Mirko Zago

Toyota abbraccia Microsoft per l'auto del futuro

Firmato un accordo per lo sfruttamento di una licenza specifica su un insieme di prodotti software sviluppati dal colosso di Redmond. Le prossime Toyota saranno intelligenti e sempre connesse

Roma - Microsoft ha chiuso un accordo con l'azienda automobilistica Toyota per la concessione della licenza di utilizzo di software utilizzato nelle auto connesse ad Internet. Si tratta di un grande passo avanti per entrambe le aziende che potranno così testare le tecnologie del domani.
Toyota sta già collaborando con Microsoft nel perimetro del programma Toyota Connected e attraverso la piattaforma cloud Azure IP Advantage beneficerà anche di una nuova licenza di utilizzo della suite recentemente sviluppata.


L'impegno per lo sviluppo di connected cars da parte di Microsoft è forte e contempla numerose soluzioni sviluppate ad hoc e altre trasposte da altri settori. Intelligenza artificiale, riconoscimento vocale e dei movimenti sono solo alcuni dei temi trattati e su cui sono stati raggiunti ottimi risultati. Microsoft è stata pioniere nella connettività in mobilità e via WiFi così come lo sviluppo di sensori avanzati, il trattamento dei dati e ovviamente la sicurezza rappresentano da sempre impegni concreti.

Il nuovo programma di cui Toyota è partner mette a disposizione dell'industria automobilistica sistemi di navigazione, intrattenimento e riconoscimento vocale. Si tratta di una soluzione molto più avanzata rispetto alle precedenti iniziative volte a portare Windows all'interno delle automobili (il primo esempio risale a circa tre anni fa e nel tempo sono state coinvolte Ford, Kia, BMW, Nissan, Fiat e persino Tesla). Ora il sistema è più completo e vanta soluzioni innovative che superano la mera installazione di software utile al guidatore e ai suoi passeggeri (anche se rimane forte l'idea di dotare i sistemi di infotainment della suite Office oltre che portare l'assistente virtuale Cortana a bordo di auto marchiate Nissan e BMW).
Peggy Johnson, Vice Presidente esecutivo dello sviluppo commerciale di Microsoft, ha commentato così l'accordo siglato con Toyota Motor Corp.: "le auto connesse rappresentano un'enorme opportunità per l'industria delle auto, e il suo cuore è una sfida a livello di software. La nostra mission è di rafforzare i produttori di auto con la tecnologia che permetta loro di focalizzarsi sulla costruzione di migliori esperienze di guida per i suoi consumatori". Gli fa eco Erich Andersen, Vice Presidente corporate di Microsoft: "quando si guarda ai sistemi telematici, infotainment, sicurezza e altri sistemi nelle auto connesse di oggi, si potrà trovare la tecnologia e l'innovazione di Microsoft". In ricerca e sviluppo Microsoft investe 11,4 miliardi di dollari l'anno, seppur sembra non esserci al momento un interesse specifico verso le auto che si guidano da sole.

Gli analisti di Gartner stimano che entro il 2020 vi saranno 250 milioni di auto connesse sulle strade che avranno bisogno di tecnologia avanzata per i sistemi di telematica, guida automatica, infotainment e servizi in mobilità. Ci si aspetta che la produzione di auto connesse cresca di 21 milioni di unità nel 2017 e 61 milioni entro il 2020. Il mercato e la concorrenza sul fronte delle auto connesse sono fiorenti.

Mirko Zago
Notizie collegate
  • BusinessApple e Nokia, triangolo di denuncePer difendersi dai patent troll a cui Nokia ha ceduto i brevetti, Cupertino si rivolge all'antitrust nei confronti delle sussidiarie contenitore della proprietÓ intellettuale della finlandese. Che non ci sta e attacca frontalmente
  • BusinessApple, milioni per lo sfruttatore di brevettiAcacia, nota entitÓ non praticante, racimola denari a Cupertino: la giustizia texana ha decretato Apple colpevole della violazione di un brevetto su certi modelli di iPhone e iPad
10 Commenti alla Notizia Toyota abbraccia Microsoft per l'auto del futuro
Ordina
  • Ma la Toyota non stava collaborando col la Ford per la creazione di un sistema Open source?
    non+autenticato
  • Nokia sviluppava MeeGo per rimpiazzare Symbian e proporre al mercato un loro prodotto in categoria smartphone.
    I finlandesi assumono un CEO arrivato fresco da Redmond ed ecco che improvvisamente abbandonano il progetto basato sul kernel Linux per fiondarsi in una
    mirabolante parthnership a condiszioni si "favore" per lanciare il nuovo e "solidissimo" OS del settore made by Microsoft. Sappiamo tutti come'è andata.
    ---------
    Toyota finanziatore e membro di spicco della fondazione Automotive Grade Linux ora decide di lanciarsi sulle ancora "solidissime" soluzioni di MS per il settore, le quali secondo l'autore (probabilmente un MS Evangelist) offriranno la "edge grade technology" da somministrare alle macchinette dei giappo.
    Difficile non farsi suggestionare dalle convergenze....
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 27 marzo 2017 12.06
    -----------------------------------------------------------
  • Almeno sappiamo quale auto non comprare.

    Legare poi il proprio marchio a Microsoft è da masochisti.

    Anche la stessa M$ si vergogna a metterlo sulle confezione della Xbox. Dove è in piccolino nel fondo della confezione.
    iRoby
    9289
  • la toyota, famigerata per non rompersi mai, battuta solo dalla subaru sara' solo un ricodo.
    Dovremmo fare l'abitudine che in un viaggio autostradale dovremo spegnere e riaccendere il motore almeno un paio di volte.
    Dovremo pagare delle CAL aggiuntive di 3000E se porteremo 5 persone, ascolteremo jazz o metteremo il portapacchi.
    Alla fine costera' piu' di licenze che di hardware-

    Comunque non comprero' mai nessuna auto che monti MS.
    non+autenticato
  • - Scritto da: claudio
    > la toyota, famigerata per non rompersi mai,
    > battuta solo dalla subaru sara' solo un
    > ricodo.
    > Dovremmo fare l'abitudine che in un viaggio
    > autostradale dovremo spegnere e riaccendere il
    > motore almeno un paio di
    > volte.
    > Dovremo pagare delle CAL aggiuntive di 3000E se
    > porteremo 5 persone, ascolteremo jazz o metteremo
    > il
    > portapacchi.
    > Alla fine costera' piu' di licenze che di
    > hardware-
    >
    > Comunque non comprero' mai nessuna auto che monti
    > MS.

    Attento a come scrivi, qua su PI ci sono i migliori critici della grammatica itaGliana! Uomo avvisato mezzo salvato!

    nb. se sei uno che vuole fare bella figura, correggi le bozze dei tuoi post.

    Si ma non prima di aver scritto in brutta copia.

    Di aver passato il tuo post in un correttore ortofrutticolo ortografico.

    E solo dopo averlo portato in università dalla tua prof di fiducia in lingue.Sorride

    Ciao e ora puoi postare felicemente. Si perché nessun ebete potrà dirti: impara a scrivere prima! hi hi hi hi!!!

    Garantito lo fanno, sopratutto quelli zona Milano. e il tizio ... che poi sono sempre gli stessi, più il più glande di tutti Aphex_twin, lui sa perfettamente come vanno messi gli accenti le cedille, ecc, ecc.

    Saluti carissimi.
    non+autenticato
  • - Scritto da: panda rossa
    > [img]http://www.freakingnews.com/pictures/500/Wind

    Ecco cosa succede quando si cerca di infilare SW M$ anche in sistemi di guida autonoma.

    E mi raccomando, sempre connessi, è un must, anche dove manca il segnale, e sempre tuffati nell'infotainment, indispensabile al guidatore, che così distratto non interverrà tempestivamente in caso di malfunazionamento del sistema di guida automatica.
  • non interverrà tempestivamente
    > in caso di malfunazionamento del sistema di guida
    > automatica.

    le auto automatiche devono essere presidiate oppure no? oppure mi devo comportare come l'istruttore di scuola guida? posso dormire tutto il viaggio oppure no? se devo presidiare tanto vale guidare una preoccupazione in meno
    non+autenticato
  • No, non hai capito: tu devi presidiare si da manlevare il costruttore se l'auto si schianta su una cisterna di idrogeno ad 1m da uno stadio pieno di gente, però l'auto dev'essere autonoma così da poter appunto decidere di schiantarsi, con opportuno ordine remoto, o semplicemente per poter avere una complessità tale da essere incontrollabile ed irreparabile da chiunque e avere opportuni malfunzionamenti o aggiornamenti obbligatori per fartela cambiare o farti pagare manutenzione quando il produttore lo ritiene opportuno.
    non+autenticato