Gaia Bottà

UK, il tecnocontrollo estensivo è legge

La regina ha apposto il sigillo all'Investigatory Powers Act: una legge che nel nome della sicurezza nazionale impone la conservazione delle cronologie di navigazione e legalizza i superpoteri che finora l'intelligence ha esercitato nell'ombra

UK, il tecnocontrollo estensivo è leggeRoma - Più poteri alle agenzie governative, più obblichi in capo ai fornitori di servizi Internet e alle aziende IT, per garantire ai cittadini una sicurezza che passa attraverso un tecnocontrollo estensivo, incardinato sulla retention di dati di ogni tipo, comprese le sessioni di navigazione online, sulle intercettazioni dentro e fuori i confini, sugli anelli deboli della cifratura. Il Regno Unito, con l'assenso della regina, ha consolidato in legge l'Investigatory Powers Act, la proposta che da anni incombe sui cittadini britannici.

Proposto fin dal 2012 con il nome di Communications Data Bill e guadagnatosi l'appellativo di Snoopers' Charter, si era arenato per la severità della sue disposizioni. Salvo poi essere rispolverato in tempi di grandi manovre contro il terrorismo, quando l'Investigatory Powers Bill si è riaffacciato nel dibattito parlamentare circa un anno fa: il clima sociopolitico di Terrore, nell'affievolirsi dell'impatto del Datagate, ha contribuito all'approvazione di un pacchetto di norme che di fatto formalizza tutte le attività già portate avanti nell'ombra dalle agenzie investigative britanniche e conferisce loro nuovi poteri.

In primo luogo, dunque, si consolidano i poteri delle autorità: alle operazioni di hacking volte all'intercettazione mirata e di massa è posto il limite delle autorizzazioni dei poteri centrali, con le intercettazioni di massa che potranno essere disposte solo nei confronti di obiettivi localizzati al di fuori dal Regno Unito. Resta la possibilità, già di fatto garantita dalla pratica e solo di recente confermata dalla giustizia, di rastrellare metadati delle comunicazioni che si intessono in tutto il mondo.
Fra i nuovi poteri garantiti dall'Investigatory Powers Act, c'è invece il pressoché libero accesso alle cronologie di navigazione dei cittadini, conservate dagli ISP dietro corrispettivo, in database che ci si può solo augurare siano al sicuro dalle mire di malintenzionati. Salvo adozione di misure come VPN e navigazione mediata da Tor, il cittadino sarà potenzialmente tracciabile in ogni sua attività online, e i suoi dati saranno accessibili senza troppe giustificazioni né stringenti controlli da parte delle autorità che vigilano sulla sicurezza.

Anche la cifratura, vanto delle aziende IT presso i consumatori e diritto ormai istituzionalmente riconosciuto, è insidiata dalla nuova legge britannica: nonostante le proteste formali degli esperti di settore e delle aziende, tra cui Apple, Facebook, Google, Microsoft, Twitter e Yahoo, il Regno Unito si arroga il diritto di forzare un'azienda a decifrare i dati dei propri utenti nei generici casi in cui ciò sia "praticabile".

L'Investigatory Powers Act, benché approvato dalle istituzioni e dalla regina, dovrà ancora superare lo scoglio di un nuovo dibattito parlamentare legato alla petizione pubblica che ha raccolto ben oltre 100mila firme, e potrebbe vacillare in sede europea, in vista della decisione della Corte di Lussemburgo in materia di data retention, la cui frettolosa disciplina britannica ha già subito battute d'arresto, e della Corte europea dei diritti dell'uomo, in materia di sorveglianza di massa.

Gaia Bottà
Notizie collegate
  • Diritto & InternetUK, il futuro del tecnocontrolloLe aziende dovranno collaborare a decifrare i contenuti a cui le autorità chiederanno accesso, gli operatori dovranno conservare cronologie delle attività online degli utenti, mentre si consolidano le basi legali delle attività dell'intelligence. Lo prevede l'Investigatory Powers Bill
  • AttualitàSpioni UK: Orwell ci fa un baffoNuove rivelazioni sul tecnocontrollo britannico di derivazione americana: le intelligence di sua maestà frugano da anni nei database sui cittadini, avendo potenzialmente accesso a qualsiasi tipo di informazione
  • AttualitàUK, guerra di parole sulla sorveglianzaI colossi tecnologici statunitensi lanciano un allarme corale sui rischi connessi alla nuova proposta di legge sul tecnocontrollo britannica. Una legge obsoleta in pochi anni, dice la difesa, mentre i cittadini non si fidano degli ISP
  • AttualitàUK, il grande occhio sulla ReteIl Segretario di Stato britannico svela il piano per consegnare agli ufficiali di polizia tutte le comunicazioni mediate dalle nuove tecnologie. Dalle conversazioni via Skype alla posta elettronica. Per il bene della sicurezza nazionale
53 Commenti alla Notizia UK, il tecnocontrollo estensivo è legge
Ordina
  • Ma davvero è possibile che un sito che vorrebbe essere di informazione tecnologica sia impresentabile se acceduto da dispositivi mobili? Cosa aspetta punto-informatico ad adeguarsi?
    non+autenticato
  • - Scritto da: marco pippuz
    > Ma davvero è possibile che un sito che vorrebbe
    > essere di informazione tecnologica sia
    > impresentabile se acceduto da dispositivi mobili?
    > Cosa aspetta punto-informatico ad
    > adeguarsi?

    Perchè parli di tecnologia e poi chiedi un sito adattato agli utonti?
    non+autenticato
  • - Scritto da: marco pippuz
    > Ma davvero è possibile che un sito che vorrebbe
    > essere di informazione tecnologica sia
    > impresentabile se acceduto da dispositivi mobili?
    > Cosa aspetta punto-informatico ad
    > adeguarsi?

    Punto informatico fa informazione tecnologica e anche educazione tecnologica.
    E il modo migliore per educare quella massa inebetita di citrulli che pretendono di usare un dispositivo mobile in maniera impropria e' quella li'.

    Vai su fessbuk se vuoi usare il telefonino, e torna qui quando avrai un computer.
  • > Punto informatico fa informazione tecnologica e
    > anche educazione tecnologica.

    Non esageriamo.
    Sorride
    non+autenticato
  • è impresentabile anche su desktop
    non+autenticato
  • - Scritto da: piffero
    > è impresentabile anche su desktop

    In questo caso e' un problema del tuo client malconfigurato.
  • - Scritto da: panda rossa
    > - Scritto da: piffero
    > > è impresentabile anche su desktop
    >
    > In questo caso e' un problema del tuo client
    > malconfigurato.

    disse quello incapace di configurarsi il client per poter usare le lettere accentate
  • - Scritto da: Fulmy(nato)
    > - Scritto da: panda rossa
    > > - Scritto da: piffero
    > > > è impresentabile anche su desktop
    > >
    > > In questo caso e' un problema del tuo client
    > > malconfigurato.
    >
    > disse quello incapace di configurarsi il client
    > per poter usare le lettere
    > accentate

    Ecco uno che non ha capito.
    Io le lettere non le accento per favorire il tuo client, mica il mio.
  • - Scritto da: panda rossa
    > - Scritto da: Fulmy(nato)
    > > - Scritto da: panda rossa
    > > > - Scritto da: piffero
    > > > > è impresentabile anche su desktop
    > > >
    > > > In questo caso e' un problema del tuo
    > client
    > > > malconfigurato.
    > >
    > > disse quello incapace di configurarsi il
    > client
    > > per poter usare le lettere
    > > accentate
    >
    > Ecco uno che non ha capito.
    > Io le lettere non le accento per favorire il tuo
    > client, mica il
    > mio.

    Il mio client non ne ha bisogno.
    Uso Linux, e Linux supporta le codifiche estese.
  • È una piattaforma verticale programmata in asp.

    Gli altri sono passati a Wordpress o altri motori diffusi, ben personalizzati e ricchi di plugin.

    Oggi però se ci fai caso i vari lffl.org, tomshardware, hwupgrade, sembrano tutte fotocopie con le immaginone grandi e i titoli sensazionali.
    Oltre all'immancabile "torcia tattica" e "operaio ora guadagna 6500 euro al mese col trading online e lascia il lavoro".
    iRoby
    7600
  • Non lodo il design di P.I. ma francamente non considero i vari cellofoni come dispositivi atti a navigare. Se vuoi leggere quando sei in coda da qualche parte, sul treno ecc bé RSS è li per quello, il resto è spazzatura!
    non+autenticato
  • i coglioni difensori di Veracrypt senza cappello di stagnola in testa ?
    non+autenticato
  • Mai esistiti, in compenso abbiamo i coglioni fan di truecrypt.
    non+autenticato
  • Minchia, parliamo dell'italia, ma in UK sono messi peggio, ma peggio peggio.
    Leggevo un paio di settimane fa che il sistema sanitario nazionale è uno dei peggiori del mondo "civile", e che i malati di tumore vanno in altri paesi per farsi curare (e tagliano ancora, come in italia).
    Urla il vento, fischia la bufera...
    non+autenticato
  • in una civiltà evoluta l'assistenza sanitaria NON deve esistere, se il malato è forte guarisce, se è debole soccombe, altrimenti andiamo a curare anche gli storpi e i malati terminali riducendo le risorse del pianeta, la natura vuole che prevalga SOLO il più forte.
    non+autenticato
  • - Scritto da: spartacus
    > la natura vuole che
    > prevalga SOLO il più
    > forte.

    correggo: la natura vuole che SOPRAVVIVA solo il più forte.
    non+autenticato
  • e il più forte saresti tu?A bocca storta
    non+autenticato
  • - Scritto da: spartacus
    > in una civiltà evoluta l'assistenza sanitaria NON
    > deve esistere, se il malato è forte guarisce, se
    > è debole soccombe, altrimenti andiamo a curare
    > anche gli storpi e i malati terminali riducendo
    > le risorse del pianeta, la natura vuole che
    > prevalga SOLO il più
    > forte.

    Noi non viviamo più di forza, gli animali come te magari si, noi viviamo di intelligenza e ci serviamo di essa per sovvertire le spietate leggi della natura.

    All' uomo basta un fucile di tre chili per abbattere un elefante di dieci tonnellate.

    Pace all'anima tua.
    non+autenticato
  • - Scritto da: ti sbagli di grosso
    > - Scritto da: spartacus
    > > in una civiltà evoluta l'assistenza sanitaria
    > NON
    > > deve esistere, se il malato è forte guarisce, se
    > > è debole soccombe, altrimenti andiamo a curare
    > > anche gli storpi e i malati terminali riducendo
    > > le risorse del pianeta, la natura vuole che
    > > prevalga SOLO il più
    > > forte.
    >
    > Noi non viviamo più di forza, gli animali come te
    > magari si, noi viviamo di intelligenza e ci
    > serviamo di essa per sovvertire le spietate leggi
    > della
    > natura.
    >
    > All' uomo basta un fucile di tre chili per
    > abbattere un elefante di dieci tonnellate.

    Si vero. Ma senza fucile l'uomo non vale un cazzo!

    Pure un bambino con un fucile abbatterebbe un elefante, come vedi non c'è bisogno di un uomo!

    L'uomo infame & senza lode per sua natura sfida qualcuno sempre avendo un certo margine di sicurezza, altrimenti si nasconde come un coniglio!

    Pochi sono in grado di affrontare l'elefante senza fucile.... ma stiamo parlando di quei pochi uomini veri.

    Nella società attuale sempre più mosche bianche.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Il fuddaro

    >
    > L'uomo infame & senza lode per sua natura sfida
    > qualcuno sempre avendo un certo margine di
    > sicurezza, altrimenti si nasconde come un
    > coniglio!

    Si chiama intelligenza.
    Una cosa che ha permesso alla specie umana di prevalere.

    > Pochi sono in grado di affrontare l'elefante
    > senza fucile.... ma stiamo parlando di quei pochi
    > uomini
    > veri.

    Un elefante non si affronta, tanto piu' che l'uomo non e' neanche una preda per l'elefante.
    L'uomo dotato di intelligenza si mette in condizione di non essere attaccato dall'elefante senza bisogno di affrontarlo.
    L'uomo senza intelligenza invece affronta l'elefante a mani nude e soccombe.

    > Nella società attuale sempre più mosche bianche.

    Quando finalmente questi pazzi saranno estinti, la societa' sara' migliore.
  • Volevo rispondergli io all'incirca come hai fatto.

    Ma se l'uomo senza strumenti non riesce ad acchiappare un coniglio né ammazzare una vacca pacifica...
    iRoby
    7600
  • Concordo.
    Intelligenza non è aggressiva e cieca emotività che attacca tutto ciò che si muove.
    non+autenticato
  • > Leggevo ... che ...
    > i malati di tumore vanno in altri
    > paesi per farsi curare (e tagliano ancora, come
    > in italia).

    Che stanno per tagliare è vero. Ma che i malati ora se ne vanno all'estero no.
    non+autenticato
  • - Scritto da: frescobaldo
    > Minchia, parliamo dell'italia, ma in UK sono
    > messi peggio, ma peggio
    > peggio.

    L'unica differenza è che loro sono una monarchia. Noi lo diventeremo, ufficialmente, da lunedì prossimo quando vincerà il si.
    non+autenticato
  • ...una vecchia babbiona di 90 anni può aver capito anche solo 1% di quello che gli è stato presentato a riguardo?
    non+autenticato
  • infatti quella vecchia avrebbe già dovuto soccombere molte influenze fa...
    non+autenticato
  • La censura su repubblica è passata ad una nuova tattica. Prima fanno passare i commenti e un minuto dop cancellano tutti i commenti dall'articolo. E' successo su due articoli diversi, sempre per questo commento:

    Non è vero che la riforma porterà più efficienza. Anzi sarà la paralisi.
    In tanti anni in Italia ho visto tante volte il risultato delle elezioni nazionali ribaltato da quello delle elezioni locali e vice versa.
    Con la riforma avremmo camera e senato che esprimono maggioranze di elezioni diverse, probabilmente in conflitto tra loro. Anche se le competenze del senato sono state ridotte assisteremo a lunghi conflitti di competenza in cui le due maggioranze cercheranno di mettersi i bastoni tra le ruote.
    non+autenticato
  • Non è solo Repubblica.
    Cosa ti aspetti dai media, che ti dicano le Verità dell'universo?
    Facciata e manipolazione, sono mass-media, ovvìa!
    non+autenticato
  • - Scritto da: tu scan
    > Non è solo Repubblica.
    > Cosa ti aspetti dai media, che ti dicano le
    > Verità
    > dell'universo?
    > Facciata e manipolazione, sono mass-media, ovvìa!

    Lo so che tutti i mezzi di informazione italici sparano balle. Ma capire fino a dove sono pronti a spingersi aiuta.
    Oltretutto il target di lettori de la repubblica è un segmento di popolazione un po' più impegnato di quello di altri giornali. In teoria dovrebbero essere più attenti a questi trucchi, ma la redazione lì da un po' non si fa tanti scrupoli.
    non+autenticato
  • - Scritto da: ynubvbyb
    > - Scritto da: tu scan
    > > Non è solo Repubblica.
    > > Cosa ti aspetti dai media, che ti dicano le
    > > Verità
    > > dell'universo?
    > > Facciata e manipolazione, sono mass-media,
    > ovvìa!
    >
    > Lo so che tutti i mezzi di informazione italici
    > sparano balle. Ma capire fino a dove sono pronti
    > a spingersi
    > aiuta.
    > Oltretutto il target di lettori de la repubblica
    > è un segmento di popolazione un po' più impegnato
    > di quello di altri giornali. In teoria dovrebbero
    > essere più attenti a questi trucchi, ma la
    > redazione lì da un po' non si fa tanti
    > scrupoli.

    Ma quale attenzione?
    I lettori di repubblica sono una accozzaglia di zerbinati renziani, lobotomizzati e privi di qualunque ragionamento critico alla pari dei macachi.
  • Apra una scuola, avrà un business della madonna.
    Io poi sarei il primo ad iscrivermi: sono un lettore (e commentatore) di Repubblica.it ED ho pure un Mac, affare sicuro con me.
    Fa piacere, comunque, vedere tanta sicurezza nelle proprie opinioni: indica una profonda conoscenza delle persone, praticamente una ad una.
    880
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 9 discussioni)