Mirko Zago

Caso Clinton, nuove accuse alla Russia

L'intelligence russa sarebbe colpevole dell'hacking ai danni di Hillary Clinton e di altri membri del Partito Democratico. E gli attacchi sarebbero iniziati ben prima della campagna elettorale per le presidenziali USA

Roma - I sospetti che dietro gli attacchi hacker ai danni di Hillary Clinton nelle precedenti elezioni presidenziali ci sia il governo russo sembrano sempre più fondati. La segretaria del partito Democratico è stata più volte attaccata: la sua corrispondenza elettronica crackata è stata diffusa attraverso WikiLeaks e durante le elezioni sarebbero stati accertati alcuni atti di sabotaggio alle urne elettroniche.

Clinton

Il condizionamento delle elezioni per effetto di questi attacchi ha provocato l'intervento dell'FBI, che fin da subito ha puntato gli occhi contro il governo russo. Secondo l'azienda di sicurezza informatica SecureWorks però, gli attacchi avrebbero avuto origine ben prima rispetto al periodo elettorale e ancora una volta per mano dei russi. I gruppi hacker APT28, Sofacy e Fancy Bear al soldo dell'intelligence militare russa avrebbero inviato 19.315 link maligni a 6.730 persone comprese nell'entourage della Clinton da marzo 2015 a maggio 2016. Ben 3.124 dei destinatari li avrebbero cliccati venendo dirottati su una falsa pagina di servizi Google (tra cui Gmail ampiamente usato da molti membri del Partito Democratico). Di questi, 470 utenti si sarebbero fatti ingenuamente "soffiare" la password.

L'analisi che l'azienda ha potuto compiere è stata facilitata dal fatto che gli hacker hanno usato lo strumento Bitly per abbreviare e mascherare i link inviati lasciando tra l'altro i loro account pubblici. Thomas Rid, professore al King's College ha formulato questo commento indirizzato allo US Senate Intelligence Committee: "L'evidenza pubblica sull'implicazione attiva delle agenzia di intelligence russe nel 2016 è incredibilmente forte. L'attacco al comitato nazionale Democratico può essere comparato a un'incursione ben eseguita in cui gli intrusori hanno usato identici dispositivi di ascolto, identici metodi di trasferimento dei file rubati e stessi mezzi di diffusione".
Quelli che potrebbero sembrare attacchi sporadici portati avanti da gruppi hacker sarebbero in realtà parte di un'architettura superiore. Mark Warner a capo del Senate Intelligence Committee ha rivelato che il Cremlino avrebbe assoldato migliaia di persone per creare false storie anti Clinton durante la campagna elettorale con l'obiettivo di screditarla. Queste bufale avrebbero partecipato a far eleggere il rivale Donald Trump in Wisconsin, Michigan e Pennsylvania. Il responsabile ha confermato alla stampa: "Siamo a conoscenza dell'attacco e fughe di informazioni mirate, ma ciò che mi preoccupa di più sono alcuni rapporti. Abbiamo avuto modo di andare a fondo sulla vicenda e sappiamo che ci sono stati migliaia di troll che hanno lavorato al servizio della Russia".

Appurate le gravi implicazioni del governo Putin sull'esito delle elezioni e sulle recenti intrusioni nella corrispondenza dei politici statunitensi, anche il dipartimento della difesa americano potrebbe non essere privo di macchia. FoxNews riporta la notizia che quando nel 2013 la Clinton diede le dimissioni da Segretaria di Stato, riuscì a fare in modo di continuare ad aver accesso a documenti classificati come top secret e quel è peggio è che alcuni di quei documenti o relativi riferimenti sarebbero circolati attraverso indirizzi email privati (come quello del deputato Huma Abedin) e non protetti dagli standard governativi. Secondo Judicial Watch la negligenza e la scarsa attenzione nel trattare questi documenti rappresenterebbero una grave falla nel sistema di sicurezza interna perdurata sia negli anni in cui la Clinton rivestiva un ruolo istituzionale che successivamente (il periodo sarebbe compreso tra il 2009 e 2016).

Mirko Zago

fonte immagine
Notizie collegate
32 Commenti alla Notizia Caso Clinton, nuove accuse alla Russia
Ordina
  • Non c'e' bisogno di pensare ai russi: i Clinton e le loro frequentazioni sioniste e massoniche si sono squalificati da soli per il pubblico informato. Certi vizi privati non si possono piu' nascondere nell'era di Internet. Quello con i Russi e' in fondo un gioco delle parti per reprimere il vero dissenso sulle aristocrazie di questo mondo. E' da Lenin che anche la Russia e' telecomandata.
    non+autenticato
  • Questo serve solo a confonder le idee della casalinga di voghera, chi si informa sa che sono frottole inventate dalla cia (specialmente dopo i leaks) e l'attacco ai russi è solo uno specchietto per le allodole non solo per censurare internet con la scusa delle fake news ma anche per continuare a punzecchiare la Russia stessa che non si piega al disegno dell'elite criminale globalista.
    Niente di nuovo, ma la storia comincia a diventare vecchia e la maggioranza, per fortuna, comincia ad aprire gli occhi e rigettare questi massonici delinquenti e le loro politiche distruggi stati.


    - Scritto da: Anonimo
    > Non c'e' bisogno di pensare ai russi: i Clinton e
    > le loro frequentazioni sioniste e massoniche si
    > sono squalificati da soli per il pubblico
    > informato. Certi vizi privati non si possono piu'
    > nascondere nell'era di Internet. Quello con i
    > Russi e' in fondo un gioco delle parti per
    > reprimere il vero dissenso sulle aristocrazie di
    > questo mondo. E' da Lenin che anche la Russia e'
    > telecomandata.
    non+autenticato
  • A tutti gli ascoltatori:
    la massoneria, ricordiamolo, è una setta satanista.

    Per fare strada oltre ad un certo livello devi studiare testi esoterici. Il famoso occhio sulla punta della piramide sarebbe quello di satana.

    Una testimonianza a riguardo di queste zecche:

    https://www.youtube.com/watch?v=5XDCstYCY2g
    "TESTIMONIANZA DI UN EX MASSONE: LA MASSONERIA E' UNA SETTA SATANICA"
    non+autenticato
  • - Scritto da: xx tt
    > A tutti gli ascoltatori:
    > la massoneria, ricordiamolo, è una setta
    > satanista.

    E quindi? Non esiste quindi ce ne possiamo sbattere tranquillamente le ░░ di satana.
    non+autenticato
  • > E quindi? Non esiste quindi ce ne possiamo
    > sbattere tranquillamente le ░░ di
    > satana.

    Mica tanto. Perché per loro esiste e fa loro da modello.
    Perciò si comportano di conseguenza, ovvero il peggio possibile e questo ci riguarda, dato che sono ammanicati dovunque.

    Sarebbe batato che avessero preso a modello una figura meno negativa del fantomatico satana e magari molte sofferenze ce le saremmo risparmiate.
    non+autenticato
  • Che cattivoni i dirigenti russi, in confronto a quei pezzi di escremento pane degi dirigenti usa.
    Poi fra un po' di anni si scoprirà che la cia, travestita da fsb, ha boicottato la clinton su ordine di qualche consorzio di alti papaveri psicopatici come lei, ma di diverse vedute.
    Nell'odierna disinformazione globale tutto può essere, e le masse insulse e bovine sono solo amplificatori della volontà (travestita da 'volontà popolare'...) di chi le manipola meglio tramite i media compiacenti.
    non+autenticato
  • I DEM non sanno perdere, sono dei rosiconi.
    non+autenticato
  • Che ha un bilancio inferiore a quello del solo Texas, 150.000.000 di persone di molto inferiori algli usa ma però cattivissimi, riescono a imbrogliare come dei bambocci i produttori del famoso e sicurissimo Windows.

    C'è qualcosa che non funziona.
  • - Scritto da: Giuseppe2016
    > Che ha un bilancio inferiore a quello del solo
    > Texas, 150.000.000 di persone di molto inferiori
    > algli usa ma però cattivissimi, riescono a
    > imbrogliare come dei bambocci i produttori del
    > famoso e sicurissimo
    > Windows.
    >
    > C'è qualcosa che non funziona.

    Bravo ci sei arrivato! Tutto non funziona in questa storia.
    non+autenticato
  • In effetti quelli della Diebold non avevano bisogno dei russi per barare.

    Ma cosa sarà mai se cìè stato Bush al posto di Al Gore...
    non+autenticato
  • Toh che coincidenze. Wikileaks pubblica i documenti del Marble framework che la CIA usa per cambiare il linguaggio dei suoi malware e farli apparire opera di stranieri:

    https://wikileaks.org/ciav7p1/cms/page_14588467.ht...

    E il giorno dopo ci dobbiamo sorbire l'ennesima scenaggiata sugli hacker russi.
    Non è credibile. Per cambiare il corso di una elezione non bastano un po' di phishing e post generati dai troll, non c'è nessuna nazione in grado di mettere in campo l'infrastruttura e la potenza di fuoco degli americani. Se c'era qualcuno con i mezzi e la volontà per truccare le elezioni quelli erano americani.
    non+autenticato
  • > Se c'era
    > qualcuno con i mezzi e la volontà per truccare le
    > elezioni quelli erano
    > americani.

    In effetti c'è il rischio che un certo "Lasso" abbia diciamo una spintarella. di quelle dalle terre selvagge ma con targa russa in caso si venga scoperti:

    "http://www.quotidiano.net/esteri/julian-assange-1....
    Julian Assange, il suo futuro dipende dalle elezioni in Ecuador

    Il co-fondatore di WikiLeaks deve sperare che vinca Moreno, alle presidenziali del Paese che gli dà ospitalità nella sua ambasciata di Londra. Se vince Lasso, Julian ha 30 giorni per uscire dalla sede diplomatica a Londra, dove sarebbe arrestato e estradato, prima in Svezia e poi in Usa"
    non+autenticato
  • Io so che la Russia negli ultimi 20 anni si è dotata di un apparato di cyberspie ben più potente di quello americano.

    Ben inteso, non patteggio per gli Americani.
    Ma dal carro armato Armata ai nuovi Sukhoi, e addirittura una arma segreta che ha fatto correre gli americani a ricablare in fibra ottica quasi tutte le sue navi, perché i russi riescono a spegnere i sistemi operativi a distanza... La Russia nel frattempo non è stata a guardare e mentre gli USA spendono miliardi per guerre in mezzo pianeta, la Russia molti meno miliardi ma comunque cifre significative li ha spesi per rimodernare tutto l'apparato militare.

    E lo stesso ha fatto la Cina.
    iRoby
    9289
  • - Scritto da: iRoby
    > Io so che la Russia negli ultimi 20 anni si è
    > dotata di un apparato di cyberspie ben più
    > potente di quello americano.
    >
    Rotola dal ridere

    > Ben inteso, non patteggio per gli Americani.
    > Ma dal carro armato Armata ai nuovi Sukhoi
    Rotola dal ridereRotola dal ridere

    > addirittura una arma segreta
    Rotola dal ridereRotola dal ridereRotola dal ridere

    > che ha fatto correre
    > gli americani a ricablare in fibra ottica quasi
    > tutte le sue navi, perché i russi riescono a
    > spegnere i sistemi operativi a distanza... La

    Gli impulsi elettromagnetici sono noti fin dai primi esperimenti atomici. I circuiti elettronici dei veicoli militari sono schermati da un pezzo.

    > Russia nel frattempo non è stata a guardare e
    > mentre gli USA spendono miliardi per guerre in
    > mezzo pianeta, la Russia molti meno miliardi ma
    > comunque cifre significative li ha spesi per
    > rimodernare tutto l'apparato
    > militare.
    >
    L'Arabia Saudita spende più della Russia in armamenti. Quanto a spese militari gli americani sono irraggiungibili.

    https://en.wikipedia.org/wiki/List_of_countries_by...
    non+autenticato
  • Bello questo post pieno di luoghi comuni ma soprattutto di discorsi tipo il Bar Sport sulla squadra del cuore.

    La Russia ha la metà dei cittadini degli USA su un territorio pieno di risorse, forse uno tra i primi produttori al mondo di petrolio.

    Le sue spese per l'apparato militare sono per armi quasi esclusivamente di difesa.
    Anche perché il suo PIL è appena quello del solo stato del Texas.

    Che cosa vorrà la Russia?
    Sono sicuro che è come dice questo articolo, vorrebbe sicuramente che la lasciassero in pace.
    https://comedonchisciotte.org/la-maledizione-della.../

    Riguardo al rame e le fibre ottiche, leggila ogni tanto qualcosa di interessante, sennò fai solo la figura del solito scemo del Bar.

    http://www.maurizioblondet.it/tutte-le-portaerei-u.../
    -----------------------------------------------------------
    Modificato dall' autore il 03 aprile 2017 13.47
    -----------------------------------------------------------
    iRoby
    9289
  • In quel periodo in cui secondo la bufala linkata le portaerei americane erano rientrate c'era una portaerei americana in missione di provocazione contro la Cina nella zona contesa con gli altri paesi asiatici:

    https://www.google.nl/search?q=american+aircraft+c...

    Stai solo trollando postando link a notizie false.
    non+autenticato
  • C'è la fonte di quelle notizie.
    È ovvio che non le fanno tutte insieme...

    Sempre i soliti discorsi da chi ha visione ristretta degli eventi.
    Fai bene a rimanere anonimo e cambiare sempre nick, sei sempre tu, il solito ignorante e provocatore...
    iRoby
    9289
  • - Scritto da: iRoby
    > C'è la fonte di quelle notizie.
    > È ovvio che non le fanno tutte insieme...
    >
    > Sempre i soliti discorsi da chi ha visione
    > ristretta degli
    > eventi.
    > Fai bene a rimanere anonimo e cambiare sempre
    > nick, sei sempre tu, il solito ignorante e
    > provocatore...

    Si ma non prendertela tanto, anche perché ci sono abituati proprio a vivere in quel modo.

    Contraddire sempre l'avverso, che sia il tifoso della squadre avversaria, o che sia il cittadino della città vicina(campanilismo) od altro....

    E mai dico mai mettere la faccia. Ed è così anche e soprattutto nella vita reale. Ci sono cresciuti in quel modo.
    non+autenticato
  • - Scritto da: iRoby
    > C'è la fonte di quelle notizie.
    > È ovvio che non le fanno tutte insieme...
    >
    > Sempre i soliti discorsi da chi ha visione
    > ristretta degli
    > eventi.
    > Fai bene a rimanere anonimo e cambiare sempre
    > nick, sei sempre tu, il solito ignorante e
    > provocatore...

    LOL. Adessi cerchi di ricorrere agli insulti per darti un po' di tono.
    Attacchi l'utente perchè il contenuto di post è indifendibile.
    non+autenticato
  • No attacco la stupidità umana...
    iRoby
    9289
  • > Ma dal carro armato Armata ai nuovi Sukhoi

    La mia impressione "da bar" è che yankee e russi abbiano obiettivi diversi quando si armano.

    I russi si armano per difendersi, quindi le armi sono efficaci e pensate per costare poco e durare. Vedi l'AK47 che ormai è un simbolo di questo stile.

    Gli yankee si armano per far guadagnare chi paga la campagna elettorale, quindi le armi sono sufficienti per vincere coi piccoli stati con le risorse ma per il resto servono ad avere sempre il giro di manutenzione e per fare la cresta ovunque possibile.
    Il simbolo di tutto questo è l'F35, che in russia sarebbe stato impensabile.

    Certo, l'F35 lo fanno per propinarlo agli altri in modo obbligatorio. Ma rimane un simbolo yankee che li identifica ampiamente.
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 6 discussioni)