Alfonso Maruccia

Google Chrome, plugin e DRM obbligatori

Un nuovo aggiornamento al browser di Mountain View rivela una novità importante, e spiacevole da molti punti di vista: gli utenti non possono più controllare i plugin e i sistemi DRM usati dai servizi di streaming sono abilitati di default

Roma - In questi giorni Google ha rilasciato una nuova versione per sviluppatori di Chrome, un software nato come alternativa open source ai browser concorrenti e che ora, a quanto pare, si chiude a riccio eliminando una delle possibilità di scelta più importanti dal punto di vista degli utenti ma anche dei succitati sviluppatori.

La novità è inclusa nell'ultima release preliminare di Chrome 57, ed è intimamente connessa al fatto che ora la pagina chrome://plugins/ non funziona più: a eccezione delle impostazioni dell'interfaccia grafica per Flash Player e PDF Viewer, il comportamento dei componenti aggiuntivi e la loro eventuale disabilitazione non sono più accessibili dal browser.

Una delle conseguenze più importanti del nuovo setup è il cambio di gestione per le tecnologie Encrypted Media Extensions (EME), il discusso nuovo standard implementato dal World Wide Web Consortium (W3C) per permettere ai browser rispettosi delle specifiche Web di gestire le misure DRM (Digital Rights Management) necessarie a veicolare i contenuti in streaming protetti dal diritto d'autore.
La scelta di Google per Chrome (e quindi tutti i browser FOSS basati sul codice di Chromium) è a dir poco controversa, visto che una eventuale ratifica definitiva dello standard EME nella sua forma attuale avrebbe conseguenze negative sulla possibilità di analizzare il codice, scovare bug di sicurezza e tutto quanto.

Per il momento Google non risponde, pensando piuttosto ad aggiornare anche la versione stabile del suo browser con la distribuzione di Chrome 56: l'ultima release del software include 51 bugfix per altrettante vulnerabilità, velocizza il reload delle pagine e supporta le nuove API Web Bluetooth sui gadget mobile.

Chrome 56 prevede infine la visualizzazione di un nuovo messaggio di allarme sui siti progettati per gestire account senza il supporto alle connessioni sicure su HTTPS, una modifica annunciata da tempo che tra l'altro è già stata accolta dagli sviluppatori di Firefox con la release 51 del browser del Panda Rosso.

Alfonso Maruccia
Notizie collegate
61 Commenti alla Notizia Google Chrome, plugin e DRM obbligatori
Ordina
  • Chromium è open source, non Chrome, e Google l'ha detto chiaramente fin dalla prima versione
    non+autenticato
  • dopo i primi anni di tutto gratis (youtube) ora google passa all'incasso, preparatevi a pagare ogni SINGOLA visualizzazioni su youtube, ormai siete assuefatti, non potrete piu farne a meno, poveri drogati, bwabhahbwhwabhwahbwahbwahbaw!

    Vostro, CEO di Google.
    non+autenticato
  • Bah, forse un 5% degli attuali utenti youtube sarebbe disposta a pagare e non più di un euro a settimana.
    non+autenticato
  • Sei già carico di spot prima della visualizzazione del video.
    iRoby
    8840
  • Minchia, è deprimente leggere i commenti in questo forum.
    L'asilo Mariuccia è più evoluto.
    non+autenticato
  • - Scritto da: budu
    > Minchia, è deprimente leggere i commenti in
    > questo
    > forum.
    > L'asilo Mariuccia è più evoluto.

    Grazie per aver contribuito ad abbassare il livello.
  • - Scritto da: budu
    > Minchia, è deprimente leggere i commenti in
    > questo forum.
    > L'asilo Mariuccia è più evoluto.

    meglio qui che fare danni in giro. PI e' la raccolta differenziata ell'immondizia informatica umana. io ci ego solo con gli stivaloni da pesca in mezzo al fiume, quelli alti fino al torace.
    non+autenticato
  • - Scritto da: ...
    > - Scritto da: budu
    > > Minchia, è deprimente leggere i commenti in
    > > questo forum.
    > > L'asilo Mariuccia è più evoluto.
    >
    > meglio qui che fare danni in giro. PI e' la
    > raccolta differenziata ell'immondizia informatica
    > umana. io ci ego solo con gli stivaloni da pesca
    > in mezzo al fiume, quelli alti fino al
    > torace.

    E pinuccio invece come fa?
  • Pinuccio sta cercando chi è il bastardone che gli ha intestato a sua insaputa la polizza assicurativa.
  • ...lato desktop degli ultimi tempi s'è aperta la possibilità che un bella massa di popolazione si sganciasse dai lock-in dei vari OS commerciali. Han fatto presto a reagire: tra il secure-boot ed il ferro sempre più ingestibile da una parte, la super-spinta di spazzatura mobile (Android, iOS ecc) in ferro che vuol fingere di soppiantare i desktop dall'altro ed infine l'ideona più grossa: il cloud.

    Benvenuti in gabbia signori, anche noi che sapevamo, sappiamo e sapremo grazie all'ignoranza dei molti siamo (parzialmente) fregati. Grazie.

    Mi auguro che i tanti che han contribuito a tutto ciò sentano il cetriolo più grosso che noi...
    non+autenticato
  • Bravo, quoto.
    non+autenticato
  • - Scritto da: xte
    > ...lato desktop degli ultimi tempi s'è aperta la
    > possibilità che un bella massa di popolazione si
    > sganciasse dai lock-in dei vari OS commerciali.
    > Han fatto presto a reagire: tra il secure-boot ed
    > il ferro sempre più ingestibile da una parte, la
    > super-spinta di spazzatura mobile (Android, iOS
    > ecc) in ferro che vuol fingere di soppiantare i
    > desktop dall'altro ed infine l'ideona più grossa:
    > il
    > cloud.
    >
    > Benvenuti in gabbia signori, anche noi che
    > sapevamo, sappiamo e sapremo grazie all'ignoranza
    > dei molti siamo (parzialmente) fregati.
    > Grazie.
    >
    > Mi auguro che i tanti che han contribuito a tutto
    > ciò sentano il cetriolo più grosso che
    > noi...


    Ricordarsi quando sarà il momento giusto di venderseli anche a meno dei fatidici trenta denari. Gentaglia ovina come lo sono quelli da te sopra citati, non vale la pena salvarli neanche per un mozzicone di sigaretta.

    Capisco sempre di più perché l'elitè non ha rimorsi o un minimo di patema nel progettare di sterminarci tutti.

    La loro equazione è miliardi di ovini senza nessun tipo di valore, ma con oceani di problemi. Allora sterminarli tutti! Cosi i nostri figli e nipoti potranno vivere delle ricchezze della Terra, senza pezzenti portatori di malattie che elemosinano beni di prima necessità, a loro basta uno smartphone con qualche applicazzione da decerebrati.
    non+autenticato
  • - Scritto da: xte
    > Benvenuti in gabbia signori, anche noi che
    > sapevamo, sappiamo e sapremo grazie all'ignoranza
    > dei molti siamo (parzialmente) fregati.
    > Grazie.

    [PROVOCATION MODE ON]

    "Che ci frega a noi; è pure meglio che l'utonto se ne stia alla larga, sempre a rompere con le GUI e la pretesa della pappa pronta senza mai RTFM"

    Poi ci si lamenta quando la maggior parte del gregge si sposta verso sistemi closed ma più comodi per lui.

    [PROVOCATION MODE OFF]
  • #define NO_FLAME
    Il problema è che noi ci troviamo con sempre più dispositivi groviera, con notevoli capacità di acquisizione e comunicazione (camere, microfoni, accessi alle LAN e ad internet ecc) senza possibilità di gran controllo e per come si evolve la tecnologia siamo comunque costretti a subire parte delle conseguenze: il mio (vecchiotto, Dell Precision M4500) laptop si smonta con un po' di viti, niente clips di plastica, ha l'HD (SSD) che si leva da un comodo cassetto sul fianco con una sola vite che è pure opzionale, ha un bay ex-CDROM rimovibile, il suo BIOS non protesta se levo/cambio la scheda WiFi od altre schede miniPCIe, si trovano ricambi e non ci sono grandi bestemmie per intervenire, solo lo schermo è problematico in caso di guasto lampada&c. Oggi solo per aprire un laptop ci metti ore con levette di plastica&c, non è detto che non rompi qualcosa e hai un mucchio di problemi.

    Con l'UEFI siamo comunque legati e si va sempre peggio, tra qualche anno pure i monitor avran un loro OS.
    non+autenticato
  • - Scritto da: xte
    > #define NO_FLAME
    > Il problema è che noi ci troviamo con sempre più
    > dispositivi groviera, con notevoli capacità di
    > acquisizione e comunicazione (camere, microfoni,
    > accessi alle LAN e ad internet ecc) senza
    > possibilità di gran controllo e per come si
    > evolve la tecnologia siamo comunque costretti a
    > subire parte delle conseguenze: il mio
    > (vecchiotto, Dell Precision M4500) laptop si
    > smonta con un po' di viti, niente clips di
    > plastica, ha l'HD (SSD) che si leva da un comodo
    > cassetto sul fianco con una sola vite che è pure
    > opzionale, ha un bay ex-CDROM rimovibile, il suo
    > BIOS non protesta se levo/cambio la scheda WiFi
    > od altre schede miniPCIe, si trovano ricambi e
    > non ci sono grandi bestemmie per intervenire,
    > solo lo schermo è problematico in caso di guasto
    > lampada&c. Oggi solo per aprire un laptop ci
    > metti ore con levette di plastica&c, non è detto
    > che non rompi qualcosa e hai un mucchio di
    > problemi.
    >
    > Con l'UEFI siamo comunque legati e si va sempre
    > peggio, tra qualche anno pure i monitor avran un
    > loro
    > OS.


    vai su puri.sm
    non+autenticato
  • Mi paiono latop, non rebrand di Clevo ma probabilmente di qualcun'altro che non ho ancora identificato, e per di più piuttosto obsoleti come specifiche... Purtroppo non c'è scampo poiché con i colossi che producono a tutto spiano un piccolo concorrente non riuscirebbe comunque a tenere il passo.

    In un mondo fantastico dove la stampa 3D ha raggiunto livelli tali da poter stampare in casa una CPU, dove la proprietà intellettuale può esistere ma solo in testa all'inventore, privato o dipendente di qualcuno che sia e non si può rivendere, dove le toolchain di sviluppo sono open allora le cose sarebbero ben diverse ma siam ben lontani da ciò.

    Pensa solo ai tempi dell'ISA, delle LispM o alle idee di Multics/Plan9, i sistemi odierni, pur molto più avanzati su certi aspetti sono anni luce indietro rispetto a questi vecchi dinosauri che i più manco conoscono. E un domani dovremo implementare, in genere in peggio, idee già implementate in passato.
    non+autenticato
  • Quelli che hanno contribuito alla cetriolizzazione dei sederi, non leggeranno mai le tue parole, e poi non le capirebbero comunque.
    Le masse devono (vogliono e chiedono a gran voce di) essere dirette, altrimenti si sentono senza sicurezza.
    I predatori rispondono a questa esigenza, tranquillizzando gli animi sofferenti, in cambio del potere e dei soldi.
    non+autenticato
  • Questo però non ci fa star meglio, non fa star meglio nessuno, se sei un predatore non puoi rilassarti un attimo o sei finito (nello stile manageriale appena inciampi sei finito, poco importa quanto hai lavorato prima), se sei una preda...
    non+autenticato
  • E' vero, ma è così che funziona il mondo, credo da sempre, o comunque almeno dalla nascita di società dove chi è senza scrupoli è avvantaggiato su chi ha un'etica.
    non+autenticato
  • - Scritto da: xte
    > ...lato desktop degli ultimi tempi

    Sei ironico vero ?
  • Basato sull' ultimo Firefox ESR. Plugin essenziali e basta Geek.
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 9 discussioni)