Alfonso Maruccia

Amazon, novità italiane

Il colosso dell'e-commerce si prepara a investire ancora nel mercato del Belpaese, con novità sia tecnologiche che finanziarie. Oltre al servizio Amazon Pay arriverà presto anche Alexa

Roma - Amazon ha reso nota la disponibilità in Italia di Amazon Pay, servizio di intermediazione finanziaria che intende fare concorrenza agli attori già presenti sul mercato con offerte specifiche sia per i venditori che gli acquirenti. Un sistema in grado di facilitare la vita a entrambe, a quanto dice la corporation.

In sostanza, Amazon Pay funziona al pari di PayPal, Apple Pay e servizi similari, permettendo di "virtualizzare" le informazioni finanziarie sensibili (conti bancari, carte di credito o altro) al fine di esporre, sui siti e-commerce di terze parti, il solo account Amazon registrato dall'utente.

In tal modo l'esperienza di acquisto sarebbe "familiare e affidabile" anche su siti sconosciuti, promette Amazon, con pochi passaggi necessari al completamento di una transazione e la possibilità, per i venditori, di integrare una soluzione di pagamento già nota agli utenti.
Per Giulio Montemagno, general manager di Amazon Pay EU, il servizio Pay darà risposta alle aspettative di un'utenza sempre più abituata ad acquisti online veloci, comodi e magari gestiti da gadget mobile piuttosto che su PC.

Altra novità di rilievo notificata da Amazon in questi giorni riguarda poi la piattaforma Alexa, tecnologia di riconoscimento vocale alla base della linea di speaker omnidirezionali Echo che sta per aprirsi ai produttori di dispositivi hardware di terze parti, selezionati dalla stessa azienda.

La corporation di Seattle metterà a disposizione degli interessati un kit di sviluppo inclusivo dei sette microfoni di Echo e della tecnologia di riconoscimento vocale sottostante, una soluzione sempre più popolare - anche grazie alle sue riconosciute capacità di funzionare con un notevole rumore di fondo e comandi vocali impartiti sottovoce - che per l'occasione è dichiarata compatibile con le principali architetture di processore (x86, ARM) e gadget per lo sviluppo a costo (quasi) zero come l'onnipresente Raspberry Pi.

A dimostrare le potenzialità della tecnologia Amazon in qualità di assistente domestico a tutto tondo c'è poi un recente upgrade rilasciato in Inghilterra grazie all'apporto della British Red Cross. L'accoppiata Echo-Alexa offre ora agli utenti inglesi nuove istruzioni passo-passo per il primo soccorso. Un aiuto non da poco per chi vive da solo (single e anziani), nonostante le possibili e inevitabili discussioni sulla privacy.

Per quanto riguarda il debutto di Echo in Italia, una prima indiscrezione si è avuta a febbraio con l'arrivo nella nostra penisola dei termostati intelligenti della linea Nest. Una conferma più recente e quasi ufficiale della localizzazione di Alexa in tempi brevi arriva invece da Torino, dove la corporation assumerà esperti di intelligenza artificiale e di riconoscimento vocale per dodici posizioni lavorative totali.

Presto dunque, oltre che per Amazon Pay, gli utenti italiani affezionati alla corporation di Seattle potranno gioire anche per l'arrivo di Echo e la possibilità di dialogare con Alexa.

Alfonso Maruccia
Notizie collegate
3 Commenti alla Notizia Amazon, novità italiane
Ordina
  • anche questi stanno diventando una specie di religione per molti fessi, soppiantando di fatto i culti trasizionali. tutti ad aspettare che arrivino i pacchi mentre quello psicopatico dell' AD diventa sempre piu ricco.

    intanto, come ha dichiarato, alla fine devolverà tutto in beneficenza.
    Dopo aver rovinato il mondo con le sue trovate..
    non+autenticato
  • che poi i prezzi degli oggetti venduti & spediti da amazon sono di solito altissimi rispetto ai valori normali, tranne in caso di offerte ecc e vengono variati dal loro algoritmo per gettare ancora piu fumo negli occhi
    non+autenticato
  • Oddio si fanno pagare il servizio post-vendita.
    Altri venditori non si riprendono la merce senza storie. Anche soprattutto per i guasti.

    Specie al confronto con i negozianti italiani.

    All'estero è un pochino meglio. Ed infatti Amazon ha anche meno appeal.

    Io per contro faccio confronto e valuto molte cose.

    Per esempio l'ultimo acquisto un Monitor Dell 27" IPS, Amazon aveva +40€ sul prezzo. Così l'ho comprato altrove.
    iRoby
    8549