Alfonso Maruccia

NASA, brindisi alle 7 sorelle del pianeta Terra

L'agenzia spaziale statunitense svela una scoperta scientifica significativa, un nuovo sistema stella in cui abbondano i pianeti simili alla Terra. Osservazioni future potrebbero confermare la presenza di vita. Al 99 per cento non siamo soli nell'Universo

NASA, brindisi alle 7 sorelle del pianeta TerraRoma - Con un annuncio a sorpresa che ha focalizzato le attenzioni dei media internazionali sull'evento e si è guadagnato pure un logo a tema di Google, NASA ha comunicato al mondo la scoperta di un nuovo sistema stellare a non molta distanza da quello solare. La rivelazione è già "significativa" di per se, ma l'agenzia spaziale promette nuove "sorprese" nel prossimo futuro, quando osservazioni mirate permetteranno di raggiungere la quasi certezza sulla presenza di forme di vita.

Il sistema stellare si chiama TRAPPIST-1, come il telescopio terrestre che dal Cile ha acceso per la prima volta i riflettori (Transiting Planets and Planetesimals Small Telescope) su quella porzione di spazio a 40 anni luce di distanza dalla Terra. Al centro del sistema c'è una nana rossa "ultrafredda", una stella dalla luminosità molto ridotta rispetto a una nana gialla come il Sole ma estremamente più stabile nei suoi processi interni e con una longevità enormemente superiore.

Molto più interessanti della stella sono ovviamente i suoi pianeti, sette mondi rocciosi molto simili alla Terra e molto prossimi all'astro ultrafreddo: tutti i pianeti hanno orbite che nel Sistema Solare sarebbero "interne" rispetto a quella di Mercurio, con il pianeta più vicino che compie un giro completo in un giorno e mezzo e quello più lontano caratterizzato da un "anno" stellare di appena 20 giorni (stimati).

La vicinanza relativa alla stella fa si che tutti e sette gli esopianeti offrano le condizioni utili alla presenza di acqua allo stato liquido, e tre di questi nuovi pianeti si trovano nella cosiddetta "zona Goldilocks" dove le condizioni sarebbero ideali per la comparsa di vita nelle forme attualmente note alle conoscenze scientifiche del genere umano.


L'identificazione di TRAPPIST-1 e dei suoi pianeti è partita da un telescopio in Cile ma ha presto coinvolto altri sofisticati strumenti attivi in giro per il mondo (terrestre), mentre la svolta che ha portato alla scoperta definitiva e all'annuncio sensazionale ha visto il coinvolgimento diretto del telescopio spaziale Spitzer della NASA.

In quanto all'importanza reale dei nuovi mondi nell'ambito della ricerca di "extramondi" in giro per il cosmo, se i numeri non fanno più impressione la possibilità di ulteriori osservazioni potrebbero portare a un cambio di paradigma autentico: gli esperti intendono studiare il sistema TRAPPIST-1 molto da vicino, alla ricerca di conferme (grazie ai telescopi disponibili al momento e a quelli futuri) della presenza di gas quali ossigeno, metano, ozono e CO2. In quel caso la probabilità della presenza di vita su alcuni dei nuovi pianeti sarebbe del 99 per cento.

Alfonso Maruccia

fonte immagine
Notizie collegate
92 Commenti alla Notizia NASA, brindisi alle 7 sorelle del pianeta Terra
Ordina
  • Viste le enormi distanze, per me l'universo è fortunatamente strutturato in modo tale che ogni sistema solare si faccia i cavoli suoi.
    non+autenticato
  • Per me le hanno tutte nel cassetto queste scoperte e le tirano fuori quando hanno bisogno di altri fondi
    non+autenticato
  • Per me sei un coglione
    non+autenticato
  • - Scritto da: ...
    > Per me sei un coglione
    è possibile.... ma dato che questo non rende TE meno coglione non vedo perchè dovresti esserne contento.
    Ficoso
    non+autenticato
  • - Scritto da: giaguarevol issimevolm ente
    > è possibile.... ma dato che questo non rende TE
    > meno coglione non vedo perchè dovresti esserne
    > contento. Ficoso
    Non ha mica detto di essere contento ... semplicemente ha fatto un'affermazione davanti ad uno specchioFicoso
    non+autenticato
  • Ora si che il destino dell'umanità è cambiato, brindiamo a cosa ?

    Tanto non si possono raggiungere in tempi ragionevoli,si calcola che alla tecnologia attuale occorrerebbero circa 4000 anni per arrivare li,per fortuna che non si può altrimenti altrimenti rendevamo anche quelli un immondezzaio.

    Sempre poi ammesso che non siano abitati,in tal caso gli volevamo rubare la terra come è successo con i nativi americani ?

    La prossima volta potremmo non essere così fortunati...

    Ma poi ancora con questo paragone che ci deve essere per forza acqua e altri minerali uguali alla terra per esserci la vita ?

    Iniziamo già con un grosso errore,diamo per scontato che in altre parti dell'universo di cui non sappiamo assolutamente nulla si formi la vita esattamente come la Terra,servendosi degli stessi elementi.
    non+autenticato
  • - Scritto da: F Type
    > Ora si che il destino dell'umanità è cambiato,
    > brindiamo a cosa
    > ?

    Al fatto che un granello di polvere a 40 anni luce da qui, vale più di una coda di etype (sociopatici) lunga 1 milione di kilometri.

    Clicca per vedere le dimensioni originali
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 24 febbraio 2017 00.11
    -----------------------------------------------------------
  • - Scritto da: Albedo 0,9

    > Al fatto che un granello di polvere a 40 anni
    > luce da qui, vale più di una coda di etype
    > (sociopatici) lunga 1 milione di
    > kilometri.

    Detto da Pollon ? Trotta cavallino,trottaA bocca aperta
    non+autenticato
  • - Scritto da: F Type
    > Tanto non si possono raggiungere in tempi
    > ragionevoli,si calcola che alla tecnologia
    > attuale occorrerebbero circa 4000 anni per
    > arrivare li,per fortuna che non si può altrimenti
    > altrimenti rendevamo anche quelli un
    > immondezzaio.

    Non si può per il momento... spero che prima o poi si scopra come ci si può riuscire, e che per allora avremo imparato qualcosa sul vivere in maniera civile.

    Fino ad allora, l'esplorazione spaziale tipo "Mars" (National Geografic) è un enorme spreco di risorse ed un favore solo all'industria.


    > Sempre poi ammesso che non siano abitati,in tal
    > caso gli volevamo rubare la terra come è successo
    > con i nativi americani ?

    La colonizzazione è l'obiettivo degli psicopatici tipo Elon Musk che stanno dietro alle esplorazioni spaziali, al momento...


    > La prossima volta potremmo non essere così
    > fortunati...

    ... il microorganismo del sistema Trappist-1 potrebbe essere mortale, e fulminante.Sorride


    > Ma poi ancora con questo paragone che ci deve
    > essere per forza acqua e altri minerali uguali
    > alla terra per esserci la vita?

    In tutti gli articoli che ho letto si parla di vita "come la conosciamo" - che intendo "a base carbonio".

    In teoria dovrebbe essere possibile una vita a base silicio, con tutt'altri requisiti, ma "non la conosciamo".


    > Iniziamo già con un grosso errore,diamo per
    > scontato che in altre parti dell'universo di cui
    > non sappiamo assolutamente nulla si formi la vita
    > esattamente come la Terra, servendosi degli stessi
    > elementi.

    Se la fisica e la chimica sono le stesse, l'ipotesi è plausibile...
  • - Scritto da: ZLoneW

    > Non si può per il momento... spero che prima o
    > poi si scopra come ci si può riuscire, e che per
    > allora avremo imparato qualcosa sul vivere in
    > maniera
    > civile.

    Io spero di no,se il genere umano non è stato in grado di tenersi buono il suo mondo perchè mai dovrebbe avere la possibilità di fare altrettanto su un altro pianeta ?

    Solo un altro organismo funziona come noi su un pianeta,si chiama cancro.

    > Fino ad allora, l'esplorazione spaziale tipo
    > "Mars" (National Geografic) è un enorme spreco di
    > risorse ed un favore solo
    > all'industria.

    Questo è sicuro. Inoltre non avrebbe senso colonizzare un pianeta altamente ospitale e provare in tutti i modi di renderlo abitabile,fai prima a recueprare il pianeta in cui vivi.

    > La colonizzazione è l'obiettivo degli psicopatici
    > tipo Elon Musk che stanno dietro alle
    > esplorazioni spaziali, al
    > momento...

    Già

    > ... il microorganismo del sistema Trappist-1
    > potrebbe essere mortale, e fulminante.
    >Sorride

    Il problema è che noi diamo un sacco di cose per scontate,se anche uno solo di quei pianeti fosse abitato da civiltà intelligenti e progredite non è detto che vogliano avere a che fare cno noi visto come abbiamo ridotto il nostro mondo,potrebbero considerarci una minaccia da estirpare alla radice.

    Alcuni scienziati per esempio non sono molto d'accordo nell'inviare segnali o sonde nello spazio profondo con le coordinate di dove ci troviamo. Se finisce nelle mani si una civiltà non proprio pacifica e copn tecnologià superiore sarebbe la nostra fine.

    > In tutti gli articoli che ho letto si parla di
    > vita "come la conosciamo" - che intendo "a base
    > carbonio".

    Certo ma non è detto che sia così,lo ipotizziamo noi.

    > In teoria dovrebbe essere possibile una vita a
    > base silicio, con tutt'altri requisiti, ma "non
    > la
    > conosciamo".

    Esatto,per noi sarebbe inconcepibile una cosa del genere eppure una certa possibilità esiste.

    > Se la fisica e la chimica sono le stesse,
    > l'ipotesi è
    > plausibile...

    Ma anche se la fisica e la chimica sono le stesse noi non ne conosciamo tutti gli aspetti.
    non+autenticato
  • > > ragionevoli,si calcola che alla tecnologia
    > > attuale occorrerebbero circa 4000 anni per

    >
    > Non si può per il momento... spero che prima o
    > poi si scopra come ci si può riuscire, e che per
    > allora avremo imparato qualcosa sul vivere in
    > maniera civile.
    >

    Non c'è fretta. Il riscaldamento globale e l'esaurimento delle risorse naturali potrebbero causare fame, guerre civili e calo della popolazione, ma una estinzione totale non è probabile.

    > Fino ad allora, l'esplorazione spaziale tipo
    > "Mars" (National Geografic) è un enorme spreco di
    > risorse ed un favore solo
    > all'industria.
    >

    Serve ad accumulare esperienza così come la stazione spaziale è servita ad accumulare esperienza nella vita nello spazio e nel costruire ambienti autosostenibili. La stazione spaziale ancora non è totalmente autonoma, ma la maniera in cui si ricicla l'acqua e l'aria a bordo è a livelli che non erano mai stati raggiunti.

    >
    > La colonizzazione è l'obiettivo degli psicopatici
    > tipo Elon Musk che stanno dietro alle
    > esplorazioni spaziali, al
    > momento...
    >

    La storia è piena di colonizzazioni, se c'è uno spazio vuoto disponibile l'impulso è di andarlo ad occupare e questa non è una caratteristica umana, è una caratteristica di tutte le forme viventi.

    >
    > > Ma poi ancora con questo paragone che ci deve
    > > essere per forza acqua e altri minerali
    > uguali
    > > alla terra per esserci la vita?
    >
    > In tutti gli articoli che ho letto si parla di
    > vita "come la conosciamo" - che intendo "a base
    > carbonio".
    >

    Molti esperimenti hanno riprodotto le condizioni nello spazio e hanno visto che i nucleotidi alla base della vita si possono formare spontaneamente.
    Forse la vita non deve essere necessariamente basata sul carbonio, però questa e quella più probabile.

    > In teoria dovrebbe essere possibile una vita a
    > base silicio, con tutt'altri requisiti, ma "non
    > la conosciamo".
    >

    Non la conosciamo perchè la probabilità che si formi spontaneamente è molto più bassa.
    non+autenticato
  • - Scritto da: tyhffrt

    > La storia è piena di colonizzazioni, se c'è uno
    > spazio vuoto disponibile l'impulso è di andarlo
    > ad occupare e questa non è una caratteristica
    > umana, è una caratteristica di tutte le forme
    > viventi.

    Colonizzazione su terra,non su altri pianeti,se poi questi sono pure abitati chi ti dice che non vieni visto come aggressore e fatto fuori insieme a tutta la specie ?

    > Molti esperimenti hanno riprodotto le condizioni
    > nello spazio e hanno visto che i nucleotidi alla
    > base della vita si possono formare
    > spontaneamente.
    > Forse la vita non deve essere necessariamente
    > basata sul carbonio, però questa e quella più
    > probabile.

    Più probabile in base alle nostre conoscenze limitate a terra e i pochi pianeti raggiutne con le sonde,non sappiamo altro.
    non+autenticato
  • Con una bottiglia di vino blu, guardando il film 7 canzoni per 7 sorelle.
    (Prosit)
    non+autenticato
  • 99% e dove salta fuori se lo sono inventati di sana pianta?

    allora io dico che il 99% di chi scrive commenti su PI ha grossi problemi
    non+autenticato
  • "gli esperti intendono studiare il sistema TRAPPIST-1 molto da vicino, alla ricerca di conferme (grazie ai telescopi disponibili al momento e a quelli futuri) della presenza di gas quali ossigeno, metano, ozono e CO2. In quel caso la probabilità della presenza di vita su alcuni dei nuovi pianeti sarebbe del 99 per cento."

    Nel caso che ci siano ossigeno , metano , ozono e CO2 , la possibilitá di vita sarebbe del 99%.

    Per dire ... se ha 4 ruote , un motore , un volante ed un sedile , la possibilitá che sia un'automobile sarebbe del 99%. Sorride
  • - Scritto da: aphex_twin
    > "gli esperti intendono studiare il sistema
    > TRAPPIST-1 molto da vicino, alla ricerca di
    > conferme (grazie ai telescopi disponibili al
    > momento e a quelli futuri) della presenza di gas
    > quali ossigeno, metano, ozono e CO2. In quel caso
    > la probabilità della presenza di vita su alcuni
    > dei nuovi pianeti sarebbe del 99 per
    > cento."
    >
    > Nel caso che ci siano ossigeno , metano , ozono e
    > CO2 , la possibilitá di vita sarebbe del
    > 99%.

    Considerando che quando e' nata la vita sulla terra, di ossigeno non ce n'era, la tua conoscenza di biologia e' perfettamente in linea con la tua conoscenza di informatica.
  • - Scritto da: panda rossa
    > - Scritto da: aphex_twin
    > > "gli esperti intendono studiare il sistema
    > > TRAPPIST-1 molto da vicino, alla ricerca di
    > > conferme (grazie ai telescopi disponibili al
    > > momento e a quelli futuri) della presenza di
    > gas
    > > quali ossigeno, metano, ozono e CO2. In quel
    > caso
    > > la probabilità della presenza di vita su
    > alcuni
    > > dei nuovi pianeti sarebbe del 99 per
    > > cento."
    > >
    > > Nel caso che ci siano ossigeno , metano ,
    > ozono
    > e
    > > CO2 , la possibilitá di vita sarebbe del
    > > 99%.
    >
    > Considerando che quando e' nata la vita sulla
    > terra, di ossigeno non ce n'era, la tua
    > conoscenza di biologia e' perfettamente in linea
    > con la tua conoscenza di
    > informatica.
    adesso ha parlato il professor So Tutto... ma bravo
    non+autenticato
  • - Scritto da: diego
    > - Scritto da: panda rossa
    > > - Scritto da: aphex_twin
    > > > "gli esperti intendono studiare il
    > sistema
    > > > TRAPPIST-1 molto da vicino, alla
    > ricerca
    > di
    > > > conferme (grazie ai telescopi
    > disponibili
    > al
    > > > momento e a quelli futuri) della
    > presenza
    > di
    > > gas
    > > > quali ossigeno, metano, ozono e CO2. In
    > quel
    > > caso
    > > > la probabilità della presenza di vita su
    > > alcuni
    > > > dei nuovi pianeti sarebbe del 99 per
    > > > cento."
    > > >
    > > > Nel caso che ci siano ossigeno , metano
    > ,
    > > ozono
    > > e
    > > > CO2 , la possibilitá di vita
    > sarebbe
    > del
    > > > 99%.
    > >
    > > Considerando che quando e' nata la vita sulla
    > > terra, di ossigeno non ce n'era, la tua
    > > conoscenza di biologia e' perfettamente in
    > linea
    > > con la tua conoscenza di
    > > informatica.
    > adesso ha parlato il professor So Tutto... ma
    > bravo

    Perche' tacere limitandosi a sembrare ignoranti, quando si puo' parlare, togliendo ogni dubbio?

    Posta qua un limk sulla composizione dell'atmosfera nel Precambriano che ci facciamo grasse risate.
  • - Scritto da: panda rossa
    > Posta qua un limk sulla composizione
    > dell'atmosfera nel Precambriano che ci facciamo
    > grasse risate.
    https://it.wikipedia.org/wiki/Precambriano
    Cosa ti riesce difficile nel capire "non si conosce"?
    non+autenticato
  • - Scritto da: ...
    > - Scritto da: panda rossa
    > > Posta qua un limk sulla composizione
    > > dell'atmosfera nel Precambriano che ci
    > facciamo
    > > grasse risate.
    > https://it.wikipedia.org/wiki/Precambriano
    > Cosa ti riesce difficile nel capire "non si
    > conosce"?

    Ossigeno non ce n'era.
    Quindi la presenza di ossigeno non e' necessaria per la formazione della vita.
    Potrebbe persino essere di impedimento per quanto ne sappiamo.
  • - Scritto da: panda rossa
    > - Scritto da: ...
    > > - Scritto da: panda rossa
    > > > Posta qua un limk sulla composizione
    > > > dell'atmosfera nel Precambriano che ci
    > > facciamo
    > > > grasse risate.
    > > https://it.wikipedia.org/wiki/Precambriano
    > > Cosa ti riesce difficile nel capire "non si
    > > conosce"?
    >
    > Ossigeno non ce n'era.
    > Quindi la presenza di ossigeno non e' necessaria
    > per la formazione della vita.
    > Potrebbe persino essere di impedimento per quanto
    > ne sappiamo.

    Sei spassosissimo lasciatelo dire, il link che ti hanno postato dice espressamente:

    "Non si conosce molto di come fosse costituita l'atmosfera terrestre, ma si pensa che dovesse contenere pochissimo ossigeno."

    E tu ti sei fatto in testa il viaggio che ossigeno non ce n'era blablabla l'ossigeno non è necessario blablabla e pure che forse è deleterio per la formazione della vita.
    Sei il migliore a dire cazzate, forse dovresti smettere di fare il lavoro che fai e darti al cabaret.
    mura
    1743
  • - Scritto da: mura

    > Sei il migliore a dire cazzate, forse dovresti
    > smettere di fare il lavoro che fai e darti al
    > cabaret.
    Beh oddio...in realtà l'ossigeno è il "prodotto di scarto" della vita!
    Anche oggi l'ossigeno è prodotto principalmente dai "cianobatteri" (che danno il "caratteristico colore azzurro" al "pianeta azzurro" (aka la terra).
    L'ossigeno è un gas che difficilmente si forma in modo "spontaneo" anzi le reazioni chimiche tendono a "consumarlo" (vedi ossidazione) e a ridurre la sua presenza se nessuno lo produce.
    Ad esempio Marte è rosso perchè l'ossigeno (probabilmente presente in passato come la vita e l'acqua) si è trasformato in "ossido"...
    non+autenticato
  • - Scritto da: mura
    > - Scritto da: panda rossa
    > > - Scritto da: ...
    > > > - Scritto da: panda rossa
    > > > > Posta qua un limk sulla
    > composizione
    > > > > dell'atmosfera nel Precambriano
    > che
    > ci
    > > > facciamo
    > > > > grasse risate.
    > > >
    > https://it.wikipedia.org/wiki/Precambriano
    > > > Cosa ti riesce difficile nel capire
    > "non
    > si
    > > > conosce"?
    > >
    > > Ossigeno non ce n'era.
    > > Quindi la presenza di ossigeno non e'
    > necessaria
    > > per la formazione della vita.
    > > Potrebbe persino essere di impedimento per
    > quanto
    > > ne sappiamo.
    >
    > Sei spassosissimo lasciatelo dire, il link che ti
    > hanno postato dice
    > espressamente:
    >
    > "Non si conosce molto di come fosse costituita
    > l'atmosfera terrestre, ma si pensa che dovesse
    > contenere pochissimo
    > ossigeno."
    >
    > E tu ti sei fatto in testa il viaggio che
    > ossigeno non ce n'era blablabla l'ossigeno non è
    > necessario blablabla e pure che forse è deleterio
    > per la formazione della
    > vita.
    > Sei il migliore a dire cazzate, forse dovresti
    > smettere di fare il lavoro che fai e darti al
    > cabaret.

    Hanno postato un link di wikipedia che nella sua approssimazione dice che ossigeno nell'atmosfera del precambriano NON CE N'ERA.

    La vita sulla terra e' nata in assenza di ossigeno.

    Dato di fatto.

    Le prime forme di vita unicellulari vegetali hanno sintetizzato ossigeno tramite fotosintesi per una miliardata d'anni e questo ha permesso la comparsa di altre forme di vita.
  • L'unico dato di fatto qua è che tu fai affermazioni assolutiste (l'ossigeno non c'era) su una serie di ipotesi e/o studi probabilistici che potrebbero darti ragione come darti torto e nessuno (nemmeno tu) può dimostrarlo con certezza, risultato: dici cazzate.

    Ribadisco datti al cabaret che con le cazzate che dici ci fai pure un sacco di soldi.
    mura
    1743
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 8 discussioni)