Mirko Zago

Bill Gates e la coalizione per la tecnologia ecologista

Il fondatore di Microsoft si unisce ad altri grandi nomi della Silicon Valley. L'obiettivo è investire 1 miliardo di dollari in green tech. Con o senza il supporto di Trump

Roma - Ancora una volta è Bill Gates a fare da apripista per la tecnologia ecologista. Lo aveva già fatto nel 2015, in occasione della conferenza sul clima di Parigi, esprimendo la sua volontà di contribuire attivamente al risanamento ambientale grazie ad investimenti in green tech. Assieme a lui anche Zuckerberg (Facebook), Bezos (Amazon) e Branson (Virgin) si erano mostrati concordi e propositivi. Personaggi di spicco che assieme a Jack Ma di Alibaba figurano oggi tra i finanziatori di una nuova iniziativa denominata Breakthrough Energy Coalition (BEC).

Bill Gates


Questa volta si torna sull'argomento in maniera concreta, con un investimento di oltre 1 miliardo da destinare ad aziende ad alto tasso di ecologia. Il fondo, a cui partecipano 20 investitori, in maniera lungimirante intende "premiare" lo sviluppo di tecnologie di prossima generazione volte a produrre prodotti, cibo ed energia in maniera affidabile, conveniente e sfruttando energia a zero emissioni di anidride carbonica. "Per fornire a tutti nel mondo un accesso affidabile e sostenibile a cibo, merci, trasporti e servizi senza contribuire alle emissioni di gas è necessario un duro lavoro. Sviluppare gli strumenti necessari richiederà un ampio investimento attraverso un paesaggio fatto di innovazione e nessun investitore o gruppo di investitori è in grado di farlo da solo. Breakthrough Energy Ventures si impegna a favorire una vasta rete di capitali pubblici e privati con l'ottica di lavorare insieme per risolvere il problema, in maniera economicamente sostenibile" - si legge sul sito ufficiale.
Sempre sul sito vengono chiarite quali siano le risorse che compongono un panorama ben articolato. "Entro la metà del secolo, il mondo userà il doppio dell'energia che viene usata oggi, molta della quale in luoghi che finora non hanno avuto accesso all'energia. Ed è una grande cosa: più accesso all'energia hanno le persone più le economie crescono e migliore diventa la vita. Ma per arrivarci sono necessari diversi strumenti rispetto a quelli su cui abbiamo contato in passato. Breakthrough Energy è impegnata a investire in nuove tecnologie per trovare risorse energetiche migliori, più efficienti ed economiche. Il mercato dell'energia globale è imponente e trovare il modo per aprirlo è un'opportunità di investimento che vale la pena sostenere".

La nuova coalizione si è prefissata un ciclo di vita di un ventennio per giungere al suo scopo primario: stravolgere il mercato dell'energia. È probabile che uno dei primi temi su cui la coalizione si concentrerà sarà lo stoccaggio dell'energia, argomento su cui Bill Gates aveva già mosso alcuni passi in passato.  Per raggiungere l'obiettivo gli investitori, che nel frattempo si sono impegnati a raddoppiare i budget per sviluppo e ricerca in tema di energia pulita, dovranno remare contro molti ostacoli e tra essi da oggi c'è anche la politica.

È risaputo che il neo-eletto presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, non abbia particolarmente a cuore la regolamentazione energetica e il cambiamento climatico e continui a screditare le tesi circa le correlazioni tra uso di combustibili fossili e cambiamenti climatici. Ne è la prova evidente Scott Pruitt, designato a capo dell'agenzia per la protezione dell'ambiente, da sempre vicino all'industria del combustibile fossile ed uno dei maggiori contestatori degli impegni ambientalisti del governo Obama.

Secondo le stime di Bloomberg e Forbes, tuttavia, il valore netto complessivo di tutti gli investitori che partecipano alla Breakthrough Energy sarebbe di 170 miliardi di dollari. Cifra che dà la giusta legittimità al fondo privato appena istituito. BEC ha tutte le carte in regola affinché la voce fuori dal coro (rispetto alla politica energetica e ambientale immaginata da Donald Trump) possa farsi udire.

Mirko Zago

fonte immagine
Notizie collegate
9 Commenti alla Notizia Bill Gates e la coalizione per la tecnologia ecologista
Ordina
  • l'unica cosa realmente ecologica oggi è non applicare tecniche di obsolescenza programmata al settore industriale
    non+autenticato
  • - Scritto da: dgjhfjdbhdb
    > l'unica cosa realmente ecologica oggi è non
    > applicare tecniche di obsolescenza programmata al
    > settore
    > industriale

    Non basta.

    Se metti insieme trasporti, uso residenziale e uso degli esercizi commerciali hai raggiunto quasi il 50% dei consumi di energia. L'obsolescenza programmata ha un impatto sulla produzione industriale, non su questi settori.

    Poco più del 50% viene consumato dall'industria, ma la maggior parte dei consumi viene da acciaierie, cementifici che subirebbero un impatto minimo dalla riduzione dell'obsolescenza programmata.
    Quello che dici avrebbe un impatto solo su una frazione dei consumi energetici.
    non+autenticato
  • L'unico sistema sostenibile, in termini generali, è un sistema che evolve: un sistema che cresce o decresce ad infinitum è destinato a raggiungere uno stato asintotico e scomparire.

    Un sistema che può funzionare, per un tempo diciamo umanamente ragionevole, è un sistema dove il fabbisogno di materie prime è il più possibile ridotto, dove per dire puoi demolire un'auto e con quel che ricavi fare almeno il 98% di un'auto nuova... Noi siamo ben lontani da questo.

    Nel civile, per lo più in paesi evoluti, si limita il ferro ed il cemento al minimo sindacale (re)introducendo ad es. il legno strutturale, è in effetti ecologico ma non molto sostenibile poiché fare quasi tutto in legno per dire le sole abitazioni è impossibile per mancanza di materia prima su scala. Si è proposto allora la paglia strutturale, è un po' più sostenibile su scala, ma solo in teoria perché dovremmo creare piantagioni di migliaia di Km² solo per quello e questo non risolve il problema dei trasporti, dell'energia ecc ecc ecc
    non+autenticato
  • - Scritto da: dgjhfjdbhdb
    > l'unica cosa realmente ecologica oggi è non
    > applicare tecniche di obsolescenza programmata al
    > settore
    > industriale

    Questo farebbe molto, se ne parla da anni e nulla cambia...
    Pensa che un mio monitor Samsung di 3 anni fa ha deciso di non funzioare più e non c'è stato null da fare e non è rotto..
    Perchè non è rotto? Perchè se lo metti su un altro PC, o lo rimetti su quello di prima e gli cambi la frequenza (con altro monitor) questo torna a funzionare per 10/15 minuti senza problemi e poi torna a smettere di funzionare come se non ricevesse il segnale (perchè programmato di fare così).
    Ho chiesto ad un negozio che fa riparazioni e mi ha detto che certi monitor, ad esempio i Philips, hanno una combinazione di tasti all'avvio per tornare a farli funzionare e lo devi fare ad ogni avvio dopo che si presenta il problema.
    Ho cercato per i Samsung ma nulla.. ho rimesso il mio vecchio RCT, alla faccia dell'economia/consumo elettrico.
    non+autenticato
  • Già, Alibabà e i quaranta ladroni.
    Guardando la foto ritoccata di Gates, che ha la mia età ma sembra mio nonno, vedo il suo occhio destro da falco scafato che mi fissa con sguardo predatorio, mentre mi dice che per fornire a tutti nel mondo un accesso affidabile e sostenibile a bla, bla, bla, è necessario un duro lavoro.
    Prendiamo su il martello e andate a lavorar...
    non+autenticato
  • Tutto qui? Invece di fare tante sceneggiate potevano mettere i soldi in qualche banca etica come già fa tanta gente senza tante trombonate.

    No, aspettate ... contrordine ... le banche etiche stanno diventando un bersaglio degli americani. Il governatore di New York ha messo una serie di banche e aziende del settore etico nella lista nera perché hanno rifiutato di fare affari con i coloni israeliani nei territori occupati.
    non+autenticato
  • - Scritto da: fvthycv
    > Tutto qui? Invece di fare tante sceneggiate
    > potevano mettere i soldi in qualche banca etica

    Banca etica? E' una contraddizione in termini.

    > come già fa tanta gente senza tante
    > trombonate.
    >
    > No, aspettate ... contrordine ... le banche
    > etiche stanno diventando un bersaglio degli
    > americani. Il governatore di New York ha messo
    > una serie di banche e aziende del settore etico
    > nella lista nera perché hanno rifiutato di fare
    > affari con i coloni israeliani nei territori
    > occupati.
    non+autenticato
  • Sopperire all'inefficienza dello stato a livello di "donazioni private" utili anche a fini fiscali, peccato che siano acqua fresca rispetto ad un sistema industriale tra i più inquinanti (e per di più inefficienti) dell'occidente...
    non+autenticato
  • - Scritto da: xte
    > Sopperire all'inefficienza dello stato a livello
    > di "donazioni private" utili anche a fini
    > fiscali, peccato che siano acqua fresca rispetto
    > ad un sistema industriale tra i più inquinanti (e
    > per di più inefficienti)
    > dell'occidente...

    Ma per l'odioso pachiderma neoeletto (chi sa come) va bene così!