Claudio Tamburrino

Google e tasse, il compromesso italiano

Mountain View pagherà oltre 306 milioni di euro ma Roma si conferma disposta agli accordi: un segno di pace per cercare di attirare investimenti esteri?

Roma - L'Italia continua a preferire l'accordo che trascinare le multinazionali e i loro dirigenti in tribunale per le accuse di frode fiscale: dopo Apple è il turno di Google, che ha firmato un accordo con il quale pagherà al Fisco italiano oltre 306 milioni di euro, "comprensivi anche degli importi riferibili al biennio 2014 e 2015 e a un vecchio contenzioso relativo al periodo 2002-2006". E l'accordo ora sottoscritto potrebbe far scuola per quanto riguarda le future situazioni simili che dovranno essere affrontate in Italia sul fronte della tassazione sugli introiti generati dalle grandi aziende ICT.

L'indagine è quella conclusasi all'inizio dello scorso anno dalla Procura di Milano e che vedeva contestata a Google un'evasione penalmente rilevante inferiore ai 227 milioni di euro. La Guardia di Finanza aveva individuato operazioni sospette legate all'aggiramento del fisco sfruttando "una stabile organizzazione occulta in Italia" e contabilizzando introiti pubblicitari pagati da clienti italiani attraverso l'irlandese Google Ireland Ltd e il sistema del pagamento a titolo di royalty attraverso Google Netherlands Holdings.
Si tratta del tipico meccanismo delle aziende multinazionali che sfruttano il mercato unico europeo per pagare le tasse nel Paese con il sistema fiscale più favorevole: una pratica finita sotto la lente di ingrandimento anche di Bruxelles.

L'Italia, in questo senso, sembra aver adottato una linea decisa, ma aperta alla cooperazione: l'accordo a cifre sostenibili per Mountain View sembra dimostrare proprio questo e conferma una strategia già adottata dalle autorità italiane con Apple, che lo scorso ottobre ha ottenuto che le accuse (al centro anche di un'indagine europea) si trasformassero in una multa da 45mila euro senza necessità di ammettere la responsabilità penale di quanto avvenuto.
In questo senso appare particolarmente importante il tono con cui si chiude il comunicato ufficiale dell'Agenzia delle Entrate dell'accordo raggiunto con Mountain View: "Google conferma l'impegno nei confronti dell'Italia e continuerà a lavorare per contribuire a far crescere l'ecosistema online del Paese", segno che l'accordo è stato orientato anche a mantenere la presenza (e conseguentemente la creazione di lavoro) di Google in Italia. Il tutto sempre tentando di inquadrare l'operato delle aziende nelle leggi in maniera più precisa: ci si impegna anche ad "attivare secondo le regole OCSE, per tassare i proventi prodotti nel nostro Paese", definendo in questo modo l'impegno ad aprire nel 2017 un tavolo per un accordo sull'attribuzione del reddito alle attività italiane.

Ulteriore test sulla linea adottata da Roma sarà la presunta evasione fiscale da 130 milioni di euro da parte di Amazon accertata dalla Guardia di Finanza nei giorni scorsi.

Claudio Tamburrino
Notizie collegate
58 Commenti alla Notizia Google e tasse, il compromesso italiano
Ordina
  • Purtroppo, nel contesto del mercato unico europeo, quanto fatto da Google è tristemente legale, e avrebbe persino potuto rifiutarsi di pagare. Consideratelo un investimento pubblicitario, più che una sanzione fiscale. Ce la siamo cercata, entrando nella UE. E tra i nostri politici non vedo gente con le "palle" di Theresa May. Non abbiamo gli attributi dei britannici, siamo molto più paurosi, e i nostri politici hanno tutti paura di uscire dalla UE, del "salto nel buio", senza rendersi conto che nel buio pesto semmai ci siamo ora. E' dura salvare un popolo che si è voluto suicidare.Triste
    non+autenticato
  • Per la verità i politici che vogliono che l'Italia esca da UE/euro li avremmo anche, e se guardi qualunque sondaggio, Lega e M5S insieme vincerebbero comodamente le elezioni. Ma l'alleanza non si può fare perchè il Gran Muftì del Sacro Blog non vuole allearsi con gli "Impuri", così finisce che ci teniamo UE ed euro.
    non+autenticato
  • L'unica soluzione è una tassa federale europea dove le aziende pagano gli utili su tutte le attività europee e poi la tassa viene redistribuita in base agli introiti in ogni paese. Così non sarà più possibile evitare le tasse spostando gli utili in un altro paese.
    non+autenticato
  • Sembri come quei proto-piddini che negli anni '90 spiegavano che l'URSS era fallita perchè non era sufficientemente federalizzata. Qualunque idea o progetto che abbiate creato e/o sostenuto voi piddini ha generato sempre e solo miseria, terrore, morte, e ora anche evasione fiscale: in principio fu l'URSS, poi la ue, l'euro, schengen, l'immigrazione. Neppure l'inter perde in maniera così sistematica come voi con le vostre idee.

    Vedi piddino, l'unica soluzione è che voi piddino-europeisti veniate cancellati dalla faccia della terra, una pulizia politica completa. Dovete finire tutti in una gigantesca fossa comune e basta.Annoiato
    non+autenticato
  • - Scritto da: ...
    > Sembri come quei proto-piddini che negli anni '90
    > spiegavano che l'URSS era fallita perchè non era
    > sufficientemente federalizzata. Qualunque idea o
    > progetto che abbiate creato e/o sostenuto voi
    > piddini ha generato sempre e solo miseria,
    > terrore, morte, e ora anche evasione fiscale: in
    > principio fu l'URSS, poi la ue, l'euro, schengen,
    > l'immigrazione. Neppure l'inter perde in maniera
    > così sistematica come voi con le vostre
    > idee.
    >
    > Vedi piddino, l'unica soluzione è che voi
    > piddino-europeisti veniate cancellati dalla
    > faccia della terra, una pulizia politica
    > completa. Dovete finire tutti in una gigantesca
    > fossa comune e basta.
    >Annoiato


    Ma non è vero. La maggior parte dei paesi europei ha una economia molto forte.
    Poi ci sono paesi come l'Italia controllati da olgarchi del calibro degli Agnelli Berlusconi Tronchetti Provera e company che si stanno impoverendo progressivamente.
    L'Italia è sempre tra gli ultimi paesi europei in tutti gli indicatori economici e presto finirà come la Grecia. La colpa di tutto questo sta in Italia, non in Europa.
    non+autenticato
  • Agnelli, berlusconi e tronchetti c'erano anche 30 anni fa, come anche la mafia, la corruzione, e soprattutto gli idioti come te. Solo che fino agli anni '90, prima dell'euro e del mercato unico, l'Italia era la quinta potenza mondiale per PIL, e la quarta del G7 per PIL pro-capite. Ora invece è rispettivamente l'undicesima al mondo per PIL, e l'ultima del G7 per pil-pro-capite (e nemmeno dovrebbe più farne parte). E' un po' dura dare la colpa a ciò che c'era già prima, e non a ciò che invece è cambiato.

    Vedi piddino, tu sei fortunato che il forum è anonimo, puoi cambiare nick in ogni discussione, scrivere le tue minchiate liberamente. Ma nella vita reale ormai ti tocca nasconderti, perchè oltre a prendere legnate alle urne, non venite più sopportati da nessuno.

    Un piccolo aneddoto: a marzo purtroppo mi hanno comunicato che dovevo tagliare 3 sistemisti (sono responsabile del CED di una filiale italiana di una azienda giapponese). Casualmente ho scelto 3 piddini. Capisci l'aria che tira, piddino? Sogni d'oro.Ficoso
    non+autenticato
  • - Scritto da: ...
    > Agnelli, berlusconi e tronchetti c'erano anche 30
    > anni fa, come anche la mafia, la corruzione, e
    > soprattutto gli idioti come te.

    30 anni fa non avevano tanto potere. Prima hanno trovato alleati nella finanza internazionale, poi hanno preso il controllo dei mezzi di comunicazione, poi hanno usato il controllo sui mezzi di comunicazione per rafforzare il controllo sui politici. E' stato un lento lavoro fatto con l'aiuto degli esperti di psicologia delle masse americani e degli idioti come te che si sono lasciati schiavizzare.
    non+autenticato
  • Sei più matto di un cavallo, caro mio.
    Il mondo non è diviso in "piddini" e tutti gli altri.
    E' un po' (giusto un poco) più complesso di così.
    Esci dalla tana in cui ti sei rinchiuso per paura del mondo, facendo così un favore a te stesso e agli altri.
    non+autenticato
  • sbagliato , questa non e' una soluzione ma una fonte di guai , come si e' visto ogni volta che si e' tentato qualcosa del genere ( vedi i biglietti integrati per i mezzi pubblici di diverse aziende ) , la soluzione era semplice , aliquota uguale ovunque piazzi la sede , non si e' voluto fare ora e' inutile frignare .
    non+autenticato
  • - Scritto da: lorenzo
    > sbagliato , questa non e' una soluzione ma una
    > fonte di guai , come si e' visto ogni volta che
    > si e' tentato qualcosa del genere ( vedi i
    > biglietti integrati per i mezzi pubblici di
    > diverse aziende )
    > aliquota uguale ovunque piazzi la sede


    Eh beh certo. Biglietti del tram paragonati alla sovranità delle Nazioni.

    Ciccio, Nazioni diverse hanno sistemi fiscali diversi. Funziona così dall'inizio della storia umana documentata.

    Una "Nazione" è uno Stato i cui cittadini siano omogenei etnicamente e culturalmente, e che abbiano una storia e valori comuni. Non esiste "il popolo europeo", non esiste "la nazione europea", e nessuno, a parte voi disturbati piddini, vedrebbe mai i tedeschi come dei "compatrioti".

    Quindi ci sono 27 Nazioni diverse, con 27 sistemi fiscali diversi. Ed era meglio non facessero quell'obbrobrio della UE, da cui ora i più furbi stanno fuggendo (ovviamente i britannici).

    Giusto dire che si è sbagliato e non basta frignare, la soluzione però non è certamente la perseveranza nell'errore.
    non+autenticato
  • si chiama isomorfismo ...
    non+autenticato
  • - Scritto da: lorenzo
    > si chiama isomorfismo ...

    Paragonare i biglietti dei treni con la sovranità delle Nazioni?
    Secondo me si chiama "idiozia", però ognuno ha il suo lessico.
    non+autenticato
  • Quindi secondo te andrebbe bene che le tasse le prendesse un organismo sovranazionale e poi le dividesse in base a criteri da stabilire ?
    No perche' dato che secondo me non va bene e tu contesti allora questo stai dicendo ... con buona pace della sovranita' nazionale !
    non+autenticato
  • Se pago in ritardo di tre giorni un F24 mi esce una multa che neanche uno strozzino avrebbe il pudore di chiedere, invece con google abbassano le braghe e sono disposti a trattare.... figli di puttana.
    non+autenticato
  • perche' probabilmente se google facesse ricorso in sede europea non vedrebbero un centesimo ... stiamo sempre parlando di una ditta che non ha sede in italia quindi in italia deve ( dovrebbe ) pagare solo l'iva secondo gli accordi europei ( che l'italia ha accettato ... )
    non+autenticato
  • - Scritto da: lorenzo
    > perche' probabilmente se google facesse ricorso
    > in sede europea non vedrebbero un centesimo ...
    > stiamo sempre parlando di una ditta che non ha
    > sede in italia quindi in italia deve ( dovrebbe )
    > pagare solo l'iva secondo gli accordi europei (
    > che l'italia ha accettato ...
    > )

    Grazie per aver ulteriormente confermato che la UE è un'associazione mafiosa finalizzata a permettere alle multinazionali di frodare il fisco piazzando la sede in paradisi fiscali come irlanda e lussemburgo, e non dove fanno realmente fatturato. Se ne deduce che l'unica ed ovvia soluzione è uscirne, come sta saggiamente facendo il Regno Unito.

    Taluni piddini sono talmente coglioni da non rendersi conto che autosputtanano le proprie idee ogni volta che cercano invano di difenderle.
    non+autenticato
  • Il problema non e' l'ue, il problema e' che prima di permettere questa cosa si doveva decidere un'aliquota fiscale europea uguale per tutti , cosi' da rendere inutile spostare la sede , ancora una volta ripeto all'italia il patto e' piaciuto , ha firmato e mo si lamenta , facile lamentarsi dopo aver fatto il danno .
    non+autenticato
  • Non sono sicuro che il regno unito si trovera' bene fuori dall'ue , infatti stanno tentando di uscire senza uscire ...
    non+autenticato
  • Non sai di che parli. Il Regno Unito ha già annunciato di voler uscire anche dal mercato unico e dall'unione doganale, così potranno bloccare unilateralmente l'immigrazione.

    E Theresa May due giorni fa ha dichiarato apertamente che non le dispiacerebbe uscire aspettando la scadenza biennale dell'articolo 50, senza accordi post-uscita ("No deal is better than a bad deal"), così non dovranno nemmeno pagare la "bolletta" del bilancio UE fino al 2020 (50-60 miliardi), col risultato di mandare bruxelles in bancarotta.

    Stanno uscendo di brutto, la loro economia vola, e nel frattempo ti mostrano il dito medio.
    non+autenticato
  • - Scritto da: ...
    > Non sai di che parli. Il Regno Unito ha già
    > annunciato di voler uscire anche dal mercato
    > unico e dall'unione doganale, così potranno
    > bloccare unilateralmente l'immigrazione.
    >
    >
    > E Theresa May due giorni fa ha dichiarato
    > apertamente che non le dispiacerebbe uscire
    > aspettando la scadenza biennale dell'articolo 50,
    > senza accordi post-uscita ( "No deal is better
    > than a bad deal"
    ), così non dovranno nemmeno
    > pagare la "bolletta" del bilancio UE fino al 2020
    > (50-60 miliardi), col risultato di mandare
    > bruxelles in bancarotta.
    >

    >
    > Stanno uscendo di brutto, la loro economia vola,
    > e nel frattempo ti mostrano il dito
    > medio.

    Magari vola adesso , domani é un altro giorno.

    http://www.repubblica.it/economia/finanza/2017/05/...
    non+autenticato
  • - Scritto da: ...

    > Magari vola adesso


    Che è quello che conta.Ficoso


    >domani é un altro giorno.
    >
    > http://www.repubbl

    Gli stessi che dicevano che la brexit avrebbe causato catastrofi? Ora invece la accettano, ma chiedono un "periodo di transizione" ?

    Io sarei felice se le banche d'affari se ne andassero dal mio paese. E' come se i cartelli della droga dicessero al governo messicano che o il messico rimane nel NAFTA oppure se ne vanno all'estero.

    Nel frattempo, il Regno Unito si gode un boom economico che l'eurozona (non solo l'Italia) può solo sognarsi:
    http://www.telegraph.co.uk/business/2017/04/08/bri.../
    non+autenticato
  • - Scritto da: lorenzo
    > Non sono sicuro che il regno unito si trovera'
    > bene fuori dall'ue , infatti stanno tentando di
    > uscire senza uscire
    > ...

    Mica tanto, stanno cercando di uscirne pagando una fesseria rispetto a quanto dovrebbe, questo fa capire quanto la UE è una montatura galattica,anziché rendere omogenea l'importanza di tutti gli stati ci sono alcuni che valgono più di altri e beneficiano di trattamenti diversi.

    Scommettiamo che l'UE scenderà a patti con l'UK e gli farà pagare una scemenza ? Avverrebbe la stessa cosa per Francia e Germania, invece sugli stati più deboli guai a chiedere di più ....
    non+autenticato
  • - Scritto da: lorenzo
    > Il problema non e' l'ue,

    Il problema per i piddini è sempre un altro.
    No no, cari, il problema siete proprio voi, e le vostre idee. E' la Storia che lo dimostra: URSS, UE, euro, schengen, WTO, immigrazione.

    Siete sempre e solo stati dalla parte sbagliata.


    > il problema e' che prima
    > di permettere questa cosa si doveva decidere
    > un'aliquota fiscale europea uguale per tutti


    E per quale motivo l'Italia dovrebbe essere costretta ad avere la stessa aliquota fiscale dell'irlanda, piuttosto che del lussemburgo o della bulgaria? Nazioni diverse hanno il diritto di applicare politiche fiscali diverse, ognuna come gli pare e piace. E ovviamente hanno anche il diritto di mettere dazi su beni e servizi prodotti da aziende straniere, per evitare comportamenti evasivi.

    E' il principio fondativo stesso della UE - il mercato unico - ad essere sbagliato.


    > cosi' da rendere inutile spostare la sede ,
    > ancora una volta ripeto all'italia il patto e'
    > piaciuto

    E' "piaciuto" a chi? Forse ai vari sinistro-piddini Amato, Ciampi, Prodi, che firmarono i trattati degli anni '90. Agli Italiani proprio no. Secondo l'ultimo Eurobarometro (sondaggio semestrale della commissione UE) solo il 35% degli Italiani vede positivamente la UE. Voi europeisti ormai siete in minoranza, guarda che sono finiti gli anni '90. Alle elezioni mica votano solo gli editorialisti di repubblica.
    non+autenticato
  • mmm mi stai dando del piddino per caso ... no perche' potrei offendermi ...
    detto questo il mercato comune e' qualcosa che porta bene a tutti , sopratutto ai cittadini che possono acquistare cose che italia non ci sono o sono sovraprezzate , ma anche alle aziende che vedono ampliato il loro bacino clienti , certo avranno anche maggiore concorrenza , ma non sono i dazi e le frontiere chiuse a poter risolvere questi problemi ...

    L'idea era che l'ue diventasse una specie di nazione federale dove si agiva per il bene comune di tutti ... l'idea appunto !
    non+autenticato