Mirko Zago

App Store, Apple rimuove le app abbandonate

La rimozione continua a mietere vittime: a ottobre si è registrato un 238 per cento di cancellazioni in più rispetto ai mesi precedenti. Una pulizia doverosa in vista dei 5 milioni di app entro il 2020

Roma - A settembre Apple aveva annunciato di voler fare pulizia sull'Apple Store eliminando le applicazioni non aggiornate per essere compatibili con l'evoluzione di iOS. La deadline era stata impostata al 7 settembre, data ultima per apportare modifiche e aggiornamenti alle app. A seguire, quelle che non riescono nemmeno ad essere avviate dagli ultimi iPhone sono entrate in quarantena pronte per essere cestinate.

app

L'eliminazione vera e propria delle app è cominciata ad ottobre con oltre 47.400 titoli rimossi secondo quando rilevato da Sensor Tower. La media mensile derivante da operazioni di ordinaria pulizia era prima di circa 14mila app. L'eliminazione dei titoli sta riguardando in larga misura la categoria Games, una delle più popolari e ricche dell'App Store. La mannaia di Cupertino ha infatti sfoltito il 28 per cento circa dei programmi ospitati in questa categoria. Anche le categorie Entertainment e Libri hanno subito tagli nell'ordine del 9 per cento; 6 e 7 per cento rispettivamente per Education e Lifestyle. Più della metà delle applicazioni rimosse non veniva aggiornata da maggio 2015 mentre circa un quarto non lo era da novembre 2013.

Gli sviluppatori erano stati informati già qualche mese fa circa la possibilità che alcune applicazioni potessero essere rimosse in caso di mancato aggiornamento. Anche sulle linee guida dell'Apple Store si menziona la necessità di garantire aggiornamenti periodici al software (pena la rimozione). D'altronde l'opera di pulizia è più che giustificabile per mantenere una buona leggibilità dello store a favore degli utenti. Si stima che entro il 2020 i contenuti scaricabili dal negozio virtuale Apple raddoppieranno arrivando a 5 milioni di app. Ogni settimana vengono proposte 100mila app nuove o aggiornate e attualmente ce ne sono circa 2 milioni.
Google pone parallelamente l'accento sulla rimozione delle app truffaldine. Anche in questo caso si vuole evitare contenuti spazzatura o comunque fuori dagli standard qualitativi definiti. In questo caso Mountain View rimuoverà dal Play Store tutte quelle app oggetto di "forzature" messe in atto da sviluppatori e software house per guadagnare popolarità. Tra queste ci sono le false recensioni e i download artificiosi per scalare posizioni nella classifica delle app più scaricate.

Mirko Zago

fonte immagine
Notizie collegate
22 Commenti alla Notizia App Store, Apple rimuove le app abbandonate
Ordina
  • L'ISIS sta facendo molti meno danni al patrimonio culturale dell'umanita' rispetto a quanti ne fa apple con la sua politica luccicosa.

    Almeno delle opere che l'ISIS distrugge, ci lascia le macerie.

    Apple neanche quello. Cancella e addio per sempre.

    Migliaia di opere di ingegno perse per sempre!

    Distruggano anche le piramidi allora: sono piu' di venti secoli che non vengono aggiornate!
  • - Scritto da: panda rossa
    > L'ISIS sta facendo molti meno danni al patrimonio
    > culturale dell'umanita' rispetto a quanti ne fa
    > apple con la sua politica
    > luccicosa.
    >
    > Almeno delle opere che l'ISIS distrugge, ci
    > lascia le
    > macerie.
    >
    > Apple neanche quello. Cancella e addio per sempre.
    >
    > Migliaia di opere di ingegno perse per sempre!
    >
    > Distruggano anche le piramidi allora: sono piu'
    > di venti secoli che non vengono
    > aggiornate!

    Ma sei come Sgarbi da Costanzo???
    non+autenticato
  • Beh 'nsomma, certe app fanno cagare, se non esistono più non ne sentiremo la mancanza.

    Il problema però che citi è importante essenzialmente per il fatto che col computer tradizionale, in rete l'autore di un software per quanto brutto sia può rilasciarlo open o closed.

    Con il meccanismo ad app store, specie se non paghi come quello Apple, vedrai sparire il programma, ma a differenza di Android dove attivi l'installazione di APK esterni, con Apple sono andati, spariti, definitivamente.

    Ed anche se ne rilasciasse il sorgente non continui lo sviluppo e fai provare agli utenti se non ti iscrivi, paghi e carichi nell'app store.
    iRoby
    7586
  • - Scritto da: iRoby
    > Con il meccanismo ad app store, specie se non
    > paghi come quello Apple, vedrai sparire il
    > programma, ma a differenza di Android dove attivi
    > l'installazione di APK esterni, con Apple sono
    > andati, spariti,
    > definitivamente.
    >
    > Ed anche se ne rilasciasse il sorgente non
    > continui lo sviluppo e fai provare agli utenti se
    > non ti iscrivi, paghi e carichi nell'app
    > store.

    Guarda che ce ne sono diversi di progetti iOS open source che possono essere installati senza problemi.
    Teo_
    2634
  • - Scritto da: iRoby
    > Beh 'nsomma, certe app fanno cagare, se non
    > esistono più non ne sentiremo la
    > mancanza.
    >
    > Il problema però che citi è importante
    > essenzialmente per il fatto che col computer
    > tradizionale, in rete l'autore di un software per
    > quanto brutto sia può rilasciarlo open o
    > closed.
    >
    > Con il meccanismo ad app store, specie se non
    > paghi come quello Apple, vedrai sparire il
    > programma, ma a differenza di Android dove attivi
    > l'installazione di APK esterni, con Apple sono
    > andati, spariti,
    > definitivamente.
    >
    > Ed anche se ne rilasciasse il sorgente non
    > continui lo sviluppo e fai provare agli utenti se
    > non ti iscrivi, paghi e carichi nell'app
    > store.
    e sul concetto di "vecchio" non hai niente da dire? < Più della metà delle applicazioni rimosse non veniva aggiornata da maggio 2015 > .... minchia roba proprio in putrefazione! vecchia di *BEN* 1,5 anni ! Una cosa TRAGICA da correggere subbbito ! ImbarazzatoPerplesso
    non+autenticato
  • - Scritto da: panda rossa
    >
    > Apple neanche quello. Cancella e addio per sempre.
    >
    > Migliaia di opere di ingegno perse per sempre!

    stai dicendo che se tu ne hai una copia salvata in un disco di backup apple può cancellarla?

    Non credo che tu sia così stupido da pensarlo.

    Apple le sta semplicemente cancellando dai SUOI HDD. Come al solito, i paladini della libertà vogliono IMPORRE a un soggetto terzo e privato che cosa fare con i suoi HDD.

    Tipico.


    > Distruggano anche le piramidi allora: sono piu'
    > di venti secoli che non vengono
    > aggiornate!

    Stai forse dicendo che scaricare una copia di un contenuto digitale equivale a RUBARLA? Questo stai dicendo?

    Apple sta cancellando una COPIA di un software. Se per te cancellare quella copia equivale a distruggere definitivamente il contenuto digitale, allora scaricarne una copia è tale e quale a rubare.

    Non scaricheresti mai un'automobile!
  • - Scritto da: bertuccia
    > - Scritto da: panda rossa
    > >
    > > Apple neanche quello. Cancella e addio per
    > sempre.
    > >
    > > Migliaia di opere di ingegno perse per
    > sempre!
    >
    > stai dicendo che se tu ne hai una copia salvata
    > in un disco di backup apple può
    > cancellarla?

    Sto dicendo che tutto quello che viene rimosso dallo store non e' piu' a disposizione.

    > Non credo che tu sia così stupido da pensarlo.

    Tu invece sei cosi' fesso da credere che apple non ha il totale controllo del tuo device (e pure della tua mente) ?

    > Apple le sta semplicemente cancellando dai SUOI
    > HDD. Come al solito, i paladini della libertà
    > vogliono IMPORRE a un soggetto terzo e privato
    > che cosa fare con i suoi
    > HDD.

    Se fosse possibile conservare quel software anche in posti diversi dai dischi di apple, io non avrei niente da dire.

    Ma quando i dischi di apple sono l'unico canale di distribuzione del software per apple, nel momento in cui li togli da li', sono persi per sempre.

    >
    > Tipico.
    >
    >
    > > Distruggano anche le piramidi allora: sono
    > piu'
    > > di venti secoli che non vengono
    > > aggiornate!
    >
    > Stai forse dicendo che scaricare una copia di un
    > contenuto digitale equivale a RUBARLA? Questo
    > stai dicendo?

    Sto dicendo che quelle app non sono piu' fruibili.
    Cancellate per sempre!

    'zzo c'entra rubarla?

    > Apple sta cancellando una COPIA di un software.

    Apple sta cancellando l'UNICA COPIA pubblica di quel software.

    > Se per te cancellare quella copia equivale a
    > distruggere definitivamente il contenuto
    > digitale, allora scaricarne una copia è tale e
    > quale a
    > rubare.

    Mi rendo conto che per un applefan il seguente discorso non e' comprensibile, quindi evita di leggerlo.
    Lo scrivo a beneficio di altri.

    Sono copie non piu' aggiornate da anni, dice apple.
    Quindi possiamo presumere che l'autore sia morto.
    Quindi l'unico luogo in cui quelle copie sono state pubblicate sono i server di apple.
    Cancellate da li', cancellate per sempre.

    >
    > Non scaricheresti mai un'automobile!

    Come no? C'e' il car sharing.
  • - Scritto da: panda rossa
    > - Scritto da: bertuccia

    > Sto dicendo che tutto quello che viene rimosso
    > dallo store non e' piu' a
    > disposizione.
    Hai ragione piena e condivido.
    Le persone ignoranti non avranno più a disposizione quel software.

    > Se fosse possibile conservare quel software anche
    > in posti diversi dai dischi di apple, io non
    > avrei niente da
    > dire.
    Ottimo, nemmeno io.
    Infatti basta utilizzare iTunes, o altri software, per non perdere le app che Apple cancella dai suoi server.

    > Ma quando i dischi di apple sono l'unico canale
    > di distribuzione del software per apple, nel
    > momento in cui li togli da li', sono persi per
    > sempre.
    Persi per sempre solo per le persone ignoranti.
    Gli altri potranno continuare ad avere il software e ad utilizzarlo.
    Ci va del sale in zucca.

    Date le tue affermazioni, è probabile che tu faccia parte di questa schiera di ignoranti.


    > Sto dicendo che quelle app non sono piu' fruibili.
    > Cancellate per sempre!
    Perse per chi ignora come non perderle.
    È un tipico problema delle persone ignoranti.

    > Apple sta cancellando l'UNICA COPIA pubblica di
    > quel software.
    Ci sono quelle non pubbliche, quelle private e quelle di altri distributori.

    > Sono copie non piu' aggiornate da anni, dice
    > apple.
    > Quindi possiamo presumere che l'autore sia morto.
    > Quindi l'unico luogo in cui quelle copie sono
    > state pubblicate sono i server di
    > apple.
    > Cancellate da li', cancellate per sempre.
    Basta sapere come non perderle.

    Certo che se tu sei ignorante, non è un problema mio.

    NOTA IMPORTANTE: il TU è impersonale, non diretto a nessuno in particolare...
    non+autenticato
  • Dipende anche da che tipo di applicazioni sono. Alcuni software sono effettivamente usa-e-getta, e diventano del tutto inutili con il tempo. Ad esempio, una app che serva a individuare la farmacia di turno più vicina, se non viene aggiornata, è peggio che inutile, è nociva (perché ti fa perdere tempo mandandoti dalla parte sbagliata), che motivo avresti di conservarla? A cosa ti serve? Nemmeno il sorgente ti servirebbe, perché il software in sé è probabilmente banalissimo.

    Per fare un paragone: un elenco telefonico di 10 anni fa ti serve ancora a qualcosa (a parte accendere il fuoco)? Troveresti così grave che qualcuno lo cancellasse?
    non+autenticato
  • - Scritto da: Basilisco di Roko
    > Dipende anche da che tipo di applicazioni sono.
    > Alcuni software sono effettivamente usa-e-getta,
    > e diventano del tutto inutili con il tempo. Ad
    > esempio, una app che serva a individuare la
    > farmacia di turno più vicina, se non viene
    > aggiornata, è peggio che inutile, è nociva
    > (perché ti fa perdere tempo mandandoti dalla
    > parte sbagliata), che motivo avresti di
    > conservarla? A cosa ti serve? Nemmeno il sorgente
    > ti servirebbe, perché il software in sé è
    > probabilmente
    > banalissimo.
    >
    > Per fare un paragone: un elenco telefonico di 10
    > anni fa ti serve ancora a qualcosa (a parte
    > accendere il fuoco)? Troveresti così grave che
    > qualcuno lo
    > cancellasse?

    E' una questione di conservazione delle cose al di la' della loro fruibilita'.

    Distruggiamo i grammofoni perche' non si possono piu' usare?

    Perche' bisogna privarsi di qualcosa che dimostrera' ai posteri com'erano le app sviluppate all'inizio del terzo millennio?

    Chissenefrega se l'app non mi dice piu' la farmacia aperta. E' utile sapere che nel 2016 esisteva un'app che indicava quelle farmacie.
  • - Scritto da: panda rossa

    > Chissenefrega se l'app non mi dice piu' la
    > farmacia aperta. E' utile sapere che nel 2016
    > esisteva un'app che indicava quelle
    > farmacie.
    Lascia perdere è inutile questi son cresciuti con la cultura "usa e getta"
    Dove non conta ne "cosa" si getta ne "dove" si getta.
    Per loro l'importante è "consumare" come fai a pretendere di spiegargli il valore della conservazione e della memoria?
    Non c'è speranza!
    non+autenticato