Mirko Zago

Amazon, stangata per gli acquisti in-app

Gli acquisti effettuati inavvertitamente dai bambini durante l'uso di applicazioni terze dovranno essere rimborsati. La cifra complessiva parla di 70 milioni di dollari, ma servono soprattutto nuove misure preventive

Roma - Amazon dovrà rimborsare gli acquisti effettuati distrattamente dai bambini mentre giovano con lo smartphone dei genitori.

La Corte Federale ha dato torto al gigante del commercio elettronico, già accusato nel 2016 e ancor prima nel 2014 di non prevenire questo tipo di incidenti, che si difendeva dalle accuse della Federal Trade Commission. L'origine dei disguidi deriva da scarsa informazione e mancanza di richiesta di immissione delle credenziali quando l'utente si trova a utilizzare app terze (come ad esempio i videogiochi "Pet Shop Story" e "Ice Age Village") che potrebbero generare costi non voluti, specialmente quando sul display stanno interagendo bambini. Secondo la FTC le spese generate inavvertitamente tra novembre 2011 e maggio 2016, ora da restituire, ammonterebbero a 70 milioni di dollari.

amazon

Il piano di rimborso (che non sarà forfettario di 26,5 milioni di dollari, come richiesto da Amazon) partirà a breve con una restituzione che con tutta probabilità avverrà mediante la stessa modalità utilizzata per il pagamento, quindi su carta di credito. Amazon aveva chiesto al giudice distrettuale di poter effettuare rimborsi attraverso gift card o buoni elettronici, richiesta anche in questo caso però negata. Secondo Thomas B.Pahl, direttore dell'ufficio per la protezione dei consumatori della Federal Trade Commission "questo caso dimostra quello che dovrebbe essere un principio fondamentale per tutte le aziende: è necessario ottenere il consenso dei clienti prima di addebitare costi".
Amazon non è l'unica azienda ad aver avuto problemi con gli acquisti definiti "in-app". Già nel 2014 casi pressoché identici hanno riguardato Apple e Google, la prima costretta a risarcire almeno 32,5 milioni di dollari e la seconda almeno 19 milioni. Anche Facebook ha avuto i suoi problemi. Questi player hanno deciso di introdurre da lì in avanti nuovi controlli mediante password per evitare spese indesiderate. Amazon, più volte sollecitata a introdurre avvertimenti e forme di protezione nel processo di acquisto, dovrà a questo punto adeguarsi, anche se forse è il modello freemium stesso a sollecitare spese inconsapevoli.

Mirko Zago

fonte immagine
Notizie collegate
11 Commenti alla Notizia Amazon, stangata per gli acquisti in-app
Ordina
  • > Roma - Amazon dovrà rimborsare gli acquisti effettuati distrattamente dai bambini mentre giovano con lo smartphone dei genitori.
    >
    > La Corte Federale ha dato torto al gigante del commercio elettronico

    Forse sarebbe bene chiarire all'inizio dell'articolo di cosa stiamo parlando.
    Non è scritto da alcuna parte di che nazione si parli.
    > Roma ...
    uno pensa Italia (so che è un vezzo di PI scrivere sempre Roma all'inizio).
    > La corte Federale ...
    Quella Tedesca?
    > Federal Trade Commission ...
    Parliamo degli USA?
    Non dovrei andare a leggere l'articolo linkato per avere queste informazioni.
    Grazie.
    non+autenticato
  • - Scritto da: esopo
    > > Roma - Amazon dovrà rimborsare gli acquisti
    > effettuati distrattamente dai bambini mentre
    > giovano con lo smartphone dei
    > genitori.
    > >
    > > La Corte Federale ha dato torto al gigante
    > del commercio
    > elettronico
    >
    > Forse sarebbe bene chiarire all'inizio
    > dell'articolo di cosa stiamo
    > parlando.
    > Non è scritto da alcuna parte di che nazione si
    > parli.
    > > Roma ...
    > uno pensa Italia (so che è un vezzo di PI
    > scrivere sempre Roma
    > all'inizio).

    Non è un vezzo, tutti i giornali scrivono in cima all'articolo il luogo dal quale è scritto. E mi pare giusto, per distinguere quali articoli sono scritti sul posto e quali seduti in redazione.
    non+autenticato
  • intestata ad un minore ... o sono dei crebrolesi o a queste persone devono togliere la paternità. Nella migliore delle ipotesi sono minori abbandonati ..,
    non+autenticato
  • Il vero problema sono le carte di credito Anonimo.
    non+autenticato
  • Ora alle Telco nostrare per tutti i soldi fottuti agli utenti.
    iRoby
    9100
  • Gli acquisti in-app sono una truffa, indipendentemente dalla modalita'.

    Giochini idioti destinati ad incapaci da circonvenire, proprio pensati per carpire denaro creando situazioni di gioco che stimolano il classico "clicca qui per comprare l'armatura e sconfiggere il boss", "clicca qui per avere un'altra vita e finire il livello di cui ti manca solo il 2%", "clicca qui per ridipingere la stanza di rosa"...

    Poi l'intermediario parassita ovviamente agevola tutto questo per poter partecipare al banchetto senza alcuno sforzo.

    Tutto questo e' vergognoso!
  • - Scritto da: panda rossa
    > Gli acquisti in-app sono una truffa,
    > indipendentemente dalla
    > modalita'.
    >
    > Giochini idioti destinati ad incapaci da
    > circonvenire, proprio pensati per carpire denaro
    > creando situazioni di gioco che stimolano il
    > classico "clicca qui per comprare l'armatura e
    > sconfiggere il boss", "clicca qui per avere
    > un'altra vita e finire il livello di cui ti manca
    > solo il 2%", "clicca qui per ridipingere la
    > stanza di
    > rosa"...

    ... "clicca qui per usare il bot e sbaragliare tutti" ...
    non+autenticato
  • Io non capisco perché qualcuno si lamenti. Stiamo parlando di un'azienda che è arrivata al successo opprimendo i dipendenti, aggirando le tasse e schiacciando la concorrenza con ogni mezzo possibile. La gente sta degenerando in maniera incontrollabile.
    Shiba
    4041
  • - Scritto da: Shiba
    > Io non capisco perché qualcuno si lamenti. Stiamo
    > parlando di un'azienda che è arrivata al successo
    > opprimendo i dipendenti, aggirando le tasse e
    > schiacciando la concorrenza con ogni mezzo
    > possibile. La gente sta degenerando in maniera
    > incontrollabile.

    Come il 95% delle GRANDI aziende che sono arrivate al successo tra l'altro!

    Io ho visto veramente pochissime aziende di averci fatti i SOLDI onestamente! E di aziende Medio-GRANDISSIME 25- 30mila addetti ne ho conosciute parecchie.
    non+autenticato
  • Figuriamoci che cazzo di grandi aziende hai visto tu, che manco sai scrivere.
    non+autenticato
  • - Scritto da: panda rossa
    > Gli acquisti in-app sono una truffa,
    > indipendentemente dalla
    > modalita'.
    >
    > Giochini idioti destinati ad incapaci da
    > circonvenire, proprio pensati per carpire denaro
    > creando situazioni di gioco che stimolano il
    > classico "clicca qui per comprare l'armatura e
    > sconfiggere il boss", "clicca qui per avere
    > un'altra vita e finire il livello di cui ti manca
    > solo il 2%", "clicca qui per ridipingere la
    > stanza di
    > rosa"...

    Clicca per vedere le dimensioni originali

    Clicca per vedere le dimensioni originali
    non+autenticato