Mirko Zago

Twitter, porte aperte alla propaganda turca

Una falla presente in un'app terza di Twitter ha consentito a un gruppo di hacker pro Erdogan di compromettere numerosi account. Ci sono di mezzo un referendum per rafforzare i poteri del presidente turco e il veto dei Paesi dell'UE

Twitter, porte aperte alla propaganda turcaRoma - I rapporti tra Europa e Turchia sono destinati a incrinarsi ulteriormente, e di mezzo ora ci sono anche scomodi attacchi hacker. La scorsa notte numerosi profili Twitter in tutto il mondo sono stati violati in uno degli attacchi di massa più estesi degli ultimi anni. Ne hanno subito le conseguenze Unicef, Amnesty International, Starbucks, Eni, Forbes, Boris Becker, Justin Bieber e persino il Parlamento Europeo, con un ritmo di decine di attacchi al minuto. Una rapidità di propagazione tale che fa pensare che l'attacco sia stato perpetrato con un sistema automatico sfruttando TwitterCounter (l'applicazione di monitoraggio dati per Twitter).

Twitter attacco

L'evoluzione dell'attacco, monitorabile attraverso l'hashtag condiviso #Nazialmanya, #Nazihollanda e #Nazigermany, sembra essere ancora in corso. Sui profili "bucati" sono stati postati messaggi a favore del governo di Recep Tayyip Erdogan accompagnati da espliciti riferimenti al nazismo (tra cui svastiche), usati per tacciare alcuni Paesi di essere ingiustamente anti-Erdogan.

Nei casi di profili di alto livello l'attacco è stato meno superficiale, includendo anche la sostituzione di immagini dei profili e della testata con chiari riferimenti alla Turchia e al suo esercito. Tra i contenuti veicolati in maniera forzata c'è anche un video celebrativo del presidente turco e un riferimento al referendum del 16 aprile volto ad aumentare i poteri del presidente. Il rischio è che il Paese subisca una pericolosa virata autoritaria (rimanendo nel mondo informatico si ricorda che numerosi servizi online in Turchia vengono inibiti, alla stregua di quanto accade con il regime cinese).
Twitter attacco

Proprio il referendum, promosso dallo stesso presidente turco, è stato aspramente criticato dall'opinione pubblica e dalla politica di mezza Europa. Sono molti i Paesi membri dell'UE che hanno messo i bastoni tra le ruote alla macchina propagandistica di Erdogan. Paesi come l'Olanda e la Germania (non a caso citati nell'attacco) hanno vietato nelle settimane scorse di tenere comizi politici da parte del presidente turco e del suo entourage in vista del referendum creando non pochi scontri diplomatici che hanno ulteriormente aggravato la stabilità politica internazionale.

Tornando al mondo virtuale, molti dei soggetti colpiti dall'attacco hanno reagito eliminando prontamente i contenuti postati in maniera illegittima e scusandosi con gli utenti. Sull'account del Parlamento Europeo (@Europarl_EN) poco dopo l'attacco si poteva leggere "Buongiorno, abbiamo per un momento perso il controllo di questo account ma ora tutto è tornato alla normalità" ed esempi del genere sono numerosi. Qualcun altro si è limitato a rimuovere i messaggi compromettenti come accaduto sul profilo del "nostro" ItaloTreno (ebbene sì anche lui sotto attacco).

Twitter dal canto suo ha informato gli utenti che gli hacker hanno fatto breccia sfruttando un'applicazione terza e che nessuna azione supplementare è richiesta agli utenti, rimandando comunque ai suggerimenti per la sicurezza dell'account.

Twitter attacco

Omer Ginor, CEO di TwitterCounter (l'app colpevole) ha confermato che alla loro applicazione sono stati inibiti i permessi di pubblicazione al fine di eliminare la minaccia in corso e ha precisato che l'azienda "non immagazzina alcuna credenziale d'accesso degli utenti di Twitter e nemmeno informazioni sulle carte di credito". Basterà per rassicurare gli utenti?

Mirko Zago

fonte immagine
Notizie collegate
  • SicurezzaFortinet, sospetto di backdoorRicercatori identificano una nuova funzionalità nascosta all'interno di una ben nota marca di appliance telematiche, anche se il produttore si rifiuta di classificare il problema come "backdoor" e rassicura: falla chiusa da tempo
  • AttualitàScreenOS, Juniper rimuove le backdoor di NSALa società americana dice di aver completato l'indagine interna sul codice dei suoi sistemi di rete. Nessuna nuova backdoor, mentre gli algoritmi crittografici vulnerabili verranno eliminati nei prossimi mesi
  • SicurezzaTurchia, cittadini esposti onlineCircola in Rete un database che contiene i dati anagrafici di quasi 50 milioni di residenti: l'origine e le motivazioni del dump restano ancora incerte
13 Commenti alla Notizia Twitter, porte aperte alla propaganda turca
Ordina
  • Dopo essersi fregato miliardi di euro elargiti da quella zoccola spelacchiata della merkel, erdogat avanza.
    non+autenticato
  • Raga domanda, tirare il collo alla gallina è un modo di dire per indicare quando uno si fa le seghe?

    ????
    non+autenticato
  • se è così allora io tiro il collo alla gallina 5 o 6 volte al giorno.
    non+autenticato
  • Sono molti i Paesi membri dell'UE che hanno messo i bastoni tra le ruote alla macchina propagandistica di Erdogan. Paesi come l'Olanda e la Germania (non a caso citati nell'attacco) hanno vietato nelle settimane scorse di tenere comizi politici da parte del presidente turco e del suo entourage in vista del referendum

    Come al solito i mezzi di comunicazione non stanno dicendo tutto. In Germania i comizi erano stati organizzati insieme a provocazioni contro i curdi per creare disordini. In Olanda hanno organizzato i comizi pochi giorni prima delle elezioni olandesi. Quando gli olandesi gli hanno chiesto di spostare i comizi di pochi giorni sono corsi in televisione ad accusarli di nazismo e poi hanno scatenato un casino cercando di fare le manifestazioni a tutti i costi.

    In pratica Erdogan e i suoi scagnozzi si sono messi al servizio degli americani e della grande finanza per scatenare la rabbia e portare voti alla destra. I vari insulti sono stati studiati per far incazzare tedeschi ed olandesi. Si tratta di un regima fascista al soldo dei fascisti che interferisce con le elezioni dei paesi europei.

    P.S. I turchi non hanno le competenze tecniche per fare un attacco simile su larga scala e comunquel'attacco è stato studiato per interferire nelle elezioni.
    non+autenticato
  • ricordiamo sempre che i curdi sono considerati terroristi perchè nei loro territori c'è il petrolio che non vogliono regalare alla turchia ...
    non+autenticato
  • I Curdi di Turchia son considerati terroristi perché in quasi totalità comunisti e piuttosto allergici ad esser dominati, caratteristiche sgradite non solo a una certa classe dirigente turca ma anche alla NATO...
    non+autenticato
  • Ma quante ne sai...
    non+autenticato
  • - Scritto da: gujbhvfr

    >
    > In pratica Erdogan e i suoi scagnozzi si sono
    > messi al servizio degli americani e della grande
    > finanza per scatenare la rabbia e portare voti
    ma sono gli stessi americani che danno asilo al cosidetto leader del cosidetto golpe turco? faccenda che Erdie ha ben sfruttando facendo fuori oppositori a destra e a manca?
    non+autenticato
  • - Scritto da: gujbhvfr
    > Sono molti i Paesi membri dell'UE che hanno
    > messo i bastoni tra le ruote alla macchina
    > propagandistica di Erdogan. Paesi come l'Olanda e
    > la Germania (non a caso citati nell'attacco)
    > hanno vietato nelle settimane scorse di tenere
    > comizi politici da parte del presidente turco e
    > del suo entourage in vista del
    > referendum

    >
    > Come al solito i mezzi di comunicazione non
    > stanno dicendo tutto. In Germania i comizi erano
    > stati organizzati insieme a provocazioni contro i
    > curdi per creare disordini. In Olanda hanno
    > organizzato i comizi pochi giorni prima delle
    > elezioni olandesi. Quando gli olandesi gli hanno
    > chiesto di spostare i comizi di pochi giorni sono
    > corsi in televisione ad accusarli di nazismo e
    > poi hanno scatenato un casino cercando di fare le
    > manifestazioni a tutti i
    > costi.
    >

    Fin qui tutto OK, daccordo. Dopo sono solo farneticazioni antiamericane.

    > In pratica Erdogan e i suoi scagnozzi si sono
    > messi al servizio degli americani e della grande
    > finanza per scatenare la rabbia e portare voti
    > alla destra. I vari insulti sono stati studiati
    > per far incazzare tedeschi ed olandesi. Si tratta
    > di un regima fascista al soldo dei fascisti che
    > interferisce con le elezioni dei paesi
    > europei.
    >
    > P.S. I turchi non hanno le competenze tecniche
    > per fare un attacco simile su larga scala e
    > comunquel'attacco è stato studiato per
    > interferire nelle
    > elezioni.

    Le competenze tecniche le avrebbero, e volendo esistono sul WEB pacchetti di hackeraggio e info varie in merito. Ma ammesso si siano rivolti a terzi con competenze, da cosa deduci che trattasi di fascisti lato America o Nato?
  • > .Ma ammesso si siano rivolti a
    > terzi con competenze, da cosa deduci che trattasi
    > di fascisti lato America o
    > Nato?

    Le Pen, Wilders e simili sono come Trump, personaggi creati dai mezzi di comunicazione. Prova a chiederti come mai Wilders è il politico olandese più conosciuto in Italia anche se non ha mai avuto incarichi di governo e non è mai ndato oltre le chiacchere. Non sono solo i mezzi di comunicazione italiani a pubblicizzare questi personaggi. Se vai sui siti americani o di altri paesi europei se si parla delle elezioni olandesi si parla di lui. Se si parla delle elezioni francesi si parla di Le Pen. Chi ha tanto potere secondo te sui mezzi di comunicazione?

    P.S. Cerca su google tra i finanziatori di Wilders Horowitz freedom center (una organizzazione di destra amaricana).
    Riguardo a Le Pen ora la stampa cerca di fare confusione sostenendo che è finanziata dalla Russia, ma guarda caso quando le servono fondi li va a cercare negli USA.

    Erdogan personalmente non ha niente da guadagnare dal casino che ha sollevato, anzi, ci perde voti perchè tra gli emigrati aveva tanti elettori, ma ne perderà parecchi dopo aver alimentato la rabbia mettendoli in difficoltà.
    Deve aver avuto un discreto compenso per la sceneggiata messa su.
    non+autenticato
  • - Scritto da: vfthdrg
    > P.S. Cerca su google tra i finanziatori di
    > Wilders Horowitz freedom center (una
    > organizzazione di destra
    > amaricana).

    Un'organizzazione di destra e razzista che finanzia un'altra organizzazione di destra e razzista ... qual'è la novità ?

    Newbie, inesperto