Alfonso Maruccia

Microsoft, nuova piattaforma per le patch

NovitÓ importanti in arrivo per gli aggiornamenti dell'ecosistema Windows, con un sistema pi¨ snello ed efficiente. Promessi miglioramenti sia in velocitÓ che nella praticitÓ di installazione

Roma - Le patch di Microsoft cambiano, ancora una volta, con l'arrivo della Unified Update Platform (UUP) e la promessa di una gestione più intelligente della distribuzione dei futuri aggiornamenti per l'intera piattaforma Windows.

Elemento cardine della tecnologia UUP sono gli update basati su "download differenziali", spiega Microsoft, con un'espressione che sta a indicare l'installazione mirata e specifica di aggiornamenti solo per quei componenti che lo richiedono davvero.
Piuttosto che scaricare e installare un intero pacchetto per il sistema operativo o i software installati, suggeriscono da Redmond, i download differenziali serviranno ad aggiornare una singola libreria, file eseguibile o quant'altro; Microsoft non entra nei dettagli del processo, ma assicura che i vantaggi saranno sensibili per tutti.

UUP sarà disponibile ai sottoscrittori del programma Insider con la build 14959 di Windows 10, mentre per l'utenza comune se ne parlerà solo dopo la distribuzione globale del futuro Creators Update, nei primi mesi del 2017.
Stando a quanto sostiene Microsoft, la nuova piattaforma di patch garantirà una riduzione nelle dimensioni degli update del 35 per cento; visto che il grosso del lavoro di analisi della situazione del sistema verrà fatta da Windows Update in "cloud", poi, anche i tempi di aggiornamento verranno sensibilmente ridotti.

Con l'arrivo di UUP, Windows 10 si conferma un sistema operativo - anzi una "piattaforma" - in perenne evoluzione e cloud-centrica, anche se non tutte le novità dell'OS-come-servizio sono state fin qui accolte con favore dal pubblico generalista e dall'utenza enterprise.

Sia come sia, Windows 10 è qui per restare, e anche la possibilità di acquistare un nuovo PC con una versione meno recente di Windows (Windows 7 e Windows 8.1) si esaurirà presto: il 31 ottobre coincide con la fine della vendita dei vecchi OS ai produttori OEM, e ora è solo questione di tempo perché anche il downgrade da Windows 10 Pro a Windows 7 finisca nel dimenticatoio.

Alfonso Maruccia
Notizie collegate
27 Commenti alla Notizia Microsoft, nuova piattaforma per le patch
Ordina
  • nel frattempo aggiorno così

    freebsd-update upgrade -r 11.0-RELEASE
    freebsd-update install
    non+autenticato
  • E sticatzi?!?
    non+autenticato
  • e ti si allunga?
    non+autenticato
  • se fossi donna mi sarei bagnata tutta al solo pensiero che sei così cazzuto col terminale
    non+autenticato
  • non ti preoccupare! Un buco vale l'altro a me vai bene anche se sei maschia Fan Apple
    non+autenticato
  • - Scritto da: CAP
    > nel frattempo aggiorno così
    >
    > freebsd-update upgrade -r 11.0-RELEASE
    > freebsd-update install

    sei rimasto un po' all'età della pietra. Non ti hanno ancora implementato l'interfaccia punta e clicca? Su Windows basta 1 click e ti aggiorni
    non+autenticato
  • - Scritto da: clanye
    > sei rimasto un po' all'età della pietra. Non ti
    > hanno ancora implementato l'interfaccia punta e
    > clicca? Su Windows basta 1 click e ti
    > aggiorni

    un click per scegliere la versione del sistema operativo come su freebsd? come si fa con un click a passare da Windows 8.1 a Windows 10, e poi se non mi piace fare un click per passare da Windows 10 a Windows 7?
    ahahah con windows non si puo' fare... che OS per perdenti Rotola dal ridere
    non+autenticato
  • è assurdo che per passare da una release all'altra il software impieghi lo stesso tempo di update da Windows 7.

    Sul mio pc di casa ci sono centinaia e centinaia di videogames installati e disinstallati (ce ne saranno solo una decina ora presenti).

    Pur con un core i5 4560 ed un SSD, Windows impiega 35 minuti per aggiornare + un'altra ORA per terminare di ripristinare i software presenti.... allucinante....Deluso
  • capita solo a te, ho un w10 in una partizione, lo accendo raramente ma lo tengo aggiornato, cmq il tempo per passare dalla 8.1 alla 10 è stato di 25-30 min, gli aggiornamenti li fa in 5 min o meno. conta però che ho un ssd Occhiolino
    non+autenticato
  • Attenzione.... non parlo degli aggiornamenti. Questi li fa in pochissimo. Parlo delle release. Tipo dalla release finale alla Anniversary.

    Forse, dato che Windows 8.1 ha molti più elementi con Win10 di Win7 il tempo di upgrade è proporzionalmente inferiore.
  • caoita solo a te.
    Io sono stato ore ad attendere 1 aggiornamento.
    Per passare da Win7 a 10 a lavorato giorni.
    Naturalmente lui dice che prosegue in background ed nel frattempo potevo lavorare ma di fatto era lentissimo.
    Forse perché nel PC (i5) ci ho un po' di roba installata.

    Linux in 5 minuti lo installo da 0 (da chiavetta USB3) e gli aggiornamneti sono irrisori.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Jedi-78
    > è assurdo che per passare da una release
    > all'altra il software impieghi lo stesso tempo di
    > update da Windows
    > 7.
    >
    > Sul mio pc di casa ci sono centinaia e centinaia
    > di videogames installati e disinstallati (ce ne
    > saranno solo una decina ora
    > presenti).
    >
    > Pur con un core i5 4560 ed un SSD, Windows
    > impiega 35 minuti per aggiornare + un'altra ORA
    > per terminare di ripristinare i software
    > presenti.... allucinante....
    >Deluso

    connessione questa sconosciuta? Oppure non hai fatto gli aggiornamenti quando dovevi farli e poi te li fa tutti insieme. Oppure hai software incompatibili sul sistema e vuoi tenerli a tutti i costi. In tutto ciò, la colpa di W10 dove sta?
    non+autenticato
  • - Scritto da: Enry
    > - Scritto da: Jedi-78
    > > è assurdo che per passare da una release
    > > all'altra il software impieghi lo stesso tempo
    > di
    > > update da Windows
    > > 7.
    > >
    > > Sul mio pc di casa ci sono centinaia e centinaia
    > > di videogames installati e disinstallati (ce ne
    > > saranno solo una decina ora
    > > presenti).
    > >
    > > Pur con un core i5 4560 ed un SSD, Windows
    > > impiega 35 minuti per aggiornare + un'altra ORA
    > > per terminare di ripristinare i software
    > > presenti.... allucinante....
    > >Deluso
    >
    > connessione questa sconosciuta? Oppure non hai
    > fatto gli aggiornamenti quando dovevi farli e poi
    > te li fa tutti insieme. Oppure hai software
    > incompatibili sul sistema e vuoi tenerli a tutti
    > i costi. In tutto ciò, la colpa di W10 dove
    > sta?

    Mi sembri uno di quelli dell'assistenza microsoft, che non ammette mai ad un problema di windows, ma di software "non compatibili" anche se poi quei software sono recenti e fatti da partner microsoft.
  • - Scritto da: Sg@bbio
    > - Scritto da: Enry
    > > - Scritto da: Jedi-78
    > > > è assurdo che per passare da una release
    > > > all'altra il software impieghi lo stesso tempo
    > > di
    > > > update da Windows
    > > > 7.
    > > >
    > > > Sul mio pc di casa ci sono centinaia e
    > centinaia
    > > > di videogames installati e disinstallati (ce
    > ne
    > > > saranno solo una decina ora
    > > > presenti).
    > > >
    > > > Pur con un core i5 4560 ed un SSD, Windows
    > > > impiega 35 minuti per aggiornare + un'altra
    > ORA
    > > > per terminare di ripristinare i software
    > > > presenti.... allucinante....
    > > >Deluso
    > >
    > > connessione questa sconosciuta? Oppure non hai
    > > fatto gli aggiornamenti quando dovevi farli e
    > poi
    > > te li fa tutti insieme. Oppure hai software
    > > incompatibili sul sistema e vuoi tenerli a tutti
    > > i costi. In tutto ciò, la colpa di W10 dove
    > > sta?
    >
    > Mi sembri uno di quelli dell'assistenza
    > microsoft, che non ammette mai ad un problema di
    > windows, ma di software "non compatibili" anche
    > se poi quei software sono recenti e fatti da
    > partner
    > microsoft.

    perchè prima si verificano le cose che ho detto. E nel 99% dei casi il problema sta li. Solo che quando te lo spiega l'assistenza non gli credi perchè pensi di saperne di più sempre e comunque. (Parlo dell'assistenza seria eh)
    non+autenticato
  • - Scritto da: Enry
    > - Scritto da: Sg@bbio
    > > - Scritto da: Enry
    > > > - Scritto da: Jedi-78
    > > > > è assurdo che per passare da una release
    > > > > all'altra il software impieghi lo stesso
    > tempo
    > > > di
    > > > > update da Windows
    > > > > 7.
    > > > >
    > > > > Sul mio pc di casa ci sono centinaia e
    > > centinaia
    > > > > di videogames installati e disinstallati (ce
    > > ne
    > > > > saranno solo una decina ora
    > > > > presenti).
    > > > >
    > > > > Pur con un core i5 4560 ed un SSD, Windows
    > > > > impiega 35 minuti per aggiornare + un'altra
    > > ORA
    > > > > per terminare di ripristinare i software
    > > > > presenti.... allucinante....
    > > > >Deluso
    > > >
    > > > connessione questa sconosciuta? Oppure non hai
    > > > fatto gli aggiornamenti quando dovevi farli e
    > > poi
    > > > te li fa tutti insieme. Oppure hai software
    > > > incompatibili sul sistema e vuoi tenerli a
    > tutti
    > > > i costi. In tutto ciò, la colpa di W10 dove
    > > > sta?
    > >
    > > Mi sembri uno di quelli dell'assistenza
    > > microsoft, che non ammette mai ad un problema di
    > > windows, ma di software "non compatibili" anche
    > > se poi quei software sono recenti e fatti da
    > > partner
    > > microsoft.
    >
    > perchè prima si verificano le cose che ho detto.
    > E nel 99% dei casi il problema sta li. Solo che
    > quando te lo spiega l'assistenza non gli credi
    > perchè pensi di saperne di più sempre e comunque.
    > (Parlo dell'assistenza seria
    > eh)

    In caso di problemi danno sempre colpa a software terzi o d'incompatibilità HW inesistenti.
    Oppure ti danno una soluzione "base" che non risolve per nulla il problema.
  • Piuttosto che scaricare e installare un intero pacchetto per il sistema operativo o i software installati, suggeriscono da Redmond, i download differenziali serviranno ad aggiornare una singola libreria, file eseguibile o quant'altro.

    Ok, loro non entrano nel dettaglio però ci sono due modi di farlo.

    Primo, scarichi un software che verifica quello che hai sul computer e in funzione di quello scarica le patch.

    Questa è una cosa che i service pack fanno già da un bel pezzo, funziona perfettamente però non è per nulla una novità.

    Secondo, fai la scansione dei software installati, la mandi a Microsoft che nel cloud fa una analisi delle patch per te.

    Questa sarebbe una novità effettivamente,ma non sono del tutto convinto che sia positiva.
    non+autenticato
  • la novità sarebbe fare un os che non necessita di tutte queste patch...
    non+autenticato
  • ogni OS ne necessita... UNIX/Linux derivati, MacOS, iOS, Android compresi.
  • Già ma le mie macchine con Debian, quando impiegano tantissimo tempo, aggiornano in due o tre minuti, altrimenti se la cavano in qualche decina di secondi o anche meno Sorride


    - Scritto da: Jedi-78
    > ogni OS ne necessita... UNIX/Linux derivati,
    > MacOS, iOS, Android
    > compresi.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Stefano L.
    > Già ma le mie macchine con Debian, quando
    > impiegano tantissimo tempo, aggiornano in due o
    > tre minuti, altrimenti se la cavano in qualche
    > decina di secondi o anche meno
    > Sorride
    >
    >
    > - Scritto da: Jedi-78
    > > ogni OS ne necessita... UNIX/Linux derivati,
    > > MacOS, iOS, Android
    > > compresi.
    E' per questo che il sistema a casa è da gioco e che il mio portatile è MintOcchiolino
  • - Scritto da: Stefano L.
    > Già ma le mie macchine con Debian, quando
    > impiegano tantissimo tempo, aggiornano in due o
    > tre minuti, altrimenti se la cavano in qualche
    > decina di secondi o anche meno
    > Sorride

    così come W10. Non dici nulla di nuovo. Se impiega di più è perchè
    ti ostini a tenere software non compatibile, hai problemi di linea o effettivamente le modifiche sono sostanziali e non 4 cazzatine come credi.


    >
    >
    > - Scritto da: Jedi-78
    > > ogni OS ne necessita... UNIX/Linux derivati,
    > > MacOS, iOS, Android
    > > compresi.
    non+autenticato
  • Windows non ha mai problemi! E' sempre colpa degli altri...certo...certo.
  • - Scritto da: Sg@bbio
    > Windows non ha mai problemi! E' sempre colpa
    > degli
    > altri...certo...certo.

    No. Certo che ce li ha. Ma essendo usato da tante persone è più facile che statisticamente vi si trovino utenti che non lo sappiano usare pur usandolo tutti i giorni (o pensino di saperlo fare continuando a sbagliare e a dar la colpa poi a Windows).
    non+autenticato
  • - Scritto da: Enry
    > - Scritto da: Sg@bbio
    > > Windows non ha mai problemi! E' sempre colpa
    > > degli
    > > altri...certo...certo.
    >
    > No. Certo che ce li ha. Ma essendo usato da tante
    > persone è più facile che statisticamente vi si
    > trovino utenti che non lo sappiano usare pur
    > usandolo tutti i giorni (o pensino di saperlo
    > fare continuando a sbagliare e a dar la colpa poi
    > a
    > Windows).

    Quindi la colpa non è di windows ma degli utenti ?
  • Per me il problema più grosso è la necessità di un riavvio. Se glielo fai fare ci vogliono tempi biblici per aggiornare, sia in spegnimento che in avvio
    non+autenticato
  • - Scritto da: Stefano L.
    > Già ma le mie macchine con Debian, quando
    > impiegano tantissimo tempo, aggiornano in due o
    > tre minuti, altrimenti se la cavano in qualche
    > decina di secondi o anche meno
    > Sorride

    Non ho questa esperienza con OpenSuSE. A volte ci mette un bel po' ad aggiornare. Ma probabilmente dipende da cosa c'è sopra.