Alfonso Maruccia

What.cd, il prosciugamento dei torrent

Il popolare tracker musicale privato chiude i battenti dopo l'intervento delle autorità francesi, gli admin salutano la community mentre gli utenti si disperano. Ma è un ritornello che risuona all'infinito

Roma - Fine settimana di lutto per gli appassionati di file sharing a tema musicale, con uno dei più popolari tracker BitTorrent privati colpito dall'azione delle autorità anti-pirateria senza apparente possibilità di ritorno. Per What.cd è la fine del viaggio, gli amministratori salutano la community ma rassicurano: il database degli utenti non è nelle mani dell'industria.

L'inaccessibilità di What.cd è cominciata nella seconda metà della settimana scorsa, con le prime indiscrezioni che parlavano di un raid e del sequestro dei server del sito. Da principio gli amministratori del tracker privato hanno negato il raid, ma la conferma finale è arrivata direttamente dall'organizzazione responsabile dell'azione di contrasto.

SACEM, l'organizzazione dell'industria musicale francese, si è infatti attribuita la responsabilità del sequestro di 12 server da parte delle forze di polizia, una mossa condotta solo dopo due anni di indagini che avrebbero messo fine - secondo le stime dell'organizzazione - a un danno di 41 milioni di euro all'attività dei "creatori" di contenuti musicali.

SACEM manifesta soddisfazione promettendo di proseguire la battaglia anti-pirateria domani e per sempre, e a quanto pare l'effetto del sequestro dei server si è fatto sentire nel complesso della "scena" BitTorrent con altri tracker privati (Gazelle Games, Del.ish) divenuti inaccessibili; anche Feral Hosting, società nota per ospitare molti tracker, è finita offline.

Sia come sia, la scomparsa di What.cd segna la fine di una community di appassionati musicali particolarmente devoti, con centinaia di migliaia di utenti impegnati a raccogliere e condividere più di un milione di album comprensivi di LP, EP, singoli, antologie e tutto quanto. Nato dalle ceneri di oink.cd molti anni or sono, anche What.cd deve ora condividere il destino dei tracker BitTorrent più popolari. In attesa che in Rete si affacci il prossimo.

Alfonso Maruccia
Notizie collegate
  • AttualitàP2P, OiNK grugniti di legalitàIl maialino alato del P2P si prepara al ritorno, cucinato in salsa legale. Solletica l'attenzione degli artisti, ma nel frattempo l'iniziativa analoga legata a The Pirate Bay naviga in cattive acque
17 Commenti alla Notizia What.cd, il prosciugamento dei torrent
Ordina
  • ora che abbiamo ucciso napster, noi obesi accumulatori di ricchezza sulla pelle altrui potremo continuare a.... no, aspetta un momento....
    non+autenticato
  • I torrent sono il grande satana, i siti di hosting no!A bocca aperta
    non+autenticato
  • Come da oggetto il mulo(KAD) non ha mosso un sopracciglio e con la sua calma di sempre continua a sfornare soddisfazioni...
    non+autenticato
  • Peccato che è un protocollo che non tiene più conto delle tecnologie moderne.
  • - Scritto da: Sg@bbio
    > Peccato che è un protocollo che non tiene più
    > conto delle tecnologie
    > moderne.
    ci sono i sorgentiA bocca aperta
    o lavorare gratis vale solo per i musicisti?
    non+autenticato
  • Se cambi il protocollo ad emule.... si chiama bittorrent. Non è più emule. E' un altro protocollo. Solo manca di una funzione di ricerca. Per questo ci sono i siti che fanno da indice (e che vengono chiusi come what.cd).
    Pero' va bene così. Mostra ancora più chiaramente che il protocollo è neutro. E alla fine ci sono più usi legali di bittorrent che ti emule.
    non+autenticato
  • Tranquillo, siamo soddisfatti anche così ... !
  • - Scritto da: Joe Tornado
    > Tranquillo, siamo soddisfatti anche così ... !
    Lo so, piuttosto che lavorare, si fa andare bene cosìA bocca aperta
    non+autenticato
  • - Scritto da: Giulia
    > Come da oggetto il mulo(KAD) non ha mosso un
    > sopracciglio e con la sua calma di sempre
    > continua a sfornare
    > soddisfazioni...

    eh già soprattutto per i pornazzi che ti arrivano giù invece del file che cercavi.
    non+autenticato
  • - Scritto da: challenger
    > - Scritto da: Giulia
    > > Come da oggetto il mulo(KAD) non ha mosso un
    > > sopracciglio e con la sua calma di sempre
    > > continua a sfornare
    > > soddisfazioni...
    >
    > eh già soprattutto per i pornazzi che ti arrivano
    > giù invece del file che
    > cercavi.

    Ma io cerco proprio i pornazzi! Con la lingua fuori
  • C'è gente che scarica giga e giga di file e si ritrova solo pornazzi ! E' uno sconcio!A bocca aperta
    non+autenticato
  • - Scritto da: challenger
    > - Scritto da: Giulia
    > > Come da oggetto il mulo(KAD) non ha mosso un
    > > sopracciglio e con la sua calma di sempre
    > > continua a sfornare
    > > soddisfazioni...
    >
    > eh già soprattutto per i pornazzi che ti arrivano
    > giù invece del file che
    > cercavi.

    effettivamente e' un problema: cerchi "jessica rizzo" e ti becchi bambi, cerchi "guerre stellari" e ti becchi un documentario francese, cerchi "futurama" e salta fuori una iso di windows 8. non c'e' serieta', occorrerebbe molta piu' disciplina. Ci si dovrebbe rispettare di piu tra infrangitori di copyright, dopotutto, siamo dallo stessa parte della barricata.
    non+autenticato
  • - Scritto da: ...
    > - Scritto da: challenger
    > > - Scritto da: Giulia
    > > > Come da oggetto il mulo(KAD) non ha mosso un
    > > > sopracciglio e con la sua calma di sempre
    > > > continua a sfornare
    > > > soddisfazioni...
    > >
    > > eh già soprattutto per i pornazzi che ti
    > arrivano
    > > giù invece del file che
    > > cercavi.
    >
    > effettivamente e' un problema: cerchi "jessica
    > rizzo" e ti becchi bambi, cerchi "guerre
    > stellari" e ti becchi un documentario francese,
    > cerchi "futurama" e salta fuori una iso di
    > windows 8. non c'e' serieta', occorrerebbe molta
    > piu' disciplina. Ci si dovrebbe rispettare di piu
    > tra infrangitori di copyright, dopotutto, siamo
    > dallo stessa parte della
    > barricata.

    Io mi sono messo da tempo a condividere sul mulo le iso di diverse distro di linux rinomindole Win7PRO[ITA].iso e vengono scaricate un casino di volte!