Thomas Zaffino

SpaceX alla conquista dell'Internet da satellite

La società di Elon Musk ha chiesto l'autorizzazione per l'invio in orbita di oltre 4mila satelliti il cui compito sarà di fornire connessione a banda ultralarga sull'intero pianeta. Metterà la parola fine al digital divide?

ROMA - La società del miliardario Elon Musk ha presentato all'International Bureau della Federal Communication Commission (FCC) un piano per la messa in orbita di una flotta 4.425 satelliti con il compito di fornire connessione Internet a banda ultralarga all'intero globo, mettendo con ogni probabilità la parola fine sull'annosa questione del digital divide.

Come si può desumere dall'allegato tecnico presentato con la richiesta, quelli di SpaceX non sono satelliti convenzionali per le telecomunicazioni. La messa in orbita prevede la collocazione, nei quadranti pianificati, di oggetti delle dimensioni di un'utilitaria e dal peso di circa 4 quintali, i quali viaggeranno intorno al pianeta su un'orbita a quota variabile tra 1.150 e 1.275 chilometri. Secondo quanto stabilito dalla società, ciascuno dei satelliti garantirà un'area di copertura ellittica della larghezza di oltre 2.100 chilometri, sufficiente a coprire una buona parte dell'Europa occidentale.


Secondo il piano applicativo redatto da SpaceX "Il sistema di satelliti è progettato per fornire una vasta gamma di servizi Internet a banda larga e di comunicazione, per utenze residenziali, commerciali, professionali, istituzionali e governative in tutto il mondo". La fase iniziale del piano prevede il posizionamento in orbita di 1.600 satelliti a una data quota. Altri 2.825 saranno posti in seguito a quote diverse.
Sempre nel piano applicativo si legge "Con la collocazione dei primi 800 satelliti, SpaceX sarà in grado di fornire una diffusa copertura sugli Stati Uniti e a livello internazionale per i servizi a banda larga. A progetto completato, il sistema sarà in grado di fornire un'elevata larghezza di banda - fino ad 1 Gbps per utente - oltre a banda larga a bassa latenza per utenti e imprese negli Stati Uniti e nel mondo". Si tratta di un valore circa 200 volte maggiore al dato diffuso dal rapporto "Stato di Internet" sulla velocità delle connessioni, alla fine del 2015, nel quale si parlava di una velocità media (in download) di 5,1Mbps per utente, a livello mondiale.

Il piano arriva a due mesi dall'esplosione del razzo di SpaceX, durante un test di routine, che doveva portare in orbita il satellite AMOS-6 che Facebook intendeva mettere in orbita per fornire connessione Internet a varie parti dell'Africa. Elon Musk non è certamente uno di quegli imprenditori che si accontentano. Così, dopo aver progettato la colonizzazione di Marte, per conquistarla entro i prossimi dieci anni, e dopo gli sforzi compiuti per fornire un'auto elettrica agli utenti di tutto il mondo, ora tocca alla connessione per tutti.

Thomas Zaffino

Fonte immagine
Notizie collegate
32 Commenti alla Notizia SpaceX alla conquista dell'Internet da satellite
Ordina
  • ma 'sto mask, rispetto, per carita', non potrebbe fare una cosa, finirla e poi buttarsi sull successiva? sembra quasi che faccia 7 - 8 cose alla volta con la speranza che almeno una funzioni.
    non+autenticato
  • - Scritto da: ...
    > ma 'sto mask, rispetto, per carita', non potrebbe
    > fare una cosa, finirla e poi buttarsi sull
    > successiva? sembra quasi che faccia 7 - 8 cose
    > alla volta con la speranza che almeno una
    > funzioni.

    Elon Muschio sogna treni che viaggiano a 5000 Km/h, Internet da 4000 satelliti, comitive di turisti che vanno su Marte.

    Nel frattempo, però, il suo sigaro gigante riutilizzabile non è riutilizzabile neppure quando riesce ad atterrare senza danni, le sue auto elettriche con autopilota si schiantano uccidendo l'autista, un suo razzo esplode sulla rampa per elettricità statica mentre fa rifornimento, che neppure ai tempi dello Zeppelin ...
    non+autenticato
  • Su quali frequenze vuole trasmettere?
    Ha già chiesto le autorizzazioni?
    non+autenticato
  • se hanno un sistema automatico di controllo spero che non li dipingano di bianco ... A bocca aperta
    non+autenticato
  • Ma non dire ca**ate, se anche fossero specchi non ti farebbero luce di notte, perchè sono piccoli e perchè sono vicini alla terra, quindi andrebbero in ombra poco dopo la terra, mica farebbero come la luna eh...
    non+autenticato
  • visto il soggetto era un discorso ironico ...
    non+autenticato
  • basta onde elettromagnetiche, fanno male, ma non lo capiscono? vogliono friggere il cervello a tutti? vogliono far campare le industrie farmaceutiche causando più tumori? internet dovrebbe essere solo cablato, riducendo al minimo le celle 4g e il wifi e invece vogliono spararcelo sulle nostre teste, che genialata!
    non+autenticato
  • Ci sono differenti filosofie di pensiero al riguardo, ma la maggior parte degli scienziati concorda nel dire che le radiazioni non-ionizzanti (come quelle di 3/4G, WiFi e Bluetooth) non causano nessun problema all'organismo, essendo anche presenti in natura.

    Se a casa sei terrorizzato dal WiFi puoi usare una rete cablata o i dLAN (che producono dei leggeri campi elettromagnetici, simili a quelli prodotti dalla corrente, ma sono comunque milioni di volte inferiori a quelli del WiFi).

    Avresti però sempre il Wifi dei vicini, le celle dei telefonini, le onde della radio e della TV, ecc a meno di "schermare" tutta la casa e non uscire mai fuori...
    non+autenticato
  • - Scritto da: mela marcia
    > Ci sono differenti filosofie di pensiero al
    > riguardo, ma la maggior parte degli scienziati
    > concorda nel dire che le radiazioni
    > non-ionizzanti (come quelle di 3/4G, WiFi e
    > Bluetooth) non causano nessun problema
    > all'organismo, essendo anche presenti in
    > natura.
    quello che dicono gli scienziati (spesso venduti) sono solo parole, io l'ho provato sulla mia pelle. avevo sempre mal di testa, usando un pc con wifi per scaricare molto col torrent, appena ho spento il wifi e ho comprato due dlan (powerline) della devolo il mal di testa è magicamente scomparso. dopo alcuni mesi ho riprovato ad usare il wifi e il mal di testa tornava.

    > Se a casa sei terrorizzato dal WiFi puoi usare
    > una rete cablata o i dLAN (che producono dei
    > leggeri campi elettromagnetici, simili a quelli
    > prodotti dalla corrente, ma sono comunque milioni
    > di volte inferiori a quelli del
    > WiFi).
    questo è vero, come detto prima i dlan mi hanno evitato fastidiosi mal di testa (e difficoltà a dormire).

    > Avresti però sempre il Wifi dei vicini, le celle
    > dei telefonini, le onde della radio e della TV,
    > ecc a meno di "schermare" tutta la casa e non
    > uscire mai
    > fuori...
    per fortuna vivo fuori città, dove abito lo smog elettromagnetico è minimo e i muri di casa spessi aiutano, certo non posso isolarmi da tutto lo schifo che ci sparano addosso, ma dove posso faccio attenzione, e per la mia esperienza il wifi è il peggiore delle schifezze.
    non+autenticato
  • - Scritto da: camillo
    > quello che dicono gli scienziati (spesso venduti)
    > sono solo parole, io l'ho provato sulla mia
    > pelle. avevo sempre mal di testa, usando un pc
    > con wifi per scaricare molto col torrent, appena
    > ho spento il wifi e ho comprato due dlan
    > (powerline) della devolo il mal di testa è
    > magicamente scomparso. dopo alcuni mesi ho
    > riprovato ad usare il wifi e il mal di testa
    > tornava.

    Il mal di desta può venire per molti motivi, come c'è chi patisce quando va in montagna, c'è chi patisce gli EMF. Comunque a livello scientifico, l'energia prodotta da un access point è di gran lunga inferiore a quella necessaria per ionizzare un legame atomico.
    non+autenticato
  • - Scritto da: mela marcia
    > Il mal di desta può venire per molti motivi, come
    > c'è chi patisce quando va in montagna, c'è chi
    > patisce gli EMF.
    Il mal di montagna è dovuto alla minore quantità di ossigeno, mentre chi patisce il wifi è un problema psicologico. Non conosco nessuna persona sana che patisce wifi o cellulare, se ha patologie è un altro discorso... Chi è sano e "patisce" è perchè legge troppi articoli dei gomblottisti e si fa suggestionare... Io uso il wifi al lavoro e a casa, sui mezzi pubblici uso le cuffie BT e in macchina il BT dell'autoradio.... zero fastidi!
    non+autenticato
  • Un mio amico, da giovane, ha rischiato di annegare in un torrente. Da allora ha fatto molti corsi di nuoto, in piscina nuota molto bene, ma se l'acqua è profonda a volte ha ancora paura. E' lui stesso a dirmi che è un problema psicologico, che spera col tempo di risolvere, dato che è già migliorato di molto.

    Per quanto riguarda gli EMF, difficilmente si è subito un trauma che adesso provochi paura. E' possibile che qualcuno si faccia suggestionare dalle letture, che comunque io non ritengo complottistiche ma veritiere. La realtà è che il WiFi e il cellulare provocano emicranie in molti soggetti SANI, che risolvono il problema con dLAN e auricolari col cavo.

    Io non patisco il WiFi (anche se dove posso uso i powerline, anche per una questione di performance migliori), ma patisco un pò le lunghe telefonate senza auricolari (con gli auricolari cablati nessun problema).
    non+autenticato
  • - Scritto da: camillo
    > - Scritto da: mela marcia
    > > Ci sono differenti filosofie di pensiero al
    > > riguardo, ma la maggior parte degli
    > scienziati
    > > concorda nel dire che le radiazioni
    > > non-ionizzanti (come quelle di 3/4G, WiFi e
    > > Bluetooth) non causano nessun problema
    > > all'organismo, essendo anche presenti in
    > > natura.
    > quello che dicono gli scienziati (spesso venduti)
    > sono solo parole, io l'ho provato sulla mia
    > pelle. avevo sempre mal di testa, usando un pc
    > con wifi per scaricare molto col torrent, appena
    > ho spento il wifi e ho comprato due dlan
    > (powerline) della devolo il mal di testa è
    > magicamente scomparso. dopo alcuni mesi ho
    > riprovato ad usare il wifi e il mal di testa
    > tornava.
    >
    > > Se a casa sei terrorizzato dal WiFi puoi
    > usare
    > > una rete cablata o i dLAN (che producono dei
    > > leggeri campi elettromagnetici, simili a
    > quelli
    > > prodotti dalla corrente, ma sono comunque
    > milioni
    > > di volte inferiori a quelli del
    > > WiFi).
    > questo è vero, come detto prima i dlan mi hanno
    > evitato fastidiosi mal di testa (e difficoltà a
    > dormire).
    >
    > > Avresti però sempre il Wifi dei vicini, le
    > celle
    > > dei telefonini, le onde della radio e della
    > TV,
    > > ecc a meno di "schermare" tutta la casa e non
    > > uscire mai
    > > fuori...
    > per fortuna vivo fuori città, dove abito lo smog
    > elettromagnetico è minimo e i muri di casa spessi
    > aiutano, certo non posso isolarmi da tutto lo
    > schifo che ci sparano addosso, ma dove posso
    > faccio attenzione, e per la mia esperienza il
    > wifi è il peggiore delle
    > schifezze.

    Solo il mal di testa? Prova a mettere un una stanza qualcuno che ha già problemi di tiroide, oppure qualche polipo alle corde vocali.

    Certo qualcuno dirà che hanno già problemi! Certo ma non si presenta la gola strozzata e il senso di gonfiore che ti soffoca, quando le 'onde' non trapassano il tuo corpo!

    Ma appena i(odiati)vicini ti inizia a bombardare il wifi perennemente acceso e la mattina sino alla sera ti friggono, basta vedere è sentire le interferenze provocate nelle casse acustiche, che gli venisse un cancro ai coglioni a tutti!Indiavolato
    non+autenticato
  • Sarà ma fortunatamente non ho di queste malattie quindi uso il wi-fi ovunque, così non devo bucare i muri per i cavi ethernet, e non devo spendere centinaia di euro per i powerline... Certo se uno ha delle patologie deve tutelarsi, anche se poi come dici tu magari ha il vicino che scarica torrent a palla 24/7 col wi-fi AC e quindi indirettamente ti becchi le onde...
    non+autenticato
  • - Scritto da: camillo
    > - Scritto da: mela marcia
    > > Ci sono differenti filosofie di pensiero al
    > > riguardo, ma la maggior parte degli
    > scienziati
    > > concorda nel dire che le radiazioni
    > > non-ionizzanti (come quelle di 3/4G, WiFi e
    > > Bluetooth) non causano nessun problema
    > > all'organismo, essendo anche presenti in
    > > natura.
    > quello che dicono gli scienziati (spesso venduti)
    > sono solo parole, io l'ho provato sulla mia
    > pelle. avevo sempre mal di testa, usando un pc
    > con wifi per scaricare molto col torrent, appena
    > ho spento il wifi e ho comprato due dlan
    > (powerline) della devolo il mal di testa è
    > magicamente scomparso. dopo alcuni mesi ho
    > riprovato ad usare il wifi e il mal di testa
    > tornava.
    >
    > > Se a casa sei terrorizzato dal WiFi puoi
    > usare
    > > una rete cablata o i dLAN (che producono dei
    > > leggeri campi elettromagnetici, simili a
    > quelli
    > > prodotti dalla corrente, ma sono comunque
    > milioni
    > > di volte inferiori a quelli del
    > > WiFi).
    > questo è vero, come detto prima i dlan mi hanno
    > evitato fastidiosi mal di testa (e difficoltà a
    > dormire).
    >
    > > Avresti però sempre il Wifi dei vicini, le
    > celle
    > > dei telefonini, le onde della radio e della
    > TV,
    > > ecc a meno di "schermare" tutta la casa e non
    > > uscire mai
    > > fuori...
    > per fortuna vivo fuori città, dove abito lo smog
    > elettromagnetico è minimo e i muri di casa spessi
    > aiutano, certo non posso isolarmi da tutto lo
    > schifo che ci sparano addosso, ma dove posso
    > faccio attenzione, e per la mia esperienza il
    > wifi è il peggiore delle
    > schifezze.

    Oddio un altro complottista... ci mancava.
    Fatti curare che è meglio.
    non+autenticato
  • Ti preoccupi di queste ca**ate quando l'acqua che bevi è piena di schifezze (non parliamo del pesce che mangi), i cibi sono tutti ogm e magari ci stanno piovendo in testa le particelle nuclari di Fukushima...
    non+autenticato
  • - Scritto da: .                                     .
    > Ti preoccupi di queste ca**ate quando l'acqua che
    > bevi è piena di schifezze (non parliamo del pesce
    > che mangi), i cibi sono tutti ogm e magari ci
    > stanno piovendo in testa le particelle nuclari di
    > Fukushima...

    Fukushima a parte, quella merda la mangi tu! Io ho il mio orto personale dove c'è di che sfamare la mia famiglia e di regalare il dippiù ad amici e conoscenti.

    Stesso discorso con l'olio e con vino, e con vin cotto ecc, ecc.

    Voi sarete più moderni di me, ma la roba casereccia e salubre io la mangio da quando sono nato, ed ecco perché mi piacerebbe vedere quando (se) ci arriverete alla mia età è in quali condizioni dopo tutta la merda che avete mangiato e che mangerete ancora.Con la lingua fuori
    non+autenticato
  • anche amerigo vuole andare nello spazio, restare un pò nella iss e da li fare la caccotta e spararla nel cosmo profondo in modo da lasciare un ricordo di se alle razze evolute che raccoglieranno e annuseranno questo particolare meteorite. vorrebbe portare con se anche i suoi amici biagio e pinuccio, ma loro hanno detto che se la fanno addosso a volare...
    non+autenticato
  • e bravo amerigo, però biagio e pinuccio sono più simpatici.
    non+autenticato
  • A meno che il tuo "meteorite" non venga protetto con uno scudo termico, andrebbe in fumo non appena inizia a penetrare l'atmosfera del pianeta popolato dalla civiltà aliena...
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 8 discussioni)