Mirko Zago

Computex 2017/ Dell presenta il primo All-in-one basato su Ryzen

Il cuore del PC tutto in uno del produttore statunitense Ŕ il nuovo processore AMD che promette di dare filo da torcere a Intel. RealtÓ virtuale e possibilitÓ di godere di un display 4K HDR10 faranno la gioia dei videogamer, e non solo

Roma - Protagonista al Computex di Taipei 2017 sono i PC innovativi: dal più sottile al mondo presentato da Asus, passando per l'All-in-one spinto di Dell. Si tratta nello specifico dell'Inspiron 27 7000che monta a bordo chip Ryzen di AMD, un prodotto di recente rifinitura, dopo le prime impressioni avute alla fine dello scorso anno.

Per un prezzo di circa 1000 euro, i clienti possono portarsi a casa un sistema che monta come cuore un processore 4-core Ryzen 5 1400 che promette di dare del filo da torcere alla concorrenza di Intel (specialmente dopo le recenti ottimizzazioni) e una buona GPU 4GB Radeon RX 560 apprezzata dagli amanti dei videogame sapendo che spendendo 300 euro in più potranno migliorare le performance contando su un processore 8-core Ryzen 7 1700 e una scheda grafica 8GB Radeon RX 580 in grado di supportare la realtà virtuale. Altri 200 euro per avere anche il 4K HDR.

dell

La memoria che Dell destina a questa macchina è di 1TB SSD e 32GB di RAM. Anche le connessioni con le periferiche non dovrebbero essere un problema, potendo contare su una USB 3.1 di tipo C, quattro USB 3.1 di tipo A, due USB 2.0, HDMI-in, HDMI-out, un lettore di SD, una Ethernet e un jack audio. Disponibile anche Wi-Fi Dual-band AC e Bluetooth 4.1. Nella soluzione tutto in uno, il display da 27 pollici InfinityEdge riveste un ruolo importante, dotato anche di una fotocamera compatibile con Windows Hello in grado di approntare il riconoscimento facciale e nuove esperienze di interazione. Chi è intenzionato a sfruttarlo per la grafica o con videogiochi particolarmente immersivi può anche optare per un 4K HDR10.
La soluzione, grazie alle sue caratteristiche tecniche, appare quindi in grado di adattarsi ottimamente a esigenze diverse, dai videogamer ad un pubblico business, offrendo alcuni interessanti upgrade e da subito la compatibilità con visori per la realtà virtuale. Per chi volesse spendere meno potrà optare per un Inspiron 24 5000 dalle caratteristiche degne ma ovviamente con un display ridotto nelle dimensioni. Da notare che a questo livello non è prevista alcuna interazione touch. Le soluzioni sono già in vendita.

In molti vedono nei nuovi Inspiron un banco di prova per AMD e i suoi chip Ryzen. A quanto pare la battaglia delle performance è tornata in auge. La sfida alla concorrenza è già stata lanciata. Intel ha subito risposto con nuovi modelli di CPU serie X, ma la battaglia è ben lontana dall'essere chiusa.


Mirko Zago

fonte immagine
Notizie collegate
  • TecnologiaPer AMD è l'ora di RyzenSvelata la prima offerta dei processori frutto di quattro anni di sviluppo. Si parte con octa-core che raggiungono i 4GHz di frequenza, e puntano a rilanciare la sfida a Intel
  • TecnologiaCPU, la battaglia delle performanceIntel si prepara a incassare il colpo di Ryzen annunciando nuovi processori e generazioni di CPU, mentre sul fronte AMD emergono indiscrezioni per certi versi sorprendenti. Torna la concorrenza nel mercato dei chip x86?
  • HardwareRyzen, il codice fa la differenzaLa community del gaming pu˛ tornare a sperare: la sfida tra Intel e le nuove CPU AMD Ŕ tutt'altro che conclusa. L'ottimizzazione del codice Ŕ la chiave per spremere le performance tanto attese
24 Commenti alla Notizia Computex 2017/ Dell presenta il primo All-in-one basato su Ryzen
Ordina
  • Ma datelo ai cani
    non+autenticato
  • AMD sembra voler fare sul serio stavolta e credo che si riprenderà il gap, e si toglierà l'abito da cenerentola delle CPU/GPU.

    https://www.tomshw.it/ryzen-threadripper-sfida-cor...
    iRoby
    9375
  • a cosa si riferisce ... al solito giochino pseudodemo ? Nessun produttore di videogiochi + interessato a questo mercato. Basta solo googlare un pò per capirlo ...
    non+autenticato
  • Difficile da riparare. Problemi di ventilazione. Impossibile fare upggrades con conseguente obsolescenza. ...

    Ovvero, come portare sul fisso i difetti dei portatili.
    non+autenticato
  • - Scritto da: 48d1267f7c7
    > Difficile da riparare. Problemi di ventilazione.
    > Impossibile fare upggrades con conseguente
    > obsolescenza.
    > ...
    >
    > Ovvero, come portare sul fisso i difetti dei
    > portatili.

    P.S. Quando diventa obsoleto il PC diventa obsoleto pure il monitor.
    non+autenticato
  • - Scritto da: ebd220cc656
    > P.S. Quando diventa obsoleto il PC diventa
    > obsoleto pure il monitor.
    Rotola dal ridere e chi lo dice, ho un vecchio lcd come secondo monitor che funziona una meraviglio, il pc invece è finito in discarica da un bel po' (la cantina di panda, che lo contempla estasiato)
    non+autenticato
  • Uuh in passato c'erano ed erano poco venduti.
    Una rarità. Ne usavo uno in un'azienda dove lavoravo nel 2004. Aveva schermo 17" 4:3 1280x1024, Pentium 4 e masterizzatore che usciva da un lato.

    Poi arriva l'iMac e boooommmm. Tutti scoprono che la merda con tanta ma tanta fantasia può anche avere il sapore di cioccolato.
    iRoby
    9375
  • Se non sparavi la sua solita filippica contro apple come un 12 enne, non eri tu.
  • - Scritto da: Sg@bbio
    > Se non sparavi la sua solita filippica contro
    > apple come un 12 enne, non eri
    > tu.

    E a te che ti frega?
    Sei forse bertuccia?
  • - Scritto da: panda rossa
    > E a te che ti frega?
    > Sei forse bertuccia?
    E a te che ti frega?
    Ah, scusa, non potevi far a meno di postare cavolate
    non+autenticato
  • Solita trollata per cambiare discorso.
    non+autenticato
  • Al manager tipo interessa l'aspetto estetico, tanto per lui il PC è un bene "unico" si compra e si usa, quando si guasta, foss'anche solo un pulsante si butta via l'insieme...

    Se poi prendiamo l'utente domestico medio, quello che compra il PC insieme alla farina al supermercato... Espandere? L'unica cosa che può espandere è l'orgoglio di mostrare agli amici il nuovo stiloso acquisto...

    In questo senso non me la prenderei con gli OEM, piuttosto mi preoccuperei che non ci siano lucchetti fw vari.
    non+autenticato
  • Eh no. Neanche il più beota dei magnager o l'utente domestico medio come dici tu buttavano via il monitor con il PC quando erano separati.
    Un monitor del genere potrebbe durare più di 20 anni se non avesse attaccato un PC destinato a diventare obsoleto molto prima.
    non+autenticato
  • Durava fisicamente, ma ecco servito il nuovo monitor "sugoso" che è uguale al vecchio ma con qualche pixel in più, una retroilluminazione leggermente più carina e qualche sigla sopra appiccicata...

    Guarda in Italia, in azienda, la regola è non cambiar qualcosa sino a quando non sei costretto, altrove la regola è cambiare qualcosa quando finisce la garanzia ma in ambo i casi si butta tutto. L'utente medio più o meno fa la stessa cosa, non tutti ovviamente, ma in maggioranza...
    non+autenticato
  • Credo fermamente che il legislatore dovrebbe - al fine di ridurre la produzione di RAEE - tassare maggiormente tutti i dispositivi AIO rispetto ai modulari.

    Perché ? E' spiegato bene in queso video:

    non+autenticato
  • Il video direi che manca Sorride
    non+autenticato
  • c'è ma il parser delle url del sito va in palla se vede un https (bug potenzialmente sfruttabile per un po' di sano XSS)

    Se togliamo la s a https improvvisamente va:

    non+autenticato
  • Oh, grazie, scoperto un altro bug di PI Sorride
    non+autenticato
  • Lo fa anche per le immagini, non solo i video.

    Ma poverini devi capirli quelli di PI, https è un protocollo proprio appena uscito. Rotola dal ridere
    non+autenticato
CONTINUA A LEGGERE I COMMENTI
Successiva
(pagina 1/2 - 6 discussioni)