Luca Annunziata

Brutto incidente per una Google Car

Nessun problema per i passeggeri, ma auto parecchio danneggiata. A Mountain View dicono che non è stata colpa del computer

Milano - Probabilmente è il peggior impatto registrato fino a questo punto da una Google Car, almeno di quelli registrati pubblicamente: un SUV si è scontrato con una delle vetture bianche di Big G, a un incrocio a pochi passi dal quartier generale dell'azienda a Mountain View. Secondo la ricostruzione offerta da Google stessa, non si sarebbe comunque trattato di un errore del pilota automatico.



All'incrocio tra El Camino Real e Phyllis Avenue, in pieno centro a Mountain View, un veicolo diretto verso ovest sarebbe passato col rosso finendo per impattare nella fiancata sinistra della Google Car diretta a nord. Il passeggero di quest'ultima avrebbe tentato una frenata di emergenza, scavalcando il controllo automatico, ma troppo tardi per evitare la collisione: le foto mostrano una bella ammaccatura lungo tutta la fiancata, ma non è stato riportato da alcuna fonte l'indicazione che qualcuno sia rimasto ferito più o meno seriamente nell'impatto.


"La luce era verde" recita il comunicato ufficiale offerto da Google relativo all'accaduto: non sono state fornite informazioni più dettagliate, ma la versione ufficiale di Big G è che la sua vettura guidata dal silicio sarebbe passata col verde, mentre il SUV guidato da una forma di vita a base carbonio avrebbe bruciato il semaforo finendo la sua corsa nella Lexus di proprietà del motore di ricerca. Recentemente una Google Car si era scontrata con un autobus: anche il quel caso, secondo Big G, la responsabilità non era stata del computer.
Si sarebbe trattato, insomma, di errore umano: impossibile stabilirlo con certezza assoluta, non da qui e non con le informazioni in nostro possesso, ma è possibile che si sia effettivamente trattato di un classico incidente nel quale la distrazione gioca un fattore decisivo. È per questo che Google e altri lavorano ai sistemi di guida automatica: a regime, quando le auto saranno tutte guidate dal computer, le strade dovrebbero essere più sicure.

Luca Annunziata
Notizie collegate
40 Commenti alla Notizia Brutto incidente per una Google Car
Ordina
  • Mi sembra che non tornino le ammaccature con la dinamica descritta dell'incidente, la direzione dei percorsi dovrebbe essere invertita ... forse sono io che sbaglio? Non sono un computer!
    non+autenticato
  • - Scritto da: Max Me
    > Mi sembra che non tornino le ammaccature con la
    > dinamica descritta dell'incidente, la direzione
    > dei percorsi dovrebbe essere invertita ...

    Prove o dimostrazione a supporto di questa tua tesi?

    > forse sono io che sbaglio?
    > Non sono un computer!

    Ecco bravo, te lo sei detto da solo.
    La prossima volta guarda bene il semaforo prima di partire a tavoletta.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Max Me

    > Non sono un computer!

    Ah, e si dice elaboratore.
    non+autenticato
  • - Scritto da: italofilo
    > - Scritto da: Max Me
    >
    > > Non sono un computer!
    >
    > Ah, e si dice elaboratore.
    No si dice computatore (da computare) se stai alla lettera
    Elaboratore (da elaborare) non è affatto sinonimo
    Le due radici glottologiche sono identicamente presenti anche in lingua inglese infatti se vuoi dire elaboratore in inglese dici elaborator
    se vuoi dire computatore dici computer (e non è sinonimo neppure in inglese).

    Quindi la traduzione italiana di computer (letterale) è computatore.
    computatore

    [com-pu-ta-tó-re] (pl. m. -ri; f. -trìce, pl. -ci)

    A agg.

    raro Che computa

    B s.m. (f. -trìce nel sign. 1)


    1 Chi computa

    Non elaboratore
    elaboratore
    e·la·bo·ra·tó·re/
    aggettivo e sostantivo maschile
    1.
    aggettivo
    Che elabora.
    (es. elaboratore di testi)

    Se proprio vuoi la traduzione più sensata devi usare 2 parole
    Ad esempio
    calcolatore elettronico
    o
    Elaboratore elettronico

    Il primo "computer" italiano commercializzato ELEA 90003 (i precedenti modelli 9001 e 9002 furono utilizzati solo all'interno di Olivetti) era l'acronimo di ELaboratore Elettronico Aritmetico (successivamente modificato in Automatico per ragioni di marketing) e fu scelto con riferimento alla polis di Elea, colonia della Magna Grecia, sede della scuola eleatica di filosofia.

    Quindi la traduzione più corretta fa uso di 2 termini "ELaboratore Elettronico" o "Calcolatore Elettronico".

    Usare 2 termini composti invece che uno solo per i neologismi è pratica assai comune in molte lingue (comprese quelle derivanti dal latino).
    non+autenticato
  • - Scritto da: sinonimo contrario e grammarnaz i

    > Quindi la traduzione italiana di computer
    > (letterale) è computatore.

    https://it.wiktionary.org/wiki/computer
    http://it.bab.la/dizionario/inglese-italiano/compu...
    http://www.wordreference.com/enit/computer

    Dove lo vedi "computatore" lo sai solo tu.

    > Se proprio vuoi la traduzione più sensata devi
    > usare 2 parole
    >
    > Ad esempio
    > calcolatore elettronico
    > o
    > Elaboratore elettronico

    > Quindi la traduzione più corretta fa uso di 2
    > termini "ELaboratore Elettronico" o "Calcolatore
    > Elettronico".

    "elettronico" era ovviamente sottinteso.
    non+autenticato
  • - Scritto da: italofilo
    > - Scritto da: sinonimo contrario e grammarnaz i
    >
    > > Quindi la traduzione italiana di computer
    > > (letterale) è computatore.
    >
    > https://it.wiktionary.org/wiki/computer
    > http://it.bab.la/dizionario/inglese-italiano/compu
    > http://www.wordreference.com/enit/computer
    >
    > Dove lo vedi " computatore " lo sai solo tu.
    >

    Sbagli come sempre, e come sempre vuoi aver ragione.
    Ma come, un purista come te che si affida a wiktionary.com? Ma se è il genere di sito che deridi quando ti dà torto!
    Vediamo un po' cosa dice la Treccani, che è l'equivalente italiano della Britannica che, per te, è l'unica fonte attendibile sulla lingua inglese:

    http://www.treccani.it/enciclopedia/computer/

    computer Denominazione inglese, prevalsa nell’uso internazionale, del calcolatore elettronico .

    1. C. graphicsInsieme delle operazioni o dei programmi che permettono di realizzare, correggere o modificare immagini per mezzo di calcolatori elettronici (e strumenti a essi collegati, come monitor, plotter, penne ottiche ecc.).

    Ahi ahi ahi, quindi la Treccani ti dà torto. Che sorpresa Rotola dal ridere
    Izio01
    4365
  • - Scritto da: Izio01

    > Ma come, un purista come te che si affida a
    > wiktionary.com? Ma se è il genere di sito che
    > deridi quando ti dà torto!

    Siti che derido quando mi danno torto. Ma che applaudo quando mi danno ragione.
    Problemi?

    > Vediamo un po' cosa dice la Treccani, che è
    > l'equivalente italiano della Britannica che, per
    > te, è l'unica fonte attendibile sulla lingua
    > inglese:
    >
    > http://www.treccani.it/enciclopedia/computer/
    >
    > Ahi ahi ahi, quindi la Treccani ti dà torto.
    > Che sorpresa Rotola dal ridere

    Ne sei sicuro?
    Controlla meglio, perché la Treccani non mi smentisce affatto:

    http://www.treccani.it/enciclopedia/calcolatore/

    Quindi per la Treccani "elaboratore" e "calcolatore" (elettronico) sono sinonimi e intercambiabili.

    Inoltre sulla Crusca già da tempo circolano discussioni dove si consiglia l'uso di "elaboratore" al posto di "calcolatore", dato quest'ultimo rischia di sovrapporsi e confondersi col concetto differente di "calcolatrice".
    non+autenticato
  • - Scritto da: italofilo
    > - Scritto da: Izio01
    >
    >
    > > Vediamo un po' cosa dice la Treccani, che è
    > > l'equivalente italiano della Britannica che, per
    > > te, è l'unica fonte attendibile sulla lingua
    > > inglese:
    > >
    > > http://www.treccani.it/enciclopedia/computer/
    > >
    > > Ahi ahi ahi, quindi la Treccani ti dà torto.
    > > Che sorpresa Rotola dal ridere
    >
    > Ne sei sicuro?
    > Controlla meglio, perché la Treccani non mi
    > smentisce affatto:
    >
    > http://www.treccani.it/enciclopedia/calcolatore/
    >
    > Quindi per la Treccani " elaboratore " e
    > " calcolatore " (elettronico) sono sinonimi
    > e intercambiabili.
    >

    Vero! Ti sei però perso un pezzo della pagina che tu stesso hai citato:

    "calcolatore (o computer , o elaboratore elettronico) Apparecchio o dispositivo utilizzato per l’elaborazione di dati e segnali."

    Quindi, secondo il tuo stesso principio, per la Treccani "elaboratore" e "calcolatore" ma anche "computer" sono sinonimi intercambiabili. Quindi era errata la tua osservazione iniziale, secondo cui l'uso del termine "computer" non sarebbe corretto per la lingua italiana. E ho usato lo stesso procedimento che hai usato tu.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Izio01

    > Quindi, secondo il tuo stesso principio, per la
    > Treccani "elaboratore" e "calcolatore"
    > ma anche "computer"
    sono sinonimi
    > intercambiabili. Quindi era errata la tua
    > osservazione iniziale, secondo cui l'uso del
    > termine "computer" non sarebbe corretto per la
    > lingua italiana.

    Infatti è perfettamente lecito dire "computer" in italiano, in quanto parola importata per effetto di un prestito linguistico.

    Ma da purista e amante della lingua italiana quale sono, mi vedo costretto a vietare l'uso smodato di tutti questi odiosi e superflui anglicismi, per quanto "corretti" possano essere.
    Specie quando la nostra lingua già possiede il proprio termine per indicare quel concetto.
    non+autenticato
  • - Scritto da: italofilo
    > - Scritto da: Izio01
    >
    > > Quindi, secondo il tuo stesso principio, per
    > la
    > > Treccani "elaboratore" e "calcolatore"
    >
    > > ma anche "computer"
    sono sinonimi
    > > intercambiabili. Quindi era errata la tua
    > > osservazione iniziale, secondo cui l'uso del
    > > termine "computer" non sarebbe corretto per
    > la
    > > lingua italiana.
    >
    > Infatti è perfettamente lecito dire "computer" in
    > italiano, in quanto parola importata per effetto
    > di un prestito
    > linguistico.
    >
    > Ma da purista e amante della lingua italiana
    > quale sono, mi vedo costretto a vietare l'uso
    > smodato di tutti questi odiosi e superflui
    > anglicismi, per quanto "corretti" possano
    > essere.
    > Specie quando la nostra lingua già possiede il
    > proprio termine per indicare quel
    > concetto.

    Spiacente. La nostra lingua non possiede quel termine.
    La nostra lingua ha origini PRECEDENTI all'era dell'informatica e quindi c'e' stato bisogno di adottare parole nuove.

    E tra un termine di importazione, ma semplice e riconosciuto in tutto il mondo, e una ridicola perifrasi inventata da vecchi polverosi che non hanno mai usato lo strumento in vita loro, molto meglio il termine di importazione.

    Il nome di strumenti tecnici e' quello che viene dato loro dagli addetti ai lavori, ed e' a tutti gli effetti parola italiana.
  • - Scritto da: Izio01
    > - Scritto da: italofilo
    > > - Scritto da: sinonimo contrario e
    > grammarnaz
    > i
    > >
    > > > Quindi la traduzione italiana di
    > computer
    > > > (letterale) è computatore.
    > >
    > > https://it.wiktionary.org/wiki/computer
    > >
    > http://it.bab.la/dizionario/inglese-italiano/compu
    > > http://www.wordreference.com/enit/computer
    > >
    > > Dove lo vedi " computatore
    >
    " lo sai solo
    > tu.
    > >
    >
    > Sbagli come sempre, e come sempre vuoi aver
    > ragione.
    > Ma come, un purista come te che si affida a
    > wiktionary.com? Ma se è il genere di sito che
    > deridi quando ti dà
    > torto!
    > Vediamo un po' cosa dice la Treccani, che è
    > l'equivalente italiano della Britannica che, per
    > te, è l'unica fonte attendibile sulla lingua
    > inglese:
    >
    > http://www.treccani.it/enciclopedia/computer/
    >
    > computer Denominazione inglese, prevalsa
    > nell’uso internazionale, del
    > calcolatore elettronico

    > .
    >
    > 1. C. graphicsInsieme delle operazioni o dei
    > programmi che permettono di realizzare,
    > correggere o modificare immagini per mezzo di
    > calcolatori elettronici (e
    > strumenti a essi collegati, come monitor,
    > plotter, penne ottiche ecc.).
    >
    >
    > Ahi ahi ahi, quindi la Treccani ti dà torto. Che
    > sorpresa
    > Rotola dal ridere

    Guarda che quello non è il vero Italofilo, quello vero si firma con la "I" maiuscola. Questo è solo l'imbecille disturbato che posta anche a notte fonda e si "diverte" a clonare gli utenti. L'ho già sgamato io ieri, lo fa anche con me, ed è troppo scemo per non farsi sgamareAnnoiato
    non+autenticato
  • Come minimo mi aspetto che ci sia una registrazione frontale con la fotocamera ... l'aveva infilata anche in un paio di occhiali.
    non+autenticato
  • Mi immagino in italia, con la guida automatica bisognerà istituire dei centri di emergenza per il mal di mare ogni pochi chilometri.
    Con i limiti di velocità piazzati da veri i@#oti burocratici, tipo 100 metri percorsi a 70 km/h, subito dopo 50 metri a 50 km/h, poi altri 20 metri a 70 km/h, poi fine dei limiti per 5 metri, poi di nuovo 50 km/h perché entri in città (magari su strada a tre corsie per senso di marcia, come a Milano Corvetto)...
    Oppure limiti da completi im#@cilli tipo 20 km/h e addirittura 5 km/h, neanche misurabili dal tachimetro, magari su strada provinciale o stradale.
    Per non parlare di limiti per vecchi lavori, mai rimossi, olimiti non agigornati sulle mappe.
    Per ora l'umano compensa senza farsi vedere da quei bambini dell'asilo che vestono una divisa e che cercano di bambinizzare anche gli altri a suon di multe, ma quando ci sarà una intelligenza i@@ota alla guida, che seguirà alla lettera i limiti saremo fatti...
    non+autenticato
  • I comuni vedranno sicuramente di cattivo occhio le auto a guida automatiche.
    Comne faranno infatti a ripianare i furti che fanno loro derubando gli automobilisti piazzandi limiti di 30km/h su strade a quattro corsie?
    non+autenticato
  • Aumentando le tasse locali sul reddito.
    iRoby
    9147
  • - Scritto da: baboom
    > Mi immagino in italia, con la guida automatica
    > bisognerà istituire dei centri di emergenza per
    > il mal di mare ogni pochi
    > chilometri.
    > Con i limiti di velocità piazzati da veri i@#oti
    > burocratici, tipo 100 metri percorsi a 70 km/h,
    > subito dopo 50 metri a 50 km/h, poi altri 20
    > metri a 70 km/h, poi fine dei limiti per 5 metri,
    > poi di nuovo 50 km/h perché entri in città
    > (magari su strada a tre corsie per senso di
    > marcia, come a Milano
    > Corvetto)...
    > Oppure limiti da completi im#@cilli tipo 20 km/h
    > e addirittura 5 km/h, neanche misurabili dal
    > tachimetro, magari su strada provinciale o
    > stradale.
    > Per non parlare di limiti per vecchi lavori, mai
    > rimossi, olimiti non agigornati sulle
    > mappe.
    > Per ora l'umano compensa senza farsi vedere da
    > quei bambini dell'asilo che vestono una divisa e
    > che cercano di bambinizzare anche gli altri a
    > suon di multe, ma quando ci sarà una intelligenza
    > i@@ota alla guida, che seguirà alla lettera i
    > limiti saremo
    > fatti...
    +1 a gogo!
    aggiungerei anche i deliri comunali su improbabili sensi unici, rotonde sclerotizzanti e cancellazione di parcheggi a muzzo.
    Pero' ora e' tutto risolto: abbiamo il reato di "omicidio stradale".Con la lingua fuori
    non+autenticato
  • E invece è proprio un errore del computer. Non proprio un errore tecnico, ma una feature : "Il computer fa tutto secondo le regole" il guidatore umano no.

    A me capiterà 2 o 3 volte alla settimana eppure la mia macchina sta benissimo.

    Il fatto è che in autostrada il sistema può funzionare, ma quando sei nel traffico cittadino metà diventa istinto (in Italia il 90%) . Il cervello umano individua il pericolo in base all'istinto di sopravvivenza, vede arrivare un cretino che sta telefonando, o leggendo il giornale, o cercando qualcosa nel portaoggetti e non accenna a fermarsi, e inconsciamente metti il piede sul freno, o magari sull'acceleratore per togliersi in fretta dal pericolo.

    Il computer da per scontato che quello si fermi, e al limite frena, e si pianta in mezzo all'incrocio, dove il cretino inevitabilmente lo colpirà.

    È la dura legge della jungla, che al tecnologia al momento non è ancora in grado di interpretare.
    non+autenticato
  • Credo che tu abbia centrato una verità, e credo che non sarà possibile farci niente fino a quando tutti i veicoli non saranno automatici.
    Le case costruttrici trasformeranno questa debolezza dei sistemi in un punto di forza, evidenziando come siano inaffidabili gli umani, come la colpa è sempre loro anche quando è del computer, come hai evidenziato, e come sia meglio per tutti se si fa alla svelta ad automatizzare completamente il parco macchine per rendere più sicura la guida...
    non+autenticato
  • Caso semplice semplice:
    Se una macchina è ferma ad un incrocio semaforizzato e deve svoltare a simistra, deve dare la precedenza alle macchine che provengono di fronte ed a quelle che sono di fronte e svoltano alla loro destra.
    Risultato: la macchina non svolterà mai a sinistra perchè le altre hanno la precedenza.
    non+autenticato
  • - Scritto da: prova123

    > Risultato: la macchina non svolterà mai a
    > sinistra perchè le altre hanno la
    > precedenza.

    Sciocchezze. Se l'incrocio è semaforizzato, prima o poi arriva il suo turno (e solo il suo).
    non+autenticato
  • - Scritto da: ......
    > - Scritto da: prova123
    >
    > > Risultato: la macchina non svolterà mai a
    > > sinistra perchè le altre hanno la
    > > precedenza.
    >
    > Sciocchezze. Se l'incrocio è semaforizzato, prima
    > o poi arriva il suo turno (e solo il suo).

    Non è detto, mica tutti i semafori prevedono la freccia verde specifica di svolta a sinistra. Effettivamente ci sono situazioni di forte traffico in cui, seguendo le regole al 100%, a sinistra non riuscirai proprio a svoltare mai.
    Izio01
    4365
  • e bisogna fare attenzione perchè dall'altra parte hanno tutti la precedenza. Quindi resti al centro dell'incrocio senza potere vedere più il semaforo e bloccando il traffico delle macchine alla tua sinistra alle quali è scattato il verde, ma non si muovono perchè hanno un ostacolo sulla strada.
    E questa è ancora una situazione molto semplice... tipica del traffico cittadino.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Izio01

    > Non è detto, mica tutti i semafori prevedono la
    > freccia verde specifica di svolta a sinistra.

    I semafori fatti da cane, no di certo.

    > Effettivamente ci sono situazioni di forte
    > traffico in cui, seguendo le regole al 100%,
    > a sinistra non riuscirai proprio a svoltare
    > mai.

    Mai è un'esagerazione. Basta aspettare che il flusso di traffico diminuisca anche solo leggermente, e cogliere l'attimo.
    non+autenticato
  • - Scritto da: ......
    > - Scritto da: Izio01
    >
    > > Non è detto, mica tutti i semafori prevedono
    > la
    > > freccia verde specifica di svolta a sinistra.
    >
    > I semafori fatti da cane, no di certo.
    >

    Non ho espresso un giudizio di merito sulla qualità di questi semafori. Dico solo che ce ne sono, non sono nemmeno tanto rari.

    > > Effettivamente ci sono situazioni di forte
    > > traffico in cui, seguendo le regole al 100%,
    > > a sinistra non riuscirai proprio a svoltare
    > > mai.
    >
    > Mai è un'esagerazione. Basta aspettare che il
    > flusso di traffico diminuisca anche solo
    > leggermente, e cogliere l'attimo.

    Certo, hai ragione, non intendere letteralmente quel "mai".
    In certe situazioni estreme, però, l'attesa potrebbe protrarsi per tempi estremamente lunghi, difficilmente quantificabili a priori.
    L'uomo alla guida che fa? Si sporge un po' più di quanto sarebbe normale, per chiedere a chi viene dall'altra parte di avere pietà. Ne trovi tre che ti chiudono lo spiraglio, sdegnati, poi il quarto si impietosisce e ti fa i fari per dirti di passare.
    Volendo pensare ad un'applicazione massiva della guida automatica, però, occorrerebbe risolvere a tavolino anche questo tipo di problema, perché gli algoritmi non perdonano l'approssimazione. Non è un gran problema OGGI perché penso che manchi ancora un bel po'Sorride
    non+autenticato
  • - Scritto da: Izio01
    > - Scritto da: ......
    > > - Scritto da: Izio01
    > >
    > > > Non è detto, mica tutti i semafori
    > prevedono
    > > la
    > > > freccia verde specifica di svolta a
    > sinistra.
    > >
    > > I semafori fatti da cane, no di certo.
    > >
    >
    > Non ho espresso un giudizio di merito sulla
    > qualità di questi semafori. Dico solo che ce ne
    > sono, non sono nemmeno tanto
    > rari.

    Se poi sono semafori con telecamera sopra, su strada comunale, possono anche essere stati tarati con l'intento di fare cassa.


    > > > Effettivamente ci sono situazioni di
    > forte
    > > > traffico in cui, seguendo le regole al
    > 100%,
    > > > a sinistra non riuscirai proprio a
    > svoltare
    > > > mai.
    > >
    > > Mai è un'esagerazione. Basta aspettare che il
    > > flusso di traffico diminuisca anche solo
    > > leggermente, e cogliere l'attimo.
    >
    > Certo, hai ragione, non intendere letteralmente
    > quel
    > "mai".
    > In certe situazioni estreme, però, l'attesa
    > potrebbe protrarsi per tempi estremamente lunghi,
    > difficilmente quantificabili a
    > priori.
    > L'uomo alla guida che fa? Si sporge un po' più di
    > quanto sarebbe normale, per chiedere a chi viene
    > dall'altra parte di avere pietà. Ne trovi tre che
    > ti chiudono lo spiraglio, sdegnati, poi il quarto
    > si impietosisce e ti fa i fari per dirti di
    > passare.

    D'altra parte c'e' in atto un processo per trasformare tutti gli incroci di questo tipo in rotatorie, e quindi il problema e' destinato a scomparire col tempo anche senza la guida automatica.
  • CI sono rotatorie in cui chi è nella rotatoria deve dare la precedenza a quelli fuori ... bergamo ...
    non+autenticato
  • Per assurdo che possa sembrare, salvo aggiornamenti recenti del CdS e in assenza di segnaletica specifica, è il comportamento corretto da codice.
  • ma dove lo vedete brutto, sarà stata una collisione a 10km/hr al massimo? a me pare siano solo 2 portiere da cambiare...
    non+autenticato
  • Ma dai, pensa a quanto si è "spaventato" il computer di bordo!
    iRoby
    9147
  • - Scritto da: iRoby
    > Ma dai, pensa a quanto si è "spaventato" il
    > computer di
    > bordo!

    si è spaventato perché l'hanno disattivato poco prima dello scrontro, dovrebbero dargli una personalità alla HAL 9000
    non+autenticato