Samsung senza tregua, dal Note 7 alle lavatrici

Lo stato neozelandese inibisce in via cautelativa l'uso della rete cellulare ai Note 7 ancora in circolazione. E mentre Seoul si appresta a voltare pagina, un nuovo triste capitolo si apre: questa volta a esplodere sono le lavatrici

Roma - In Nuova Zelanda i possessori di Samsung Galaxy Note 7 renitenti a riconsegnare i loro device sono stati inseriti in una blacklist concepita per inibire l'uso delle reti di telefonia. I dispositivi possono ancora utilizzare il wireless, ma di fatto smettono di essere utilizzabili per ricevere ed effettuare telefonate.

Malgrado la capillare informazione e nonostante siano state offerte svariate opzioni per agevolare gli utenti nella migrazione verso un nuovo device, alcuni possessori del Note 7 hanno preferito ignorare il richiamo dell'azienda sudcoreana, seppure il rischio di tenere in tasca una "bomba incendiaria" sia più che concreto. Le autorità neozelandesi hanno quindi deciso di costringere gli utenti a farlo, impedendone di fatto l'uso come telefono cellulare. ╚ probabile che iniziative simili verranno intraprese anche in altre nazioni.

In un recente aggiornamento sullo stato dei richiami messi in atto tramite l'U.S. Note7 Refund and Exchange Program, Samsung fa presente che l'85 per cento dei dispositivi incriminati è stato sostituito con altri prodotti e che il restante 15 per cento riceverà nei prossimi giorni un update OTA che limiterà la capacità della batteria del 60 per cento. I Note 7 ancora in circolazione visualizzeranno inoltre un messaggio di avviso ad ogni accensione, riavvio, sblocco del dispositivo e ogni volta che verranno messi sotto carica. Provvedimenti analoghi saranno adottati anche in Europa.
Ma mentre Samsung continua a trattare la "crisi Note7" nel miglior modo possibile, costatale finora un bagno di sangue, la reputazione del colosso di Seoul viene nuovamente messa a dura prova con un altro sconcertante grattacapo. Alcune lavatrici con carica dall'alto, prodotte fra marzo 2011 e novembre 2016, sono a "rischio esplosione": il coperchio può essere "sparato via" a causa delle vibrazioni. Si sono già verificati incidenti e feriti e pertanto è stato prontamente predisposto da Samsung il programma di richiamo prodotti, il secondo nel giro di pochi mesi.

effepì
Notizie collegate
12 Commenti alla Notizia Samsung senza tregua, dal Note 7 alle lavatrici
Ordina