Chelsea Manning č libera e torna a casa

Dopo sette anni di carcere, l'ex analista informatico dell'esercito americano che ha avuto il coraggio di divulgare a WikiLeaks 700mila scandalosi documenti dell'esercito USA vince la sua battaglia

Chelsea Manning č libera e torna a casaRoma - A distanza di quattro mesi dalla grazia ricevuta dall'ex Presidente USA e in occasione della Giornata internazionale contro l'omofobia, la bifobia e la transfobia, Chelsea Manning (al secolo Bradley Edward Manning) lascia oggi la prigione di Fort Leavenworth, in Kansas, per andare a vivere nel Maryland da donna libera.

Finisce con 28 anni di anticipo la condanna (per spionaggio e altri capi di imputazione) prevista per l'ex analista informatico, colpevole di aver fornito a WikiLeaks più di 700mila file riservati contenenti informazioni militari e diplomatiche relative a 40 anni di attività dell'esercito e delle ambasciate USA (tra cui il video Collateral Murder e lo scandalo Cablegate). Sarebbero infatti stati 35 gli anni di reclusione se non fosse giunto l'atto di perdono da parte di Barack Obama, firmato poco prima di lasciare la Casa Bianca a favore di Donald Trump.


Quella della giovane Chelsea Manning (classe 1987) è stata una vita tribolata. Nato uomo, dopo la condanna nel 2013 rivendica il suo diritto di cambiare sesso, dovendo così lottare in carcere per ottenere le cure necessarie per la sua disforia di genere. A soli 30 anni, 7 trascorsi tra arresto e prigionia, di cui 11 mesi in isolamento (condizione definita dall'ONU una tortura), tenta più volte il suicidio.
Una persona fortemente provata, tenuta nascosta, cui è stata preclusa la possibilità di vivere, obbligandola a pagare per un atto ritenuto di spionaggio ma che ha contribuito a cambiare in meglio il mondo, consentendo a tutti di venire a conoscenza di crimini di guerra che diversamente sarebbero rimasti sepolti negli archivi USA.
Chelsea torna dunque a nuova vita. Continuerà ad essere un soldato dell'esercito americano, ma non percepirà stipendio (gli verrà riconosciuta però l'assicurazione sanitaria). Per consentirle di ricominciare dopo la scarcerazione i familiari e gli amici di Manning hanno lanciato una campagna di raccolta fondi che ha in 3 mesi ha raggiunto i 150mila dollari previsti.

Evan Greer di Fight for the Future, che ha coordinato la campagna per la liberazione di Manning ha così commentato: "Il mondo ha bisogno di persone come Chelsea Manning ora più che mai, la sua incarcerazione e le condizioni oltraggiose della sua detenzione faranno storia come uno dei momenti più oscuri dell'ultimo decennio (...) La liberazione di Chelsea è una vittoria dei diritti umani, del diritto di parola e di tutte le persone transgender in tutto il mondo".
Notizie collegate
  • AttualitàCassandra Crossing/ Otto anni su un alberodi M. Calamari - Il tecnocontrollo domina la nostra vita sgretolando pian piano qualsiasi forma di democrazia, ma siamo tutti ignari, felici e contenti di postare sui social
  • AttualitàObama grazia Chelsea ManningIl presidente uscente ha commutato all'ex analista dell'esercito americano la condanna a 35 anni per avere rivelato tramite il sito WikiLeaks numerosi documenti classificati come segreti
5 Commenti alla Notizia Chelsea Manning č libera e torna a casa
Ordina
  • "La liberazione di Chelsea è una vittoria dei diritti umani, del diritto di parola e di tutte le persone transgender in tutto il mondo".

    Scemenze strumentalizzanti.

    La liberazione di Chelsea è frutto di calcolo politico.
    Punto e basta.
    Gli psicopatici che si susseguono nei posti di potere non sanno neanche che cosa vuole dire 'diritto umano', 'diritto di parola' e 'persone transgender'.
    Per loro tutto è frutto di convenienza, per questo sono politici.

    Chelsea è stato strumento dei politici ed ora di tutti gli avvoltoi che approfittano del suo nome per portare acqua al loro mulino.
    non+autenticato
  • plauso a barakko che gli ha dato la grazia prima di sloggiare........ per un'attivita' di spionaggio come quella di manning di solito si diventa anzianimorti in carcere......
    non+autenticato
  • - Scritto da: bubba
    > plauso a barakko che gli ha dato la grazia prima
    > di sloggiare........ per un'attivita' di
    > spionaggio come quella di manning di solito si
    > diventa anzianimorti in
    > carcere......

    secondo me barak lo ha solo fatto per dispetto a trump.
    non+autenticato
  • - Scritto da: Mistral
    > - Scritto da: bubba
    > > plauso a barakko che gli ha dato la grazia prima
    > > di sloggiare........ per un'attivita' di
    > > spionaggio come quella di manning di solito si
    > > diventa anzianimorti in
    > > carcere......
    >
    > secondo me barak lo ha solo fatto per dispetto a
    > trump.
    beh chiamalo 'dispetto' se vuoi...... barakko, pensando alla sensibilita' di un rutto pseudo-repubblicano che ha trump, ha deciso di fare qualcosa prima di mollare lo scranno..
    non+autenticato
  • - Scritto da: bubba
    > plauso a barakko che gli ha dato la grazia prima
    > di sloggiare........ per un'attivita' di
    > spionaggio come quella di manning di solito si
    > diventa anzianimorti in carcere......

    Lo ha tenuto 7 anni in gattabuia in condizioni che farebbero impallidire un gulag, e le ha dato la grazia solo per impedire che lo facessero i successori. Se per assurdo fosse stato rieletto, sarebbe ancora dentro.

    Come paragone, un'altra celebre "spia" (anna chapman) colpevole di cospirazione, arrestata il 27 giugno 2010, è stata rilasciata l'8 luglio 2010: detenuta per poco più di 10 giorni.