PI Test/ DJI Inspire 2

Un drone da sogno per i fly director: le riprese sono professionali a livello cinematografico

Il desiderio di tutti gli appassionati di riprese aeree viene soddisfatto dall'Inspire 2, il drone di casa DJI pensato appositamente per realizzare video a livello professionale. Guardandolo assomiglia in tutto e per tutto alla versione precedente (Inspire 1), ma il bagaglio di tecnologie a bordo è senza precedenti e capace di spiazzare anche il dronista più esigente.


La struttura del quadricottero è composta da magnesio e alluminio con i braccetti in carbonio, nella parte anteriore spunta una camera FPV (più il gimbal Zenmuse non in dotazione nella versione base), con accanto due sensori per evitare gli ostacoli frontali.


La Camera FPV di tipo global shutter è stabilizzata su due assi con motori direct drive. Accanto alla camera sono presenti due sensori per gli ostacoli frontali che riescono a rilevare impedimenti a 30 metri di distanza

Inoltre nella parte inferiore dell'Inspire 2 sono installati i sensori per il posizionamento ottico in interni con in aggiunta la nuova funzione di riconoscimento del terreno in esterna e protection landing, tecnologia già vista sul Mavic Pro. I motori con eliche da 15" dispongono di un thrust di 2 chili l'uno e spingono il drone a una velocità massima di 108 km/h. Molto ben assortito il comparto batterie con due unità da 4.280 mAh ciascuna che offrono ridondanza (se una si guasta il quad continua il volo con l'altra) e un'autonomia di volo, con a bordo il gimbal Zenmuse X4S, che si attesta sui 27 minuti.

L'alimentazione a doppia batteria assicura un tempo di volo che può arrivare a 27 minuti con installato a bordo il gimbal X4S. Le due unità sono da 4.280 mAh cadauna e offrono ridondanza

Modalità di volo e immagini
Sull'Inspire 2 ritroviamo le più importanti modalità di volo presenti anche sul Phantom 4 Pro e sul Mavic Pro: TapFly, ActiveTrack, Tripod Mode e Smart RTH. Un'altra funzione intelligente è lo Spotlight Pro, che sfrutta il riconoscimento visivo per aiutare il pilota senza secondo operatore a girare le scene più complesse. Poi in Quick Mode il pilota può volare liberamente dopo aver selezionato un soggetto da tenere sempre inquadrato automaticamente, e con la funzione Composition Mode la camera inizia a seguire il soggetto quando lo stesso entra in un'area precedentemente determinata (tracking position). Per quanto riguarda il processamento delle immagini, l'Inspire 2 è dotato di processori e memorie in grado di registrare video RAW a 5.2K a 4,2 Gbps, oltre a essere presenti il CineCore 2.0 e la DJI CINESSD. ╚ supportato il formato video CinemaDNG e Apple ProRes 5.2K, Codec H265 e H264 e video a 4K a 100 Mbps. Il video può essere memorizzato simultaneamente sulla DJI CINESSD e su una Micro-SD card.


Il monitor IPS DJI Crystalsky è un accessorio ben progettato: luminoso e con schermo ben visibile alla luce del sole. Può essere da 5,5 o 7,8 pollici, con luminosità massima di 1.000 cd/m2 e 2000 cd/m2. I doppi slot per schede MicroSD all'interno dello schermo sono pensati per un archivio facile dei video e possono essere usati per trasferire e visionare i file

La trasmittente in dettaglio
╚ basata sul sistema Lightbridge aggiornato alla doppia banda 2,4 GHz e 5,8 GHz per ovviare al sovraffollamento della 2,4 GHz nelle zone dove sono presenti molte reti Wi-Fi. Subito dopo l'accensione, il drone seleziona automaticamente la banda e il canale migliori nella zona in cui si trova. Il range operativo per la versione europea è di 3,5 chilometri su 2,4 GHz e di 2 chilometri su 5,8 GHz. All'interno del radiocomando è posizionata una batteria 2S da 6.000 mAh in grado di fornire l'alimentazione a tablet o smartphone iOS (1A max) o Android (1,5A max).


Dal design sobrio ed elegante, è in perfetta armonia con le tonalità dell'Inspire 2. ╚ basato sul sistema Lightbridge aggiornato alla doppia banda 2,4 GHz e 5,8 GHz per ovviare al sovraffollamento nelle zone dove sono presenti molte reti Wi-Fi

Versioni e prezzi
L'Inspire 2 senza gimbal Zenmuse è venduto sullo shop ufficiale DJI a 3.399 euro con oneri doganali e trasporto già inclusi nel prezzo. Esiste anche una versione più professionale, l'Inspire 2 Premium Combo, dotato di gimbal Zenmuse X5S e provvisto di licenze Cinema DNG e Apple ProRes. Il prezzo di questa versione è di 7.098 euro con spedizioni previste in tre/cinque settimane dalla data del pagamento.


La Zenmuse X4S ha un sensore di 2,5 centimetri (1 pollice) da 20 megapixel con 11,6 stop di raggio dinamico e una focalizzazione fino a 24 millimetri


La Zenmuse X5S ha un sensore micro quattro terzi con 20,8 megapixel e un raggio dinamico di 12,8 stop. Supporta 10 lenti da ampio angolo a zoom
Notizie collegate