Notizia AirPods, il nuovo modo di ascoltare musica sull'iPhone
Ordina
  • Ah, il suono dell'analogico è migliore del digitale!

    A parte le frasi fatte, il punto che nessuno affronta mai è che non esiste un "suono" digitale Con la lingua fuori Massimo parliamo di codifica digitale (campionamento) che verrà comunque trasformata in un segnale elettrico analogico poi trasformato in segnale sonoro (ovviamente analogico).

    Questo perchè le nostre orecchie sono analogiche, e non esiste un upgrade per fargli supportare direttamente gli MP3.

    Per fare la "magia" esistono i DAC (Digital to Analog Converter) che trasformano i campioni digitali in un segnale analogico. Questi miracolosi dispositivi sono inseriti nel cellulare prima del connettore jack analogico, con un ottimo vantaggio: le cuffie sono dispositivi passivi (non necessitano di alimentazione) e a basso costo.

    Ora arriva l'innovazione tecnologica: andiamo verso il futuro a passo deciso!! Spostiamo il DAC sulle cuffie...

    Già il DAC lo devi mettere da qualche parte... quindi lo mettiamo nelle cuffie... poi magari ci mettiamo anche un microcontrollore che decodifica il campionamento digitale... le cuffie diventano dispositivi attivi, che vanno alimentati (sfruttando la batteria del cellulare o una loro batteria integrata) e ovviamente molto costosi.

    Già, il futuro, il posto dove facciamo le stesse cose ma facendole pagare di più...
    non+autenticato
  • A cosa potrà servire il nuovo processore?
    non+autenticato
  • bel business attorno alla "sparizione" del jack, che giova a tutti, tranne all'utente finale e all'ambiente.

    qui solo alcuni, ma basta cercare su amazon ed è pieno:
    http://www.macrumors.com/2016/09/08/belkin-lightni.../
    http://www.macrumors.com/2016/09/08/lightning-dock.../

    ma so proprio volevano toglierlo, non potevano usare l'usb-c come sul macbook e come nel mondo android, in modo da riciclare gli adattatori? troppo semplice vero? è meglio creare altra spazzatura digitale, tanto il pianeta non è al collasso...

    apple green economy? ma vaff.....!!!
    non+autenticato
  • oltre la milionata per l'iphone in quanto tale, pure 160 $$ per le cuffie devi aggiungere!
    immagino che la cover in pelle sara' da 90$ (ma e' firmata da jobbe in persona eh)
    non+autenticato
  • - Scritto da: bubba
    >
    > oltre la milionata per l'iphone in quanto tale,
    > pure 160 $$ per le cuffie devi
    > aggiungere!

    le cuffie sono incluse, come è sempre stato

    casomai ora che mi ci fai pensare, nei cellulari che ho comprato prima di iPhone non ho mai trovato cuffiette e microfono inclusi..
  • - Scritto da: bertuccia
    > casomai ora che mi ci fai pensare, nei cellulari
    > che ho comprato prima di iPhone non ho mai
    > trovato cuffiette e microfono inclusi..

    dipende... per quello che mi ricordo:
    - sony, uno dei primi xperia -> incluse (di ottima qualità)
    - samsung s3 neo -> incluse (ma abbastanza schifose)
    - motorola g3 2015 -> non incluse
    non+autenticato
  • - Scritto da: bertuccia
    > - Scritto da: bubba
    > >
    > > oltre la milionata per l'iphone in quanto
    > tale,
    > > pure 160 $$ per le cuffie devi
    > > aggiungere!
    >
    > le cuffie sono incluse, come è sempre stato
    >
    Quelle vecchie e con l'adattatore di serie.

    Scusa, Bertù ma qua han fatto na coglionata grande come una casa.
    maxsix
    9891
  • - Scritto da: maxsix
    >
    > Quelle vecchie e con l'adattatore di serie.
    >
    > Scusa, Bertù ma qua han fatto na coglionata
    > grande come una casa.

    fammi capire, sei di quelli che "apple doveva mettere le AirPods aggratiss nell'iPhone" o di quelli che "è troppo presto per eliminare il jack da 3.5"?

    Per come la vedo io, se aspetti, il momento giusto non arriva mai. Basta lasciare che gli early adopters creino il mercato: l'audio wireless progredirà a ritmi più elevati, e ci saremo levati dalle balle altri cavetti.

    C'è voluto il peso di Apple per buttare fuori a calci Flash dal web e far progredire una tecnologia che altrimenti sarebbe andata avanti a rilento. E qua è uguale.

    Un approfondimento che ho trovato sulle AirPods:
    http://www.slate.com/articles/technology/future_te...
  • - Scritto da: bertuccia
    > - Scritto da: maxsix
    > >
    > > Quelle vecchie e con l'adattatore di serie.
    > >
    > > Scusa, Bertù ma qua han fatto na coglionata
    > > grande come una casa.
    >
    > fammi capire, sei di quelli che "apple doveva
    > mettere le AirPods aggratiss nell'iPhone" o di
    > quelli che "è troppo presto per eliminare il jack
    > da
    > 3.5"?
    >

    Secondo me doveva (uno esclude l'altra):
    1) Mettere gli airpods di serie sui nuovi iPhone
    2) Mettere gli EarPods 2.0 SENZA ADATTATORE ma con la connessione lightning diretta.

    Insomma, l'adattatore non andava dato di serie, e se uno ha le cuffiette di terze parti se lo compra.

    > Per come la vedo io, se aspetti, il momento
    > giusto non arriva mai. Basta lasciare che gli
    > early adopters creino il mercato: l'audio
    > wireless progredirà a ritmi più elevati, e ci
    > saremo levati dalle balle altri
    > cavetti.
    >
    Certo, ma hai un cavo di alimentazione in più (quello della custodia).
    Sicuramente hai risolto parte del problema.

    > C'è voluto il peso di Apple per buttare fuori a
    > calci Flash dal web e far progredire una
    > tecnologia che altrimenti sarebbe andata avanti a
    > rilento. E qua è
    > uguale.
    >
    Per poi rientrare dalla finestra di pezzentux.
    Anche se desktop parlando siamo a percentuali 0 virgola.

    > Un approfondimento che ho trovato sulle AirPods:
    > http://www.slate.com/articles/technology/future_te

    Che siano fighe non ci piove, ma l'autonomia è veramente troppo scarsa (e non sappiamo ancora quanto incide sulla durata il microfono).
    maxsix
    9891
  • - Scritto da: maxsix
    >
    > Secondo me doveva (uno esclude l'altra):
    > 1) Mettere gli airpods di serie sui nuovi iPhone

    E questa sai meglio di me che non è fattibile, dal punto di vista degli utili.

    > 2) Mettere gli EarPods 2.0 SENZA ADATTATORE ma
    > con la connessione lightning diretta.
    >
    > Insomma, l'adattatore non andava dato di serie, e
    > se uno ha le cuffiette di terze parti se lo
    > compra.

    ma non è che devono nascondersi dietro un dito, e fare finta che nessuno usa più il jack da 3.5

    È chiaro a tutti che lo standard OGGI è quello, di conseguenza ti danno l'adattatore per poter collegare le tue care cuffie. Il messaggio chiaro è che lo standard di domani sarà wireless


    > Certo, ma hai un cavo di alimentazione in più
    > (quello della
    > custodia).
    > Sicuramente hai risolto parte del problema.

    il cavo della custodia è sempre Lightning.
    Una ricarica della custodia = 24h di autonomia delle cuffie, quindi non va in conflitto con la ricarica quotidiana dell'iPhone, ti basta un cavo solo imho.


    > Per poi rientrare dalla finestra di pezzentux.
    > Anche se desktop parlando siamo a percentuali 0
    > virgola.

    appunto, flash è bello che sepolto


    > Che siano fighe non ci piove, ma l'autonomia è
    > veramente troppo scarsa (e non sappiamo ancora
    > quanto incide sulla durata il
    > microfono).

    oddio, 5 ore, contando che sono effettive, non mi sembrano poche.
    Contando che sono di utilizzo effettivo, la giornata ce la fai tranquillo.. se poi ci metti che con 15 minuti nel case ti danno altre 3 ore..