Claudio Tamburrino

Cassazione, commenti pericolosi

La massima Corte conferma condanna per il gestore di un sito che aveva ospitato un commento diffamatorio di un lettore. Che fine farà la dottrina della non-responsabilità dell'intermediario?

Roma - La Corte di Cassazione ha condannato il gestore di un sito per il commento diffamatorio di un lettore ai danni di Carlo Tavecchio, presidente della Federazione Italiana Gioco Calcio. I fatti risalgono al 2009, quando sul sito agenziacalcio.it - attualmente raggiungibile ma per questa stessa vicenda già oscurato e in ogni caso non aggiornato dal 2012 - è stato pubblicato da un utente, automaticamente senza un controllo da parte del gestore, un commento nel quale Tavecchio veniva definito "emerito farabutto" e "pregiudicato doc" e nel quale veniva anche allegato il certificato penale.

Se nel primo grado il gestore era stato ritenuto non colpevole in base al principio di non responsabilità degli intermediari, la sentenza in appello è stata ribaltata e il gestore di agenziacalcio.it condannato al pagamento di 60mila euro a Tavecchio per "concorso in diffamazione". La Cassazione, che si è espressa nel merito di tale questione, ha confermato tale decisione, giudicando responsabile il gestore del sito anche se non supportato da una struttura professionale (eventualmente in grado di approvare tutti i contenuti) e anche se il commento non era anonimo.

La decisione arriva a sorpresa rispetto alla giurisprudenza sia italiana che a quella europea: oltre al caso italiano Vividown, per il quale la sentenza della Cassazione aveva per l'appunto ristabilito il principio della non responsabilità ma che era rimasto in sospeso per quasi 7 anni, lo scorso novembre era stato assolto in appello Massimiliano Tonelli, fondatore del sito cartellopoli.it che si occupa del degrado di Roma e che era stato condannato in primo grado per istigazione a delinquere in merito ad alcuni commenti anonimi. L'appello aveva dunque rappresentato una svolta rispetto alla linea interpretativa che aveva invece portato alla condanna nel 2014 al
gestore di nuovocadore.it, il cui titolare aveva provveduto alla rimozione del commento ritenuto diffamatorio ma - secondo l'accusa ed i giudici - non tempestivamente in quanto all'estero al momento della ricezione della diffida.
"Adesso, con questo orientamento che per la prima volta arriva in Cassazione, rischia di essere molto difficile gestire un sito web che abbia commenti" commenta Fulvio Sarzana, avvocato penalista sentito da Repubblica: "i gestori dovrebbero controllare ogni commento, chiedersi se può essere o no diffamatorio. Anche di quelli non anonimi" aggiunge.

In realtà la questione si discosta dalla precedente giurisprudenza per un punto: secondo i giudici di appello e la Cassazione, c'è concorso perché il gestore doveva sapere dell'esistenza di quel commento dal momento che il suo autore gli aveva mandato una mail contenente il certificato penale di Tavecchio. È per questo che non è stata accolta la tesi difensiva secondo cui il gestore non aveva contezza del contenuto del commento.

In ogni caso, se tale impostazione dovesse essere confermata dalle Sezioni Unite della Corte di Cassazione indipendentemente dalla fattispecie che ha portato alla valutazione della conoscenza del contenuto da parte del gestore del sito web, e nel frattempo non siano chiamati ad intervenire sulla questione i giudici europei, la questione rischia di avere pesanti ricadute sull'informazione web in Italia: senza considerare il destino di blog ed altri siti come nuovocadore.it e agenziacalcio.it che non avendo alle spalle una struttura professionale dovranno rinunciare ai commenti, complicata la questione dei commenti su siti, o anche testate giornalistiche, collegate a gruppi politici dove spesso compaiono commenti con una potenziale forte carica diffamatoria.

Inoltre occorrerà inquadrare sul punto anche la questione relativa ai commenti su Facebook e altri social network, in particolare se deve essere responsabile dell'eventuale diffamazione solo l'autore del commento o anche l'utente che lo ha ospitato sulla propria pagina o direttamente il social, come sembra per esempio intenzione del ministro della Giustizia Andrea Orlando.

Claudio Tamburrino
Notizie collegate
63 Commenti alla Notizia Cassazione, commenti pericolosi
Ordina
  • La cassazione ha ritenuto il gestore responsabile perche' a quanto pare ha ricevuto una mail con il certificato penale quindi perche' e' venuto a conoscenza di quel commento che quindi avrebbe dovuto subito eliminare.
    Non c'e' bisogno di nessuna struttura tecnica o roba simile ed e' un caso totalmente diverso dagli altri
    non+autenticato
  • una cosa è certa: che chi offende è dietro una tastiera ... quando ne ce ne saranno più sorgerà il serio problema di dove queste persone si trovano in un determinato momento ... o no ?
    non+autenticato
  • Eh, purtroppo anche la cassazione è stata cassata e incomincia a fare cassate
    Dato che Orlando è un sub-uomo, non può essere stato lui a comprare i cassatori.
    Perciò c'è qualcuno, probabilmente a livello europeo, dotato di soldi e potere, che rema contro addirittura alle sentenze europee, pur di fare in modo che i cittadini si autocensurino e la smettano di parlare male del potere e dintorni.
    Polonia e Turchia cominciano a fare effetto.
    non+autenticato
  • - Scritto da: parcioci
    > Eh, purtroppo anche la cassazione è stata cassata
    > e incomincia a fare
    > cassate
    > Dato che Orlando è un sub-uomo, non può essere
    > stato lui a comprare i
    > cassatori.
    > Perciò c'è qualcuno, probabilmente a livello
    > europeo, dotato di soldi e potere, che rema
    > contro addirittura alle sentenze europee, pur di
    > fare in modo che i cittadini si autocensurino e
    > la smettano di parlare male del potere e
    > dintorni.
    > Polonia e Turchia cominciano a fare effetto.

    Si tirano fuori i complotti quando non ci sono così quando si parla di complotti veri si tria fuori il complottismo.
    non+autenticato
  • Probabilmente sei molto giovane.
    Solo questo spiega come non ti sia chiaro che la vita di una persona di potere è fatta solo ed esclusivamente di 'complotti' come li chiami tu; strategie, come le chiama lui/lei.
    non+autenticato
  • Prima Orlando, adesso la Cassazione.
    Non ci vuole molto a vedere in piena azione una manovra politica dei pagliacci che abbiamo messo a governarci.
    non+autenticato
  • ... mi hanno gettato nello sconforto.

    Prima il licenziamento per profitto (grazie Renzi) ed ora questo.
    Non so se sia volonta' od ignoranza, comunque sono sconfortato,
    visto che la Cassazione era probabilmente l'organo legislativo
    piu' affidabile rimasto.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Nome e cognome
    > ... mi hanno gettato nello sconforto.
    >
    > Prima il licenziamento per profitto (grazie
    > Renzi) ed ora
    > questo.
    > Non so se sia volonta' od ignoranza, comunque
    > sono
    > sconfortato,
    > visto che la Cassazione era probabilmente
    > l'organo
    > legislativo
    > piu' affidabile rimasto.

    Pensa se avesse vinto il SI, che Renzie avrebbe potuto nominare lui i giudici della cassazione scegliendoli dal partito di alfano.
  • Hai mai visto la sentenza che dice che non è più necessario fare manutenzione e taratura annuale degli autovelox?
    iRoby
    7976
  • Possono anche non farla, ma hanno perso e continuano a perdere i ricorsi ...A bocca aperta
    non+autenticato
  • Inutile precisare che quella sentenza non c'azzecca nulla con il Jobs Act e che riguardava un dirigente. Mi raccomando, l'informazione corretta la fa il popolo!
    non+autenticato
  • - Scritto da: Luca
    > Inutile precisare che quella sentenza non
    > c'azzecca nulla con il Jobs Act e che riguardava
    > un dirigente. Mi raccomando, l'informazione
    > corretta la fa il
    > popolo!

    Inutile precisare che per colpa del marchionne-act di renzi che ha sbattuto nel cesso l'Articolo 18, quand'anche non fosse stata riconosciuta la giusta causa, il dipendente in questione al massimo avrebbe avuto diritto ad un misero "risarcimento" di soli due mesi di stipendio per ogni anno di anzianità in azienda. E infatti parecchie imprese ormai liquidano il "risarcimento" prima ancora che il dipendente faccia causa, perchè spesso gli costa meno dell'avvocato.

    Piddino, mancano pochi mesi al vostro defenestramento, e guarda non è necessariamente una metafora. Ce l'hai il passaporto?
    non+autenticato
  • "iddino, mancano pochi mesi al vostro defenestramento, e guarda non è necessariamente una metafora. Ce l'hai il passaporto?" guardi se al posto del PD devo vedre la versione"casino raggi - roma" in italia...no grazie. Spero che la gente al governo M5S sia preparata e sappia fare una legge(e non come la raggi che non è stata capace di fare in maniera corretta la delibera per i botti di capodanno).
    non+autenticato
  • - Scritto da: moreno
    > "iddino, mancano pochi mesi al vostro
    > defenestramento, e guarda non è necessariamente
    > una metafora. Ce l'hai il passaporto?" guardi se
    > al posto del PD devo vedre la versione"casino
    > raggi - roma" in italia...no grazie. Spero che la
    > gente al governo M5S sia preparata e sappia fare
    > una legge(e non come la raggi che non è stata
    > capace di fare in maniera corretta la delibera
    > per i botti di
    > capodanno).


    Il "casino Raggi-Roma", come lo chiama lei, è certamente meno peggio del "casino Mafia Capitale" e del "casino Sala-expo" (mazzette in un appalto da 130 milioni!), per i quali evidentemente ha votato lei. A confronto dei vostri, i "casini" del M5S sembrano robe da asilo mariuccia. E per ogni indagato grillino (tra l'altro la Raggi neanche è indagata), c'è un BRACCIO CARCERARIO pieno di gente di PD e forza italia.

    Del resto se si compiace del blocco al divieto dei botti mi dà l'idea di che razza di fiuguri lei debba frequentare.
    non+autenticato
  • >
    > Il "casino Raggi-Roma", come lo chiama lei, è
    > certamente meno peggio del "casino Mafia
    > Capitale" e del "casino Sala-expo" (mazzette in
    > un appalto da 130 milioni!),

    Hai visto la lista di quelli che se ne sono andati?
    In mezzo ci sono finiti i manager delle municipalizzate che erano stati messi lì per fare pulizia dopo mafia capitale.

    In pratica hanno approfittato del casino per fare una bella restaurazione.
    non+autenticato
  • - Scritto da: gvnbcrtg
    > >
    > > Il "casino Raggi-Roma", come lo chiama lei, è
    > > certamente meno peggio del "casino Mafia
    > > Capitale" e del "casino Sala-expo" (mazzette
    > in
    > > un appalto da 130 milioni!),
    >
    > Hai visto la lista di quelli che se ne sono
    > andati?
    >
    > In mezzo ci sono finiti i manager delle
    > municipalizzate che erano stati messi lì per fare
    > pulizia dopo mafia
    > capitale.
    >
    > In pratica hanno approfittato del casino per fare
    > una bella
    > restaurazione.


    Mi sembri come totò riina che dà lezioni di etica ai carabinieri.
    Voi piddini a Roma non vincerete mai più un elezione per tutto il 21esimo secolo.
    non+autenticato
  • - Scritto da: moreno
    > "iddino, mancano pochi mesi al vostro
    > defenestramento, e guarda non è necessariamente
    > una metafora. Ce l'hai il passaporto?" guardi se
    > al posto del PD devo vedre la versione"casino
    > raggi - roma" in italia...no grazie. Spero che la
    > gente al governo M5S sia preparata e sappia fare
    > una legge(e non come la raggi che non è stata
    > capace di fare in maniera corretta la delibera
    > per i botti di
    > capodanno).

    Sento puzza di piddino rosikone.
    Sei stato tu per caso?
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 04 gennaio 2017 17.47
    -----------------------------------------------------------
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
1 | 2 | 3 | Successiva
(pagina 1/3 - 14 discussioni)