Mirko Zago

Gmail, allegati da 50 MB e cifratura end-to-end dei messaggi

Google annuncia grandi novità per Gmail: possibilità di ricevere allegati diretti da 50 MB e la promessa di una miglior crittografia end-to-end grazie all'aiuto della community open source

Gmail, allegati da 50 MB e cifratura end-to-end dei messaggiRoma - Google ha deciso di rinvigorire Gmail; e lo fa regalando agli utenti la possibilità di ricevere allegati email da 50 Megabyte e dando una spennellata di nuovo ai sistemi di crittografia end-to-end.

L'upgrade relativo alle dimensioni degli allegati riguarderà per il momento solo i file in ricezione, mentre l'invio continuerà ad essere limitato a 25 MB (l'ultimo upgrade in questo senso risale al lontano 2009). Si tratta in ogni caso di limiti legati alla ricezione e all'invio diretto degli allegati; qualora le dimensioni fossero superiori Gmail continuerà a proporre di sfruttare lo spazio virtuale di Google Drive.
Sul tema della cifratura gli ingegneri di Google hanno invece chiesto l'aiuto di sviluppatori terzi, nel tentativo di rendere gli strumenti più "user friendly".

google

Ad oggi dunque chi usa regolarmente Gmail potrà risparmiarsi diversi grattacapi in fase di ricezione di allegati pesanti, potendo contare ovviamente sullo spazio gratuito sulla nuvola di Google qualora in fase di invio venisse sforata la quota massima consentita. Il servizio cloud, integrato in Gmail a partire dal 2012, è passato dagli iniziali 10 Gigabyte agli attuali 15 GB. Seppur sia da condividere tra Drive, Gmail e Google Foto si tratta pur sempre di una dimensione di tutto rispetto, soprattutto se comparata con Wetransfer (uno dei servizi di trasferimento alternativi più utilizzati, che pone il limite a 2 GB) e che tra l'altro può essere estesa a pagamento scegliendo tra diversi piani mensili (100 GB a 1,99 euro, 1 TB a 9,99 euro, 10 TB a 99,90 euro, 20 TB a 199,99 euro e 30 TB a 299,99 euro).
Google specifica che tutti i file in Drive sono accessibili da qualsiasi dispositivo e facili da condividere, ma soprattutto sono sempre al sicuro nei suoi data center personalizzati con protezione avanzata. Nonostante questa attenzione, a Mountain View sanno bene che sempre più persone, necessitando di ulteriore rassicurazione, optano per una crittografia end-to-end delle email (adottando in particolare il metodo PGP). Gli strumenti a disposizione si sono rivelati però difficile da usare. È sul fronte della semplificazione che Google ha voluto investire risorse negli ultimi mesi e su cui oggi vuole spingere ancora di più l'acceleratore, chiedendo l'aiuto alla comunità di programmatori indipendenti raccolta attorno a GitHub. Sul portale è disponibile la versione open source del tool E2EMail, frutto di anni di sperimentazioni altalenanti.

Mountain View spiega che "E2EMail offre un modo per integrare OpenPGP su Gmail mediante un'estensione di Chrome, con una migliore usabilità e mantenendo la cura del messaggio esclusivamente sul client. E2EMail è costruito su una libreria di cifratura open source sviluppata da Google". L'aver dato in pasto alla community il codice dopo aver coronato nuovi standard di "trasparenza" (Certificate Transparency) dimostra l'impegno reale di Big G in nuove implementazioni in tema di sicurezza, nonché il riconoscimento che il supporto esterno è fondamentale per brindare a un prodotto innovativo e finalmente funzionale.

Mirko Zago

fonte immagine
Notizie collegate
  • TecnologiaGoogle, email da 10 GBBigG annuncia l'integrazione di Google Drive in Gmail, che renderà possibile l'invio di file della dimensione massima di 10GB. Predisposta la funzione che assicura la visualizzazione dei file condivisi solo agli utenti autorizzati
  • AttualitàGoogle: più spazio per tuttiVideo e email più ingombranti: per incoraggiare l'alta qualità, per diffondere il virus di Gmail
  • SicurezzaGoogle, sicurezza e scivoloniMountain View offre nuove opportunità per mettere in sicurezza le comunicazioni in rete, mentre gli ingegneri propongono misure estreme e radicali a sostegno di HTTPS. Il management dei piani alti, invece, scodella consigli fallaci
28 Commenti alla Notizia Gmail, allegati da 50 MB e cifratura end-to-end dei messaggi
Ordina
  • Ricevere allegati da 50 MB e non poterli mandare mi sembra una tavanata galattica!

    Da cosa dovrei capire che E2email è incubata/sponsorizzata da Google?
    Dal readme dei sorgenti? Ah, be'! Allora mi fido!
  • "la promessa di una miglior crittografia end-to-end dei messaggi con l'aiuto della community open source".
    Poverini, hanno bisogno della community per realizzare una migliore crittografia.
    MA quante fesserie ci raccontano?
    Sono dei profilattici nati, vivono di questo, e noi siamo le teste di razzo che li usano.
    non+autenticato
  • Un software di crittografia per essere sicuro deve essere open, quindi la scelta di Google è corretta e nello sviluppo Google avrà messo dei suoi dipendenti.
    non+autenticato
  • - Scritto da: mela marcia
    > Un software di crittografia per essere sicuro
    > deve essere open, quindi la scelta di Google è
    > corretta e nello sviluppo Google avrà messo dei
    > suoi
    > dipendenti.

    ma fatto da un'azienda che vive di pubblicità e profiling degli utenti, che ha un web browser proprio che è fondamentalmente uno spyware-like, qualche domanda in piu' me la farei...
    Chrome è open source ma non per questo significa che protegge davvero la privacy degli utenti che lo usano.
    Anche l'SSL è end-to-end e il protocollo è open source, ma come ci ha insegnato Snowden:
    "SSL Added and removed here" http://i.imgur.com/4p9oMTp.jpg
    Open source oppure no, di Google è meglio non fidarsi di principio.
    non+autenticato
  • - Scritto da: ben10
    > Anche l'SSL è end-to-end e il protocollo è open
    > source, ma come ci ha insegnato
    > Snowden:

    SSL è end-to-end tra il tuo PC e i server di Google (e il certificato è di Google), PGP e simili sono end-to-end tra chi spedisce e chi riceve (e Google non ha i certificati).

    Per il resto concordo che Google e privacy sono agli antipodi...
    non+autenticato
  • Chromium è open source, non Chrome. La differenza fra i due browser è sottile ma profonda.
    non+autenticato
  • Al di la del discorso sul quale sono in linea di principio d'accordo chi ha scritto la vignetta ha scritto un'assurdità: SSL serve a proteggere la comunicazione, il canale, null'altro. Non centra Google, Snowden o chicchessia. I dati vanno cifrati tra i client ed il server, sul server son gestiti altrimenti, tanto da Google quanto dal tuo nginx personale.

    Per capirci, facendo un paragone telefonico, SSL garantisce che qualcuno non possa ascoltare la conversazione tra due persone attaccandosi alla linea telefonica. SSL nulla sa e nulla può fare se qualcuno piazza un registratore nella cornetta del telefono, la protezione è solo per il canale. Quanto a quel che avviene sui server di Google, di Proton, di Pincopalla non lo sai a meno che tu non sia un admin di queste macchine meglio se anche con controllo fisico costante. Questo è il problema di usare qualsiasi "servizio" terzo, anche qui senza bisogno di complotto alcuno.
    non+autenticato
  • Tant'è vero che, quando NSA ha "bisogno" dei dati, se ne frega di crackare la connessione SSL sui router ma li chiede direttamente ai vari Google, Microsoft, IBM, ..., ed Apple (anche a loro, ovviamente), laddove i dati sono in chiaro: sui server (o, per i fan, nel cloud).
    888
  • - Scritto da: gobinda
    > Sono dei profilattici nati, vivono di questo, e
    > noi siamo le teste di razzo che li
    > usano.
    parla per te, al singolare, prego
    non+autenticato
  • ovvero come integrare l'oggetto piu' pasticciato e semplificato del "mondo smtp" (la webmail) con quello piu' complesso (il pgp).... Il thread model e' notevole ...https://github.com/google/end-to-end/wiki/Threat-m... ..auguriCon la lingua fuori
    non+autenticato
  • Questa è tutta da spiegare.
    Quindi chi ha Gmail e manda ad utente GMail è limitato a 25MB, chi invece manda da email che permettono 50MB ad un utente Gmail questi potrà riceverlo.

    Ed ovviamente non potrà a sua volta inoltrarlo perché a spedire è limitato a 25MB.
    iRoby
    9693
  • - Scritto da: iRoby
    > Questa è tutta da spiegare.
    > Quindi chi ha Gmail e manda ad utente GMail è
    > limitato a 25MB, chi invece manda da email che
    > permettono 50MB ad un utente Gmail questi potrà
    > riceverlo.
    >
    > Ed ovviamente non potrà a sua volta inoltrarlo
    > perché a spedire è limitato a
    > 25MB.

    Non ho idea, ma oltre ai porno, che altri files sono cosi' grossi?
  • - Scritto da: panda rossa
    > Non ho idea, ma oltre ai porno, che altri files
    > sono cosi' grossi?

    Gli unici che mi sono capitati sono DOCX.
  • - Scritto da: bradipao
    > - Scritto da: panda rossa
    > > Non ho idea, ma oltre ai porno, che altri files
    > > sono cosi' grossi?
    >
    > Gli unici che mi sono capitati sono DOCX.

    Miii, ora che mi ci fai pensare, pure a me una volta un documento di 3 (tre) pagine in cui un astuto aveva messo il logo aziendale, una immagine in formato A0 resizata in formato francobollo, e neanche messa una sola volta nell'header, ma copiata e incollata tre volte una per pagina.
  • Astuto significa dotato di asta.
    Il mondo è strapieno di astuti e povero di cervelluti.
    non+autenticato
  • Ma tu oltre ai porno non vai mai ?

    Sei il paradiso dell'oculista. Sorride

    L'altro giorno a Lugano ho incrociato Rocco , la prossima volta lo fermo e lo mando.
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 03 marzo 2017 15.44
    -----------------------------------------------------------
  • - Scritto da: aphex_twin
    > Ma tu oltre ai porno non vai mai ?
    >
    hei, ma non lo sai che https://www.google.it/search?q=internet+is+for+por... ?Sorride

    poi imho quella del panda e' una sottile critica al fatto che e' un po burino mandare enormi allegati via mail... dalla notte dei tempi esistono sistemi + adeguati per spostare robba (da RCP a salire )
    non+autenticato
  • - Scritto da: aphex_twin
    > Ma tu oltre ai porno non vai mai ?
    >
    > Sei il paradiso dell'oculista. Sorride
    >
    > L'altro giorno a Lugano ho incrociato Rocco,

    Portatelo a casa e succhiagli il traliccio ricchione di merda.

    > la
    > prossima volta lo fermo e lo
    > mando.
    > --------------------------------------------------
    > Modificato dall' autore il 03 marzo 2017 15.44
    > --------------------------------------------------
    non+autenticato
  • - Scritto da: ...
    > - Scritto da: aphex_twin
    > > Ma tu oltre ai porno non vai mai ?
    > >
    > > Sei il paradiso dell'oculista. Sorride
    > >
    > > L'altro giorno a Lugano ho incrociato Rocco,
    >
    > Portatelo a casa e succhiagli il traliccio
    > ricchione di
    > merda.
    >
    > > la
    > > prossima volta lo fermo e lo
    > > mando.
    > >
    > --------------------------------------------------
    > > Modificato dall' autore il 03 marzo 2017 15.44
    > >
    > --------------------------------------------------


    pure tu sai che è frocio?
    non+autenticato
  • - Scritto da: Il fuddaro
    > pure tu sai che è frocio?
    Tra froci si riconoscono
    non+autenticato
  • - Scritto da: aphex_twin
    > Ma tu oltre ai porno non vai mai ?
    >
    > Sei il paradiso dell'oculista. Sorride
    >
    > L'altro giorno a Lugano ho incrociato Rocco,

    Portatelo a casa e succhiagli il traliccio ricchione di merda.

    > la
    > prossima volta lo fermo e lo
    > mando.
    > --------------------------------------------------
    > Modificato dall' autore il 03 marzo 2017 15.44
    > --------------------------------------------------
    non+autenticato
  • - Scritto da: Ma Firefox
    > come da oggetto

    Come tutte le società con sede in US, sono soggetti al Patriot Act, che nella pratica impedisce di fornire soluzioni con crittografia molto forte "out-of-the-box".